IL GATTO E LA VOLPE: CRONACHE DAL CAMPO DEI MIRACOLI!

Scritto il alle 23:56 da icebergfinanza

 

 

 " LA LEGGENDA DELLA LEVA SCOMPARSA "

" Banche Usa con i conti edulcorati " dal SOLE 24 ORE di sabato 25 Aprile 2009

La crisi delle banche americane è finita perché ha fatto il suo (fisiologico) corso, o perché è stato cambiato il suo decorso? Più la seconda che la prima, probabilmente. Lo sapremo più avanti, sta di fatto che un grande aiuto è giunto dalla modifica delle norme contabili: se la valutazione a prezzi di mercato delle attività rischiava di fare andare i conti a gambe all’aria, cosa si fa? Semplice, si cambiano le norme. Così con grande discrezionalità i colossi di Wall Street possono sopravvalutare gli attivi deteriorati, evitare perdite in conto economico e rendere sostenibile un debito altrimenti non governabile. Basti vedere come la messa in soffitta del «mark to market» abbia aiutato a diminuire l’esposizione a rischio dei maggiori istituti. Citigroup, ad esempio, ha visto i suoi asset tossici scendere, grazie al fair value, da 163 miliardi a solo 29 negli ultimi 12 mesi. E anche Goldman Sachs, altra protagonista della ripresa dei profitti nel prodigioso primo trimestre del 2009, ha ridotto a "soli" 60 miliardi i suoi attivi a rischio dai 107 di un anno prima. Potenza della pulizia contabile. Peccato che quei 60 miliardi rappresentino pur sempre il 140% del patrimonio netto tangibile della banca. Considerare finita la tempesta in queste condizioni è quanto meno ottimistico. Se si dovessero svalutare, domani, anche di una piccola quota percentuale queste attività, l’impatto sul capitale non sarebbe indifferente.
Ma le banche ci hanno messo del loro. Il recupero degli utili è trainato, per tutte, dal trading sul reddito fisso e le commodity. La sola Goldman Sachs è passata in pochi mesi da un passivo di 4,3 miliardi a un saldo attivo di 7 miliardi, mentre anche la più deludente Morgan Stanley ha coperto un rosso di 15 miliardi di soli tre mesi fa. Che vuol dire ciò? Che le banche sono tornate a scommettere e per ora hanno guadagnato, ma a scapito di una nuova assunzione di rischio. Il Var di Goldman, che misura la perdita potenziale giornaliera del portafoglio, è schizzato da 157 milioni a 240 milioni in un anno. Lehman prima di fallire aveva un Var di 110 milioni. Insomma la voglia di rischio (questa volta grazie anche ai fondi pubblici) si è riaffacciata nell’Olimpo di Wall Street. Come se la lezione della crisi non sia servita. A nulla.
 

fabio.pavesi@ilsole24ore.com

GIOCANDO  CON IL FUOCO IN UNA FABBRICA DI FUOCHI DI ARTIFICIO BLOOMBERG

April 27 (Bloomberg) — Goldman Sachs Group Inc., unbowed by the securities industry’s worst year since the Great Depression, increased its trading bets at the fastest rate on Wall Street.

Goldman Sachs’s so-called value-at-risk, the amount the New York-based bank estimates it could lose from trading in a day, jumped 22 percent to $240 million in the first quarter, twice what Morgan Stanley stands to lose, company reports show. VaR climbed 2.8 percent in the same period at JPMorgan Chase & Co. and dropped 14 percent at Credit Suisse Group AG.

 IL TASSO IDEALE PER L’ECONOMIA AMERICANA? -5 % FINANCIALTIMES

The ideal interest rate for the US economy in current conditions would be minus 5 per cent, according to internal analysis prepared for the Federal Reserve’s last policy meeting.

The analysis was based on a so-called Taylor-rule approach that estimates an appropriate interest rate based on unemployment and inflation.

MISTER ROUBINI, IL DOTTOR REALISMO!  NEWSWEEK

Compared with this optimistic consensus, I believe that the rate of economic contraction is going to slow from minus 6 percent in the last two quarters to minus 2 percent by the fourth quarter. Next year, I believe that the growth rate is going to be 0.5 percent for the U.S. average. Even if we are technically out of a recession, we are going to feel like we are in a recession. The bottom of the economy is not going to be in three months, but rather toward the beginning or middle of next year.

