DRAGHI SGRIDA IL SOLDATO ENRIA! SCONTRO BCE EBA

Scritto il alle 12:20 da icebergfinanza

 

 

Ieri abbiamo parlato del soldato Enria e senza tanti giri di parole delle demenziali decisioni dell’EBA misterioso ente fantasma con sede guarda caso a Londra per non sbagliarsi!

Il governatore della Banca centrale europea Mario Draghi invece con stile e diplomazia ha ricordato agli scienziati dell’EBA che la realtà è diversa dalla fantasia, che talvolta bisogna mettere il naso fuori dalla porta delle biblioteche accademiche.

Chissà se il soldato inglese…ops italiano Enria avrà recepito il messaggio, le fesserie che ha detto ieri davanti alla Commissione Bilancio della Camera sui CDS sono epocali, ma tanto i politici non ci capiscono nulla di spread e cds…

Mario Draghi bacchetta l’Eba, il regolatore europeo guidato da un altro  italiano, Andrea Enria. Nel corso della tradizionale conferenza stampa che segue  la decisione del comitato esecutivo di Eurotower sui tassi d’interesse – che  rimangono invariati all’1% – il presidente della Bce, pur riconoscendo la  correttezza delle ricapitalizzazioni imposte dalla Consob comunitaria agli  istituti di credito, non ha tuttavia mancato di far notare che sono stati decisi «in un momento diverso dall’attuale». Quando, cioè, le ondate di vendite sui  titoli di Stato erano ancora moderate così come il rischio di tornare in  recessione nel 2012. Al contrario, ha detto Draghi, l’esercizio Eba è diventato «prociclico», aggravando ulteriormente le difficoltà delle banche e generando un  nuovo congelamento del mercato interbancario.

I pesanti rilievi mossi da Francoforte all’authority  londinese ruotano attorno a un punto critico già sollevato in molte  occasioni dall’Abi, l’associazione bancaria italiana, che ne ha fatto un vero e  proprio cavallo di battaglia, ma soprattutto da Draghi stesso nel corso del suo  mandato da governatore di via Nazionale. Si tratta del calcolo a valori di  mercato dei titoli di Stato detenuti nei bilanci delle banche. Complessivamente,  i primi cinque istituti italiani hanno in pancia bond del Tesoro per 153  miliardi di euro, mentre da qui al 2013 ne andranno a scadenza per 185 miliardi.  Secondo l’Eba le variazioni in positivo o in negativo del valore dei titoli  devono essere conteggiate ai fini del calcolo dei requisiti patrimoniali minimi  di vigilanza (Tier 1 al 9%).

Al contrario, una circolare diramata da Bankitalia nel  maggio del 2010, quando cioè Draghi era Governatore di Bankitalia,  consentiva di iscrivere i bond nel banking book (il portafoglio di proprietà  della banca) al valore di acquisto e non a quello di mercato, sterilizzandone  così le perdite sul conto economico. Le eventuali svalutazioni, o rivalutazioni  date dal prezzo di mercato dei bond (il cosiddetto mark to market), in altre  parole, avvengono trimestralmente, senza quindi impattare sul conto economico.  Una differenza non da poco: negli ultimi sei mesi il mercato ha reagito  violentemente alle ipotesi di rischio sovrano, penalizzando enormemente i titoli  bancari europei, come dimostra l’andamento dell’indice Eurostoxx di settore, che ha lasciato  sul terreno il 42,8% da un anno a questa parte.

«Ritengo che Draghi sia stato coerente nel dire che  l’esercizio condotto dall’Eba sia corretto, ma abbia avuto un timing infelice», spiega a Linkiesta Stefano Caselli, docente di Economia dei mercati finanziari  alla Bocconi di Milano. «Da un punto di vista astratto l’esercizio dell’Eba non  fa una piega, ma un esperimento nato “in laboratorio” deve fare i conti con la  realtà del ciclo economico, perché altrimenti si penalizzano proprio le banche  che stanno sostenendo i propri Paesi acquistando i titoli di Stato», aggiunge  Caselli, che si domanda: «Perché l’Eba ha deciso di considerare solo il rischio  sovrano e non anche gli scambi sui mercati non regolamentati?».

Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/scontro-bce-eba#ixzz1jJUj5yaj

Inutile farsi domande troppo impegnative, la realtà è che dietro la mancanza di buon senso si nasconde qualcosa di più complesso in questa guerra finanziaria, ma lasciamo perdere perchè se non c’è sempre qualcuno in Italia che parla di complottismo nella sua paranoica visione che ha caratterizzato tutte le fasi di questa crisi suggerendo quotidianamente che l’Italia e fallita, che l’Italia è finita!

Ricordando come l’EBA è la stessa che promosse le banche irlandesi prima del loro collasso e il nostro Cimabue, verrebbe la voglia di dire che fa una cosa e ne sbaglia due.

Ma di questo ed altro ne parleremo nel post in preparazione la prossima settimana, per tutti gli amici e sostenitori di Icebergfinanza, ANNO 2012:L’ESPLOSIONE DEL DEBITO! per coloro che lo vogliono sostenere anche economicamente, osserveremo da vicino probabili iceberg e stelle polari del 2012, un anno che passerà alla storia in una maniera o nell’altra, un anno decisivo per la futura intensità della tempesta perfetta, una tempesta che ci accompagnerà ancora per qualche anno, al di là dell’immaginazione dei mercati finanziari e della gente comune. ORIZZONTE 2012…SENZA DIMENTICARE LA STORIA!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (6 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +5 (from 5 votes)
DRAGHI SGRIDA IL SOLDATO ENRIA! SCONTRO BCE EBA, 10.0 out of 10 based on 6 ratings
Tags: , , ,   |
28 commenti Commenta
mannoz
Scritto il 13 gennaio 2012 at 15:28

e intanto news fresca fresca stasera S&P declassa alcuni paesi europei cermania esclusa…

no comment

john_ludd
Scritto il 13 gennaio 2012 at 15:53

JPM la prima banca degli Stati Uniti per valore degli asset ha comunicato di avere chiuso il quarto trimestre 2011 con un utile per azione di 3,73 miliardi di dollari, in calo dai 4,83 miliardi di dollari dello stesso periodo dell’anno precedente, un ribasso motivato dal venir meno degli introiti da trading. …

poverini… hanno tanto bisogno di aiuto…

suggerisco lettura di uno tra i migliori post apparsi sulla blogosfera di recente, lascio al buon senso di ognuno comprendere cosa accadrebbe se questo top insider del mercato petrolifero ha ragione…

http://www.nakedcapitalism.com/2012/01/chris-cook-naked-oil.html

e anche questo sempre in tema…

http://ftalphaville.ft.com/blog/2011/10/21/708441/the-power-of-the-dark-inventory/

fieno nella casina di quei matti sovversivi che da anni sostengono che i banksters sono 100 volte peggio del clan dei casalesi

tirlusa
Scritto il 13 gennaio 2012 at 16:42

Ma che graziosi questi anglosassoni, che mercati taroccati!! Appena c’è un pò di serenità sono immediatamente pronti a rompere le scatole, questa volta il guastafeste è S&P. Notare la finezza, da indiscrezioni trapelate la Germania sarà immune da qualsiasi declassamento. Chiaro no, cosi i crucchi si convincono di essere realmente virtuosi!!

mannoz
Scritto il 13 gennaio 2012 at 17:48

che strano, proprio adesso che la germania sambrava meno rigida aull’ampiezza del possibile interventi del fondo europeo,togli la triplaA alla francia, indebolisci quelli più vulnerabili ma nello stesso tempo strizzi l’occhio a germania, olanda e paesi ” virtuosi” , i quali spero non cedino alle lusinghe perchè taqnto poi toccehrebbe anche a loro venire massacrati, vediamao se l’europa riesce a rimanere unita.

icebergfinanza
Scritto il 13 gennaio 2012 at 18:09

mannoz@finanza,

Secondo indiscrezioni di stampa…S&P sta per essere raggiunta da un missile terra.aria lanciato dai servizi segreti dei paesi coinvolti nello downgrade….

