OGNUNO DI NOI PRESTATORE DI ULTIMA ISTANZA!

Scritto il alle 07:14 da icebergfinanza

 

http://www.flickr.com/photos/bagna/158711315/

Alle volte siamo talmente presi nella frenesia della nostra vita, talmente avvolti dall’onda continua ed innarrestabile di un susseguirsi continuo di eventi e notizie, che non abbiamo o non vogliamo trovare il tempo per fermarci a  riflettere sulla nostra esistenza, sull’esistenza di chi ci stà accanto. 

Le conseguenze della speculazione sulle materie prime alimentari e se vogliamo anche sul petrolio che unitamente ad altri fattori correlati porterà ad una recessione prolungata e profonda, si stanno manifestando in tutta la sua reale gravità e consistenza.

Nel mondo occidentale si manifestano attraverso l’erosione del potere di acquisto, attraverso la perdita dell’occupazione, nei sintomi di un’economia alla fine di un ciclo sostenuto attraverso il paradigma assoluto della globalizzazione, una globalizzazione delle merci e dei profitti, prima che della sua stessa umanità.

Gli ultimi e recenti record del prezzo del grano e del riso ci dicono che l’altra faccia della medaglia è la povertà, la messa in discussione dello stesso diritto alla sopravvivenza!

Con la stessa solerzia con cui si interviene secondo i dettami del giuramento di Ippocrate, come prestatori di ultima istanza per salvare il sistema finanziario, non si può dire che lo stesso giuramento venga messo in atto nei confronti di quei cittadini ignari o colpevoli che sia che hanno perso o stanno perdendo la loro casa, stanno perdendo il loro lavoro, stanno perdendo la loro stessa vita.

Prestatori di ultima istanza, ecco il fallimento dell’ultimo summit di Roma sull’emergenza alimentare, 850 milioni di esseri umani che vivono sotto la soglia della povertà che come dice Ugo Tramballi sul Sole 24 Ore non devono preoccuparsi di nulla, non verranno lasciati soli qualche altro milioni di affamati si unirà a loro e alla loro fame.

Il fallimento assoluto delle istituzioni mondiali, una sorta di protezionismo strisciante, tutto per uno, ognuno per se, veti incrociati sulle regole degli scambi commerciali, dazi, tariffe e la fame un sinistro e lontano eco che infastidisce.

Tramballi ci offre una panoramica di come secondo lui, il comunicato finale comunicato dopo tre ore dal previsto, sia un esempio di come anche la creazione del nulla sia un’opera dell’intelligenza umana e della sua pazienza diplomatica e quel documento che dichiara di " eliminare la fame e assicurare cibo per tutti " senza dire come è sopratutto una tragedia.

Si una tragedia che ci talvolta ci sfiora ma che spesso facilmente dimentichiamo, 8 miliardi di dollari di parole, di promesse sono stati raccolti ma non una sola parola per quando e come operare e rimandando al prossimo vertice la speranza di una soluzione.

Si l’intelligenza e la diplomazia umana che ha ispirato il biofuel per nascondere le crepe prodotte dal petrolio, si oggi festeggiano pure le multinazionali degli Organismi Geneticamente Modificati che non appena si manifesta la carenza ipotetica di cibo, si insinuano come serpenti in un business all’orizzonte e i governi si adeguano, la stessa Unione Europea sull’onda dell’emozione rivede il suo atteggiamento prudente.

Per alcuni gli OGM è un lusso….. che dobbiamo permetterci!

Se mai ve ne fosse bisogno questo dimostra l’assoluta mancanza di "prevenzione" e di progettualità alternativa da parte della società contemporanea che oltre a non aver mai affrontato con convinzione le problematiche relative alle energie alternative, tranne forse in questi ultimi tempi, ora e sempre sotto pressione per l’ondata di speculazione finanziaria, torna alla ribalta il fenomeno degli OGM Organismi Geneticamente Modificati.

Qualsiasi problema contemporaneo viene sempre affrontato sotto pressione, la stessa pressione che ha indotto l’ Unione Europea a rivedere l’atteggiamento prudente sinora attuato nei confronti delle coltivazioni transgeniche.

