MERKEL CROLLO IN GERMANIA… DON’T CRY FOR ANGELINA!

Scritto il alle 09:41 da icebergfinanza

Sorbole che scoppola..sembra dire Angelina dopo aver appreso i risultati delle elezioni nel Nord Reno Westfalia, il più popoloso land della Germania una sconfitta che ha radici lontane in uno dei Land più indebitati di tutta la Germania come vedremo…

BERLINO – Disfatta pesantissima, debacle doppia rispetto alle previsioni, per la Cdu della Cancelliera Angela Merkel alle elezioni di oggi nel Nordreno-Westfalia, il più popoloso Stato dei 16 della Repubblica federale e cuore industriale, minerario, operaio e politico del paese. Le sinistre democratiche volano grazie al trionfo della Spd, e la cancelliera esce così gravemente indebolita anche sul fronte europeo: la sua richiesta ossessiva di rigore a ogni costo perde peso e forza, perché la Spd chiede (come Monti e Hollande) impegni per la crescita, in cambio della ratifica del fiscal compact. Quando tra 48 ore circa Merkel riceverà alla cancelleria il presidente eletto francese, il socialista François Hollande appunto, sarà più debole davanti alle sue richieste di non voler governare l’Europa da sola e di fare di più per crescita e occupazione. REPUBBLICA

Grazie all’imbeccata del nostro grande e sempre attento Raffaele nel fine settimana avevo messo insieme i puzzle di un articolo sulla reale situazione del land più popoloso della Germania osservando con qualche sorpresa che…

Election in North Rhine-Westphalia: A state mired in debt WSWSORG

Urban decay and municipal debt are among the most pressing issues in North Rhine-Westphalia and play an important role in the upcoming state election. All of the parties directly responsible for the disastrous financial situation in Germany’s biggest state are seeking to divert attention away from their own role. In particular, they seek blame the crisis on the special tax introduced after German reunification—the “Solidarity Pact for the Reconstruction of the East”.

Il degrado urbano e il debito comunale sono tra le questioni più urgenti da affrontare nella regione del NRWestfalia una regione che gioca un’importante ruolo nelle prossime imminenti elezioni politiche tedesche.

Tutte le parti direttamente responsabili della disastrosa situazione finanziaria nel più grande Land della Germania stanno cercando di distogliere l’attenzione dal proprio ruolo.

In particolare, si cerca di scaricare la colpa della crisi sulla tassa speciale introdotta dopo la riunificazione tedesca, il “Patto di solidarietà per la ricostruzione dell’Est”.

Ci sono una serie di ragioni per la crisi finanziaria nei comuni tedeschi. Nel corso degli ultimi 15 anni le riforme fiscali  a favore delle aziende introdotte dai successivi governi federali hanno portato a prosciugare una delle principali fonti di reddito per le città .

Anche in città con grandi impianti industriali, come Leverkusen  sede della società chimica internazionale Bayer AG le tasse sono scese ad un record negativo , con un conseguente aumento del debito per la città. L’anno scorso la Bayer AG ha conseguito un utile record di quasi € 2,5 miliardi (3,3 miliardi dollari) al netto delle imposte. Allo stesso tempo, Leverkusen è ora uno dei pochi comuni del gruppo NRWestfalia, che sta attuando un drastico programma di risparmio per combattere  livelli eccessivi di debito.

Inoltre, i comuni sono costretti a maggiori oneri per sostenere  il crescente numero di disoccupati in Germania, che dipendono in materia di benessere dai benefici del sussidio “ALG II, Arbeitslosengeld”, chiamato più comunemente Hartz IV circa  351€ mensili più il pagamento dell’affitto. Tale sussidio spetta di diritto anche a coloro che lavorano per poche ore a settimana e non guadagnano abbastanza per sopravvivere.

Un risultato cosi devastante per la Merkel non poteva che arrivare da uno dei land più indebitato della Germania, un messaggio in codice!

Non ho molta fiducia sul fatto che Angelina comprenderà la lezione che arriva dalle urne, in fondo chi comanda in Germania sono i fobici accademici della Bundesbank e la carta straccia che quotidianamente bombarda il popolo tedesco in una sorta di esaltazione nazionalista che ricorda un triste passato…uber alles, quasi che il virtuosismo della Germania non fosse esente da responsabilità che in questi mesi ho condiviso in solitaria con tutti Voi, responsabilità incredibilmente più volte ignorate dai media nazionali senza per questo cancellare la carta straccia nazionale a servizio di una casta di parassiti che sta lentamente ed inesorabilmente prosciugando il Paese con l’aiuto delle solite corporazioni e oligarchie.

