IL BALLO DEGLI AVVOLTOI CONTINUA!

Scritto il alle 22:16 da icebergfinanza

 

Il ballo degli avvoltoi continua! Il tempismo con cui S&P ha degradato il rating della Spagna, a soli due minuti dalla chiusura delle borse, fa scendere un sinistro alone di morte sulla finanza, un mondo ormai degradato nel quale avvoltoi e sciacalli stanno festeggiando sul cadavere di economie ormai alla deriva, un sistema nel quale ormai alcune grandi istituzioni finanziarie e hedge fund, hanno in mano l’addestramento completo di questi autentici messaggeri di morte. Se lo stesso tempismo fosse stato utilizzato nei confronti delle centinaia di migliaia di titoli tossici strutturati con sottostante immobiliare, probabilmente la madre di tutte le crisi avrebbe avuto un’altra dimensione.

Sarà interessante osservare sino a quando l’altrettanto ormai defunta politica, avvolta da un protezionismo sempre più strisciante,  ritroverà la sua vera funzione, uno scatto di orgoglio in grado di spazzare via anche solo per un istante l’ombra sinistra che da tempo ormai volteggia sopra le democrazie mondiali.

Ribadisco per l’ennesima volta che non si tratta solo di una crisi economico e finanziaria, non si tratta solo di finanza e politica, ma di una crisi antropologica pura, una crisi che coinvolge anche la gente comune, consapevole o inconsapevole che sia, attraverso le dinamiche quotidiane. Quanto tempo ancora passerà prima che una nuova Norimberga finanziaria venga istituita per fare luce su alcune sinistre dinamiche che hanno accompagnato questa crisi. Quanto tempo passerà ancora prima che la gente si accorga che questa è principalmente una crisi antropologica di valori e principi, ormai dimenticati. Ai posteri l’ardua sentenza!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
20 commenti Commenta
Scritto il 28 aprile 2010 at 22:09

Grande articolo Capitano Andrea………poche parole ma piene di significato (da parte di "uno" di "poche parole").Per CRISALIDE #19 di 2 articoli fà (anche Fabio #20 le ha fatto una domanda…….se lo ha letto !!!).Se non ricordo male lei si occupa di economia/finanza (se sbaglio la prego di correggermi) io invece sono una "persona comune" che vive e lavora di "economia reale" (quella in cui si suda per guadagnare….tanto per capirci !!!!); inanzitutto non mi permetterei mai di fare il lavaggio del cervello  a qualcuno (come si fà ???? al massimo le posso rifare l'abitazione !!!!!!), poi semplicemente mi limito a linkare o a fare copia/incolla di articoli o lettere scritte da altri……se quello che scrivono questi Signori è falso o diffamatorio eventualmente le persone offese dovrebbero fare una bella denuncia…..poi sarà un Giudice a giudicare il contenuto di questi scritti (sino a prova contraria……….siamo ancora in uno Stato di DIRITTO).Infine se personalmente prediligo gli articoli o gli scritti che trattano di moneta/denaro/soldi……ci sarà un motivo !!!!! oppure pensa di pagare il mio lavoro con "carta stampata" che alla prima folata di vento non varrà più niente !!! Io ho buona memoria (e anche qualche parente/amico anziano che ricorda la batosta della "quota 90"………forse la conosce) mi ricordo delle Lire "pagabili a vista al portatore" oppure dei primi mesi/anni dell'euro !!! ed anche di altre cosette.Poi naturalmente seguo volentieri anche gli avvenimenti della borsa, anche se non avrei il TEMPO per gestire gli investimenti in questo settore…….sempre a causa degli impegni di lavoro.Un salutoSD

Scritto il 28 aprile 2010 at 22:15

"Valori e Principi dimenticati…"Già!

utente anonimo
Scritto il 29 aprile 2010 at 01:18

SD sono investito al 50% in oro, ma non ritengo sia saggio.CRISALIDE.

