ITALIA ELEZIONI 2013: UN MESSAGGIO CHIARO BASTA AUSTERITA’!

Scritto il alle 07:34 da icebergfinanza

Per chi non l’avesse ancora compreso il messaggio del popolo italiano è chiaro: BASTA AUSTERITA’!

Ad ottobre toccherà anche a loro scoprire cosa significa instabilità, si toccherà anche alla Germania, comprendere che l’intransigenza austera calvinista porta alla depressione un’intero continente!

Ovviamente in molti si prodigheranno come hanno fatto in tutta la campagnia elettorale a ricordare solo la demagogia e il populismo di chi chiede meno austerità, più equità e un’Europa più giusta, ma il messaggio è inesorabile soprattutto per la lista  MONTI TRA BRUNING E MELLON AUSTERITA per TUTTI.

Non aveva torto il nostro Machiavelli, un movimento che riempie le piazze come il M5S doveva necessariamente superare il 20 %.

Il messaggio è chiaro! La rivoluzione del Movimento 5 Stelle si può condividere o non condividere, ma è l’espressione dei cittadini che tornano a fare politica in prima persona con tutta l’inesperienza immaginabile ma con nel cuore l’idea di cambiare anni e anni di pedofilia politica, di speculazione politica selvaggia, di strupri e violenze politiche, saccheggi e distruzione del bene comune, assecondati spesso e questo non dimentichiamocelo mai da una stampa che oggi giudica il declino ma che dovrebbe darsi un’occhiata allo specchio.

La politica cambierà anche loro? Vedremo fare più danni di coloro che si sono squagliati come neve al sole in queste ultime elezioni è praticamente impossibile.

Non dimenticherei neanche il contribuot che MatteoRenzi può dare ad un rinnovamento fermato dalla paura inutile, purchè si tenga lontano da consiglieri economici che ambiscono a fermare declini con lauree immaginarie e gestori di hedge fund che impartiscono lezioni da Londra.

“Incombe l’instabilità sull’Italia che rifiuta l’austerità” scrive il Financial Times nell’edizione online, che dedica il titolo di apertura al voto italiano, riferendo ai propri lettori che ci sono “poche speranze” che uno dei principali partiti sia in grado di “mettere insieme una maggioranza”. L’Italia, scrive il quotidiano finanziario, si ritrova “lunedì sera a osservare un periodo di prolungata instabilità politica dopo elezioni nelle quali gli elettori hanno respinto clamorosamente le politiche di austerità”.(…) “Gli italiani respingono l’austerity, ma il voto spaccato può portare alla paralisi” titola l’edizione online del New York Times che dà così conto ai propri lettori dell’esito del voto italiano, mentre lo spoglio è ancora in corso.

 “Gli elettori italiani – scrive il quotidiano Usa – hanno espresso un vigoroso messaggio anti austerità e un forte rimprovero all’ordine politico esistente” Adnkronos

Ne abbiamo parlato più volte questo è il messaggio della storia QUI troverete la sintesi di questo messaggio!

Inoltre  anche AMARTYA SEN: EUROPA STUPIDA AUSTERITA suggerisce che l’Unione europea continua imperterrita nel praticare una politica di rigida austerità che sta creando disagi sociali inaccettabili. Un fallimento. Eppure si continua su questa strada che ha un impatto recessivo e non risolve la crisi. La perdura e l’aggrava». Difficile, in queste condizioni, parlare di felicità. Aggiunge, Sen l’indignato, per mettere meglio a fuoco il suo atteggiamento critico: «Non credo proprio di esprimere una mia personale e soggettiva valutazione. Prendo atto di un malcontento diffuso, del disagio di tantissime persone colpite dalla disoccupazione, dalla mancanza di equità e dalla incapacità di stimolare la crescita». Ed è ancora più chiaro quando vibra l’ultima stoccata: «Questa austerità esasperata, alla fine, si sta rivelando un boomerang anche per il governo che più la sostiene, quello tedesco. La crescita comincia a fermarsi persino in Germania…». D’altro canto, per chi conosce le teorie e le idee del premio Nobel, c’è ben poco da sorprendersi. Sen è stato sempre convinto che l’Unione europea abbia costruito la sua identità su basi inaccettabili, lacerata da divisioni ed egoismi che la rendono spesso un colosso dai piedi d’argilla. Quale dovrebbe essere, allora, la via d’uscita? La risposta è perentoria: «Le situazioni dei singoli paesi non sono il vero problema nè possono incidere sull’esito di una crisi così complessa e globale. Occorre un programma di tutta l’Europa, di tutta l’Unione Europea per la crescita. Altrimenti la crisi e il fallimento perdureranno». ILMESSAGGERO

Per risollevare questo Paese la ricetta è semplice! Bene Comune, Etica, REDISTRIBUZIONE, Famiglia, Famiglia, Famiglia … Giovani, Donne, Economia Civile, Cooperazione, Distretti e sostegno incondizionato alle piccole e medie imprese, cancellando fesserie come l’austerità e il fiscal compact!

