BAIL IN… DRAGHI: ABBIAMO SALVATO L’EUROPA DALLA DEFLAZIONE!

Scritto il alle 14:30 da icebergfinanza

Gli amici di Icebergfinanza sanno come la penso a proposito delle banche centrali, sanno come la penso a proposito dei loro governatori all’opera in questa crisi…

È come attribuire a un medico responsabile di un errore nella diagnosi il merito di aver inventato una cura miracolosa. Forse il paziente ha bisogno di un nuovo medico.  (…) Ma  Il mondo ha bisogno di banchieri centrali che evitano i problemi, non di quelli che si specializzano nel limitare i danni a crisi avvenuta.

E puntuali come orologi svizzeri i  nostri banchieri si prendono tutti i meriti…

Draghi: abbiamo salvato l’Europa dalla deflazione

Draghi: abbiamo salvato l’Europa dalla deflazione Bail in? Attuare la direttiva con coerenza il governatore della Bce al Parlamento di Strasburgo: «Sarà necessario riverificare e forse riconsiderare la posizione di politica monetaria all’inizio di marzo»

La frase fa sobbalzare molti, in Italia. A metà del suo discorso nell’emiciclo del Parlamento europeo, Mario Draghi dice con la solita flemma che per rendere il nostro sistema finanziario «davvero sicuro» bisogna «assicurare una coerente attuazione delle disposizioni della direttiva sul bail-in». Vuol dire applicare la norma alla lettera e questo consente di credere che il presidente della Bce non la pensi come la Banca d’Italia e il governo che, a più riprese, ha auspicato nei giorni scorsi una revisione delle disposizione. 

CHIARO IL MESSAGGIO O SERVE LA SOLITA LETTERINA IN ARRIVO DALLA BCE?

Draghi: assicurare l’adeguata applicazione del bail-in

…bisogna applicare con coerenza le regole sul bail-in – quelle che coinvolgono le obbligazioni non garantite e i conti correnti superiori ai 100mila euro nei salvataggi delle banche.

Solo ma solo ora schiere di dotti medici e sapienti vi raccontano che la soluzione bailin è la migliore per ripulire il mercato dal debito. Ignoranti bisognava farlo all’inizio della crisi, subito NAZIONALIZZANDO le banche e non adesso gettando volpi in mezzo ai pollai o accendendo cerini in una camera piena di gas IGNORANTI!

Draghi se ne frega dell’articolo 47 della nostra costituzione come se ne sono fregati i politici che siedono nel nostro Parlamento e il Governo stesso.

Il Bail In è incostituzionale. Parola di magistrato della Corte dei Conti

Come se non bastasse, il ”bail in” è, rispetto all’ordinamento italiano, del tutto incostituzionale, per contrasto con l’art. 47 Cost. , secondo il quale “La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme”. Un così stridente e violento vulnus alla nostra Carta fondamentale dovrebbe indurre i nostri governanti ad esigere una revisione del meccanismo da parte delle Istituzioni europee e a suggerire alle stesse una profonda riforma del sistema bancario finalizzazione dello stesso ad una preminente funzione sociale, nel rispetto dei diritti fondamentali.

Porca paletta, ma si svegliano tutti solo adesso?

Banche a parte, Draghi ha rivendicato il successo della politica monetaria della Bce, dunque difesa convinta delle iniezioni di liquidità operate sinora. «Funziona – assicura -, senza l’Eurozona sarebbe stata chiaramente in deflazione lo scorso anno e i prezzi sarebbero scesi ancora così rapidamente quest’anno: la crescita sarebbe stata decisamente più bassa»

È come attribuire a un medico responsabile di un errore nella diagnosi il merito di aver inventato una cura miracolosa. Forse il paziente ha bisogno di un nuovo medico.  (…) Ma  Il mondo ha bisogno di banchieri centrali che evitano i problemi, non di quelli che si specializzano nel limitare i danni a crisi avvenuta.