mannoz
Scritto il 13 gennaio 2012 at 18:13

icebergfinanza,

magari :mrgreen:

john_ludd
Scritto il 13 gennaio 2012 at 19:45

Debt ceiling da innalzare di 1,5 trilioni con mesi di anticipo sul previsto. Fitch che è francese seguirà Dagong e porterà il rating USA giù due notch entro 3 mesi. Poi S&P degraderà il resto del mondo, poi… finchè sarà tutto ridotto a junk il che se non altro avrebbe una sua onestà di fondo.

il fringullo
Scritto il 13 gennaio 2012 at 20:44

Io davvero non capisco perchè questa gente facente parte delle Agenzie di Rating non viene cacciata a calci in culo dai vari paesi Europei, perchè non solo non sbattiamo fuori dal mercato unico Europeo l’Inghilterra ma mettiamo anche dei dazi alle loro merci, e perchè la BCE si ostina a dare ancora retta ai tedeschi, varrà poi un principio democratico in seno alle istituzioni europee o si fa a chi si presume sia più furbo? ci stanno mettendo uno contro l’altro, il loro problema non è la Germania ma l’Europa, e fanno leva sul complesso da primato dei tedeschi. In Francia in questo momento stanno protstando furiosamente sotto la sede parigina di Standard & Poors, in Italia bisognerebbe fare lo stesso e dargli l’assedio da domani costringerli a lasciare i vari paesi. Basta alla sovranità del mercato. Lo stato siamo noi e siamo sovrani a casa nostra!!!!!

Il Fringuello

tirlusa
Scritto il 13 gennaio 2012 at 20:49

il fringullo@finanza,

Sottoscrivo in pieno. Ma è poco, bisogna fare di più. Cacciare gli ambasciatori Usa dai nostri paesi, negargli l’accesso alle nostre basi militari, bisogna creare un incidente diplomatico senza precedenti, e deve essere un’azione coordinata. Trovo inconcepibile tutta questa ipocrisia in un conflitto mondiale, questo non è più tollerabile.

stanziale
Scritto il 13 gennaio 2012 at 20:58

Preparatevi. Sono desolato, ma : Italia bbb+ = purtroppo altre tasse. Napolitano parlera’ con voce greve, Montimer uscira’ di nuovo dalla sua residenza, e propinera’ un’altra stangata (ai soliti). Poi ritornera’ da dove e’ venuto (obitorio).

il fringullo
Scritto il 13 gennaio 2012 at 21:18

Si dai basta è evidente è fatto tutto ad orologeria e con grave premeditazione, quand’è così tra la londinese Eba gli attacchi sul mercato premeditati nei periodi meno liquidi, le agenzie di rating che sparano nel momento in cui vengono prese delle misure e mentre le cose stanno cercando di normalizzarsi, a costo di grossi sacrifici da parte delle popolazioni prese di mira, dai se non è evidente ciò che sta accadendo allora cazzo crediamo pure a babbo natale alle renne volanti e alla fata turchina. Ma mandiamoli a fare in culo facciamo delle leggi per cui vengono tassati tutti i fondi di diritto anglosassone o facenti capo a istituzioni Inglesi o Americane e sbattiamo gli Inglesi fuori dalla UE e da domani subito Tobin tax a manetta e chiediamo ai nostri più importanti partners commerciali di farre lo stesso tanto anche loro si saranno rotti abbondantemente i coglioni di stare a seguire 2 paesi fatti di lobotomizati dementi in preda a un delirio di onnipotenza. E BASTA CAZZO!!!!!

tirlusa
Scritto il 13 gennaio 2012 at 22:19

E’ probabile che finalmente tutti si siano rotti abbondantemente i coglioni. Mi associo al linguaggio colorito del Fringuello, quando ci vuole ci vuole…….ma come, danno la tripla A ai subprime e ancora godono di tutto questo potere. E’ un mondo di rincoglioniti. Che gioca col lavoro e coi risparmi delle famiglie! Lo so io che farei in questo momento ai marines americani che allegri urinavano sui cadaveri dei talebani!!
Che Dio sia giudice tra le famiglie e i lavoratori e i risparmiatori vessati da questa crisi e i loro responsabili. Che lo sia adesso!

