DECRETO RILANCIO : TASSI NEGATIVI!

Scritto il alle 07:51 da icebergfinanza

Decreto Rilancio 2020: il testo definitivo verso l'approvazione finale

Prima di occuparci del nostro Paese, di un decreto rilancio che tarda ormai da oltre due settimane, prima di osservare per l’ennesima volta cosa sta succedendo in Germania in un altro post, la sentenza della Corte costituzionale di Karlsruhe è una vera e propria bomba atomica lanciata sull’Europa.

Fa sorridere l’immagine iniziale del missile in fase di decollo, fa sorridere in un Paese che in un mese discute del MES e tira fuori solo 80 miliardi. Speriamo di non fare la fine del Challenger esploso in volo…

Usa: 30 anni fa il disastro del Challenger, il video dell ...

Non passa neanche un giorno dopo il nostro post sui tassi negativi che subito il presidente americano Trump rilancia la nostra visione, uno spettacolo nello spettacolo, tutto quello che scriviamo si realizza…

Se tutti gli altri Paesi hanno i tassi negativi, perchè anche noi non possiamo farci questo splendido regalo, dice quel volpone di Donald, grandi numeri in arrivo!

E si grandi numeri davvero, lo abbiamo scritto a CHIARE LETTERE nel fine settimana …

MACHIAVELLI “LA TERRA PROMESSA”

… dedicato a tutti coloro che hanno sostenuto liberamente e generosamente il nostro viaggio, gli Stati Uniti hanno bisogno di piazzare mercoledì, miliardi su miliardi di dollari a lungo termine in una nuova emissione, 3 trilioni di dollari,  big numbers per il debito pubblico americano, ma nonostante questo l’asta di ieri del decennale USA è andata a ruba.

Un’asta spettacolare è stata definita e tuttavia nonostante il più alto quantitativo di emissioni della storia degli Stati Uniti, se li sono strappati di mano i nostri tesorucci. Dopo la stratosferica asta a 3 anni di ieri, oggi oltre 32 miliardi di titoli a dieci anni, la più spettacolare offerta di debito mai registrata a questa scadenza.

Bid to cover a 2,68, top da quattro anni e ora arriva la regina delle emessioni USA in attesa del 50 anni, la prima emissione a 20 anni da secoli.

Se uno guarda ai dati di ieri ai prezzi al consumo, all’inflazione al consumo, si mette a ridere di fronte ai rischi paventati da molti in questi giorni, ma soprattutto il nostro avvertimento di evitare di sottoscrivere i prodotti strutturati legati all’inflazione che l’industria del gestito sollecita è oro puro!

Immagine

Bisogna risalire agli anni ’60 per trovare uno simile scempio dell’inflazione, terrificante!

Qui però mi voglio fermare, perchè l’ignoranza che circola soprattutto tra i cosiddetti addetti ai lavori è enorme, parlare di rischio di inflazione significa non avere ancora capito nulla di quello che è successo.

Ditelo ai Vostri amici e parenti, state alla larga dai prodotti strutturati che vi consigliano.

Mai visto da secoli, prezzi al consumo in territorio negativo e non centra solo il petrolio.

Su base annua la crescita è stata dello 0,3% ben sotto 1,5 del dato precedente. L’indice core, escluso alimenti ed energia, il riferimento della Fed è crollaro del 0,4%, siamo tornati in un attimo ad un tendenziale di 1,4 dal 2,1 %.

Certo il crollo della benzina ha avuto il suo effetto, ma sono scesi tutti gli indici, affitti, assicurazioni, abbigliamento, compagnie aeree, attività ricreative solo gli alimentari sono saliti.

Ma quale inflazione se il reddito è distrutto, il fatturato è scomparso!

Nel frattempo giusto per buttare benzina sul fuoco, ieri l’ambiguo e sinistro Fauci ha detto che se si riaprirà tutto saremo tutti morti, mentre i senatori repuvvlicani, hanno presentato un disegno di legge per sanzionare la CIna sui diritti umani, più un altro disegno di legge che autorizzerebbe Trump ad imporre sanzioni, se la Cina non fornirà un resoconto completo sull’epidemia di coronavirus.

Una nuova guerra commerciale è dietro l’angolo, altra benzina sul fuoco, ieri la Cina ha voluto punire l’Australia con il divieto di importazione di carne bovina per aver chiesto un’indagine sulle origini del coronavirus.