È come attribuire a un medico responsabile di un errore nella diagnosi il merito di aver inventato una cura miracolosa. Forse il paziente ha bisogno di un nuovo medico.  (…) Ma  Il mondo ha bisogno di banchieri centrali che evitano i problemi, non di quelli che si specializzano nel limitare i danni a crisi avvenuta.

È come attribuire a un medico responsabile di un errore nella diagnosi il merito di aver inventato una cura miracolosa. Forse il paziente ha bisogno di un nuovo medico.  (…) Ma  Il mondo ha bisogno di banchieri centrali che evitano i problemi, non di quelli che si specializzano nel limitare i danni a crisi avvenuta.

CHIARO IL CONCETTO?

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’ oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi di Machiavelli può liberamente contribuire al nostro viaggio

cliccando qui sopra …

o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie

Immagine

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (15 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +15 (from 15 votes)
BAIL IN... DRAGHI: ABBIAMO SALVATO L'EUROPA DALLA DEFLAZIONE!, 10.0 out of 10 based on 15 ratings
Tags: ,   |
18 commenti Commenta
reragno
Scritto il 2 febbraio 2016 at 16:36

Ciao Andrea ho visto con piacere ieri sera su youtube un tuo raro intervento in una conferenza.

Stai per caso pensando di partecipare come ospite a qualche convegno?

Se la risposta è sì, tienici aggiornati.

Grazie.

apprendista
Scritto il 2 febbraio 2016 at 18:25

Salve a tutti ,sul sito di Barrai un utente “informato dice:

Anonimo ha detto…
Caro Paolo, la gente non capisce, inutile perdere tempo a scrivere per dei masturbatori seriali di notizie, come detto : a Metà prima settimana di Marzo Bank Run .Blocco capitali, crollo greggio a 26 USD, Bail in per Unicredit ed MPS, libera circolazione compromessa anche in Olanda che va via da Shenghen insieme a Svezia, Finlandia,Danimarca.. Brexit moolto possibile, leggi più severe in Germania sulla circolazione degli individui, addio ai 500 Euro.Possibile revisione Shengen a livello continentale, possibile estromissione Shengen dal 1 mArzo della Grecia per decisione Europea.

Da quel momento chi ha una residenza estera, conto estero insomma una vita ottimizzata ai tempi che corrono avrà vita facile tutti gli altri lo prenderanno in quel posto.

Ah, dici che sono profeta? Aspetta a Marzo, e ti diro come mi chiamo e perchè asserisco questo.La gente dovrebbe iniziare a prelevare contanti dagli sportelli..

Che ne pensate?

icebergfinanza
Scritto il 2 febbraio 2016 at 18:36

apprendista@finanza,

Si certo … Anche io vi dirò chi sono in realtà al momento opportuno ;-)

veleno50
Scritto il 2 febbraio 2016 at 20:39

il tesoro ha lanciato il nuovo btp 2047 con un importo di 9 miliardi a fronte di ordini complessivi per ben 26,5 miliardi. il tasso è appena sopra quello del 2046 1/2 punti.Noi dobbiamo benedire Draghi augurargli tanta salute, tra un mese sarà idoneo per essere acquistato dalla Bce. AVETE CAPITO 26,5 MILIARDI di richiesta.Non stiamo fallendo Boss? Sono tutti rincoglioniti?Investimenti trentennali pensi se dovessimo uscire dallEuro?

kry
Scritto il 2 febbraio 2016 at 22:33

La gente dovrebbe iniziare a prelevare contanti dagli sportelli..

apprendista@finanza,

icebergfinanza,

Non sapevo che Dorf scrivesse da barrai.

dorf001
Scritto il 2 febbraio 2016 at 23:33

kry@finanza,

hei krt. a parte che Dorf è inimitabile. eppoi quel tipo li’ da barrai, arriva tardi.

oh bello! io saranno minimo 5 anni che ve lo dico. di tirar fuori i soldi dal conto corrente.

e vi ho pure detto di smettere di comrare i giornali italiani.

e vi ho detto di smettere pure di votare. chiaro???c o serve un disegnino??

ahh veleno. il tuo draghi lo possiamo buttare direttamente dentro un “luamar”.

fattelo tradurre da un amico veneto.

contina continua a speculare. andrai all’inferno bello mio.