ALLA FIERA DELL’ EST PER DUE SOLDI………. VOXEU

Western bank exposures in Eastern Europe are an issue that is increasingly in policymakers’ sights. This column estimates the losses arising to the non-bank sector and government from foreign currency-denominated debt in Central and Eastern Europe. It also estimates the effect that these losses have had on the market-implied assessment of sovereign default risk. Both losses are reflected in wider CDS spreads, but government losses have a bigger impact.

ZIO TIM E IL FINANCE CLUB, STORIE DI ORDINARIA AMMINISTRAZIONE! NYTIMES

And more often than not, Mr. Geithner has been a leading architect of those bailouts, the activist at the head of the pack.

LA PEGGIORE RECESSIONE DEGLI ULTIMI 50 ANNI! BORSAMONITOR

L’attuale recessione è diventata la seconda peggiore degli ultimi cinquant’anni ed è vicino a superare la grave recessione del periodo 1973-75, secondo l’Index of Coincident Indicators, basato sui dati del governo e compilato ogni mese dal Conference Board, che è una organizzazione privata.

S&P 500 DEFLAZIONATO BORSAMONITOR

SP500 deflazionato. Il tasso di crescita del leading Index ECRI è stato costantemente al rialzo nel corso degli ultimi mesi, e punta ad una recessione più moderata o alla sua fine al più tardi durante l’anno (Moody’s economy.com).

BONDHOLDERS GENERAL MOTORS: NO PARTY? NO DEAL CLUSTERSTOCK

Bondholders appear to be ready to reject GM’s offer today. They will likely propose a counter-offer.

INCORAGGIAMENTI PATERNI PER BANK OF AMERICA E CITIGROUP WSJ

Regulators have told Bank of America Corp. and Citigroup Inc. that the banks may need to raise more capital based on early results of the government’s so-called stress tests of lenders, according to people familiar with the situation.

ALLA RICERCA DEI TENERI GERMOGLI! FINANCIALTIMES!

Spring has arrived and policymakers see “green shoots”. Barack Obama’s economic adviser, Lawrence Summers, says the “sense of freefall” in the US economy should end in a few months. The president himself spies “glimmers of hope”.

Pinn illustration

 

GREAT DEPRESSION RALLY!  RITHOLTZ 

Brian over at Alpha Trends posts this terrific technical chart of the 1929-32 Rallies. These are more than mere bear market rallies — these are Depression Rallies!

PROSSIMO SALVATAGGIO BANCARIO : FEDERAL RESERVE! RITHOLTZ

“All of this garbage paper that’s going bad — the troubled residential mortgage backed securities (RMBS), the commercial mortgage backed securities (CMBS), the asset backed securities (ABS), the Fannie Mae bonds, the corporate loans, and so on — hasn’t just gone “Poof.”

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
40 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 07:06

ma dai…sempre a pensare male….
e la ” MAIALA ” ke è stata diffusa apposta …. e la CRISI ke è stata costruita ad arte… e il TERREMOTO ke è stato fatto x far fare bella figura a berlusca con i suoi raid

maat

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 07:10

Signori miei VOI avete paura della vostra ombra. Epidemie, virus, maiali contaminati, spagnola.

1) Pasteur non era medico ma un chimico e un “business men”
2)Pasteur non ha scoperto niente ma ha rubato la teoria ad un altro scienziato: Antoine Bechamp (medico).
3)Pasteur in punto di morte disse ad un suo assistente: “Claude Bernard aveva ragione, il terreno è tutto, il microbo è nulla”.

Smettetela di ascoltare la TV e studiate, studiate e meditate

xx

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 07:43

per Compasso
guarda che l’ aviaria ha portato un danno all’ italia di 1000 miliardi di lire !
La pandemia può essere manipolata e usata dai vari organi del sistema, basta non parlarne più alla TV ed è come “sotto controllo” . Invece si può creare allarme e usarla per vari crolli in borsa, o altro. CMQ avete notato che le notizie di 2 settimane fa vengono già cancellate dal nostro cervello? Questo è anche per la mole di notizie che ci sommergono.