Mentre ascoltate i pifferai magici sulla ripresa a V sappiate che il rischio enorme è che Trump limiti i finanziamenti bancari in dollari e il mercato dei capitali americani alle imprese cinesi, che sono indebitate in maniera spaventosa con le banche americane come abbiamo visto nel fine settimana.

Ma veniamo al famigerato decreto rilancio fantasma. Ho letto alcune veline durante la settimana, mi auguro che siano solo veline, diversamente farò tutto il possibile per supportare questo Paese scatenando una tempesta mediatica con il Vostro aiuto che possa muovere un manipolo di ignoranti che non ha ancora compreso la dimensione di questa tragedia.

Ieri ho ascoltato alcuni ignoranti alla televisione continuare a dire che è inutile promettere quello che non abbiamo, riduzione di tasse e sostegno alle imprese e alle familie, inutile perchè il nostro debito pubblico è troppo alto, le solite terribili idiozie.

E’ come se questa gente con la pancia pienam che ha derubato il Paese in questi anni, oggi volesse fare la morale per nascondere le sue responsabilità, loro sono i responsabili di questo debito non le ultime generazioni o i nostri giovani.

Immagine

Vi invito a riguardare quella linea rossa che scende a lato del New York Times, chi oggi in televisione o sui giornali con la pancia piena sta ancora a disquisire sul nostro debito o è un ignorante o è un delinquente.

La soluzione è una unica, non servono MES o recovery fund, non serve elemosina, serve un …

… senza burocrazia e immediato a famiglie e soprattutto imprese, liberi professionisti, autonomi, commercianti, artigiani, cooperative, ORA SUBITO ADESSO.

Serve questo ORA SUBITO ADESSO!

MES. BCE JUBILEE DEBT 2020!

Serve una banca centrale che faccia il suo lavoro, che monetizzi tutto il debito creato da inzio 2020 per far fronte a questa crisi, OVUNQUE in Europa.

Giuro che se in questo decreto trovo solo una riga con l’ennesimo presa per il culo nei confronti del Paese, non avrò pace sino a quando milioni di persone saranno in piazza protestare contro l’inerzia di questi dilettanti allo sbaraglio. Altro che quattro sardine inutili!

Non puoi come ho scritto ieri far finta di dare liquidità a fondo perduto e poi con un’altra mano impedire di prenderli con giravoltole normative degne di un criminale!

Dopo aver non aver dato ancora un centesimo con la cassa integrazione in deroga, dopo aver inviato elemosina alle partite IVA, dopo aver chiuso per tre mesi quasi l’intero Paese mentre prendono in giro gli italiani con i congiunti e altre fesserie suggerite da inutili esperti, strapagati che pure chiedono l’immunità per le loro demenziali trovate, ora arriva altra elemosina…

Immagine

Se registri cali di almeno due terzi, a te povero idiota di una partita IVA diamo solo il 25 %.

No non è uno scherzo, magari è solo una velina, ma se nei primi 4 mesi del 2019 hai fatto un fatturato di 20.000 euro, il minimo per sopravvivere se togli le tasse, devi averne persi almeno 13.400 circa e allora ti diamo 3350 che corrispondo più o meno alle tasse che devi pagare, il 15 % di 20.000 ovvero 3000, sempre più o meno.

La più spettacolare presa per il culo della Storia della Repubblica, maledetti siano per sempre maledetti!

Non solo nella bozza si legge… “Il contributo a fondo perduto di cui al comma 1 non spetta, in ogni caso, ai contribuenti che hanno diritto alla percezione delle indennità previste dagli articoli 27, 38 o 44 del decreto legge 17 marzo 2020.”

Quindi sei ha ottenuto e avuto la fortuna di ricevere i 600 euro prima o poi, nulla è dovuto anche se la cifra è nettamente superiore. Dei ladri avrebbe agito con più coscienza!

Oggi sapremo, ma tu Stato sei responsabile di tutte queste chiusure, come sei responsabile di aver sottovalutato gli effetti di questa pandemia, dichiarando lo stato di emergenza nazionale a fine gennaio e lasciando passare oltre un mese senza fare nulla o quasi, tu Stato sei responsabile del fallimento di tante piccole e medie imprese e quindi devi fare qualunque cosa, senza guardare ai numeri per RIMEDIARE!

