ATTENTI AL LUPO!

Scritto il alle 17:30 da icebergfinanza

 


 E' bastato che all'improvviso dai canyon di molti Stati americani si levasse il lamento per i prezzo della benzina che sta superando abbondantemente i quattro dollari al gallone, segnale che anticipa empiricamente ogni recessione americana che Obama si affretta a dichiarare l'ennesima guerra mediatica agli speculatori…
 

L’amministrazione Obama sta valutando se l’aumento dei prezzi del petrolio e della benzina sia stato guidato e sostenuto da manipolazioni illegali. In un comunicato di ieri si è detto che rappresentanti del Dipartimento di Giustizia, altre agenzie federali e procuratori di stato generali effettueranno un monitoraggio per frode, collusione o falsa dichiarazione al dettaglio e all’ingrosso.

Il gruppo esaminerà anche il ruolo degli speculatori e dei commercianti nei mercati dei futures petroliferi. "Il ministro della giustizia sta organizzando una squadra il cui lavoro ci consente di scovare eventuali casi di frode o manipolazione dei mercati petroliferi, che potrebbero influenzare i prezzi del gas, e che comprende il ruolo dei commercianti e degli speculatori", ha detto ieri a Reno, Nevada ,il presidente Barack Obama. "Ci assicuriamo che nessuno si avvalga dei consumatori americani per il proprio guadagno a breve termine."

Con l’incombere della campagna presidenziale del 2012, Obama affronta una crescente pressione politica sui prezzi della benzina in aumento. Le amministrazioni precedenti avevano condotto indagini simili in seguito ai picchi dei prezzi della benzina.

 La benzina ieri è salita e i prezzi del greggio quest’anno sono aumentati del 23 per cento. I disordini in Medio Oriente hanno ridotto l’offerta e la ripresa economica mondiale ha sostenuto la domanda di carburanti. Il prezzo medio nazionale di benzina normale alla pompa era 3,84 dollari al gallone il 20 aprile, il più alto dal 16 settembre 2008.

Adam Sieminski, chief energy economist alla Deutsche Bank AG (DB) di Washington, ha detto che l’annuncio dell’amministrazione Obama "sembra un atto politico". "Stanno verificando se le eventuali frodi e manipolazioni si sono verificate, non che non vi era alcuna prova che avessero avuto luogo ", ha detto in un’intervista. "Ho il sospetto che non si troverà alcun segno di grande frode o manipolazione". Il Dipartimento di Giustizia ha creato un gruppo di lavoro, una task force, il cui compito sarà quello di esaminare la possibilità di illeciti nei mercati dell’energia. Il Procuratore Generale degli Stati Uniti Eric Holder ha scritto in una nota alla task force che è "chiaro che vi sono motivi legittimi per gli aumenti dei prezzi del gas, tenuto conto della domanda e dell’offerta." Nei casi in cui si riscontrino comportamenti illegale, funzionari statali e federali dovrebbero adottare "azioni rapide". "La crescita rapida dei prezzi della benzina sta pizzicando le tasche dei consumatori in tutto il paese", ha detto Holder nella dichiarazione del Dipartimento di Giustizia. "Saremo vigili nel monitorare i mercati del petrolio e del gas per ogni accusa di illecito,in modo che i consumatori possano essere sicuri che non stanno pagando prezzi più elevati a seguito di attività illecite."

Un sondaggio del Washington Post-ABC News, pubblicato 19 aprile, ha rilevato che il 47 per cento degli americani approva l’operato di Obama, in calo di sette punti percentuali da gennaio. Anche con segnali di miglioramento degli indicatori economici, il 44 per cento degli americani ha detto di credere che l’economia si sta deteriorando, la peggiore lettura nel sondaggio negli ultimi due anni.Forexinfo

Francamente questo ragazzo è stato per me una grande delusione. Non che potesse fare miracoli visto l'enorme conflitto di interesse e sostegno che lo circonda, ma questa mi sembra l'ennesima trovata pubblicitaria. A parte qualche piccola multa in America non c'è ancora nessuno che abbia pagato per aver provocato con frodi e manipolazioni sistematiche la più grave depressione immobiliare della storia. Inoltre nessuno si è mai sognato di dare un'occhiata dietro le quinte della manipolazione e speculazione sulle derrate alimentari e tantomeno nelle leggendarie "dark pool" dove gli squali della finanza mondiale stanno sbranando l'economia. 

Per quanto riguarda gas natural e argento lasciamo perdere!

Ogni tanto queste trovate mediatiche sarebbe meglio risparmiarcele!

   

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
6 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 25 aprile 2011 at 18:50

Montecristo:

Yunus   riabilitato.

Scritto il 25 aprile 2011 at 19:12

si completamente scagionato

utente anonimo
Scritto il 25 aprile 2011 at 20:22

Chi arriva lì non può che essere pesantemente compromesso. E non può neanche sgarrare troppo perché lo fanno fuori.

