ORA ESATTA: MERKEL DA RENZI RIFORME IMPRESSIONANTI

Scritto il alle 10:00 da icebergfinanza

Chi conosce la storia come noi non può fare a meno di sentire qualche brivido quando la stessa si diverte a fare la rima.

Lo abbiamo visto ieri prima che il gallo canti per tre volte l’asse…

 

Asse RenziHollande: cambiare l’Europa, priorità crescita

 

Non so a Voi ma a me ricorda qualcosa, si il 2013…

 

Ue, asse LettaHollande per la crescita – Corriere.it

 

…o forse mi sbaglio credo fosse il 2012…

 

Asse Monti-Sarkozy: crediamo nell’euro

E ora ci riproviamo dalla parte tedesca, con Angela Merkel.

Era il lontano novembre del 2011 in piena tempesta perfetta, dopo aver eliminato deliberatamente Silvio il clowns…

Merkel-Sarkozy elogiano Monti: “Riforme impressionanti

In fondo dovevano osservarne ancora gli effetti poteva sembrare la classica cortesia istitutuzionale, e quindi per non sbagliarsi il 29 agosto del 2012 …

Crisi, Merkel: “Le riforme di Monti? Impressionanti: porteranno frutti

I frutti gli abbiamo visti a partire dalla deliberata distruzione delle domanda interna e dell’occupazione attraverso un bombardamento di tasse e non solo in nome della famigerata “austerità espansiva” progettata in una notte qualunque dove gli alesini volavano, sino alla riforma del lavoro Fornero un fallimento totale.

Ed ora eccola di nuovo a portare sfortuna…

Merkel a Renzi: riforme impressionanti

Anche Matteo Renzi come Monti si prepara a fargliele vedere le riforme!

“Visibilmente dimagrita lei, avvolto da un cappotto abbottonato male lui, che gli dava davvero un po’ l’aria dell’alunno da mettere dietro la lavagna. » (La Stampa)

Voi lo sapete io ritengo una buona parte del popolo italiano corresponsabile del declino e del massacro antropologico che stiamo vivendo ma è ora di finirla di dire idiozie!

…occorre «restituire ai cittadini la possibilità di credere che l’Ue non è la causa ma la soluzione dei problemi. Quei partiti che lo dicono sbagliano».

Si l’unione europea non è la causa ma la PRINCIPALE RESPONSABILE della persistenza di questa crisi con politiche economiche e sociali demenziali e fallimentari!

Volete sapere l’ultima, solo l’ultima, visto che ci metterei una settimana a raccontarvele tutte?

L’Europa boccia gli stage a pagamento  Contro la piaga degli stagisti sfruttati e sottopagati l’Europa si trasforma in un timido gattino. Altro che ruggito da leone nei confronti degli Stati, tra cui l’Italia, che non tengono i conti pubblici in ordine. Il colpo di spugna è arrivato pochi giorni fa dal Consiglio dell’Unione europea, che ha approvato una raccomandazione sul quadro di qualità dei tirocini, che non condanna il fenomeno dei tirocini non retribuiti.

Un solo accenno sulla stampa italiana, nessuna notizia…ZERO!

Capito perchè non abbiamo futuro, perchè siamo circondati da lobbisti che bloccano qualunque speranza di cambiamento?

 

 

locandina-the-br-bus

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qui trovate la versione in italiano …buona Consapevolezza e soprattutto smettetela di farvi fregare dalle chiacchere di questi clowns, reagite, diffondete, cercate di condividere, solo Voi ci potete aiutare a seminare l’alternativa, un sistema economico più equo e sostenibile!

Io non mi arrendo ma Voi dateci una mano!

THE BRUSSELS BUSINESS DOCUMENTARY

Ah dimenticavo leggetevi questo articolo Bank of England Destroys Tapes of Meetings After Minutes Published non sforzatevi non lo troverete da nessuna parte in italiano.

Niente di particolare racconta solo che la Banca d’Inghilterra ha distrutto le registrazioni dei loro incontri di politica monetaria, durante la crisi si quelle serate da quattro amici al bar che decidono le sorti dell’economia mondiale.