PG
Scritto il 13 gennaio 2012 at 23:54

ciao a tutti e al nostro capitano.
Che dire circa le migliaia di messaggi, notizie, contronotizie disseminate ad arte per fare dei mercati quello che vogliono.
NOn capisco più di tanto e con la finezza intellettuale che contraddistingue molti che scrivono qui ma dico solo 2 cose:
1- per quanto sia deplorevole il comportamento degli anglosassoni purtroppo ho la sensazione che il pallino lo abbiano ancora loro e fanno quello che vogliono fin tanto che non ci sarà un evento che riesca a stravolgere gli equilibri internazionali generali. La cosa però a quel punto potrebbe essere molto dolorosa per tutti e sorpattutto per noi che abbiamo molto più da perdere che quei 4 falliti degli yankes;
2- il mondo anglosassone affonda il coltello in un pane di burro costituito da una unione europea che fa ridere anche i polli. la colpa non è di chi specula sull’Europa ma su chi gli ha servito l’europa su un vassoio d’argento non avendo la più pallida idea di cosa significhi veramente una unione integrata . Se hanno iniziato il lavoro dal tetto senza costruire le fondamenta dobbiamo prendercela solo con i vari Prodi delle varie nazioni. L’idea della vecchia comunità europea non era certamente quella di creare una prigione nella quale ficcare le varie nazioni finendo alla fine per farle morire tutte di fame.

Tempi cupi ci aspettano e attendo anche a breve che stacchino la spiina al governo attuale… (tanto ormai le persone si son scordate di già cosa hanno fatto quelli del governo recedente e si sono ricostituiti una verginità ) basterà solo primavera…poi gli animi si riscalderanno.

Ciao Andrea un abbraccio e un buon w-e

john_ludd
Scritto il 14 gennaio 2012 at 10:29

PG,

leggo allibito:

“la colpa non è di chi specula sull’Europa ma su chi gli ha servito l’europa…”

commento totalmente idiota e immorale…. quindi non è colpa degli assassini ma degli assassinati che sono così stupidi da non essersi difesi !

Caro amico (?) che non hai mai letto un libro di storia… i violenti e gli arroganti attaccano sempre quelli che ritengono inferiori mai il contrario… mi chiedo cosa hai capito di quanto scritto nei post di Andrea Mazzalai in questi anni.

stanziale
Scritto il 14 gennaio 2012 at 12:51

John ludd: la colpa non e’ di chi specula sull’europa….ok, pg ha sbagliato una frase, ma solo per questo non puoi dare patenti di idiota ed immorale…no, non sono d’accordo su questo modo di esprimersi. E poi nel suo insieme quello che ha scritto pg penso che lo condividiamo tutti.

il fringullo
Scritto il 14 gennaio 2012 at 14:08

John Judd concordo con Stanziale, mi chiedo cosa abbia capito tu dello spirito di Icebergfinanza e di Andrea Mazzalai se dai così facilmente dell’idiota ad un vecchio marinaio compagno di tante avventure. E ti dirò, quello che dice PG non è neanche così in contrasto con quanto sempre scritto su questo veliero, le colpe della speculazione sono evidenti ma siamo sicuri sia tutta solo colpa degli speculatori? qui ormai la battaglia è tra governi e qualcuno ha davvero servito su un piatto d’argento alla “speculazione” l’Europa. Chiedere al governo Cameron, Chiedere a Goldman Sachs e JP Morgan che aiutavano a taroccare i conti degli stati pre unificazione monetaria per far si che all’unione venissero annessi anche stati che non avrebbero potuto sostenere gli impegni, chiedere a Tedeschi e Francesi che nel 2003 siccome loro non rientravano più nei parametri di Maastricht decisero di allargare a piacimento i parametri stessi, chiedere ai tedeschi e al loro spirito da primato su cui tanto fanno leva i nemici dell’Europa, e così via. Ieri guarda caso S&P ha downgradato 9 paesi europei tranne la “al verde Irlanda” che da quando ha ribaciato l’anello della regina Elisabetta e ricevuto Obama in pompa magna guarda caso è sparita dal radar di agenzie di rating, reports delle grandi case di investimento americane e speculazione mediatica nonostante un buco grande quanto la Cina. Quindi qualcuno che ha servito e continua a servire alla speculazione l’Europa su un piatto d’argento c’è eccome… e per me caro John Judd il mandante è di gran lunga più lpevole dell’esecutore materiale perchè anche colpevole di viscida Codardia. REAGIRE CON VEEMENZA ED ESTREMA CATTIVERIA, non ci sono più apparenze da salvare e chi mena per primo mena 2 volte!!!!