Amen

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 09:38

Signori prestiamo attenzione

Deutsche Bank ha rilasciato i risultati ieri aveva varato buy back sul 10% del capitale e ha riconfermato Ackerman x altri 3 anni complimentandosi x il lavoro svolto (lo scorso anno si era chiuso a oltre 8 bln loss e solo grazie agli IAS 39) poveri azionisti!!!. Oggi risultati 1.2 bln di utile perde nelle transazioni bancarie, nel consumer banking, nell’asset management, nel real estate nell’equity sales and trading e dove guadagna? sul fixed income traidng grazie ad un aumento del bid ask spread!!! spettacolo mi pare di sognare.

e guardate Webber cosa dice:
April 27 (Bloomberg) — Bundesbank President Axel Weber
said a report by the BaFin financial market regulator
estimating that German banks’ total risks from promblem loans
amount to 812 billion euros ($1.1 trillion) should be ignored,
Financial Times Deutschland reported.
Weber said the figures don’t necessarily reflect the actual
stresses on the banks, FTD reported, citing comments he made in
Washington where he attended the Group of Seven meeting.
Weber said he would appeal to “just ignore these
numbers,” according to FTD.

a voi le conclusioni che dire in bocca al lupo!!!

il fringuello

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 09:57

MASSIMI ANCORA INVIOLATI
non solo quelli di gennaio, ma anche quelli di febbraio (S&P 875, estoxx 2350).

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 12:08

#2 ben detto…………dov’è compasso? a cercare di far soldi?
qui mi sa che i sapienti sono un pò ignorantelli…………..del resto….
dov’è compasso?……..maat studia un pò informati vai un pò più in là della verità ufficiale…..proprio da voi non me l’aspettavo.

più che un amen è un de profundis anche qui ho paura…………certi asini furbi si fiutano a mille miglia di distanza…..senza offesa s’intende.
auguro a tutti buona giornata……di profitti per alcuni sapienti navigatori

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 12:43

è arrivato il troll di turno …..
a volte studiare troppo fa male….
si possono vedere le allucinazioni.

sarà ke anke la spagnola e la peste bubbonica è stata diffusa dallemani potenti ?

maat

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 13:11

Montecristo:

Ormai sono anni che osservo i mercati finanziari e tutto quello che succede, sembra proprio che la storiella degli illuminati e del nuovo ordine mondiale si stia avverando sul serio.

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 13:53

Nella Bibbia vi sono i passi che descrivono bene quello che accadrà nei prossimi anni.

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 14:41

Brunetta ha appena detto che la crisi è FINITA! Grande Ministro!

Intanto:

Usa: -18,6% indice prezzi abitazioni Case/Shiller febbraio (RCO)

(Il Sole 24 Ore Radiocor) – Milano, 28 apr – L’indice dei prezzi delle case negli Stati Uniti Case/Shiller, calcolato nelle 20 piu’ grandi citta’, a febbraio ha mostrato una flessione del 18,6% rispetto allo stesso mese del 2008, mentre rispetto a gennaio il calo e’ stato del 2,2%. Sempre a febbraio, l’indice rilevato nelle prime 10 citta’ Usa ha evidenziato un calo annuale del 18,8%. Fla-Y-

Ma che ci frega a noi….la crisi è finita…..

IL MOZZO DI TERZA

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 14:43

matt #7 puoi star certo che ai “potenti” importa poco della tua salute (e della loro!!!); se non fossimo “consumatori”, e se potessero la diffonderebbero sicuramente “la peste bubbonica”.
Il problema è che non possono….da lontano.

xx

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 14:43

1()2

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 14:51

xx……..
a studiare ti si frigge il cervello….
maat non matt

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 14:52

Anche Draghi dice che la crisi sta allentando la morsa. Grande Draghi. Come faremo senza la tua guida illuminata.

Intanto:

COMMERCIO: ISTAT, VENDITE FEBBRAIO -0,7% MESE; -3,1% ANNO
Calano ancora le vendite al dettaglio in Italia: a febbraio fanno registrare un -0,7% rispetto al mese precedente e un -3,1% su base annua. Lo rende noto l’Istat.La variazione tendenziale negativa del totale delle vendite e’ il risultato di un aumento delle vendite della grande distribuzione (+1,2%) e di un calo delle vendite delle imprese operanti su piccole superfici (-6,1%).

Ma che gli frega a Draghi se il piccolo commercio quello che sostenta milioni di famiglie italiane si sta LETTERALMENTE SPAPPOLANDO?

Lui lavora(va) per Goldman Sachs! Per lui queste sono cose di basso cabotaggio!