Premetto che la mia personale opinione è che il qualsiasi campo si vada contro natura, prima o poi la Natura presenterà il conto, la Natura ha in sè forze educatrici ed è ella stessa educatrice.

No, nessun limite alla finanziarizzazione delle soft commodity, alla speculazione di un solo istante, no la colpa è di milioni di esseri che sembrano voler reclamare un piatto di riso in più, della crescita demografica e chissà che altro siamo in grado di inventarci per tornare a favorire processi contro natura, dimenticando forse che noi occidentali abbiamo una percentuale di obesità che scuote le fondamenta del buon senso.

Anche l’Italia ha promesso qualche milione di dollari come contributo, triplicando la promessa, promesse in fondo ma come abbiamo già visto in passato, non appena le condizioni economiche si fanno difficili i paesi occidentali dimenticano in fretta le loro promesse e tagliano i fondi destinati ai paesi in via di sviluppo.

In sintesi nessuna risposta, il malato riceve sempre e comunque le ultime cure, quelle che forse potevano essere evitate con una maggiore prevenzione, ma si sa ormai questi vertici come quello del G8 che verrà, sono come un medicina nel cui "bugiardino", ( quel bigliettino che si trova nei medicinali in cui vengono indicati la posologia, le modalità d’uso e gli effetti indesiderati ) si trova un oceano di controindicazioni rispetto all’efficacia della cura.

Tempo fà scrissi:

" Come spesso accadde l’economia reale è il malato per eccellenza che subisce le radiazioni di un sistema quello finanziario, che puntualmente irradia i suoi effetti negativi, figli della speculazione senza limite e dell’irrazionalità collettiva.

Nella finanza la speculazione è la regola, nella vita reale spesso un’eccezione!

Non per nulla la saggezza, come diceva Herman Hesse, non può essere trasmessa in quanto la sua trasmissione suonerebbe simile alla follia. Nei singoli la follia è l’eccezione mentre nella masse è la regola.

Ora quelle che saranno le conseguenze sul sistema economico occidentali per quanto gravi possano essere non saranno mai paragonabili all’onda d’urto che può avvenire nei confronti degli " Ultimi " della Terra, degli indifesi, di coloro che vivono con meno di 2 dollari al giorno ma sopratutto dei bambini, il nostro futuro.

La retorica di una crescita economica che sostanzialmente abbatte la povertà, la retorica di questi anni di " new age " economica tende facilmente a scontrarsi con la realtà. In questi anni la povertà è decisamente aumentata. Negli ultimi anni la spesa pubblica per lo sviluppo sociale è notevolmente diminuita e innumerevoli sono state le defezioni dei finanziamenti a progetti in favore del cosidetto TERZO MONDO.

Personalmente credo in quel vecchio proverbio cinese che sostiene sia meglio insegnare a pescare piuttosto che procurare ogni giorno un pesce a chi ne ha bisogno, un inno contro l’assistenzialismo.

Ma oggi pur in un continuo e magico fervore di iniziative a favore di progetti e modelli di crescita che si adattano alle potenzialità di questi paesi in via di sviluppo, forse per certi versi ben più sviluppati dei nostri paesi occidentali, oggi dicevo, puntualmente vengono a mancare i finanziamenti in nome e per conto di una crisi economica che si trascina tra crescite irreali e recessioni improvvise.

Per noi occidentali una recessione comporta talvolta una "sana" dieta, uno stile di vita più sobrio che ci riporti alla realtà di una crescita sostenibile, ma per un numero enorme di creature di Dio può voler dire la fine di un sogno, di un progetto per uscire da una condizione di miseria totale senza speranze.

Siamo Noi i prestatori di ultima istanza di questa Umanità che vive nei sotteranei della Terra, siamo Noi le Banche Centrali ed i Governi che possono offrire una speranza per i progetti e non l’elemosina di questa Umanità, dell’Infanzia perduta.

Ripeto progetti e modelli di sviluppo, che richiedono finanziamenti e non elemosina!

Nelle Vostre città, nei Vostri quartieri esiste certamente qualche realtà, qualche associazione di Volontari che si occupa di queste progetti reali, cercate di scoprirli, conoscerli e una volta consapevoli, sostenerli.