utente anonimo
Scritto il 29 aprile 2010 at 01:22

Rispondo  a FABIOSono allergico alla parola SIGNORAGGIO perchè vogliono scaricare tutte le colpe su una cosa sola.Il signoraggio è l'ultimo dei problemi.Chissa come mai Andrea non ne ha mai parlato, evidentemente sa benissimo che è una grande bufala.CRISALIDE

utente anonimo
Scritto il 29 aprile 2010 at 01:26

Sempre per Fabio.http://duecents.blogspot.com/Se leggi qua, trovi la risposta.Bisogna investire delle ore, ma almeno poi si accenderà la luce, e si capisce quante "stronzate" (passatemi il termine) si leggono su internet.Ma almeno Internet è libera, e ci si trova anche la verità.CRISALIDE

Scritto il 29 aprile 2010 at 03:48

Le campagne elettorali di LPAC negli USA: finire Goldman Sachs, attuare il Piano LaRouche

La scorsa settimana i candidati elettorali larouchiani Rachel Brown nel Massachusetts, Kesha Rogers nel Texas e Summer Shields in California, hanno lanciato un'offensiva coordinata contro le pratiche finanziarie criminali esemplificate dal recente caso Goldman Sachs e per l'immediata attuazione del Piano LaRouche di riorganizzazione fallimentare del sistema finanziario, unica alternativa percorribile.

Summer Shields, candidato alle primarie del Partito Democratico per il seggio al Congresso detenuto attualmente dalla Speaker della Camera Nancy Pelosi, ha rilasciato una dichiarazione dal titolo "perché la Goldman Sucks (gioco di parole tra Sachs e "sucks" che in inglese vuol dire fa schifo) che è stata distribuita in tutta la California. "La decisione del 16 aprile della SEC (la Consob americana) di indagare sulle pratiche fraudolente della Goldman Sachs" scrive Shields "non dovrebbe fermarsi sulla soglia di questo istituto, ma dovrebbe condurre ad una riorganizzazione fallimentare di emergenza di tutto il sistema bancario internazionale".

Nella sua dichiarazione, dal titolo "Perché abbiamo bisogno di una Glass-Steagall globale", Rachel Brown, che sfida il Presidente della Commissione Finanze Barney Frank per la nomina democratica al Congresso, chiede al suo antagonista: "È davvero sorpreso dalle accuse di frode finanziaria mosse recentemente a Goldman Sachs? Questo è il carattere che ha assunto l'economia fin dal 1987, come ha detto più volte lo statista Lyndon LaRouche. La questione reale è: perché non abbiamo ancora sottoposto questo sistema defunto ad una procedura fallimentare? Goldman Sachs ha ricevuto miliardi di dollari di aiuti pubblici mentre portava avanti la frode, così come hanno fatto tutti gli altri istituti finanziari al mondo. Non ci si può nascondere da questo collasso globale, neanche continuando a lanciare fondi pubblici a questo sistema in bancarotta".

Kesha Rogers è la candidata ufficiale del Partito Democratico contro il repubblicano Pete Olson alle elezioni di novembre, dopo aver vinto le primarie del 2 marzo scorso con il 52% dei consensi, in un collegio che include parte del complesso NASA nel Texas. Scrive: "Il caso della Goldman Sachs apre le porte ad un'inchiesta penale generalizzata, dando vita ad una nuova Commissione Pecora, per denunciare la frode sistematica commessa da tutto il sistema finanziario in bancarotta. Questo non fa che dimostrare quello che l'economista e statista americano Lyndon LaRouche ripete dalla storica webcast del luglio 2007: l'intero sistema finanziario è in bancarotta. Non c'è alcun modo di salvarlo. L'intero sistema monetario britannico della globalizzazione è un imbroglio, e più verrà rifinanziato, più peggioreranno le cose.

"Dobbiamo denunciare questi criminali di Wall Street in udienze pubbliche, aprire i loro libri contabili di fronte al mondo, scoprire fino a che punto arrivino le loro truffe e la loro corruzione, come avvenne con le udienze della Commissione Pecora nel 1932-1934. Occorre una riorganizzazione sistematica dei titoli bancari secondo lo standard Glass-Steagall del 1933, per cancellare dai libri contabili i derivati senza valore ed altri debiti da gioco speculativi, proteggendo invece da questi parassiti finanziari i titoli legittimi legati all'economia reale, debiti fisici quali pensioni, ipoteche e legittimi passivi commerciali. Dobbiamo legare il valore del dollaro alla produzione reale, ricorrendo ai poteri costituzionali del Congresso per emettere credito pubblico per gli investimenti in posti di lavoro produttivi nell'agricoltura, nelle infrastrutture, nel progresso scientifico e tecnologico, invece di permettere alle banche di speculare sul suo valore come se fosse una merce. Gli Stati Uniti devono collaborare con le altre potenze mondiali, specificamente Russia, Cina ed India, per formare un'alleanza di nazioni sovrane in grado di fronteggiare insieme l'impero monetario britannico".Fonte: Movisol