Ora dico la mia:
DRAGHI DICE CHE LA CRISI MOLLA LA PRESA….IO DICO CHE LA CRISI A CASA SUA NON E’ MANCO INIZIATA…PERTANTO PARLA DI UN QUALCOSA CHE NON CAPISCE.

IL MOZZO DI TERZA

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 15:16

per maat #7 troll sei tu asino ………sono certo che sei uno di quelli con il c*lo ben posizionato comodo e benestante…prima vai a spaccarti la schiena e dopo parla ass………attenti che i nuovi mondi sono pieni di sostenitori da salotto………comunque se preferisce credere alle verità dei tuoi amichetti (perchè appartieni alla stessa cultura solo che fai l’alternativo delle mie p*lle) brunetta e marietto (mafia) draghi, giusto per stare alle ultime notizie, ass two times……ma forse hai affari in ballo………..

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 15:18

Quattro imprese farmaceutiche stanno lavorando ad un nuovo vaccino contro la febbre suina.
Secondo Sergio Dompè presidente di Farmindustria:” Ci stiamo lavorando, ci sono già linee di produzione attive. Credo che il vaccino potrà essere a disposizione nel giro di tre o quattro mesi”
Le case farmaceutiche in questione sono Roche, Sanofis Aventis, Glaxo e Novartis.

I commenti li lascio a voi , visto che mi sembrate in vena.

Mas

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 15:20

Notizione bomba, fra le varie della giornata:
A – “Federal investigators are focusing their attention on three employees at American International Group Inc.’s ….:”

B – “WSJ: Fed officials tell Bank of America, Citi stress tests show they may need to raise capital ”

Che bel delirio:
A – detta in maniera molto semplice …. 3 “impiegati” cattivoni (successivamente nell’articolo si specifica che avevano mansioni “executive”) hanno portato AIG nel casino di derivati in cui si trova. Fregando i clienti con investimenti speculativi su prodotti che una “assicurazione” non doveva neanche “fumare” (… magari controllare?).
Ma la giustizia indaga e … anche AIG! Bene!

B – sempre interpretando … Attenzione! facendo il famoso “Stress test economico” sulla resistenza delle banche (test di cui non si possono sapere troppi particolari) si è scoperto che le due principali banche ex fallite USA, ampiamente riempite “a perdere” di soldoni del contribuente (un pò coglione pare), hanno bisogno di aumentare il proprio capitale. Aumento che indovina un pochino … avverà proprio con i soldini del famoso contribuente (tanto … “lè coglione nò?”)

Bene signori.
Non stiamo parlando di un paese del terzo mondo,o del paese di Alice.
E’ (era) la prima economia del mondo!. Ora è il paese delle meraviglie …. di una demenza truffaldina, arrogante quanto impunita.

Chissà se i tre dell’AIG erano … i tre porcellini, che “vistisi scoperti” hanno scatenato la pandemia nel povero Messico … per distrarre l’opinione pubblica e fare un favore alle aziende farmaceutiche …. oltre che alle pompe funebri.

Che brutta spirale di strane concatenazioni …. senza mai qualcuno che conta che “tiri” il freno, almeno in apparenza, almeno … un pochino di etica o di morale.

Francia R

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 15:21

matt sei pure ignorantello sul mondo virtuale….il troll spara cose superficiali, sentenze provocatorie (come fai tu nè più nè meno)…….mentre il qui scrivente ti ha postato un bel pò di link dove può verificare se certi argomenti sono solidi o meno – per te ed i tuoi compagni di merende a cui gli affari forse vanno male – ass three times…..

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 15:49

USA: FIDUCIA CONSUMATORI IN FORTE RIALZO A 39.2
di WSI
Ad aprile il dato continua a risalire dai minimi storici toccati a febbraio. Battute le attese del mercato che erano per un rialzo piu’ contenuto, a 29 punti.

FINE DELLA CRISI !!!!!!!!!!

ERA ORA

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 15:56

maat #13 allora siamo in due ad avere “il cervello fritto” o ti sei offeso per la battuta sull’ombra nel #2.

xx

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 15:59

Anonimo #19 …. sei sarcastico?

La crisi, per tutti finisce quando riprende l’economia.
Al momento direi che siamo … lontanucci.

Per chi scommette in borsa, o sulle azioni, è un buon periodo. Anzi … volendo la crisi è solo una visione oggettiva, dovuta agli strumenti che si usano. Sempre che non si abbiano peli sullo stomaco e …. le dritte giuste.