Utopie!? Chissà io vivo di utopie, non posso e non voglio dormire, non voglio addormentarmi nella lunga notte che tutto uniforma, che tutto anestetizza.

Voglio lasciarvi solo con questo indirizzo, INFANZIA_VIOLATA un indirizzo dei tanti che potete trovare su internet, un post per riflettere, come in fondo ogni irrazionalità umana, ogni speculazione sfrenata, ogni recessione economica comporti una disuguaglianza sociale ed economica in maniera particolare nei confronti dei bambini, bimbi dove è nascosto il sogno di Dio, il sogno dell’Umanità intera.

«Ora quello che voglio sono i Fatti. A questi ragazzi e ragazze insegnate soltanto Fatti. Solo i Fatti servono nella vita. Non piantate altro e sradicate tutto il resto. Solo con i fatti si plasma la mente di un animale dotato di ragione; nient’altro gli tornerà mai utile. Con questo principio educo i miei figli e con questo principio educo questi ragazzi. Attenetevi ai Fatti, Signori!» » Charles Dickens in " Tempi difficili "

Ora vi lascio per un pò di tempo, vi lascio con questa piccola riflessione, siamo noi, ognuno di noi su cui conta l’Umanità intera…..non solo elemosina ma progetti e idee per la dignità di ogni essere umano!

" Funzioniamo tutti al minimo delle nostre piene capacità di amare, creare, rischiare. Pertanto, tradurre in atto il nostro potenziale può rivelarsi  l’avventura più esaltante di tutta la vita! "

Herbert Otto

 

 

 

Ero giovane, e mi sentivo forte.
Quella mattina di primavera uscii di casa e gridai: «Io sono a disposizione di chi mi vuole. Chi mi prende ?»…Mi lanciai sulla strada selciata.
Ritto sul suo cocchio, con la spada in mano e seguito da mille guerrieri, passava il Re.
 «Ti prendo io al mio servizio», disse fermando il corteo. «E, in compenso, ti metterò a parte della mia potenza».
Ma io della sua potenza non sapevo che farmene. E lo lasciai andare.
«Io sono a disposizione di tutti. Chi mi vuole ?»
…Nel pomeriggio assolato, un vecchio pensieroso mi fermò e disse: «Ti assumo io, per i miei affari. E ti compenserò a suon di rupie». E cominciò a snocciolarmi le sue monete d’oro.
Ma io dei suoi quattrini non sapevo che farmene. E mi voltai dall’altra parte.
La sera arrivai nei pressi di un casolare.
Si affacciò una graziosa fanciulla e mi disse: «Ti prendo io. E ti compenserò con il mio sorriso».
Io rimasi perplesso. Quanto dura un sorriso ? Frattanto quello si spense, e la fanciulla si dileguò nell’ombra.
Passai la notte disteso sull’erba, e la mattina ero madido di rugiada.
«Io sono a disposizione… Chi mi vuole ?».
Il sole scintillava già sulla sabbia, quando scorsi un fanciullo che, seduto sulla spiaggia, giocava con tre conchiglie.
 Al vedermi alzò la testa e sorrise, come se mi riconoscesse.
«Ti prendo io», disse, «e in cambio non ti darò niente». Accettai il contratto e cominciai a giocare con lui.
Alla gente che passava e chiedeva di me, rispondevo: «non posso, sono impegnato». E da quel giorno mi sentii un uomo libero.
Tagore
 

 

 
 
 

 

 

 

Dio solo può dare la fede;

tu, però, puoi dare la tua testimonianza.

Dio solo può dare la speranza;

tu, però, puoi infondere fiducia nei fratelli.

Dio solo può dare l’amore;

tu, però, puoi insegnare all’altro ad amare.

Dio solo può dare la pace;

tu, però, puoi seminare l’unione.

Dio solo può dare la forza;

tu, però, puoi dare sostegno a uno scoraggiato.

Dio solo è la via;

tu, però, puoi indicarla agli altri.

Dio solo è la luce;

tu, però, puoi farla brillare negli occhi di tutti.

Dio solo è la vita;

tu, però, puoi far rinascere negli altri il desiderio di vivere.

