DECRETO RILANCIO E BTP ITALIA: LA TRUFFA DEL RECOVERY FUND!

Scritto il alle 08:56 da icebergfinanza

DECRETO RILANCIO : TASSI NEGATIVI! | icebergfinanza

Lasciamo da parte per un attimo le vicende di un Parlamento nel quale un pavido presidente del Consiglio illustra un Paese dei balocchi che non esiste e nel quale…

Immagine

…e una magistratura rossa che hanno evidenziato in maniera palese tutto lo squallore sul quale sono stati costruiti in questi anni anche grazie alla totale assenza di un Presidente della Repubblica che sembra rimasto ancora dal barbiere e occupiamoci di quello che è successo negli ultimi 4 giorni sul mercato dei nostri titoli di Stato…

E’ record per il Btp Italia destinato a finanziare le spese per l’emergenza covid. Dopo una domanda da parte degli istituzionali, che ha ampliamente superato i 19 miliardi al termine della giornata a loro dedicata, secondo fonti di mercato il Tesoro ha assegnato il titolo indicizzato all’inflazione per un ammontare di 8,3 miliardi. Sommato ai 14 miliardi dei risparmiatori, il valore del nuovo Btp italia arriva a superare i 22 miliardi, una cifra mai toccata nelle precedenti emissioni.(Ansa)

La domanda INEVASA ha superato i 10 miliardi, nessun Paese al mondo dispone di una simile risorsa di risparmio privato interno NESSUNO!

Uno dei peggiori presidenti del Consiglio mai visti nella storia della Repubblica, uno che dopo aver ricevuto un rapporto segreto sul rischio di 800 mila morti e aver pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo stato di emergenza ancora alla fine di gennaio, se ne andava in giro a dire che era tutto sotto controllo e che non c’era alcun pericolo, dicevo uno che si rivolge alle banche chiedendo un atto di amore, ieri le ha attaccate dicendo che devono fare di più…

Salvo poi REGALARE oltre 100 milioni di euro in commissioni a questi avvoltoi, non tutte le banche ma molte di esse, si il doppio delle solite commissioni, ma in Italia nessuno scrive di questo NESSUNO!

Signor Presidente, SALGA A BORDO …CAZZO, Lei rappresenta lo STATO, lei deve imporre alle banche di dare liquidità immediata al Paese, no chiedere atti di amore in ginocchio…CAZZO e scusate il francesismo alla schettino!

Metà degli ordini sono arrivati dall’estero il che la dice lunga al di la della nostra prudenza su titoli emessi dopo il 2013, certo gli investitori esteri hanno venduto a marzo oltre 50 miliardi di nostri titoli, ma alla fine tornano sempre, ecco perché suggeriamo sempre di non lasciarsi prendere dal panico, i rischi ci sono solo se qualche ignorante al Governo chiede di sottoscrivere il MES o prendere i soldi del recovery fund.

A proposito di recovery fund oggi condivido con Voi una magistrale sintesi video del nostro Alberto Bagnai, come Francia e Germania abbiano abilmente preparato l’ennesima trappola per il nostro Paese.

Come ben ricorda chi ci segue da sempre noi siamo stati i primi a raccontarvi che la proposta tedesca del MES è servita per salvare le banche tedesche, ricolme di titoli spazzatura subprime e prestiti inesigibili spagnoli, irlandesi e greci a scapito degli altri Paesi europei, soprattutto l’Italia.

Purtroppo ancora oggi c’è qualche ingenuo che crede di aver aiutato la Grecia con quei soldi o addirittura qualcuno che crede che il feroce attacco speculativo da parte delle banche tedesche contro il nostro debito sia solo un’invenzione, ma è gente Semiseria alla quale non va dato credito, gente pagata per raccontare fake news.

Addirittura nell’ultima  serie televisiva i Diavoli su Sky, si dipinge il complotto tedesco contro il nostro Paese, ovviamente orchestrato con la regia di banchieri guarda caso consulenti di nonna Merkel, come il noto Ackerman.

Una classe manageriale che lo stesso Der Spiegel definisce avidi psicopatici, gente strapagata che in realtà dovrebbe finire in galera o a pulire latrine.

