ISTERIA INFLAZIONE!

Scritto il alle 10:30 da icebergfinanza

Viviamo davvero in un mondo di matti, basta guardare alla reazione isterica dei profeti dell’inflazione da domanda, a un dato, quello sull’inflazione di ieri, talmente farlocco, da sembrare loro vero.

Premessa sempre necessaria, non stiamo parlando dell’inflazione reale, quella con la quale, la plutocrazia, quotidianamente frega il popolo.

I poveri banchieri centrali, non avevano altro modo per far fare una pausa agli psicopatici di Wall Street, le loro chiacchiere, stavano a zero, serviva un dato leggermente negativo, per scatenare le prese di profitto.

Immagine

E’ bastato spostare una virgola, per scatenare un manipolo di matti, che tornerà ad attendere con pazienza la droga delle banche centrali.

Ripeto, al momento solo prese di profitto, in quanto serve andare sotto il minimo di ieri, per fare maggiore pulizia in profondità.

Noi, come sempre, ci mettiamo di impegno per raccontarvi, che non è cambiato nulla.

Partiamo da una semplice considerazione.

I dati sull’inflazione vengono raccolti dal BLS, si lo stesso che maneggia i dati sull’occupazione.

E già basterebbe questo, per capire molte cose, ma proseguiamo.

Partiamo dalle fonti mainstream, vi facciamo un piccolo riassunto dalla visuale di quelli che vedono chissà qualle rigurgito inflattivo negli ultimi dati di gennaio.

Immagine

I prezzi sono aumentati più delle aspettative, ma anno su anno sono scesi dal 3,4 al 3,1 %.

E già qui, mettiamo i puntini sulle i.

Mentre il mitico BLS, racconta che l’inflazione è al 3,1 %, i ragazzi di Truflation, che non ricevono mai telefonate particolare, suggeriscono che l’inflazione è collassata sotto al 1,5%.

Immagine

La metodologia che usano questi ragazzi è seria questpo il loro sito Truflation

Ma ovviamente, quella del BLS è perfetta.

Talmente perfetta che per pesare il costo degli affitti, che vale oltre due terzi di questo dato, usano i dati dell’ultimo trimestre 2022.

Si, ripeto, 2022 non 2023, geniale e puntuale soprattutto, il BLS.

Ma questa per i lettori di Icebergfinanza non è una novità, ve l’abbiamo già raccontato un anno fa, di come sarebbe andata avanti questa farsa.

Come scrive l’economista di Vanguard, il paradosso di un mercato immobiliare che crolla , mentre i costi degli affitti continuano ad aumentare, è un ritardo tra l’attività di costruzione e i livelli degli affitti. Questi ultimi includono gli affitti effettivi pagati e “l’equivalente dell’affitto dei proprietari” che gli economisti impiegano per stimare i costi correnti per i proprietari di case. In genere occorrono 12-15 mesi o più perché un cambiamento significativo nell’attività abitativa si traduca in affitti più alti o, in questo caso, più bassi.

Variazioni percentuali mensili dell'affitto equivalente dei proprietari.

Note:  l’affitto equivalente dei proprietari (OER) è rappresentato da una sottocomponente dell’IPC, l’affitto imputato al proprietario, che detiene il peso più elevato nell’IPC core. Gli indicatori anticipatori tradizionali delle OER si basano su un modello proprietario di Vanguard utilizzato per prevedere i cambiamenti nelle OER. Gli indicatori anticipatori alternativi contengono dati pubblici di società private di locazione e edilizia abitativa.

Fonti:  calcoli Vanguard, basati sui dati di Zillow, Apartment List, Bureau of Labor Statistics, US Bureau of Economic Analysis, Refinitiv e Moody’s, al 31 ottobre 2022.

Secondo l’economista di Vanguard non prima del secondo semestre si vedrà un riduzione di questo indicatore, forse fine anno.

Era dicembre dello scorso anno.

Per chi si preoccupa per questo falso rigurgito, state tranquilli, la direzione è segnata.

L’indice core è aumentato dello 0,4%, ma l’indice relativo agli alloggi è aumentato dello 0,6% a gennaio ed è stato il fattore più importante nell’aumento mensile dell’indice per tutti gli articoli meno cibo ed energia.

Vale oltre il 70% dell’intero aumento, una barzelletta.

Ma è possibile che una singola vocde valga oltre i 2/3 di un’intero paniere?

Siamo seri, suvvia.

Immagine

In realtà, si tratta solo di un rallentamento di processo di disinflazione, perchè gli affiti continuano a scendere, e per altri indicatori privati stanno crollando.

Immagine

Se qualcuno non sa leggere un grafico, ritenti, sarà più fortunato.

I costi dei servizi alimentari ed energetici sono aumentati su base mensile insieme ai servizi di trasporto.

Qui sotto le maggiori variazioni su base istituzionale.

Poi ci sono quelli che tirano in ballo il supercore.

Basterebbe osservare questa dinamica per capire che qualcosa non quadra.

Immagine

Il supercore, ovvero il paniere dell’inflazione core dei servizi depurato dagli affitti, ha fatto il più grande balzo da settembre 2022.

Quando possono fanno le cose in grande a livello di tarocchi!

Immagine

La cosa affascinante è che la riaccelerazione dell’inflazione significa che la crescita dei salari è tornata in rosso rispetto ai prezzi.

Per non parlare della tendenza generale dei salari americani.

Immagine

Ora altre piccole osservazioni, ma una premessa.

Il rapporto PPI, ovvero i prezzi alla produzione, sarà di altro tenore, sempre che non abbiano bisogno di ristrutturare anche quello.