Demagogia? Diversamente la storia farà il suo corso!

Ora dopo le incombenze per la nuova presidenza della Repubblica, una nuova legge elettorale, una coalizione trasversale per tagliare i costi della politica e si torna a votare, per un nuovo governo più stabile, espressione diretta questa volta della volontà popolare!

Per chi volesse sostenere liberamente il nostro viaggio è disponibile MACHIAVELLI 2013 UN ANNO DOUBLE FACE un post da non perdere sulle prospettive geopolitiche, macroeconomiche e tecniche di un anno che si preannuncia decisamente DOUBLE FACE!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner  in cima al blog o sul lato destro della pagina può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando qui sopra o in cima al blog Semplicemente Grazie!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.5/10 (21 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +10 (from 12 votes)
ITALIA ELEZIONI 2013: UN MESSAGGIO CHIARO BASTA AUSTERITA'!, 9.5 out of 10 based on 21 ratings
38 commenti Commenta
gnutim
Scritto il 26 febbraio 2013 at 10:09

come godo…..

neropece
Scritto il 26 febbraio 2013 at 10:20

esatto :)

kry
Scritto il 26 febbraio 2013 at 10:25

Attenti, ride bene chi ride ultimo. Un nemico non si vince con una battaglia, per cui siamo chiamati a porre più attenzione ai prossimi eventi.

silvio66
Scritto il 26 febbraio 2013 at 10:25

nghè nghè! Nghè!!…godo a buso!!!

gnutim
Scritto il 26 febbraio 2013 at 10:47

kry@finanza,

oggi godo, domani cercheremo di vincere la battaglia

bisogna cercare gusto nelle cose che si fanno

Scritto il 26 febbraio 2013 at 11:18

Ragazzi, prepariamoci, le danze sono cominciate.
La prima battaglia è vinta.
La guerra sarà lunga, ma verte dalla nostra parte
il fatto che la gente si sta risvegliando da questo sonno
e saremo sempre di più !
Un grillino col cuore in mano.
Grazie a tutti.
Gianni

jusemancio
Scritto il 26 febbraio 2013 at 11:18

c’è poco da godere con berlusconi che per un non nulla stava riprendendo la maggiornaza alla camera. povera italia

giobbe8871
Scritto il 26 febbraio 2013 at 11:24

ahh ahhh ahhh :mrgreen::mrgreen::mrgreen: :lol::lol::lol:

giobbe8871
Scritto il 26 febbraio 2013 at 11:25

gli ITALIANI ? SIAMO UNICI , ORIGINALI, IMPREVEDIBILI….ahhh e GENIALI :mrgreen::mrgreen::lol: 8)

giobbe8871
Scritto il 26 febbraio 2013 at 11:26

PROSIT CRUCCHI DI MERDA ! :mrgreen: :lol:

Salute anche a Goldman Sachs :mrgreen::mrgreen::wink: :lol:

Ahhh ciao ciao :mrgreen: :lol: Obama

giobbe8871
Scritto il 26 febbraio 2013 at 11:27

jusemancio@finanzaonline,

si si non c’è niente da ridere…ahhh c’è Re Giorgio Napolitano a Berlin :mrgreen: :twisted::twisted:

giobbe8871
Scritto il 26 febbraio 2013 at 11:28

il 24 e 25 febbraio 2013 ? come 8 settembre 1943 :D :wink:

kry
Scritto il 26 febbraio 2013 at 11:36

jusemancio@finanzaonline,

Per la resurrezione di berlusconi bisogna ringraziare merkel e banche estere che non si sono fatte gli affari propri per favorire i propri affari.

jusemancio
Scritto il 26 febbraio 2013 at 11:49

kry@finanza,

certo ma nelle urne sono entrati gli italiani.imbecilli. non oso pensare a cosa sarebbe successo con la maggiornaza a berlu

aglio
Scritto il 26 febbraio 2013 at 12:16

Come disse il Profeta Fassino:
http://www.youtube.com/watch?v=BDOxcjpuqgY

paover
Scritto il 26 febbraio 2013 at 12:50

ciao Andrea…..

penso che il famoso “boooooom” si sia sentito forte e chiaro.