La Fed gli ha pubblicati magari cambiando qualche virgola, loro no gli hanno distrutti e non c’è alcuna traccia in nessun computer era troppo impegnativo trascriverli sai in quelle riunioni si parlavano tutti adosso e c’era un gran casino.

Si lo so, Voi ridete, ma nonc’è più nulla da ridere. In fondo i nipotini di Maria Antonietta non ci sono più non sanno neanche più cosa sia una presa della Bastiglia, stanno mangiando le brioches avvelenate o dormendo con il cervello immerso in qualche talkshow!

Nella crisi dei Mari del Sud alcuni dei principali responsabili  furono rinchiusi in alcuni sacchi di iuta dopo essere stati spogliati di tutti i loro patrimoni davanti alla piazza e  in compagnia di gatti e serpenti  gettati in fondo al mare! Certo oggi c’è la civiltà…purchè non si tiri troppo la corda!

Tornando a noi, abbiamo capito che Renzi, fallirà visto che ha promesso alla Merkel che non sforferanno in alcuna maniera il limite del 3 %.

(…)  Riguardo ai timori di sforamento dei parametri dell’Ue, Merkel ha aggiunto: «L’Italia rispetterà il “Fiscal compact”, lo so bene. Non c’è la minima ragione di dubitare e mi auguro che le riforme vengano attuate, credo ci siano ottime possibilità», ricordando inoltre come « una riforma del mercato del lavoro» abbia «bisogno di un lungo respiro. Noi abbiamo dovuto aspettare due-tre anni per avere primi risultati».(Corriere della Sera)

Il bello è che dopo Grillo anche Renzi loda la criminale politica del lavoro perseguita in Germania in questi anni, una politica che ha prodotto oltre 8 milioni di schiavi a 400 euro al mese! Ci sarà sempre qualche imbecille che dirà che 400 euro sono meglio che niente, ma il mondo è bello perchè è vario.

Renzi: «Politiche tedesche del lavoro un modello di riferimento per la crescita»

Quello che affascina è che la strepitosa riforma del lavoro tedesca è figlia di un signore un certo …

Hartz ammette di avere corrotto i sindacalisti Vw ed evita 10 anni di carcere…

Se la dovrebbe cavare con 300 mila euro di multa e una mite condanna a due anni sospesa l’ex top manager di Volkswagen Peter Hartz, 65 anni, architetto della più grande riforma del lavoro del dopoguerra, ma anche del più incredibile scandalo che abbia coinvolto la prima casa costruttrice di automobili in Europa: circa 2 milioni e mezzo in bustarelle e prostitute, viaggi in Brasile compresi.

Che dire, se non consigliarvi di rileggervi il principio di Peter…CRISI FINANZIARIA: PSICOPATICI IN AZIONE!

Per il resto tutto bene, anzi va che è una meraviglia, la distruzione di domanda interna e lavoro prosegue come da copione, per ribilanciare il cervello degli idioti che ci guidano e le loro assurde ideologie…

L’ inflazione nell’eurozona scende ancora: 0,7%. La Svizzera in deflazione

La Svizzera in deflazione? Roba da matti, mezza Europa del sud in deflazione, compresa Italia, Spagna e Irlanda e ora arriva anche la Svizzera?

Scusate ma per l’unico blog in Italia che da sette anni testimonia come questa sia un imponente e magistrale DEBT DEFLATION con annesso DELEVERAGING globalizzato, l’unico che sin dall’inizio ha paragonato l’attuale crisi alla LOST DECADE giapponese, uno dei pochissimi che ha anticipato la CRISI raccontandovi le lezioni della storia è incredibile osservare che anche la SVIZZERA è caduta in deflazione!

La nemesi continua …ma se vi divertite continuate a comprare, tanto i mercati finanziari saliranno all’infinito, venghino, signori, venghino…

Venditore. Almanacchi, almanacchi nuovi; lunari nuovi. Bisognano, signore, almanacchi?
Passeggere. Almanacchi per l’anno nuovo?
Venditore. Si signore.
Passeggere. Credete che sarà felice quest’anno nuovo?
Venditore. Oh illustrissimo si, certo.
Passeggere. Come quest’anno passato?
Venditore. Più più assai.
Passeggere. Come quello di là?
Venditore. Più più, illustrissimo.( Tratto dal “Dialogo di un venditore d’almanacchi e di un passeggere” di Giacomo Leopardi, Operette morali )

Per tutti coloro che hanno liberamente sostenuto il nostro viaggio o vorranno semplicemente farlo è in arrivo l’ultima analisi dal titolo…” Machiavelli un uomo tutto d’oro.”