Scritto il 29 aprile 2010 at 03:48

Le campagne elettorali di LPAC negli USA: finire Goldman Sachs, attuare il Piano LaRouche

La scorsa settimana i candidati elettorali larouchiani Rachel Brown nel Massachusetts, Kesha Rogers nel Texas e Summer Shields in California, hanno lanciato un'offensiva coordinata contro le pratiche finanziarie criminali esemplificate dal recente caso Goldman Sachs e per l'immediata attuazione del Piano LaRouche di riorganizzazione fallimentare del sistema finanziario, unica alternativa percorribile.

Summer Shields, candidato alle primarie del Partito Democratico per il seggio al Congresso detenuto attualmente dalla Speaker della Camera Nancy Pelosi, ha rilasciato una dichiarazione dal titolo "perché la Goldman Sucks (gioco di parole tra Sachs e "sucks" che in inglese vuol dire fa schifo) che è stata distribuita in tutta la California. "La decisione del 16 aprile della SEC (la Consob americana) di indagare sulle pratiche fraudolente della Goldman Sachs" scrive Shields "non dovrebbe fermarsi sulla soglia di questo istituto, ma dovrebbe condurre ad una riorganizzazione fallimentare di emergenza di tutto il sistema bancario internazionale".

Nella sua dichiarazione, dal titolo "Perché abbiamo bisogno di una Glass-Steagall globale", Rachel Brown, che sfida il Presidente della Commissione Finanze Barney Frank per la nomina democratica al Congresso, chiede al suo antagonista: "È davvero sorpreso dalle accuse di frode finanziaria mosse recentemente a Goldman Sachs? Questo è il carattere che ha assunto l'economia fin dal 1987, come ha detto più volte lo statista Lyndon LaRouche. La questione reale è: perché non abbiamo ancora sottoposto questo sistema defunto ad una procedura fallimentare? Goldman Sachs ha ricevuto miliardi di dollari di aiuti pubblici mentre portava avanti la frode, così come hanno fatto tutti gli altri istituti finanziari al mondo. Non ci si può nascondere da questo collasso globale, neanche continuando a lanciare fondi pubblici a questo sistema in bancarotta".

Kesha Rogers è la candidata ufficiale del Partito Democratico contro il repubblicano Pete Olson alle elezioni di novembre, dopo aver vinto le primarie del 2 marzo scorso con il 52% dei consensi, in un collegio che include parte del complesso NASA nel Texas. Scrive: "Il caso della Goldman Sachs apre le porte ad un'inchiesta penale generalizzata, dando vita ad una nuova Commissione Pecora, per denunciare la frode sistematica commessa da tutto il sistema finanziario in bancarotta. Questo non fa che dimostrare quello che l'economista e statista americano Lyndon LaRouche ripete dalla storica webcast del luglio 2007: l'intero sistema finanziario è in bancarotta. Non c'è alcun modo di salvarlo. L'intero sistema monetario britannico della globalizzazione è un imbroglio, e più verrà rifinanziato, più peggioreranno le cose.

"Dobbiamo denunciare questi criminali di Wall Street in udienze pubbliche, aprire i loro libri contabili di fronte al mondo, scoprire fino a che punto arrivino le loro truffe e la loro corruzione, come avvenne con le udienze della Commissione Pecora nel 1932-1934. Occorre una riorganizzazione sistematica dei titoli bancari secondo lo standard Glass-Steagall del 1933, per cancellare dai libri contabili i derivati senza valore ed altri debiti da gioco speculativi, proteggendo invece da questi parassiti finanziari i titoli legittimi legati all'economia reale, debiti fisici quali pensioni, ipoteche e legittimi passivi commerciali. Dobbiamo legare il valore del dollaro alla produzione reale, ricorrendo ai poteri costituzionali del Congresso per emettere credito pubblico per gli investimenti in posti di lavoro produttivi nell'agricoltura, nelle infrastrutture, nel progresso scientifico e tecnologico, invece di permettere alle banche di speculare sul suo valore come se fosse una merce. Gli Stati Uniti devono collaborare con le altre potenze mondiali, specificamente Russia, Cina ed India, per formare un'alleanza di nazioni sovrane in grado di fronteggiare insieme l'impero monetario britannico".Fonte: Movisol

