Archivi categoria: LA GRANDE DEPRESSIONE UMANA

Scritto il alle 09:15 da icebergfinanza

  Finalmente una buona notizia, un sospiro di sollievo in mezzo a tutti questi uragani, il mercato del lavoro, l’occupazione è sensibilmente diminuita grazia ad Harvey ed Irma… Uno spettacolo i nostri analisti ed economisti, tutti indaffarati a fare i … Continua a leggere

Scritto il alle 09:30 da icebergfinanza

La notizia ormai la sapete tutti, giochi non proprio innocenti per bambini scemi, sono in corso, la questione oggi è solo quella di cercare di capire sino a quando proseguirà l’ escalation di provocazioni del dittatore nordcoreano perché è chiaro … Continua a leggere

Scritto il alle 10:00 da icebergfinanza

Rassegnatevi, ogni cosa a suo tempo sotto il cielo, dei dati macroeconomici al momento non interessa a nessuno, ne sta uscendo uno peggio dell’altro, il loro compito è quello di ignorarli, in attesa del classico Minsky Moment, quello che porterà … Continua a leggere

Scritto il alle 10:09 da icebergfinanza

Una premessa è necessaria, come sempre è colpa della luna, del tempo, della neve e del vento! Ieri tanto per cambiare quelli dell’ADP hanno fatto uscire un dato meraviglioso, una crescita prevista di oltre 250.000 posti rispetto le attese di … Continua a leggere

Scritto il alle 07:50 da icebergfinanza

Ve lo ricordate il vecchio Milton, si Milton Friedman, il profeta della SHOCKECONOMY… “soltanto una crisi – reale o percepita – produce vero cambiamento. Quando quella crisi si verifica, le azioni intraprese dipendono dalleidee che circolano. Questa, io credo, è … Continua a leggere

Scritto il alle 07:30 da icebergfinanza

Chi ci segue da sempre sa che siamo stati i primi in Italia a comprendere l’arrivo della Grande Recessione studiando a fondo le dinamiche del mercato del lavoro americano, le metodologie di rilevazione del BLS e soprattutto esplorando l’universo nascosto … Continua a leggere

Scritto il alle 11:30 da icebergfinanza

Figurarsi se gli psicopatici cocainomani imbottiti di testosterone che animano le giornate di Wall Street non coglievano l’occasione di battere nuovi record sul mercato americano festeggiando la presunta fine della Grande Recessione, con oltre 288.000 posti creati nel mese di … Continua a leggere

Scritto il alle 09:13 da icebergfinanza

Seguendo i sintomi della schizofrenia pura i mercati sembrano leggere nei dati dinamiche o tendenze che altri non sentono, arrivando a credere che qualcuno sia in grado di anticipare il loro andamento, che dietro ogni zero virgola di differenza si … Continua a leggere

Scritto il alle 09:13 da icebergfinanza

  Mentre il popolo qua e la comincia a chiedere pane e lavoro ai governanti, nelle sale ovattate dei consigli di amministrazione americani si decide quotidianamente di tagliare occupazione o di suggerire intanto qualche ….brioches! Questo è il livello dei … Continua a leggere

Scritto il alle 11:26 da icebergfinanza

  Come abbiamo visto in più occasioni in passato osservare l’economia americana che produce 100.000/200.000/300.000 posti di lavoro al mese non significa necessariamente evitare il rischio di una recessione, anzi l’evidenza empirica suggerisce tutt’altro come spiega il lavoro di John … Continua a leggere

Scritto il alle 16:08 da icebergfinanza

Abbiamo già trattato diffusamente l’argomento in due occasioni L’ONDA DEFLAZIONISTICA ASIATICA e IL … – Icebergfinanza e anche in LAOGAI: ORRORI MADE IN CHINA!icebergfinanza | icebergfinanza  ma l’ultima vicenda relativa al crollo del palazzo di Dacca riaccende un faro sulle miserabili … Continua a leggere

Scritto il alle 06:49 da icebergfinanza

    Come i lettori di Icebergfinanza ben sanno sono da sempre critico nei confronti dei dati pubblicati dal BLS mensilmente, ufficio del lavoro americano perchè non rispecchiano in alcuna maniera la realtà dell’occupazione, spesso e volentieri soggetti a revisioni … Continua a leggere

Scritto il alle 08:43 da icebergfinanza

Mentre in America le revisioni trasformano il rospo occupazionale in un piccolo principe noi preferiamo dare un’occhiata sotto i vestiti per osservare come in realtà il principe è solo l’ennesima illusione! Se date un’occhiata alle revisioni degli ultimi 19 mesi … Continua a leggere

Archivi
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO Clicca qui sopra
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Articolo dal Network
«Quivi si fa molta seta». Con queste parole Marco Polo descrisse ne il Milione l'econo
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
In questo articolo ci accingiamo ad esporre l’analisi di un Ratio Back Spread in Call. Chi compra
«Quivi si fa molta seta». Con queste parole Marco Polo descrisse ne il Milione l'econo
Ftse Mib: l'indice italiano ieri ha dato prova di forza rompendo in chiusura i 21.000 punti e metten
Ormai praticamente ci siamo, fra meno di due settimane circa si voterà per il Parlamento europeo, c
Come gli amici e sostenitori di Machiavelli avranno sicuramente avuto modo di osservare, mercole
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: domina la cautela sull'indice italiano che si è riportato in pull back nei pressi della r
Questa volta nel mercato delle criptovalute qualcosa è profondamente cambiato. Nel giro di due