Nessuno dice che sia stato facile prendere alcune decisioni, ma errori sono stati fatti e anche grandi, quindi si deve RIMEDIARE sostenendo chi non ha colpa alcuna, senza dare retta alla fecia intellettuale che ogni giorno ci ricorda il debito originato da loro stessi e dalla politica in questi anni!

Essendo sospeso il Patto di Stabilità Ue ed avendo il Parlamento già votato in due tranche uno scostamento complessivo di 80 miliardi di euro, il ministero dell’Economia precisa che “non c’è alcun problema di coperture riguardo al decreto stesso”.

Tra le norme, che verranno inserite nel decreto legge, c’è l’aumento al 110% dell’ecobonus e del sismabonus per le ristrutturazioni edilizie. I cittadini potranno cedere il credito d’imposta alle imprese e quindi si potranno fare determinati lavori in casa senza sborsare un euro.

Per le imprese ci saranno diverse modalita’ di aiuto: per le aziende più piccole sarà possibile anche il finanziamento a fondo perduto. Verranno prorogati le varie tipologie di cassa integrazione, la Naspi, i soldi per gli autonomi e il blocco dei licenziamenti.

Basta BUROCRAZIA, basta o sarà la fine! Della bomba atomica di Karlsruhe parleremo nei prossimi giorni!

Ma ora … “ Ora quello che voglio sono i Fatti. A questi ragazzi e ragazze insegnate soltanto Fatti. Solo i Fatti servono nella vita. Non piantate altro e sradicate tutto il resto. Solo con i fatti si plasma la mente di un animale dotato di ragione; nient’altro gli tornerà mai utile. Con questo principio educo i miei figli e con questo principio educo questi ragazzi. Attenetevi ai Fatti, signore! ” 

Come scrive Wikipedia Dickens scrisse Tempi difficili (Hard Times) per ragioni economiche, didattiche e di critica sociale.

Per quanto riguarda le ragioni didattiche, Dickens voleva fare satira sugli utilitaristi che descrive in una lettera a Charles Knight come persone che “vedono solo cifre e medie, e nient’altro“. Vi ricorda qualcuno?

Buona Consapevolezza e soprattutto ognuno di noi prestatore di ultima istanza, cerchiamo di aiutare sempre più persone possibile, parenti, amici…

FASE DUE: NOI SIAMO LA BCE… GLOCAL!

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.7/10 (10 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +9 (from 9 votes)
DECRETO RILANCIO : TASSI NEGATIVI!, 8.7 out of 10 based on 10 ratings
1 commento Commenta
idleproc
Scritto il 13 maggio 2020 at 21:09

La questione è che la FED e le altre associate al vertice hanno finora stampato per quelli sbagliati gonfiando ancora di più il bubbone finanziario e questa è una scelta di “politica economica”, è una politica economica che ha portato all’inconcepibibile e destabilizzante sistemico dei tassi negativi.
DT finora non poteva dire altro in quanto è stato sostenuto anche da seguaci della Scuola Austriaca e sostenitori della parità aurea che avrebbe in teoria (e in pratica) bloccato sul nascere la creatività dal nulla finanziaria ed “eseguito” i “troppo grandi per fallire”, hanno le loro buone ragioni specie sugli ultimi ma si dimenticano anche che il prezzo dell’oro era determinato non da un fantomatico mercato che esiste solo sui libri e sui credo ma da quattro gatti in condizione di monopolio. Il “mercato” esiste ed è reale nel capitalismo ed è insopprimibile e prima o poi presenta il conto anche ai libri sul mercato.
Le crisi sono il trionfo dell’irrazionalità inevitabile sistemica, l’innesco può essere di qualsiasi tipo, casuale o artificiale e il sottostante è sempre la produzione.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Al momento il ruolo del Dollaro USA non è messo in discussione Questo articolo integra quanto gi
Al momento il ruolo del Dollaro USA non è messo in discussione Questo articolo integra quanto gi
In molti continuano a cercare delle logiche in quello che potremmo il NEW NORMAL. Un mondo per cer
Andando ad analizzare dove si trovano i prezzi dei vari sottostanti utilizzando come riferimento la
Non dico certo una grande novità se vado a scrivere che la borsa USA si trova ad un passo dai s
Non dico certo una grande novità se vado a scrivere che la borsa USA si trova ad un passo dai s
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Si conferma la forza del mercato. Le mani forti non mollano l'osso. Anche se siamo in una fase s
Raoul Pal, consulente finanziario di fama internazionale, fondatore di Global Macro Investor, n