NOTTE

icebergfinanza
Scritto il 2 febbraio 2016 at 23:52

veleno50@finanza,

È come attribuire a un medico responsabile di un errore nella diagnosi il merito di aver inventato una cura miracolosa. Forse il paziente ha bisogno di un nuovo medico. (…) Ma Il mondo ha bisogno di banchieri centrali che evitano i problemi, non di quelli che si specializzano nel limitare i danni a crisi avvenuta.È come attribuire a un medico responsabile di un errore nella diagnosi il merito di aver inventato una cura miracolosa. Forse il paziente ha bisogno di un nuovo medico. (…) Ma Il mondo ha bisogno di banchieri centrali che evitano i problemi, non di quelli che si specializzano nel limitare i danni a crisi avvenuta.È come attribuire a un medico responsabile di un errore nella diagnosi il merito di aver inventato una cura miracolosa. Forse il paziente ha bisogno di un nuovo medico. (…) Ma Il mondo ha bisogno di banchieri centrali che evitano i problemi, non di quelli che si specializzano nel limitare i danni a crisi avvenuta.È come attribuire a un medico responsabile di un errore nella diagnosi il merito di aver inventato una cura miracolosa. Forse il paziente ha bisogno di un nuovo medico. (…) Ma Il mondo ha bisogno di banchieri centrali che evitano i problemi, non di quelli che si specializzano nel limitare i danni a crisi avvenuta.È come attribuire a un medico responsabile di un errore nella diagnosi il merito di aver inventato una cura miracolosa. Forse il paziente ha bisogno di un nuovo medico. (…) Ma Il mondo ha bisogno di banchieri centrali che evitano i problemi, non di quelli che si specializzano nel limitare i danni a crisi avvenuta.È come attribuire a un medico responsabile di un errore nella diagnosi il merito di aver inventato una cura miracolosa. Forse il paziente ha bisogno di un nuovo medico. (…) Ma Il mondo ha bisogno di banchieri centrali che evitano i problemi, non di quelli che si specializzano nel limitare i danni a crisi avvenuta.

Se non capisci allora te lo traduco…

È come attribuire a un medico responsabile di un errore nella diagnosi il merito di aver inventato una cura miracolosa. Forse il paziente ha bisogno di un nuovo medico. (…) Ma Il mondo ha bisogno di banchieri centrali che evitano i problemi, non di quelli che si specializzano nel limitare i danni a crisi avvenuta.È come attribuire a un medico responsabile di un errore nella diagnosi il merito di aver inventato una cura miracolosa. Forse il paziente ha bisogno di un nuovo medico. (…) Ma Il mondo ha bisogno di banchieri centrali che evitano i problemi, non di quelli che si specializzano nel limitare i danni a crisi avvenuta.È come attribuire a un medico responsabile di un errore nella diagnosi il merito di aver inventato una cura miracolosa. Forse il paziente ha bisogno di un nuovo medico. (…) Ma Il mondo ha bisogno di banchieri centrali che evitano i problemi, non di quelli che si specializzano nel limitare i danni a crisi avvenuta.

icebergfinanza
Scritto il 2 febbraio 2016 at 23:55

mirrortrading
Scritto il 3 febbraio 2016 at 00:07

Ma perche non lo banni?
Veleno ha superato una certa eta e comincia a delirare..