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.4/10 (16 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +7 (from 9 votes)
ORA ESATTA: MERKEL DA RENZI RIFORME IMPRESSIONANTI, 9.4 out of 10 based on 16 ratings
Tags:   |
36 commenti Commenta
giulio0808
Scritto il 18 marzo 2014 at 10:15

Ciao Andrea. Fra le varie tasse e tassette, mi era sfuggita a suo tempo una , che tassa non è ma che è peggio, per chi ha immobili in locazione, in quanto riduce la deduzione forfetaria sul canone anuale dal 15% (era così da una vita) al 5%, riposrtando così a tassazione un 10% dell’affitto, il che è un’altra bella mazzata occulta (in quanto non è una nuova tassa ma è una maggiorazione di irpef + addizionali)

gnutim
Scritto il 18 marzo 2014 at 10:44

ho messo 100 euro sulla scrivania scommettendo che a giugno, dopo le europee, l’europa rifarà in conti all’Italia e dirà che le manovre di Renzi sforeranno il 3% del rapporto debito/pil, quindi AUSTERITY a gogo forever.

Chi scommette contro di me?????

tengo il conto io non preoccupatevi

daniel

reragno
Scritto il 18 marzo 2014 at 10:52

gnutim@finanza,

non ho soldi da perdere!!!!!!!!

icebergfinanza
Scritto il 18 marzo 2014 at 11:19

La Germania soffre il cambio a 1,39 ….ussignur salvate il soldatop ZEW(Teleborsa) – Investitori tedeschi sempre più pessimisti nei confronti dell’economia.

A marzo, l’indice ZEW relativo al sentiment in Germania è scivolato a 46,6 punti rispetto ai 55,7 punti di febbraio. Il dato, elaborato dall’Istituto di ricerca tedesco Zew Institute, delude le attese degli analisti che avevano previsto una discesa più contenuta a 53 punti.

L’indice relativo al sentiment sulla situazione economica attuale è invece salito a 51,3 punti dai 50 precedenti risultando però inferiore alle aspettative che erano per una salita fino a 52 punti.

Peggiora, infine, l’indice del clima relativo alla Zona Euro a 61,5 dai 68,5 precedenti. Anche in questo caso il dato disattende le stime che erano per una lieve contrazione a 67,3.

dorf001
Scritto il 18 marzo 2014 at 11:23

gnutim@finanza,

se in più metti in conto almeno altre 2 cosette. 2 anni fa gli italioti han votato i loro aguzzini. cioè pd e pdl + monti la serpe. poveri coglioni. è come spararsi sulle palle. hanno messo a morte i loro figli. infinity depression. o austerity espansiva. cagate allo stato puro. ma non è finita. ora viene il bello.

vogliono mettere sanzioni alla russia. ahh ahhh ahh. che barzelletta. in pratica gli europei si stanno sparando sulle palle x la seconda volta. che credono di impressionare? uhhh che paura si tiene PUTIN.

Secondo Bloomberg essa il 1 settembre 2013 la Russia aveva nelle banche di 44 Paesi 160 miliardi di dollari, mentre alla stessa data, 24 Paesi avevano depositato nelle banche russe 242 miliardi di dollari. I Paesi occidentali possono congelare 160 miliardi dollari russi. E la Russia può congelare 242 miliardi di dollari occidentali.

si si fate i furbi con i russi. prima vi congelano i vostri soldini di carta, poi vi bloccano il gas russo. eppoi vi scaldate con i legnetti che trovate nel boschetto vicino a casa vostra. sempre se ce l’avete, e smepre se vi lasciano prendere legna. perchè la legge te lo vieta.

dai dai ancora un pò e crolla sto euro di merda. alleluia!!!!