Intanto il vento della storia si sta alzando sempre più impetuoso…

Bye Bye Angelina…e dimenticavo bye bye bundino!

State sintonizzati sarà un lunedi carico di novità e non dimenticate appuntamento a Venerdi sera ora 20.30 a Meano di Trento per una serata di Consapevolezza!

Un dettagliata analisi su quanto sta accadendo  ” Euro fu…siccome immobile!” è stata inviata a tutto coloro che hanno sostenuto questo viaggio e a disposizione di tutti coloro che vorranno liberamente sostenerci ora…Semplicemente GRAZIE!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.5/10 (8 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +8 (from 10 votes)
MERKEL CROLLO IN GERMANIA... DON'T CRY FOR ANGELINA!, 8.5 out of 10 based on 8 ratings
1 commento Commenta
dorf001
Scritto il 14 maggio 2012 at 19:37

una foto della nostra eroina. http://www.google.it/imgres?q=befana+merkel&start=149&hl=it&gbv=2&tbm=isch&tbnid=oY6INZRVC_-3EM:&imgrefurl=http://www.nanopress.it/economia/salario-minimo/foto/&docid=bWLAHfkrupvvzM&imgurl=http://cdn.blogosfere.it/ascuoladibugie/images/befana%2525202012%252520adulti-anteprima-400×300-555731.jpg&w=400&h=300&ei=0UGxT8IYk_ThBJmuhNQJ&zoom=1&iact=hc&vpx=172&vpy=167&dur=2038&hovh=194&hovw=259&tx=122&ty=118&sig=117453375241724862527&page=7&tbnh=122&tbnw=166&ndsp=27&ved=1t:429,r:7,s:149,i:132&biw=1333&bih=599

oppure sta meglio coi baffi?? http://www.google.it/imgres?q=befana+merkel&start=98&hl=it&gbv=2&tbm=isch&tbnid=vOV-ozbftVtAwM:&imgrefurl=http://it.paperblog.com/piano-segreto-della-merkel-per-commissariare-gli-stati-europei-in-crisi-697613/&docid=Ro98ipQz4j1NCM&imgurl=http://m2.paperblog.com/i/69/697613/piano-segreto-della-merkel-per-commissariare–L-o2lKSl.jpeg&w=475&h=278&ei=0UGxT8IYk_ThBJmuhNQJ&zoom=1&iact=hc&vpx=158&vpy=212&dur=1384&hovh=172&hovw=294&tx=175&ty=93&sig=117453375241724862527&page=5&tbnh=127&tbnw=173&ndsp=25&ved=1t:429,r:19,s:98,i:46&biw=1333&bih=599

magari è più carina questa. http://www.google.it/imgres?q=befana+merkel&start=309&hl=it&gbv=2&tbm=isch&tbnid=srDJRmUErx6w7M:&imgrefurl=http://www.sentio.it/2010/12/30/adriano-tornerebbe-sulla-scopa-quella-della-befana/calcio-romaadriano-che-accoglienzasembra-di-stare-a-rio/&docid=a_3-xD595zpNfM&imgurl=http://www.sentio.it/wp-content/uploads/2010/12/adriano-roma.jpg&w=460&h=307&ei=EkKxT7WADMen4gSdvoizDg&zoom=1&iact=hc&vpx=355&vpy=252&dur=3030&hovh=183&hovw=275&tx=128&ty=120&sig=117453375241724862527&page=13&tbnh=132&tbnw=172&ndsp=25&ved=1t:429,r:14,s:309,i:95&biw=1333&bih=599

by DORF

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Oggi il Ftse Mib si sta comportando nelle prime battute meglio degli altri indici europei dopo aver
Nei miei post ho sempre cercato di “stimolare” la mente dei risparmiatori e anche dei consul
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
I giornali vivono di mode. Tendono a pubblicare e dare maggior visibilità alle notizie “che t
Ftse Mib: l'indice tricolore tenta nuovamente il break dei 22.000 punti, anche se la conferma l'avre
I fondi pensione sia a prestazione definita che a contribuzione definita possono soddisfare gli  ob
Audizione del presidente della FED. Tutto va a gonfie vele, tutto va come previsto, tutto bene. E
Di cosa pensa la storia sulle banche centrali lo sapete già, la rersponsabilità delle più gra