Dio solo può fare ciò che appare impossibile;

tu, però, potrai fare il possibile.

Dio solo basta a se stesso;

egli, però, preferisce contare su di te.  ( Canto Brasiliano )

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
21 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 14 giugno 2008 at 10:50

Governatore Bankitalia, meno rischi da finanza

(ANSA) – OSAKA (GIAPPONE), 14 GIU – Il sistema finanziario globale, rispetto a 3-4 mesi fa, ‘ha raggiunto una fragile stabilita’, ha detto Mario Draghi. ‘Ci sono meno rischi della finanza sull’economia reale’, ha aggiunto il governatore di Bankitalia che, come presidente del Financial Stability Forum (Fsf), ha partecipato ai lavori del G8 finanziario di Osaka (Giappone), illustrando ‘le implementazioni delle raccomandazioni rilasciate’ dopo il crollo dei mutui subprime e le turbolenze finanziarie.

C’è gente in giro ormai senza alcuna dignità.
Questo signor Mario ad esempio sino all’autunno scorso recitava in coro assieme a Trichet e compagnia bella, a mo di rosario “non c’è alcuna possibilità che la crisi dei subprime porti effetti in Europa”.

Non fidatevi, risparmiate se potete, ma soprattutto non fatevi coinvolgere nella spirale prestiti a rate/tassi/rifinanziamento. A loro interessa che la gente possa con tutta tranquillità stipulare nuovi finanziamenti difondento cieco ottimismo.
Non fidatevi.

utente anonimo
Scritto il 14 giugno 2008 at 13:53

Come si puo’ pensare che gli OGM siano una soluzione, quando esistono brevetti, o meglio tipi di granaglie modificate da cui con il prodotto stesso non si puo’ seminare di nuovo…ovvero si e’ interrotta la catena logica della vita al fine solo di fare sempre e come sempre piu’ denaro !!!! E con gli OGM salveremmo il mondo ? A proposito lo sapete che nessuna azienda riesce ad ottenere un’ assicurazione per danni contro terzi per i prodotti OGM…
Saluti
Massimo

utente anonimo
Scritto il 14 giugno 2008 at 21:08

Prima osservazione:
quasi tutto il grano duro prodotto in Italia è OGM in quatto ottenuto per irradiazione di specie natuali alla Casaccia.
Piu’ generalmente un incrocio e’ un OGM fatto con metodi primitivi.

Seconda osservazione:
la Monsanto ha un brevetto per produrre piante che producono semi sterili.

Mio commento: gli OGM non sono il male ma possono esser molto utili per produrre varieta’ che, per esempio, possono crescere con meno acqua , il male e’ voler fare soldi a tutti i costi sulla pelle degli altri e sottomettere l’uomo all’economia.

Igor Pesando

utente anonimo
Scritto il 14 giugno 2008 at 23:20

Caro Andrea, mi ero ripromesso di non intervenire più e tanto ho fatto. Questa volta però si parlava di altro (come sempre però se uno leggesse tra le righe di tutto quello che scrivi) e l’ho fatto girare su tutti i forum a me conosciuti. I fatti per educare i figli, il potenziale inespresso in ognuno di noi, e poi quel bellssimo canto brasiliano a me sconosciuto, non potevano dispensarmi dal dirti Grazie.
Giulio

utente anonimo
Scritto il 15 giugno 2008 at 08:14

capitano, che il tuo canto libero possa giungere fino ai sotterranei dell’umanita’, per dare a tutti la dignita’ perduta

Scritto il 15 giugno 2008 at 14:23

Capitano sei un grande!

utente anonimo
Scritto il 15 giugno 2008 at 16:13

ciao andrea ,sono minghin , il figlio di un mio amico sta per comperare casa ,mi à chiesto se è meglio il tasso variabile o iltasso fisso ;la ciffra è di 150000 mila € , in 20 anni ; cosa mi consigli? grazzie ciao

utente anonimo
Scritto il 15 giugno 2008 at 21:01

3. Il grano duro prodotto in Italia NON è OGM

utente anonimo
Scritto il 16 giugno 2008 at 01:17

Buone vacanze, Andrea, e Grazie per tutto quello che dai, che è davvero tanto.
Sono felice di far parte di questo veliero, guidato da un capitano come te, che quel potenziale di amore, creazione e rischio, lo ha coltivato e continua a farlo, facendomi sentire fiducioso nel mio cammino, e certamente non solo.