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2014 at 11:44

icebergfinanza,

Irlanda (fulgido esempio del successo delle politiche di austerity espansiva) e Finlandia (fulgido esempio di operosità nordica da opporre ai fancazzisti terroni) SONO in recessione ora.

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2014 at 11:50

dorf001@finanza,

in realtà quelli non sono i problemi. Essere un creditore o un debitore è un vantaggio o uno svantaggio a seconda della posizione di forza relativa. centinai di miliardi di euro, abbastanza x farle fallire in 24 ore se fanno default. La possibilità di reali ritorsioni dell’Europa verso la Russia “sarebbero” zero. Dico “sarebbero”, perché da un continente capace di suicidarsi due volte in 30 anni con le bombe e poi di nuovo di recente con la finanza… beh mi aspetto di tutto. Fallire è una questione di metodo e noi siamo i migliori !

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2014 at 11:52

dorf001@finanza,

Palmarino con tastini piccoli piccoli… riscrivo…

in realtà quelli non sono i problemi. Essere un creditore o un debitore è un vantaggio o uno svantaggio a seconda della posizione di forza relativa. LE SOCIETA’ PRIVATE RUSSE sono esposte verso le banche europee per centinaia di miliardi di euro, abbastanza x farle fallire in 24 ore se fanno default. La possibilità di reali ritorsioni dell’Europa verso la Russia “sarebbero” zero. Dico “sarebbero”, perché da un continente capace di suicidarsi due volte in 30 anni con le bombe e poi di nuovo di recente con la finanza… beh mi aspetto di tutto. Fallire è una questione di metodo e noi siamo i migliori !

icebergfinanza
Scritto il 18 marzo 2014 at 12:03

john_ludd@finanza,

E l’Irlanda in deflazione….

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2014 at 12:15

icebergfinanza,

ottimo, un boccale di Guinness costerà meno !

silvio66
Scritto il 18 marzo 2014 at 12:17

…non mi fido. Proprio in previsione di rivalutare verso la nostra moneta, l’esperienza mi suggerisce una nuova manovra svalutativa. Se poi invece partirà una rivalutazione da questi valori amen avremo perso un occasione, ma entrare adesso sul dollaro mi fa paura.

aquilifer
Scritto il 18 marzo 2014 at 12:31

john_ludd@finanza:
icebergfinanza,

non ci sta bene a noi da roma in giu avere la solita nomea
noi nel totale come popolo italiano da Trento citta DI ANDREA a SIRACUSA possediamo beni architettonici antichi
che tutti nel mondo ci invidiano,certo ora c e la deflazione con i suoi pro e contro :lol:
Irlanda (fulgido esempio del successo delle politiche di austerity espansiva) e Finlandia (fulgido esempio di operosità nordica da opporre ai fancazzisti terroni) SONO in recessione ora.

aquilifer
Scritto il 18 marzo 2014 at 12:32

era rivolto solo john_ludd@finanza

carpif74
Scritto il 18 marzo 2014 at 13:31

Andrea a questi cocainomani non gliene frega niente.. Crimea,deflazione ecc.ecc…..boooo!!!!!!! 8O

gnutim
Scritto il 18 marzo 2014 at 14:19

obbligazioni IG su, obbl. HY su, azioni usa su, europa su, paesi di frontiera su….

emergenti e giappone giù….

cos’è che non torna? forse loro quotano a valori giusti e noialtri super paesi no?

icebergfinanza
Scritto il 18 marzo 2014 at 14:31

Ricordarsi sempre di come si conclude un ciclo… fuochi d’artificio!I mercati maturi sono in fase di distribuzione.

gebs74@borse.it
Scritto il 18 marzo 2014 at 14:40

….Il bello è che dopo Grillo anche Renzi loda la criminale politica del lavoro …

Andrea, poi ce la spieghi ? Grazie.

icebergfinanza,
Andrea cosa intendi ? Caduta delle borse o fai riferimento anche a quello che è successo
dopo le crisi di fine ‘800 con la I° guerra mondiale
dopo le crisi del ’29 con la II° guerra mondiale ?
Ho male interprestato ?
Oss

gnutim
Scritto il 18 marzo 2014 at 14:52

ciao gebs, mi permetto di rispondere con la mia testa, a mio avviso si sta ripetendo in modo molto simile il crollo dal 2008, con l’unica differenza che i tassi sono a 0 dappertutto, una marea di liquidità che può cambiare verso da un momento all’altro (da up a down) una orgia di debtio nel privato ma anche nel pubblico, una crescita anemica in mezzo mondo, una situazione geopolitica tesissima e risorse energetiche sempre più limitate?