DEUTSCHE BANK: LA VORAGINE CON IL NULLA INTORNO! | icebergfinanza

Oggi invece la falsa e ipocrita proposta dei governi tedesco e francese, serve per aiutare la loro industria automobilistica, soprattutto quella tedesca a riconvertire un sistema fraudolento come il dieselgate in auto elettriche e le centrali a carbone e nucleari della nuova era franco prussiana.

Come sostengono a Wall Street i banchieri tedeschi sono dei veri e propri idioti come dimostra la storia dei loro fallimenti e della voragine con la banca intorno Deutsche Bank, ma i loro governanti sono strateghi pericolosi e subdoli da combattere a qualunque costo.

A proposito di porte girevoli in Europa, si proprio quelle che conosce bene Gualtieri, l’Europa si ricorda sempre dei suoi fedeli SERVITORI, ve lo ricordate Mario Nava, ex presidente della Consob, costretto alle dimissioni in quanto già dipendente di un’istituzione sovranazionale addirittura dal 1994?

Loro un posticino al sole lo hanno sempre, basta ubbidire e fare quello che dice mamma Europa, non importa se per fare le riforme devi scannare interi Paesi, importate è fare quello che dice mamma Merkel!

Ma torniamo alla tragedia americana, una vera e propria catastrofe che continua inesorabile, i dati di ieri dimostrano che l’onda della disoccupazione non è ancora finita…

La cosa più inquietante è che nelle ultime nove settimane, molti più americani hanno presentato domanda di disoccupazione rispetto ai lavori guadagnati nell’ultimo decennio dalla fine della Grande Recessione 22,13 milioni guadagnati in un decennio, 38,6 milioni persi in 9 settimane che in molti casi non verranno più recuperati per anni e anni.

Nonostante questo a Roma c’è ancora un manipolo di incapaci e inetti che gioca con l’elemosina, date un’occhiata qui sotto a cosa potrebbe accadere se qualcosa nei prossimi mesi dovesse andare male!

Global Covid-19 PIL a rischio

La situazione è talmente disperata che all’orizzonte non si vede la terra promessa, al punto che la Cina ieri per la prima volta non ha comunicato alcun obiettivo di crescita.

“Vorrei sottolineare che quest’anno non abbiamo fissato un obiettivo specifico per la crescita economica”, afferma il rapporto, secondo Bloomberg che ha visto una versione trapelata. “Questo perché il nostro Paese dovrà affrontare alcuni fattori che sono difficili da prevedere nel suo sviluppo a causa della grande incertezza sulla pandemia di Covid-19 e sull’ambiente economico e commerciale mondiale”.

PECHINO (Reuters) – La Cina rinuncia per la prima volta dal 1990 a fissare un target di crescita per quest’anno e si impegna a stanziare ulteriori finanziamenti governativi, con la pandemia di COVID-19 che sta colpendo duramente la seconda economia del mondo.

L’economia si è contratta del 6,8% nel primo trimestre, per la prima volta da decenni, sotto i colpi del virus che ha avuto il suo primo focolaio nella città di Wuhan.

“Non abbiamo fissato un obiettivo specifico per la crescita economica per quest’anno principalmente perché la situazione epidemica globale e la situazione economica e commerciale sono molto incerte, e lo sviluppo della Cina sta affrontando alcuni fattori imprevedibili”, ha detto il premier Li Keqiang aprendo l’annuale seduta parlamentare.

Ecco il motivo per il quale il petrolio ha cambiato rotta!

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.7/10 (7 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +6 (from 6 votes)
DECRETO RILANCIO E BTP ITALIA: LA TRUFFA DEL RECOVERY FUND!, 8.7 out of 10 based on 7 ratings
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib. L’indice è finalmente riuscito a superare una resistenza molto importante. Si tratta d
Su tutti i sottostanti, appena rotti i livelli di resistenza di questa lunga congestione dove erano
Visto che molto spesso abbiamo parlato della finanza passiva, e visto che ormai il suo peso spec
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Si lo so, l'euro è stato dato per morto da tempo, nonostante questo e sulle macerie della class
Sull'equity, nonostante le impostazioni grafiche con minimi e massini crescenti, non si assiste di p
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
CDS (Credit Default Swap) settore auto a confronto e...non solo Secondo me con il default di Hert
Guest post: Trading Room #365. Il quadro tecnico che finalmente evolve e ci regala un livello graf