Il buon Macchiavelli va di moda visto che Giulietto Chiesa su megachip.info lo richiama come spesso fai tu “”sono tanto semplici gli uomini e tanto obbediscono alle necessità presenti, che colui che inganna troverà sempre chi si lascerà ingannare”. E dunque la questione vera, per il futuro, è quanti saranno gli uomini e le donne di questo tipo nella società italiana. Questione di educazione e di etica. Che implica, per essere risolta, di una guida e di un’idea forte .”

silvio66
Scritto il 26 febbraio 2013 at 12:52

Fini e i suoi pagliacci fuori dal parlamento….un orgasmo!!!…ora guardiamo i vitalizi pensioni d’oro ecc. La sinistra ha avuto un’occasione storica con renzi, ma hanno prevalso i vecchi incapaci sessantottini. E’ solo un inizio.
:lol::lol::lol:

kthrcds
Scritto il 26 febbraio 2013 at 13:12

Agli inizi di gennaio il «Ministro dell’Interno Cancellieri aveva definito il Muos di Niscemi “sito di interesse strategico per la difesa militare della nazione e dei nostri alleati”. Nella lettera inviata al presidente della Regione Siciliana Crocetta, l’azione di forza compiuta [la notte del 10 gennaio] era stata implicitamente annunciata, bollando come “non accettabili tutti i comportamenti che impediscano l’attuazione delle esigenze di difesa nazionale e la libera circolazione connessa a tali esigenze, tutelate dalla Costituzione”».

Lo scorso 9 febbraio sul sito di Grillo si leggeva che «Il MoVimento 5 Stelle brinda alla vittoria sulla questione MUOS. […] La delibera di giunta del Governo regionale che dà mandato all’assessore al Territorio, Maria Lo Bello, di avviare immediatamente il procedimento di revoca per i lavori del sistema satellitare americano è arrivata il 7 febbraio sul tavolo del presidente della IV Commissione dell’ARS (Territorio e Ambiente), Giampiero Trizzino, che della lotta al MUOS, assieme a tutto il Movimento, ha fatto uno dei punti cardini della sua attività. […] Non sappiamo con precisione quanto ci vorrà, ma è ormai questione di giorni”. Giampiero Trizzino, MoVimento 5 Stelle Sicilia, presidente della IV Commissione dell’ARS».

Prontamente il Consolato Usa di Napoli ha diramato un comunicato che conferma la volontà di proseguire con l’installazione degli impianti radar: «”Siamo nelle condizioni di poter assicurare che l’installazione Muos in Italia rispetterà gli stessi rigorosi standard in materia di sicurezza e salute applicati alle installazioni presenti negli Stati Uniti”. […] Nei giorni scorsi i militari della base di Sigonella hanno rifiutato il plico del funzionario della Regione siciliana nel quale c’era il provvedimento di revoca della Giunta delle autorizzazioni per la realizzazione del sistema radar».

Questo è solo uno tra i tanti complessi problemi che la politica deve affrontare. E temo che non sia sufficiente organizzare un V-day per convincere il Pentagono a cambiare i suoi piani.

gnutim
Scritto il 26 febbraio 2013 at 13:43

jusemancio@finanzaonline,

stai attento a dire che gli italiani sono imbecilli, perchè se c’è la democrazia è proprio merito di questi imbecilli che per fortuna hanno più umiltà di te

ilcuculo
Scritto il 26 febbraio 2013 at 14:32

Questo veliero fa rotta in acque per me non limpide.

Il M5S non si muoverà come una forza propositiva

io scendo

buona fortuna a tutti

stanziale
Scritto il 26 febbraio 2013 at 14:40

Ah che soddisfazione, l’incontrario delle indicazioni dei tedeschi! E’ COMINCIATA LA PARTITA FINALE. L’ITALIA C’E’ ! L’ITALIA RESISTE! Ora non dobbiamo fare nulla. Meglio sarebbe neanche formare un governo, o senno’ un presidente incaricato deve andare avanti solo per gli affari di ordinaria amministrazione. Spero che si ricreino le condizioni degli ultimi mesi del governo Berlusconi 2011. Non faceva nulla, niente di quello che volevano l’europa ed il fmi. Tutti i giorni, il presidente della Bce prendeva Il telefono per avere lumi dai tedeschi se comprare i btp del giorno: che facciamo , compriamo i btp o sfasciamo l ‘euro? Mumble mumble dall’altro capo del telefono…vediamo…..oggi compriamo i btp…E SIAMO ANDATI AVANTI COSI’ TUTTI I GIORNI PER ALCUNI MESI LA BCE HA COMPRATO 100 MLD DI BTP. QUANTI MILIARDI DI DEBITO PUBBLICO IN SCADENZA NEL 2013? FACCIAMOLO COMPRARE TUTTO DALLA BCE. O altrimenti finisca l’euro!!!!!!