francia r
Scritto il 3 febbraio 2016 at 00:55

Capitano alle volte sei fin troppo ottimista e cortese …. questi sono una manica di farabutti in combutta che stanno liberamente e coscenziosamente derubando le persone da un pezzo, non solo denaro ma soprattutto diritti sociali e prospettive di vita.
Non c’e’ costituzione o democrazia che tenga …. hanno creato un sistema di corruzione e ladrocinio perfetto e continuativo che avviene sotto l’occhio vigile do chi ha combattuto e vinto i terribili “comunisti” che dovevano arrivare tanto tempo fa ….
Basterebbe che uno degli strumenti democratici come la stampa, la politica o la magistratura funzionasse correttamente e il gioco finirebbe in fretta, anzi …. non iniziava neanche, ma ci sono troppi interessi di poteri posti al di sopra delle leggi in ballo ….
Sono volgarissimi ladri che si nascondono dietro ad un immenso apparato burocratico costruito solo per consentirgli di fare quello che gli pare.
Prima o poi qualcuno proporra’ come unica alternativa possibile una sorta di nazionalismo posto a tutela delle economie di sostentamento delle varie nazioni, insieme ad un ridimemsionamento dei diritti civili, delle tutele e delle varie forme di assistenzialismo per i barboni …. allora sara’ iniziata la facilmente prevedibile fine del nostro rinascimento democratico e si aprira’ un buio periodo sociale soprattutto non facilmente gestibile in maniera democratica.
Quanto tempo potremo durare?

aorlansky60
Scritto il 3 febbraio 2016 at 09:00

Corte dei conti :

Come se non bastasse, il ”bail in” è, rispetto all’ordinamento italiano, del tutto incostituzionale, per contrasto con l’art. 47 d. Cost.

…………………………………………

il fatto è che, da quando abbiamo ceduto la nostra sovranità alle volpi europee, non ha più senso parlare di “ordinamento italiano” o di “Costituzione” in quanto atti resi obsoleti e sostituiti da nuove normative UE hanno sottoscritto a suo tempo; quindi ha poco senso tirarli in ballo pur di cercare di difendere il salvabile. Forse era meglio valutare, quando ancora si era in tempo, la tremenda fregatura in cui ci stavamo (e ci stavano) ficcando, ma del senno di poi son pieni i fossi come si suol dire…

evviva il sogno europeo, evviva il mortadellaro di bologna che ha voluto a tutti i costi farci entrare nell’euro (i ben informati dicono falsificando i conti pubbl come la grecia, anche se la cosa non è mai stata provata ed è meglio così…) ed evviva ai suoi successori, ad iniziare dal laureato alla bocconi per finire con il simpatico lucignolo fiorentino.

………………………………………..

Dici bene Andrea “bisognava farlo all’inizio della crisi, subito, NAZIONALIZZANDO le banche

infatti, gli USA per primi lo hanno fatto [con il TARP, 700 mld US $ già dal 2008 appena dopo il crack Lehman, denaro pubblico stanziato in gran fretta dal Congresso -su forte pressione dell’allora segr. al tesoro Paulson che aveva intuito il pericolo verso cui convergeva l’economia USA- per tamponare e salvare le loro banche private] seguiti a ruota da DE UK e poi da CH NL e FR;

non ci voleva un dotto per capirlo, solo semplice buon senso, si chiama semplicemente “esigenza nella necessità” o “priorità di sopravvivenza”,

e al bando le regole nel farlo : gli yankees si sono turati il naso contraddicendo 150anni di teoria liberale, ma lo hanno fatto.

La verità è che tutti questi paesi, prima dello scoppio della crisi 2008, viaggiavano con il proprio rapp di deb/pil al 65% (FR e DE) al 60% (USA) e anche meno (UK al 42%), e quindi avevano tutte le riserve per riuscire ad attuare un piano monumentale di nazionalizzazione bancaria come necessità imponeva per quegli istituti più a rischio, senza mettere in allarme rosso le proprie finanze pubbliche; molti di essi sono infatti arrivati a lambire, se non superare anche se di poco, il fatidico limite del 100% di rapp deb/pil, dopo l’operazione…

ma il fatto è che l’italia era già ben oltre il livello del 100% (102 per la precisione al 2008 fonte Eurostat) e per questo [essendo la terza economia dell’area €] aveva su di se il fiato sul collo dei mastini di Bruxelles che le abbaiavano contro appena avesse tentato una timida misura di aiuto alle ns banche che peraltro, per bocca dei ns esponenti politici e dei ns tecnici di Bankitalia, erano da considerare più sicure e al di fuori dalla tempesta che stava colpendo le banche europee e americane; quante volte l’ho sentito dire dai ns rappresentanti politici “meno male che in tutto questo marasma, le ns banche si sono rivelate più prudenti rispetto alle altre estere e per questo non sono incorse in spericolati giochi finanziari… meno male che tutto sommato, al momento attuale non ci tocchi salvare una delle nostre grosse banche, a differenza di quanto hanno dovuto fare gli altri…