Ancora, buone vacanze.

S.man

utente anonimo
Scritto il 16 giugno 2008 at 09:31

Naturalmente non ne parla nessun organo di informazione ,ma noi consumiamo OGM da decenni: esattamente dal 1974 , quando nel Centro di studi nucleari del CNEN si ottenne la varietà di grano duro denominata Creso, che viene utilizzata nel 90% delle coltivazioni Italiane.
Questo tipo di grano è un incrocio tra la varietà messicana Cymmit e l’italiana CpB144, mutante ottenuta tramite bombardamento con raggi X o gamma .
Quando mangiate la pasta pensateci e pensate anche che le informazioni che vi arrivano sono sempre solo quelle che vi vogliono far arrivare.

Mas

utente anonimo
Scritto il 16 giugno 2008 at 11:22

sono 2 giorni che non scrivi e già sono in crisi di astinenza……..come faro senza le tue analisi se sei in vacanza???????????????””

utente anonimo
Scritto il 16 giugno 2008 at 15:13

MA QUESTA FONTE DI ENERGIA ALTERNATIVA INESAURIBILE CHE UN COMMENTATORE DI QUESTO BLOG CHE CI AVEVA DETTO, PIù DI UN MESE FA, CHE CI AVREBBE RIVELATO, DOVE E’ FINITO??

utente anonimo
Scritto il 16 giugno 2008 at 15:47

Grazie Andrea!
La poesia di S.Tagore è bellissima!

Buon Vento!
saluti
skipper
(di http://www.navigamus.blogspot.com )

utente anonimo
Scritto il 16 giugno 2008 at 16:47

Cari tutti,
buone vacanze ad Andrea, ma senza andare in sindrome di astinenza dai suoi post :-)))) suvvia, dimostriamoci adulti……………

Per sorridere un po’, una domanda a tutti sulla pretesa scoperta della GENEPAX di una membrana capace di effettuare l’elettrolisi dell’acqua, ovvero separarla in idrogeno ed ossigeno. La ditta (giapponese) ha presentato una piccola auto che (dice) usa le proprietà della membrana per produrre l’idrogeno necessario al suo motore.

Siccome se fosse vero questo annuncerebbe l’era dell’idrogeno, con incalcolabili conseguenze socio-economiche grazie al salto tecnologico, chiedo al Forum di farmi avere opinioni: bufala o realtà? (Di bufale ne abbiamo avute a iosa, dalla fusione fredda all’auto Tesla, quindi non mi stupirò se anche questa si rivelerà tale, tanto più che la notizia è stata dai dai telegiornali: “plus ça change, plus c’est la meme chose” :-))

Guido

utente anonimo
Scritto il 16 giugno 2008 at 22:13

il grano Creso così come tutte le varietà di grano selezionato con processi di mutagenesi dagli anni ’70 a oggi in effetti ha un corredo genetico variato rispetto a quello “selvatico”, ma comunque “naturale” poiché la mutagenesi indotta non fa che accelerare i processi di selezione naturalmente occorrenti, nel corso della filogenesi, a una specie vegetale.

utente anonimo
Scritto il 17 giugno 2008 at 04:37

Per Guido. Se fosse vera la notizia, non l’avremmo mai letta, il petrolio non starebbe a 135$, e Bush starebbe nel suo ranch piuttosto che appestarci con la sua presenza!
Canna al Vento

utente anonimo
Scritto il 17 giugno 2008 at 08:03

Per 15

Secondo te, se ho capito bene una variazione di patrimonio genetico indotta da raggi x o gamma è comunque naturale???????
Perchè non lo provi su te stesso,
magari acceleri il processo di apprendimento naturale!

Chissà come mai i radiologi si schermano per difendersi dai raggi x
La variazione di patrimonio genetico indotta dai raggi è del tutto casuale!