luigiza
Scritto il 26 febbraio 2013 at 15:02

No Andrea secondo me il messaggio, non ancorsa chiaro a sentire certi commenti per radio, é:

Basta col prendere i soldi dalle ns. tasche per metterli nelle vostre.

Temo non sia passato.

silvio66
Scritto il 26 febbraio 2013 at 15:17

ilcuculo@finanza,

perchè reagisci così? ci sei rimasto male? ..ma quando il giorno di santo stefano i parlamentari tutti dopo non essersi tolti un euro ne alcun privilegio, si sono votati altri 140.000 euro sotto la voce ” per il reintegro nella società”, non ti sei indignato? Quando arriveranno tra un mese oltre cento milioni di euro di rimborsi elettorali al pd non ti indignerai? Pensi veramente che gli astanti di questo blog siano politicizzati? Rispetto Andrea che pur avendo idee diverse dalle mie o altri hasempre manifestato una esemplare imparzialità e nessuna saccenza. Sono altresì orgoglioso di fare parte della ciurma del nostro capitano che è sempre un passo avanti e al bando le miserie.

giobbe8871
Scritto il 26 febbraio 2013 at 18:45

ilcuculo@finanza,

CU..CU…LO

bisogna saper perdere , bisogna saper perdere….bisogna saper perdere :mrgreen::mrgreen::lol:

giobbe8871
Scritto il 26 febbraio 2013 at 18:49

ilcuculo@finanza,

e Cuculo ? Ho perso la previsione ! :mrgreen: Al Senato non hanno preso il 25% ! :mrgreen::mrgreen:

giobbe8871
Scritto il 26 febbraio 2013 at 19:01

Cucù non :mrgreen: essere troppo triste .

Se sei triste now, è perchè sei Alemanno, o un filo Alemanno :mrgreen:

comprooro
Scritto il 27 febbraio 2013 at 17:20

Non capisco perchè ve la prendete con Cuculo. Per me Grillo dice cose giuste… pur tuttavia non basta dire cose giuste per fare cose giuste.. come dice Eros Ramazzotti:
se bastasse una bella canzone per far piovere amore….
E’ facile esultare adesso… ma cosa stiamo celebrando? Ricordate che oltre a Grillo ha vinto anche lo psiconano
E’ questa la vittoria della democrazia o piuttosto del denial?
d.a.b.d.a.
denial, anger, bargaining, depression, acceptance
Speriamo solo di non ritrovarci tutti vestiti di sacco all parete Calva, a far da guardiaspalle a Fra Dolcino Grillo…

“frate Guglielmo, cosa vi spaventa di più nella purezza?”….”Mio caro Adso… la fretta”….

silvio66
Scritto il 27 febbraio 2013 at 20:14

ilcuculo@finanza,

Mi scuso immediatamente con te se con una battuta da stadio ti ho esposto all’ironia. Ho sempre apprezzato i tuoi approfondimenti sulle tematiche finanziaria che rivelano passione e una sorprendente cultura nel mare di ignoranza italiano, vera emergenza culturale prioritaria per tutti noi. Mi auguro di rileggierti presto. Viva iceberg e tutti quelli come lui.

giobbe8871
Scritto il 27 febbraio 2013 at 21:08

silvio66@finanza,

Silvio, non fare il ruffiano verso un Cu..culo ! Non è una buona cosa per la tua Coscienza, se ce l’hai. :x

giobbe8871
Scritto il 27 febbraio 2013 at 21:08

silvio66@finanza,

il Cu..culo deve andare a vivere coi suoi simili, i Crucchi. :mrgreen: :lol:

giobbe8871
Scritto il 27 febbraio 2013 at 21:09

silvio66@finanza,

e poi deve andare, il Cu…culo, a dormire presso l’IKEA, svedese si si si ….ma che parla Alemanno. :mrgreen:

giobbe8871
Scritto il 27 febbraio 2013 at 21:11

Silvio è giunto il momento di festeggiare. :mrgreen: :wink: :D

giobbe8871
Scritto il 27 febbraio 2013 at 21:18

silvio66@finanza,

Silvio, i Crucchi ci vogliono a noi ITALIANI, SCHIAVIZZARE, E IL CU…CULO, è un loro collaborazionista.