ilcuculo
Scritto il 14 gennaio 2012 at 14:20

credo sia il caso di accogliere il gesto di S&P come , secondo le definizioni dipolmatiche, un atto di inimicizia tra USA e Europa.

Si consideri una dichiarazione di guerra. si preparino le rappresaglie

john_ludd
Scritto il 14 gennaio 2012 at 16:58

il fringullo@finanza,

stanziale@finanza,

i vostri commenti non hanno nulla a che vedere con la mia nota. Mi guardo bene dal dare dell’idiota a una persona che non conosco e anzi non dò giudizi simili neppure su chi conosco. La frase dice “commento idiota e immorale” perchè tale è. Perchè con questo ragionamento anche gli ebrei erano colpevoli di non essere fuggiti x tempo, la maggior parte degli italiani sono colpevoli perchè tengono il loro denaro nelle banche locali invece che spostarli con un click su un conto svizzero o tedesco etc… Poi se per definizione si deve difendere a prescindere dal contenuto qualunque cosa provenga da un “marinaio di lungo corso” allora molto semplicemente non mi interessa più questo blog. Se scrivo delle minchiate non mi offendo se uno me la fa notare. Altrimenti a cosa serve postare commenti ?

il fringullo
Scritto il 14 gennaio 2012 at 17:27

john_ludd@finanza,

Devi non aver letto per intero il mio commento dove non solo ti chiedo di non dare dell’idiota ad un compagno di viaggio ( e non nasconderti dietro al dito del forse non avete letto bene ma era riferito al commento; le idiozie sono tipiche degli idioti come l’immoralità appartiene agli immorali) tra l’altro ti sei anche messo sul pulpito del professorino ironico con “caro amico (?) che non hai mai letto un libro di storia (ignorante)”, ma dove secondo la mia interpretazione non era neanche un commento fuori tema o poco centrato o che intendeva colpevolizzare la debolezza nella sua accezione più pregnante. Non ti sorge il dubbio che forse hai travisato tu quello che PG intendeva dire e che per questo lo hai aggredito in maniera del tutto ingiustificata e gratuita? proprio per questo secondo me hai scritto una minchiata e continui a scriverne. Per quanto riguarda le tue minacce da bimbo io in questo Blog se è così non ci vengo più ti dico: per quanto io rispetti le tue opinioni e legga i tuoi commenti come quelli di tutta la ciurma non me ne frega proprio nulla dei cambiamenti relativi ai tuoi interessi. Rispetta e verrai rispettato ( su questo si che Andrea non sarà d’accordo lui ha un cuore decisamente più grande del mio). Ti chiedo scusa PG sono certo che avresti saputo difenderti anche da solo e senz’altro meglio.

john_ludd
Scritto il 14 gennaio 2012 at 18:02

il fringullo@finanza,

Allora a questa frase:

“la colpa non è di chi specula sull’Europa ma su chi gli ha servito l’europa su un vassoio d’argento…”

ho risposto:

“commento totalmente idiota e immorale…. quindi non è colpa degli assassini ma degli assassinati che sono così stupidi da non essersi difesi ”

quindi vengo assalito ed etichettato come “bambino”, “professorino” etc…

va bene così, evidentemente non ti sfiora neppure l’idea di essere almeno tanto arrogante quanto lo sarei io….

la chiudo qui, rispondo solo perché è la prima volta in 20 anni che qualcuno si permette di darmi del “bambino” “professorino” ecc… ma dietro l’anonimato di un nickname tutto è permesso.

il fringullo
Scritto il 14 gennaio 2012 at 18:40

john_ludd@finanza,

La mia presuntuosa arroganza era assolutamente voluta, giusto per farti capire quant’è fastidiosa.