Scritto il 29 aprile 2010 at 08:02

E se la Grecia (& co.) dovesse per forza essere salvata perché, in caso di fallimento, chi si era coperto con i CDS potrebbe ricevere zero, dato che anche questa è la solita carta stampata senza corrispettivo?Bill

utente anonimo
Scritto il 29 aprile 2010 at 10:04

Montecristo:Non capisco  se Andrea   lo ha  fatto apposta  ad assentarsi  in questa  settimana  o è stata  una  coicidenza.Ma  in  tutto  questo tempo proprio  ora  doveva  assentarsi!Caro Andrea  hai  cestinato una  mia   innocente  battuta l'altro giorno  non  capisco il perchè.Saluti

utente anonimo
Scritto il 29 aprile 2010 at 10:16

lasciamo stare il processo di Norimberga che fu una comleta farsa

utente anonimo
Scritto il 29 aprile 2010 at 11:57

Ma non è possibile che gli Stati non riescano a inventare qualche sistemaper impedire questi eccessi.Si lascia una enorme libertà a pochi per danneggiare tutti.Non si è ancora imparata la lezione ?Le Agenzie di Rating & C. sono utili, ma non sono depositarie di una conoscenza superiore ed è chiaro che  non sono arbitri  ma giocatori. I mercati sono Strumenti e non Fini, è così difficile da capire?Un pò di sintesi fra conoscenza ed etica è merce così rara?Una volta si chiamava saggezza.Altair

utente anonimo
Scritto il 29 aprile 2010 at 13:34

S.D., mi/ci dice, per cortesia, da dove ha copiato la 'lettera' del signor Proietti?Attendo Sua cortese risposta. Grazie.Mimmo

Scritto il 29 aprile 2010 at 15:39

da “Repubblica.it”

L’ANALISI
E ora gli speculatori di Wall Street
puntano sul fallimento dei “Pigs”
Le banche d’affari soffiano sul fuoco dell’euro-panico: “Quei paesi sono come la Lehman”. Il ministero della Giustizia Usa: gli hedge fund hanno concordato un attacco all’euro. Obama in contatto con i governi europei: “Siamo preoccupati”

dal nostro corrispondente FEDERICO RAMPINI

utente anonimo
Scritto il 29 aprile 2010 at 15:49

Qua ormai si sfiora il ridicolo…Piani pluriennali di finanziamenti da fantamila miliardi presi da chi?Qui si va sulla fiducia…Ma si mangia sta decantata fiducia?Produce lavoro la fiducia?E' misurabile al di fuori di un presunto umore momentaneo questa fiducia?E' come un tetto e le mura di una casa questa fiducia?Ti puoi vestire con questa fiducia? Puoi ammirare la bellezza di questa fiducia? Io dubito… Io non mi illudo…Poichè come dici tu molto spesso Andrea…Contano solo i fatti…Esclusivamente i fatti…La realtà che viene sistematicamente celata…E cosa c'è di piu' reale della matematica?La legge dell'uno …la legge di Dio …Come si puo' concepire che degli stati sull'orlo del baratro si indebitino oltre i 150 Miliardi ( cosi' stimano solo nel primo triennio… ) per salvarne un altro tecnicamente fallito? Per una mente razionale cio' è impossibile(e i Tedeschi che sono molto razionali questo lo sanno bene)…ma ormai chi è razionale?Coloro che dicono le cose come stanno vengono tacciati di pessimismo cosmico e fra un po' di crimini di guerra…Perchè intaccare la fiducia sta diventando un crimine peggiore dell'omicidio…Allora che si buttino tutti in questo fosso senza ritorno…Anche se in Realtà sti vigliacchi buttano il Futuro degli altri per stuprare il loro Presente…Orrendo abominio ai miei occhi…Io staro' a guardare il singolo fallimento di questo marcio sistema ed accendero' una stella per ogni singolo sogno infranto , speriamo almeno che il creatore abbia pensato ad un cielo tanto vasto da contenerle tutte…Ma che dolce delirio è il loro , orgoglio vano di Dei decadenti allorchè fabbricano mondi senza fine ,allorchè misurano con il pollice l'infinito…Ain