Schäuble: «Con l’incertezza politica
pericolo contagio sui mercati»
Il ministro delle Finanze tedesco: «È già successo in Grecia
I politici italiani creino in fretta un governo stabile»

Schäuble ? vai a prenderlo in quel posto….. :mrgreen: :lol: :twisted:

kry
Scritto il 27 febbraio 2013 at 21:23

giobbe8871@finanza,

Questi non hanno ancora capito che berlusconi ha ottenuto tutti quei voti grazie alla loro ingerenza pre elettorale.

kry
Scritto il 27 febbraio 2013 at 21:29

giobbe8871@finanza,

E di Peer Steinbrueck, che ieri si è detto “inorridito dalla vittoria di due clown” alle elezioni politiche italiane. Non dici nulla?

giobbe8871
Scritto il 27 febbraio 2013 at 21:56

kry@finanza,

Kry, di Peer Steinbrueck non dico nulla . è un Kapò di Crucchi ! :mrgreen: :twisted:

Li aspetto al varco. :twisted: :D

Re Giorgio Napolitano, ha reagito da Ambasciatore in Crande Germania. :evil:

io al suo posto, avrei annullato TUTTO ! :mrgreen: :lol:
E SAREI TORNATO A MANGIARE PIZZA E SPAGHETTI A NAPOLI E A ROMA :wink:

i Crucchi capiscono solo la VIOLENZA, DETERMINAZIONE. NON la diplomazia . :mrgreen: :twisted:

giobbe8871
Scritto il 27 febbraio 2013 at 21:58

e ai lavoratori italiani residenti in Crande Germania ricorderei che hanno una bella Patria sempre pronta a riceverli come una brava Madre. :wink: :-)

silvio66
Scritto il 28 febbraio 2013 at 13:34

giobbe8871@finanza,

Sono daccordo e sto festeggiando alla grande! :lol:
I tedeschi, a parer mio, sono anch’essi consapevoli del fallimento conseguente alle scelte del 2008. Oggi, il pil di tutti gli stati stanno scendendo, conclamando il fallimento totale della folle teoria “restrittezze espansive”. Solo per inventarsi un termine del genere bisogna essere da manicomio secondo me. 8O Anch’essi però, hanno gli amici degli amici, ossia l’asse angloamericano che di fatto governa il mondo, compreso noi. Gli danno il contentino dell’ euro, svalutando a piacere, e li illudono di fare i loro interessi. Diciamoci la verità, tutto questo con la vittoria di berlusconi o di bersani, non sarebbe cambiato. Grillo porta una speranza, ma serve ben altro. A settembre vedremo le elezioni in germania, dalle quali potrebbero uscire sorprese. Oggi purtroppo tutti i governi continuano col taglio delle spese e la pressione fiscale portandoci alla rovina. Quelli che ci fott… sono gli americani e gli inglesi ricordalo. Tutto parte da loro. Hanno molti amici in europa, anche in germania e non molleranno l’osso fino all’ultimo contaci. Sta a noi prendere le decisioni giuste in europa, accettando il fallimento delle politiche perseguite fino ad oggi, e tornare a politiche economiche più consone e meno fantasiose. I tedeschi lo stanno prendendo in c… come noi e lo sanno. Vedremo simpaticone giobbe cosa ci riserverà il futuro, per ora torno a festeggiare. :P:P:P

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Riprendendo una vecchia canzone di Vasco Rossi, non sono certo i nuovi massimi che fanno paura ai
Questa sera alle 16.00 si svolgerà il webinar UniCredit con ospite Stefano Fanton, trader profes
Velostazione, corsi a distanza e un master interno sono le ultime attività che Eni sta sviluppando
Conoscere i principi della finanza e delle pensioni è meglio che ignorarli, detta così sembra una
Torniamo ancora una volta sulla questione dei siti dove trovare informazioni inerenti le criptov
Oplà, ti pareva che qualcuno, in particolare quelli della CNBC, non facessero uscire la notizia
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Mercato azionario: titoli value e momentum a confronto I dati macroeconomici continuano ad uscire
Le rimodulazioni tariffarie sono ormai una consuetudine tra gli operatori di telefonia mobile (e fis
Ftse Mib: dopo una breve fase laterale, il 4 novembre l’indice italiano ha rotto in gap up il liv