Francia R

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 16:04

kissà sta fiducia dei consumatori come l’hanno calcolata !
Vorrei proprio intervistare qualche americano…

Amen

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 16:16

WASHINGTON, April 28 (Reuters) – U.S. President Barack Obama wants more disclosures by credit card issuers added to a credit card reform bill that the House of Representatives will vote on this week, a senior Democratic lawmaker said on Tuesday.

The White House wants credit card companies to offer introductory teaser rates for at least six months and to allow borrowers the option to exceed their credit limits, House Financial Services Committee Chairman Barney Frank said.

Quindi “teaser rate” e in più permettere di superare il limite di credito… insomma il classico :sei indebitato? …te ne prestiamo altri!

Amen

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 16:27

A regà, ma allora cianno ragione loroo

L’indicatore relativo alla situazione corrente è salito a 23,7 da 21,9 ma il rafforzamento più deciso interessa quello che monitora le aspettative, balzato a 49,5 da 30,2.

E’ migliorato inoltre l’indice sulla difficoltà di trovare lavoro, sceso a 47,9 da 48,8.

Alla forca il capitan Andrea !

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 16:27

scusate regà, ragione va con 2 g

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 16:54

maat ci sei…….colpito è affondato….oppure ti sei diretto verso qualche holiday resort – così si chiama at least per quelli come te – in compagnia di qualche altro compagno di merende?…….prima capire cosa vuol dire vita dura dopo parlare…ass

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 16:58

SE VI PARE POSSIBILE
che la crisi economico-finanziaria più pesante del dopoguerra possa essere superata in 18 mesi con un “normale” dimezzamento delle borse, forse credete ancora alle favole di Alice.
Il tentativo inedito di far ripartire il sistema economico con altri debiti, privati e pubblici, non volendo utilizzare nè nazionalizzazioni nè fallimenti appare molto temerario.
Inoltre in pochi anni tutti i paesi del G8 avranno un indebitamento del 100% del PIL con evidenti rischi di insolvenza come in Argentina o di iperinflazione da…rotative di stampa.

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 17:02

ti LOVVO 26 x x…
fai progressi , ……..sei riuscito a scrivere MAAT corretto.

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 17:09

no ti sei sbagliato con quell’altro che ti ha toccato sul vivo maat……da parte mia ass four times…….sei un fenomeno…….un vero scalatore…come vanno gli affari?

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 17:14

Il persistere della recessione e l’incremento della disoccupazione lasceranno il sistema finanziario degli Stati Uniti in uno stato di «insolvenza», il che implica che gli stress test imposti dalle autorità alle 19 principali banche americane non sono stati abbastanza rigorosi. A sostenerlo è Nouriel Roubini, docente presso la New York University, l’economista che aveva previsto con largo anticipo l’arrivo della crisi finanziaria globale.

Le perdite per il sistema bancario aumenteranno a 1.800 miliardi di dollari, ovvero fino a 400 miliardi in più rispetto all’attuale “rosso” da 1,4 “trilioni”. Il sistema economico non si riprenderà e la percentuale di americani in cerca di lavoro salirà al 12% nel 2010, toccando già l’11% alla fine di quest’anno. Un dato ben peggiore rispetto a quello che ha prospettato il governo guidato da Barack Obama, che si aspetta «nella peggiore delle ipotesi» un tasso del 10,3%. Il tasso di contrazione dell’economia americana – prosegue il docente – scenderà tuttavia dall’attuale 6% a circa il 2% negli ultimi tre mesi del 2009.

Un quadro a tinte estremamente fosche, dunque, quello tracciato da Roubini ieri, intervenendo alla annuale conferenza universitaria ad Orlando, in Florida. E proprio l’outlook degli istituti di credito statunitensi, insieme alla situazione macroeconomica del Paese, produce secondo l’economista «un sistema che complessivamente appare insolvente»: per questo «gli stress test non sono stati una cosa seria».

però il nostro caro NOURIEL prevede anke un certo miglioramento….. se l’economia americana passa da un -6 a un -2 %

maat

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 17:26

un pò vecchia come notizia MAAT……questa di roubini è di qualche giorno fa……..tentativo di ricomporti fallito maat

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 18:03

WALL ST. CANCELLA LE PERDITE, OTTIMISMO CRESCE
di WSI
Il dato decisamente superiore alle attese della fiducia dei consumatori alimenta le speranze che la recessione sia ormai in fase di moderazione e oscura le paure sulla liquidita’ delle banche e in particolare di Citi e BofA.