Ed infatti, rispetto ai 250 mld di capitali pubbl che ha dovuto tirar fuori la germania per le sue banche, l’italia se l’era cavata con “soli” 4 miliardi -guadagnandoci pure, all’interesse del 9% che “monte dei ladri” ha interamente restituito alle casse dello Stato.

Il vero problema [per le ns banche] è iniziato dopo il 2009(non prima, a differenza delle altre estere) : a quella data se si vanno a leggere i dati di sofferenza nei bilanci delle ns banche, è facile rendersi conto che erano assai minori rispetto alla levitazione da 201 mld del 2015;

semplicemente la differenza tra le nostre e le loro banche, è che quest’ultime si erano incagliate a causa di perversi giochi di finanza, le nostre si sono incartate solo per avere fatto “le banche” ovvero prestare denaro a famiglie e imprese che dal 2010, complice la fortissima crisi che ha colpito in italia, ha prodotto un serie innumerevole di soggetti inadempienti.

La UE ha poi fatto il resto, vietando di fatto da una certa data (01 GEN 2016) aiuti pubblici ad istituti di credito privati in caso di urgenza e/o necessità.

Si può dire che gli altri, per virtù propria, per tempismo, per furbizia o altro che volete, sono stati semplicemente più svegli ed efficienti di noi italiani, purtroppo, visto che al momento ci ritroviamo quel pesantissimo fardello di NPL (50 mld in Unicredit, 40 mld in Intesa SP e 47 mld in MPS che nessuno vuole come partner ne in italia ne all’estero) che più passa il tempo potrebbe diventare un problemone davvero drammatico per tutta la ns economia e per il ns sistema soprattutto ora che ci si attende dall’italia una ripresa davvero forte per riuscire a sostenere quell’altro macigno, il ns livello di deb pubbl che invece di calare, come ci chiedono tutti, non fa altro che aumentare.

madmax
Scritto il 3 febbraio 2016 at 09:18

Le istituzioni dicono quello che fa loro comodo, non quello che è giusto! E questo accade nelle compagnie e ovunque, così come tante persone cavalcano i malumori della gente per motivi elettorali. Ed esempio che cosa porta dire sta per saltare tutto? Le banche sono tutte fallite? Credo nulla se non pubblicità personale e seminare panico (il commento non è rivolto al Capitano ma ai siti citati in alcuni post).
Forse qualche anima candida crede che le informazioni siano slegate da interessi e manipolazioni? Tutti i “servizi” di matrice anglosassone hanno uffici che si occupano di Psy-ops, ovvero psicological operations atte ad influenzare l’opinione pubblica, a farle prendere decisioni e mutare le attitudini.
Se le banche italiane sono fallite che dire allora delle Casse Regionali tedesche? O del buco con la banca intorno? Però nessun politico tedesco anche se sa la verità si sogna di raccontarla in giro, anzi ne fa esattamente il contrario rincuorando i cittadini.
Risultato: l’italiano come un pollo urla e si dimena che il cielo sta cadendo, ritira i risparmi dalla propria banca e li mette dove? Ma proprio in quella con il buco (viele danke) e da solo fa il collasso!
Con questo non dico fatevi i vostri interessi liberissimi ma da qua a dire che tutte le banche italiane sono al collasso come qualche comico-politico va in giro a raccontare supportato da tanti ce ne passa!
Ultimo commento, per me se un post resta sempre nell’educazione non vedo perché bannarlo, solo perché la pensa diversamente? Spero che stiate scherzando perché proprio così nascono i pensieri unici totalitari :)