Tu cosa ne pensi?

Ah dimenticavo, abbiamo 80 euro in + in busta paga e il berlu in manette

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2014 at 15:57

icebergfinanza,

ogni tanto Lance esprime qualche buona considerazione:

http://advisorperspectives.com/dshort/guest/Lance-Roberts-140317-Fedspeak-Recession-Indicator.php

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2014 at 15:59

icebergfinanza,

possono anche portare i salari anche a zero ma ci vuole qualcuno che comperi le Mercedes… la prossima recessione quando essa arriverà il PIL tedesco andrà giù come un sasso some nel 2008

veleno50
Scritto il 18 marzo 2014 at 16:18

gnutim@finanza,

se me lo permetti vorrei dirti una cosa ,se sei uno che compra azioni obbligazioni dovresti guardare i fondamentali poi vedi se vale la pena acquistale . faccio un esempio Snam rete gas oggi quotano 4,16 da un dividendo dello 0,25 quasi un 6% sono ormai anni che la cosa si ripete idem eni, enel,atlantia(ex autostrade)terna ,intesa san paolo.idem i titoli di stato ci sono state occasioni di qcquisto favolose etc etc . arrivo alla tua osservazione cosa te ne frega del Giappone e dei paesi emergenti e tutte le chiacchere di sto mondo.un giorno corre il cane un giorno corre la lepre,su e giù.,su e giù,su e giù che bel divertimento.guarda i grafici storici poi mi dirai chi ha ragione io o la ciurma che rema contro.ciao

icebergfinanza
Scritto il 18 marzo 2014 at 16:32

john_ludd@finanza,

Non hai idea di quanto godo con i ricorsi storici…

capitan_harlok
Scritto il 18 marzo 2014 at 17:15

MA SIGNORI MIEI va tutto bene non ce nulla da preoccuparsi , i mercati brindano l’america cercherà di andare a fare nuovi massimi , il nostro FTSE/MIB, è risorto dalle ceneri su dei livelli 12.500 e ora con la marcia in più che il buon RENZI sta ingranando ci farà fare un salto in avanti e il mercato azionario con tutta la liquidità che che potranno catalizzare schizzerà oltre i 25.000 punti in tempi brevi , MA NON E’ FANTASTICO TUTTO CIO’ ? non ce nessuna bolla all’orizzonte la ripresa è alle porte su ottimismo SIATE SERENI .

Non voglio dire nulla, ma sembra la festa danzante sul TITANIC prima di affondare con tutti i suoi passeggeri……SECONDO VOI SBAGLIO ?

veleno50
Scritto il 18 marzo 2014 at 17:19

capitan_harlok@finanzaonline,
probalità di sbagliare al 50%probalita di azzecarci 50%

capitan_harlok
Scritto il 18 marzo 2014 at 17:34

veleno50@finanza:
capitan_harlok@finanzaonline,
probalità di sbagliare al 50%probalita di azzecarci 50%

Accidenti però cosi non vale giocarsela al 50 % vuol dire che c’è metà di cose buone e metà cattive e nel mondo attualmente non mi sembra che le cose siano obbiettivamente così, poi se continueranno ad alimentare questo sistema molto malato facendo una cura di morfina ancora piu massiccia per sostenerlo ed allungargli la vita tutto è possibile …………MA FINO A QUANDO UNO, DUE, TRE,QUATTRO ANNI ?

gnutim
Scritto il 18 marzo 2014 at 17:44

veleno50@finanza,

ciao veleno, mai sentito il detto che un farfalla sbatte le ali in cina e a londra viene giù un palazzo?