Mas

utente anonimo
Scritto il 17 giugno 2008 at 11:45

intanto indice zew tedesco crolla a -52 da – 42………..ma la borsa sale del 1,30%.
io queste anomalie non le capisco

utente anonimo
Scritto il 17 giugno 2008 at 23:20

Commento per Energie….diverse.
Ma secondo voi perche’ le grosse major petrolifere investono in R&D e comprano piccole aziende nella culla con promettenti possibili applicazioni energetiche…solamente per ucciderle nella culla ! Secondo voi sarebbero disposte a smantellare l’ attuale status quo in termini della filiera del petrolio solo perche’ qualcuono trova qualcosa di meglio…quanto costa (a loro) ricconvertire e (a loro) comprarsi la tecnologia…ma a noi cosa costa, un esempio ? Le fuel cells a idrogeno esistono dagli anni 70′ e non sono mai state usate adesso riscuotono un certo successo nell’ applicazione automobilistica perche’ qualcono sta ben pensando di cotruire tali autoveicolo per scopi militari, maggior autonomia e massima silenziosita’ sono certo che prima o poi le vedremo.
Saluti
Massimo

Scritto il 18 giugno 2008 at 06:03

Ci sono momenti nella vita che nascondono il senso stesso della vita spesso nascosto nelle cose semplici, come il volo di un gabbiano, il rumore del mare, l’alba o il tramonto, la gioia di un bimbo alla vista della spiaggia e del suo mare, momenti indimenticabili, momenti vissuti.

Troppo spesso ci dimentichiamo dell’immensità delle cose semplici, quelle che nascondono il significato stesso della vita.

Caro Giulio, in questo veliero ognuno è libero di esporre la sua idea, ognuno è libero di intervenire nella forma e nel rispetto dell’altro se poi qualcuno non conosce il rispetto o la capacità di esporre il suo pensiero proveniente da altri orizzonti non te la prendere tutto passa nulla è per sempre, quindi continua a scrivere, bentornato!

Per quanto riguarda gli OGM confesso la mia ignoranza in materia se non attraverso vari organi di informazione ci si può fare un’idea sulla questione grano duro modificato o non dobbiamo essere consapevoli e vigili anche se è difficile avere una visione trasparente della realtà in una società dove spesso il pensiero è manipolato.

Per quanto riguarda la tua domanda Minghin io sono solito non consigliare una strada ma mettere a conoscenza delle variabili per fare una scelta, la variabile futura dei tassi dipende da troppi fattori per avere la presunzione di sapere dove andranno, ma la scelta di un mutuo a tasso fisso o variabile è anche una questione di serenità.

Sostenibilità presente e futura della rata, capacità reddituale ed eventualmente patrimoniale sono variabili che nessuno conosce meglio dell’interessato, poi si tratta di fare una scelta, se la rata a tasso fisso permette maggiore serenità bisogna anche dimenticare la possibilità che in caso di una ipotetica recessione globale i tassi possano tornare a scendere, non in stile giapponese ma quasi.

Ringrazio ancora tutti per la stima e l’affetto e per quanto riguarda le crisi di astinenza……giovedi o venerdi un bel riassunto della settimana non ve lo leva nessuno!

Un abbraccio Andrea

utente anonimo
Scritto il 18 giugno 2008 at 17:55

ciao andrea ,grazzie x la risposta ,buona vacanza a te e famlia

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
L'inizio dell'autunno coincide con una situazione tecnica quantomai interessante. Ma allo stesso t
Anni e anni passati a navigare controcorrente, sul tavolo un'unica mappa, quella della storia, l
Anni e anni passati a navigare controcorrente, sul tavolo un'unica mappa, quella della storia, l
Ftse Mib: dopo aver testato il supporto di breve a 21.795 punti, l'indice italiano ha superato nuo
Il governo Conte 2 ha finalmente riunificato nella sua persona il confronto con le parti sociali che
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Settembre può essere il momento giusto per cercare e trovare un nuovo lavoro e dare slancio all
Ftse Mib: l'indice italiano apre in rialzo e si riporta sopra i 22.000 punti. I livelli da monitorar
Oggi poche novità, in quanto ieri c'è stata la solita riunione della Federal Reserve, dove tra