La tattica di passare da carnefice a vittima la conosciamo da tempo.

la chiudo qui anche io, e mi spiace se ti sei sentito in qualche modo attaccato personalmente, non c’era niente di personale, come non c’è niente di personale dietro un nickname in un Blog se non le idee che porta avanti. Continuerò a leggerti con la stessa attenzione e rispetto di prima.

Il Fringuello

idiocrazia
Scritto il 14 gennaio 2012 at 18:49

Scusate, vi invito a non litigare anche perché avete ragione tutti purtroppo. Al di là delle agenzie di rating e della costruzione autodemolitiva dell’UE per capire basta accennare a Gorge Soros lo speculatore per eccellenza in indonesia (credo) è stato condannato all’ERGASTOLO in contumacia per speculazione contro la moneta locale, contemporaneamente nonostante fosse stato inquisito in italia per la speculazione contro la lira nel 92 cosa è accaduto da noi? Qualcuno lo ricorda? no?
George Soros fu premiato -per intercessione di Prodi- con la laurea honoris causa all’università di Bologna il più alto riconoscimento accademico, ebbene si non ce ne vogliano in indonesia egli in italia è un filantropo.
Cosa risponde Soros se qualcuno gli chiede conto dei danni delle sue azioni? Risponde che se lui non specula si sente male vede la sua come una missione umanista e soprattutto non vede perché non debba farlo se glielo CONSENTONO.
Ora se queste cose sono consentite anzi certi soggetti vengono addirittura premiati e PG fa notare l’ovvietà che SE TI CONSEGNI all’arbitrio di questo meccanismo sei tu il primo colpevole perché lo si deve definire commento idiota ed immorale?
Per me non ha sbagliato ha detto la verità!

Giuseppe

PG
Scritto il 14 gennaio 2012 at 19:32

stanziale@finanza,

il fringullo@finanza,

bhe che dire… avete capito perfettamente il senso, cosa che non tutti colgono. E’ evidente che una nota idiota può esserlo per chi la pensa in maniera diversa tacciando tutto ciò che non lha las ua visione. Alla fine condannavo esattamente il mondo anglosassone (con l’aggravante di una complicità di icapacità da parte della costituzione dell’europa) ma mettere gli ebrei in rapporto a un sistema pianificato a tavolino da persone semplicemente incapaci (se non addirittura in malafede) ce ne corre. MI basta solo questo per dare il giusto peso alle cose. In ogni caso grazie per la solidarietà, ho apprezzato davvero molto perchè alla fine le idee possono risultare pessime sbagliate o possibili di variazioni ma dietro ci devono essere sempre delle persone. E la stoffa di quelle persone fanno la differenza delle idee. Una buona serata.

john_ludd
Scritto il 14 gennaio 2012 at 19:52

il fringullo@finanza,

OK Fringullo, risposta da persona civile e piena di passione quale sei. Lo sono anche io e questa è la ragione di questa forse inutile sequela di posts. Forse potevo evitarmi il termine “idiota” ma semplicemente non esiste mai, neppure per scherzo, per gioco o per sbaglio, giustificazione a un crimine. E’ uno uno tra i pochi argomenti che mi “accendono” e quindi parte il tasto Enter… di getto. E’ solo quello che PG non doveva scrivere per quanto buone le sue intenzioni complessive. Esiste sempre una infinita differenza tra chi effettua il crimine e chi lo subisce anche se quest’ultimo lo ha facilitato con il suo comportamento poco accorto, ingenuo, o stupido. Saluti a tutti, anche a PG, non se abbia, sono solo un moralista perdente.