Ora è vero più che mai

baci :D

kry
Scritto il 18 marzo 2014 at 18:20

capitan_harlok@finanzaonline,

Fammi indovino e ti farò ricco. Dice il saggio, non è saggio prevedere il futuro. Non è vero che non esistono certezze, ve ne sono almeno tre : 1) essere certo d’essere nato 2 ) essere certo chi prima o poi si muore 3) non ci sono limiti e confini per l’ignoranza infatti c’è sempre d’imparare e sorprendersi.

veleno50
Scritto il 18 marzo 2014 at 20:21

capitan_harlok@finanzaonline,

se è tua opinione pensare che il ftse/mib raggiunga in breve tempo i 25000 punti, un bel 20% dovresti fare una bella puntatina in un etf sul mib a leva/2 faresti un bel 40% lordo. ciao

veleno50
Scritto il 18 marzo 2014 at 20:42

gnutim@finanza,

fregatene dello sbattere delle ali in cina non conta un c…o se vuoi speculare sono affari tuoi ma se vuoi investire con calma e giudizio la maniera è la più tradizionale un poco alla volta e azioni da coppa dei campioni . lascia perdere le scommesse da 100 euro,paesi di frontiera, emergenti, giappone ,etc etc sono tutte caz…e .bay bay

glare
Scritto il 19 marzo 2014 at 09:02

veleno50@finanza,
io lo fisserei a 23500 :x …senza problemi..
nel frattempo mi fisserei questo valore e calcolerei in quanto tempo lo si raggiunge..

Ora siamo in piena fase di creazione della bolla..il problema è capire quanto e per quanto la spingeranno in alto, perché tanto più si sale tanto più velocemente si scenderà…

Il problema è un altro i mercati sono truccati così tanto da non capire quali dovrebbero essere i reali valori…
Ad esempio io credo che il Ftse se fosse legato al vero andamento dell’economia Italiana, comprese le aspettative future (a sei mesi) dovrebbe essere attorno ai 16500-17000 oggi siamo a 21030..e oggi vedento i primi andamenti salirà senza problemi di circa 1,2%..mi dici come ciò sia possibile?siamo in piena instabilità politica a livello internazionale!

Se questa non è l’ultima fiammata della candela prima di un grande evento, allora significa che siamo molto lontani da capire chi e come influisce sui mercati..

E si finisce che ha ragione Kry..”Non è saggio prevedere il futuro”

glare
Scritto il 19 marzo 2014 at 09:03

capitan_harlok@finanzaonline,

Era rivolto ad entrambi, ma non so perché non ha preso la stringa…

veleno50
Scritto il 19 marzo 2014 at 09:23

glare@finanza,

Perdonami non hai letto bene, se capitan harlok è convinto che va a 25000 gli ho modestamente suggerito un investimento niente altro. poi ho spiegato una strategia da me seguita su alcuni titoli niente altro. lungi da me di fare il professorino di turno.ciao

gilles27
Scritto il 19 marzo 2014 at 09:40

veleno50@finanza,

….se siamo sicuri e tranquilli che l’indice arriverà in breve tempo a 25.000 punti, allora perché non prendere un certificato con leva 7? potrebbe restituire un bel 140% e oltre con l’effetto coumpauding (sempre lordo). A 25.000 vendo il long e prendo short leva 7 investendo unicamente il guadagno…. FACILE!!! :lol::lol::lol:

veleno50
Scritto il 19 marzo 2014 at 11:34

gilles27@finanza,

non hai letto bene nel mio misero commento, non c è nessuna tranquillità. come ho già detto lungi da me di fare il professorino di turno.ciao buona giornata

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Il CESI è stesso oggetto delle mie analisi. E’ l’acronimo di Citigroup Economic Surprise In
Ftse Mib. L'indice cerca di impostare un rimbalzo e ora si trova a pochi passi dal livello importan
Su tutti i sottostanti si assiste alla parziale chiusura della componente future ed a movimentazioni
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: dopo il lunedì nero gli indici europei tentano di rialzare la testa, ma la cautela è d'o
  Nulla di interessante ieri, lo sappiamo da tempo che si sale con le scale e si scende
Dopo i forti ribassi di ieri andiamo a vedere come si sono mossi gli operatori nello specialistico m
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
La scadenza tecnica di questi giorni ha sicuramente contribuito ad importanti aggiustamenti. E i