utente anonimo
Scritto il 29 aprile 2010 at 16:22

un'idea mi furlla per la testa… ma se i Paesi europei tramite i loro ministeri del Tesoro iniziassero a comprare a palla CDS sui vari fondi di Soros, Goldman e compagnia delinquente? A la guerre comme a la guerre!Luigi

Scritto il 29 aprile 2010 at 20:56

CUI PRODEST ?Nella incredibile sequenza di questi giorni una cosa non sfugge che si sia trattato di un attacco ben organizzato ai danni dell' EURO…ma perche' e sopratutto a chi giova ?Molti di voi non saranno sicuramente d'accordo con quanto scrivo ma proviamo a mettere due dati in fila:1-Nel 2010 ci saranno da emetter nel mondo 4.5 trillioni di USD di titoli di debito pubblico…SE QUALCUNO LI COMPRA !2-Glu US ne emetteranno la fetta piu' grande il 45% circa 2 trillioni di US avete idea di quanto si tratta ?3-Nessuno vuole piu' comprare i bond US…per via del debito che stanno accumulando, neppure i Cinesi si fidano piu'4-Se il Dollaro perde lo status di riferimento mondiale allora per gli US si mette male;5-Per far guadagnare fiducia a una cosa…la si fa perdere in quella dell' alternativa !La mia conclusion e che vi sia un attacco premeditato dal sistema finanziario oltre oceano per salvare le chiappe al USD che significa salvare il sistema a stelle e striscie a spese ovviamente del nostro modello…e i Greci sono stati i primi a pagare !Per cui ripetendo Einstain non si possono risolvere i problemi ragionando nello stesso modo in cui sono stati creati !Per cui proviamo a pensare ad un mondo o modo alternativo…a far sempre pagare a deboli !Saluti

utente anonimo
Scritto il 30 aprile 2010 at 08:01

Hanno salvato la Grecia con un sacco di euro ora che fanno ne danno altrettanti a portogallo spagna e irlanda ?

utente anonimo
Scritto il 30 aprile 2010 at 08:29

A proposito di avvoltoi: la Grecia spenderà sette miliardi in armamenti, perché Berlino e Parigi premono su Atene per farle acquistare nuovi caccia e sottomarini, ovviamente dalle industrie belliche tedesche e francesi. Nel momento in cui la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Nikolas Sarkozy esigono nuovi tagli alle spese pubbliche elleniche e sui salari dei lavoratori greci per far fronte alla crisi, chiedono al premier Jorgos Papandreou di fare nuovi ordini per armamenti. (per far f!onte al "nemico" turco, ora alleato Nato).http://www.ilmanifesto.it/il-manifesto/argomenti/numero/20100428/pagina/07/pezzo/277041/

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
E' stata una settimana, per certi versi di difficile lettura. In realtà interpretare quanto è su
  Iniziamo oggi una serie di appuntamenti con le proposte dei nostri lettori, una se
Ftse Mib. Fallito il tentativo di riagganciare quota 20.000 punti, l'indice ha invertito il senso
Ormai con le banche centrali non c'è più gusto è come tirare un calcio di rigore dalla linea
Oggi scadranno tutte le opzioni ed i futures del mese Settembre. Alle 9,00 scadranno le opzioni Mibo
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
In sintesi qui sotto quello che ha detto ieri il banchiere Jerome Powell, una chiara ed esplicit
Ftse Mib: l'indice italiano oggi apre in rosso dopo il meeting della Fed, ma ancora una volta senza
Da oggi analizzeremo soltanto le scadenze Ottobre e Dicembre tralasciando la scadenza Settembre dove
Dire che il FOMC ha riservato sorprese sarebbe falso. Ma sottovalutare quanto annunciato e le proi