madmax
Scritto il 3 febbraio 2016 at 09:33

aorlansky60,

A riguardo dei Non-Performing-Loans, va ricordato che le esposizioni sono spesso poche e a favore di grandi clienti, non pensiamo il prestito della macchina non ritornato. Poi qualche uccellino, senza fare nomi ricorda che nel 2015 la norma delle deducibilita’ delle sofferenze incagliate veniva cambiata. Prima erano spalmabili su 5 anni oggi se che su un anno solo! Sai che vantaggio! Qualcuno su questo ha calcato la mano e tanto ;)

ndf
Scritto il 3 febbraio 2016 at 10:17

dorf001@finanza,

Cosa te ne farai dei contanti in mano nel momento in cui tutte la banche falliranno lo sai solo te!
Forse un fuocherello per scaldarti un po’ nelle fredde giornate invernali.
Per me adesso contribuiresti solo ad alimentare un processo che non vedo ancora alle porte.
In linea di principio comunque sarei d’accordo con te, non esiste alchimia finanziaria che possa risolvere questa crisi, Draghi può solo rimandare quello che nel medio lungo periodo appare inevitabile a meno che….non avremo la forza di reinventarci una nuova coscienza sociale basata sulla solidarietà, rispetto dell’ambiente ecc. ecc.

veleno50
Scritto il 3 febbraio 2016 at 10:24

mirrortrading@finanza,

Smigol vuole che il boss mi banni. Ho semplicemente detto quello che è accaduto ieri collocamento da 9 miliardi richiesta per 26,5.L’ironia del fallire, dei rincoglioniti non è stata apprezzata sarà per un’altra volta. Vedi professorino tu spari sentenze ma nel merito non rispondi mai ,sui mutui ,sull’occupazione,sul risparmio gestito che è record su record,del calo del 11,5%del canone,tolto imu sugli imbullonati una delle tasse più odiose per gli imprenditori, riforma sui divorzi, prova a dare una spiegazione cosa potrebbe accadere ad uscire dall’euro per chi ha un mutuo 20/30 anni a tasso variabile e tante altre cose utili alla dicussione.Il boss perchè mi deve bannare?Smigol fatti caz..i tuoi non ha bisogno di un tuo suggerimento perchè basta un clic. Et capi

Longobardo

Ecco trovata la spiegazione, semplice ed efficace: è tutto un complottone!!!!
http://www.agi.it/economia/2016/02/04/news/bce_draghi_forze_cospirano_per_tenere_bassa_inflazione-486143/

Ormai siamo alle comiche finali…

aorlansky60
Scritto il 4 febbraio 2016 at 11:47

GENIALE!

in realtà il messaggio è diretto al 99% del mainstream che pende dalle labbra di un personaggio così autorevole, e gli crede anche!

mentre il primo a sapere -lui e il suo board- chi è veramente il cospiratore oscuro :lol: è proprio lui !!!

fatta questa affermazione, possono aumentare (da qui a breve, si attendono annunci in Marzo) in modo vertiginoso l’attuale piano di QE -come hanno già annunciato peraltro- continuando ad acquistare massiciamente tit pubbl, mantenendone il rendimento a zero, finanziando al contempo il debito pubbl dei singoli stati.

la deflazione ? un dettaglio trascurabile…

oppsss, volevo dire, “un grosso problema voluto e creato da oscuri poteri mondiali, contro i quali sapremo rispondere, vedrete!

GENIALE.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Il passaggio da “economia di Frontiera” a “paese emergente” rappresenta un importante upgr
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: l'indice italiano oggi apre in lieve rialzo, per poi invertire direzione. In ogni caso la
Ben risvegliati! Si, perché ieri il neo ministro dell’Economia, Giovanni Tria se n’è uscit
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Ci vuole davvero una sana dose di autocontrollo da parte mia in questa immensa crisi antropologi
Ftse Mib: apre in gap up l'indicie italiano che riprende di mira i 22.500 punti, primo livello di re