BU BU LA CRISI NON CE PIù

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 18:04

Finmeccanica: primo trimestre +50% utile netto
di ANSA
Ricavi in crescita del 34% a quasi 4 miliardi

BI BI LA CRISI VA VIA DI QUI

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 19:22

interessante su http://www.comedonchisciotte.org

IL CONGRESSO DEGLI STATI UNITI E’ INFILTRATO…DALLA CORRUZIONE

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 21:21

Hai ragione #35…. anche se la “bolla” è una mongolfiera da alcuni anni, come ha già sottolineato il Capitano più volte.

Comunque …. la nostra magistratura è proprio in mano … ai comunisti!!!

Azzz …. non riesco a immaginare le conseguenze di questa azione sul piano giuridico.
Una causa contro il “sistema” dei derivati “ai polli”
Un accusa di truffa a … chi si è permesso di truffare migliaia di persone + un comune … quello di milano.

Speriamo che vadano fino in fondo, che non esca qualche “politico” di vecchia data a insabbiare la cosa ….
Potremmo essere a capo di una insurrezione contro “la cricca” che ha messo in bancarotta mezzo mondo.
Altro che USA, loro … hanno messo la FED a disposizione di questi truffatori e della loro catena di S. Antonio (con buona pace dell’economia USA).
Povero Maddof … probabilmente lo faranno martire della bolla. Santo dei truffatori.

E’ incredibile … Obama, le canzoni, “we can”, “i have a dream” e poi … da i soldi dei contribuenti USA per finanziare i truffatori (e … mosca).
Noi … con “a pummarola in coppa” fermiamo il giochino … perchè hanno truffato il comune di Milano (okkio perchè in realtà i truffati …. sono troppi).

Bene, stiamo a vedere. Sono aperte le scommesse.
Mi raccomando solo …. di non usare denaro virtuale, al limite un bel gelato. Fà ingrassare ed è reale.

Francia R

utente anonimo
Scritto il 28 aprile 2009 at 22:24

si accettano scommesse che queste inchieste al momento “opportuno” verranno bloccate……..nessuna chance di toccare seriamente la cricca

utente anonimo
Scritto il 29 aprile 2009 at 00:06

http://italia.etleboro.com/?read=23672

utente anonimo
Scritto il 29 aprile 2009 at 08:46

Per maat

Maat non abboccare, il tuo provocatore è tutto fumo e niente arrosto

Anzi, già che ci siamo mio bel provocatore-troll, dicci bene, dall’alto del tuo altare da cui pontifichi, cosa hai fatto di così duro nella vita di cui ti vanti tanto ….
dal linguaggio che usi sembri più un amico di Lapo, ti chiami forse Patrizia?

Hunter76Lima

utente anonimo
Scritto il 29 aprile 2009 at 10:22

un’altro nervosetto, per caso sei anche tu un altro amico di merende pseudo sostenitore dei mondi alternativi?…..pappone.
dalla tua risposta si deduce chiaramente che anche tu sei dell’ambiente bordelo-finanziario attento che certe sostanze che girano lì alla lunga ti devastano (almeno così dicono ma visto te sembra proprio che sia così) ideam di certe pratiche lapiane (si dice? confermi?)

PS spaccarsi un pò la schiena nella vita ti fa vedere e valutare le cose da una prospettiva diversa – i valori cambiano – ma credo tu non sappia nemmeno di cosa sto parlando……..ciao pappone delle stock opt. e forse altro

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Alla fine anche lo SP500 ce l’ha fatta, è tornato alle quotazioni a cui si trovava a metà fe
Avrete avuto modo ieri di vedere il post sulle aspettative di crescita economica redatte dal Con
Ftse Mib. Dopo aver rotto con volatilità la trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da me
Queste le movimentazioni monetarie. Sulle Mibofuture stabili e chiusura della componente call da 20
Vi propongo alcuni dei grafici più interessanti che ho trovato nelle ultime 24 ore in rete, gra
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Lasciamo da parte i mercati finanziari. Tanto ormai spero sia chiaro a tutti quali siano le dina
Ftse Mib. Dopo aver rotto con volatilità la trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da me
Come abbiamo visto nel fine settimana i rendimenti americani hanno rotto livelli importantissimi
L' Argentina evita il default: trovato l'accordo con i creditori. Anche se è presto per cambiar