Gianni

Scritto il 25 aprile 2011 at 20:53

Capitano Andrea voglio premettere che condivido in pieno la battaglia sull'acqua per fermare la privatizzazione degli acquedotti (per quanto riguarda l'acqua quella BUONA ho già postato qualche giorno fà !!!), ma lo faccio solamente per una questione di principio e non per un motivo "tecnico".

Vorrei solamente dire che forse non è il caso di farne una questione di "vita o di morte" per vari motivi, tra questi motivi c'è il fatto che non è detto che per le aziende private che avranno le concessioni sia un buon affare………chissà forse frà qualche anno e dopo aver sfruttato economicamente il business lasceranno perdere da sole hehehehihihi.

Un altro motivo da non sottovalutare è quello di cominciare a controllare che acqua che ci vorrebbero vendere sia realmente "potabile" e che non sia in qualche modo inquinata (è da decenni che alzano  continuamente i paramentri minimi di inquinanti !!!!!!!!!!!!!!). Cominciate a fare delle denuncie alle ULSS e fate analizzare l'acqua, oppure che dichiarino che vogliono vendere acqua NON POTABILE (FINALMENTE……….sarebbe ora !!!!!!).

Ci sarebbero molte altre cose da dire al rigurado ma si dovrebbe discuterne per giorni a cominciare dal fatto di parlare di quando, molti decenni fà, hanno deciso in CHE MODO portare l'acqua nelle case degli italiani. Lo sapete che in molte zone d'italia non esiste l'acquedotto perchè hanno optato per altri modi di approvvigionamento??, oppure che si può recuperare l'acqua piovana per usi igienico-sanitari?? o che molti degli attuali acquedotti hanno perdite per oltre il 50-60% (che fanno pagare a noi !!!!!!!!).

Ci sarebbe troppo da discutere sull'argomanto.

Un saluto

SD

utente anonimo
Scritto il 25 aprile 2011 at 21:27

Una priorità per l'Italia : non il ponte sullo stretto ma il risanamento della rete idrica!

Gianni

utente anonimo
Scritto il 26 aprile 2011 at 09:27

Salve,

mi rendo conto che non sono una "gran cima" nel campo delle valute ( e … purtroppo ne pago lo scotto) ma per me è così evidente che:

1 –  il dollaro sta semplicemente perdendo valore a causa dell'incredibile  gestione economica USA, nella disinvolta erogazione di risorse statali (e quindi a bilancio) regalate a banche e speculatori nel dopo crisi, senza con ciò causare alcun incremento o ritorno dall'economia. Il tutto a fronte di un deficit semplicemente pauroso, dove ancora non risulta chiaro quando e come riusciranno ad arrivare ad una forma di pareggio (.. parola mooolto grossa).

2 – il dollaro è la moneta di riferimento per l'acquisto di quasi tutte le materie prime, ed è anche la valuta di riferimento per tutte le transazioni e per i flussi economici planetari. Evidentemente in questo momento, nessuna valuta ha la volontà politica, più che la forza economica, per svincolarsi apertamente da questo "giogo", distanziando le proprie sorti da quelle del biglietto verde. Questa cosa produce l'incredibile situazione che stiamo vivendo, dove questa sorta d'inflazione autoindotta da questo scellerato modo di agire delle istituzioni USA, si riverbera direttamente su tutte le economie mondiali, con aumenti del costo delle materie prime, aumenti ingiustificati quanto pericolosi.

3 – in questa situazione, l'oro e le altre materie di riferimento ovviamente aumentano di proprio valore in dollari, stante la sua caduta reale di valore, in attesa che si trovi una nuova valuta di riferimento o magari ….. uno o più parametri di valorizzazione che si possano riferire ad un paniere di valute o altro che siano meno esposti alle problematiche inflattive delle singole nazioni

Scusate x lo sfogo, ma cercherei un confronto in merito, perchè a me pare che questi aspetti della realtà monetaria siano così incombenti per l'economia mondiale, quanto volutamente ignorati, almento a livello "popolare".

Francia R

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Avrete avuto modo ieri di vedere il post sulle aspettative di crescita economica redatte dal Con
Ftse Mib. Dopo aver rotto con volatilità la trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da me
Queste le movimentazioni monetarie. Sulle Mibofuture stabili e chiusura della componente call da 20
Vi propongo alcuni dei grafici più interessanti che ho trovato nelle ultime 24 ore in rete, gra
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Lasciamo da parte i mercati finanziari. Tanto ormai spero sia chiaro a tutti quali siano le dina
Ftse Mib. Dopo aver rotto con volatilità la trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da me
Come abbiamo visto nel fine settimana i rendimenti americani hanno rotto livelli importantissimi
L' Argentina evita il default: trovato l'accordo con i creditori. Anche se è presto per cambiar
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u