PG
Scritto il 14 gennaio 2012 at 20:26

john_ludd@finanza,

“… che non hai mai letto un libro di storia… i violenti e gli arroganti attaccano sempre quelli che ritengono inferiori mai il contrario… ” quindi mi fa piacere passare da inferiore rispetto a te …ma col tuo metro di giudizio. Con il mio fortunatamente le misure cambiano sensibilmente e anche i pesi delle personalità.
Riguardo alla frase incriminata e quindi alla tua critica rispetto ad essa … non credo il tuo post sia circoscritto solo ad essa ma va ben a al di là. Chi studia la storia è la sa bene dovrebbe aver capito che tra persone esiste prima di tutto una regol: rispetto. Fine

p.s. ribadisco esattamente la frase incriminata perchè sono pienamente convinto di quanto detto… ma forse ho studiato poco la storia e di questo ne sono felice se studiandola poi ci si pone in certi modi.

PG
Scritto il 14 gennaio 2012 at 20:31

john_ludd@finanza,

precisazione …il post l’ho scritto prima dell’ultimo intervento. In ogni caso è sempre bene contare fino a 10 anche se apprezzo più la spontaneità immediata perchè lì il ragionamento non riesce a mediare il nostro vero temperamento e la nostra vera personalità. Nessun incidente comunque … si riprende la rotta guardando bene gli scogli …. (viste le ultime notizie).

il fringullo
Scritto il 14 gennaio 2012 at 20:51

Ragazzi mettiamoci una pietra sopra ci siamo capiti tutti e in nessuno c’era acredine o cattiveria. Uniti andiamo avanti, lo spirito e le idee di fondo le condividiamo, tutti a volte sbagliano o eccedono, tra i buoni il più delle volte sono slanci di passione che portano oltre confine. Ma è importante tornare a ragionare su ciò che è più importante. Questo mondo è già troppo vuoto di solidarietà per dividerci anche noi. Un passo avanti senza voltarsi indietro e sarà tutta un’altra musica.

Avidissimi Anglosassoni.

Il Fringuello

john_ludd
Scritto il 14 gennaio 2012 at 21:18

il fringullo@finanza,

Sagge parole. Gli anglo sassoni sono solo una massa di ignoranti, nella media assai più degli europei, vittime di uno 0,1% di delinquenti di rara protervia. Lo erano anche in passato e sono stati capaci di ribellarsi a chi li mandava a crepare in Vietnam. Purtroppo oggi i segnali non sono incoraggianti e i movimenti tipo OWS troppo deboli… e la musica, cribbio questo è il segnale peggiore… allora Bob Dylan, Doors, Jefferson Airplane, Jimi Hendrix, Grateful Dead… e oggi ? Che tristezza se non ci resta neppure la musica !

Ecco cosa cantava Jim Morrison nel 1967:

This is the end, beautiful friend
This is the end, my only friend, the end
Of our elaborate plans, the end
Of everything that stands, the end
No safety or surprise, the end…

Questa è la fine, una bella amica.
Questa è la fine, la mia unica amica, la fine,
La fine dei nostri piani elaborati
La fine di tutto ciò che esiste
La fine, senza scampo né sorpresa…

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Volete sapere chi ha comprato azioni a Wall Street in questi ultimi anni? Di certo non i risparm
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Anche se arriva una tregua apparente sulla tematica "trade war" il mercato non si fida. Gli oper
Le truffe su internet sono dietro l'angolo per cercare di estorcere denaro o rubare i dati perso
Guest post: Trading Room #335. La settimana appena trascorsa si è conclusa meglio di quanto si po
Mercati: gli indici internazionali hanno reagito positivamente alla notizia della tregue tra USA e C
Sembra che gli Stati Uniti vogliano attenuare la loro guerra commerciale sui dazi con la Cina. A que
Fantastico, meraviglioso, entusiasmante accordo nel fine settimana tra i cinesi e gli americani,
ORE 7.30 L'importante escursione dei prezzi avvenuta nella giornata di venerdì ha ribaltato di fat
Analisi Tecnica Eccoci ancora qui col "tira e molla" sui dazi ... USA - Cina Ora vanno di nuovo