Uscirà venerdì, e fornirà ulteriori importanti informazioni sull’inflazione, visto che alcuni settori, vanno a influire sul più importante PCE, ovvero l’indice che segue la Fed.

Questi dati non sono influenzati dalle distorsioni dei dati CPI su alloggi/affitti.

Ricordo a tutti che storicamente i dati di gennaio sono sempre più influenzati da problemi stagionali e di misurazione rispetto agli altri mesi.

Concludiamo sapendo che l’inflazione misurata sugli alloggi sta diminuendo perché gli indici delle unità abitative che cambiano di mano mostrano un’inflazione degli affitti nettamente inferiore o addirittura una deflazione.

Ma ovviamente il BLS è rimasto fermo al 2022.

Inoltre la Fed manco lo guarda l’indice CPI, la Fed guarda all’indice dei prezzi PCE,

E recentemente si è verificato un grande divario tra i due (più di un intero punto percentuale in termini annualizzati).

Il dato uscirà alla fine del mese, ma con il PPI di venerdì avremo alcune risposte.

Ci sono anche alcune domande sull’efficacia della destagionalizzazione dei dati sull’inflazione di gennaio.

Ma tutto questo Pippo non lo sa, “si crede bello come un Apollo” e “saltella come un pollo” facendo ridere tutta la città, cantava Rita!

Ragazzi, io di più non posso fare, racconto la realtà, in mezzo ad un oceano di balle!

Chi ha orecchie per intendere, intenda, gli altro buon atterraggio morbido!

Non dimenticare che il Tuo supporto al nostro lavoro è fondamentale!

Se vuoi salire a bordo e contribuire al nostro viaggio, clicca qui sotto.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

Abbiamo appena Inviato come OMAGGIO a chi sostiene generosamente e con costanza il nostro lavoro OUTLOOK 2024 “Euro Crisi 2.0”  e EURO BREAK UP “Rischi e opportunità”

Abbiamo bisogno del Vostro importante sostegno, abbiamo bisogno di Voi, non si resiste sul web, con costanza, qualità e professionalità, in mezzo a un mondo manipolato per 18 anni, se non si racconta la realtà, si cerca di trovare la verità.

Grazie di cuore per il Vostro sostegno!

Ribadisco per l’ennesima volta che se ci sono problemi di ricezione, firewall, spam, comunicazione tra i diversi provider dovuti a invii multipli,  basta inviare una mail e il nostro STAFF  provvederà a risolvere il problema.

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com,  è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti.

ICEBERGFINANZA: Consulenza economico/finanziaria.

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

Tags:   |
12 commenti Commenta
ilbiffo
Scritto il 14 Febbraio 2024 at 14:27

Penso che la BCE non possa abbassare i tassi prima della FED sarebbe a rischio l’euro.
Ci si chiede perchè i gringos non abbassano i tassi: e se fosse per continuare l’opera di distruzione economica dell’Europa,che verosimilmente ci metterebbe più tempo ad uscire da una recessione pesante?

claudio70
Scritto il 14 Febbraio 2024 at 15:08

Ma il rincoglionito pedofilo capo del mondo libbbbero non avrebbe vantaggio a fare sembrare inflazione bassa così da tagliare tassi e salvare il salvabile prima delle elezioni?
Infatti ieri , diversi articoli, parlavano di amministrazione biden in panico per ritardi nei tagli,forse volevano calmierare gli stocks?
Che ne pensate?

ilbiffo
Scritto il 14 Febbraio 2024 at 16:21

Ognuno dice la sua,c’è anche chi prospetta nuovi ruggenti anni venti,il tutto avvallato da dati e grafici vari…
il problema è che (per chi ha treasuries ,ma mangia in euro) il cambio ha fatto e continua a fare da edge :se il rendimento scende ,il cambio sale e viceversa.
Chi ha sbagliato timing ,deve solo sperare in un cigno nero colossale,perchè per l’ordinario tipo banche regionali USA stampano.

yamamoto
Scritto il 14 Febbraio 2024 at 18:29

Personalmente l’unica cosa di cui mi pento è aver comprato bot invece di titoli di pari durata in dollari. Pensavo i tagli sarebbero arrivati prima ed avrebbero fatto scendere un po’ il dollaro mangiandomi il guadagno extra sul differenziale dei tassi. Eh vabbè peccato non si può avere tutto dalla vita.

veleno50
Scritto il 14 Febbraio 2024 at 22:25

claudio70,

Non so chi ti influenza ad usare un linguaggio simile. Soprattutto le banalità elementari che scrivi.

aorlansky60
Scritto il 15 Febbraio 2024 at 07:36

@Claudio70
Ma il (…) capo del mondo libbbbero non avrebbe vantaggio a fare sembrare inflazione bassa così da tagliare tassi e salvare il salvabile prima delle elezioni?

Premesso che quello che si crede essere “l’uomo più potente del mondo” (non solo biden ma anche i suoi predecessori in quel ruolo) è un semplice “portavoce” in mano ai “veri poteri” che tengono gli USA ‘per il colletto e per i cosiddetti’, c’è qualcosa che mi dice che ai “vertici dove si decide” stanno cercando di fare di tutto a qualsiasi costo per mantenere i tassi “su” ad un certo livello…

ilbiffo
Scritto il 15 Febbraio 2024 at 09:35

aorlansky60:
@Claudio70
Ma il (…) capo del mondo libbbbero non avrebbe vantaggio a fare sembrare inflazione bassa così da tagliare tassi e salvare il salvabile prima delle elezioni?

Premesso che quello che si crede essere “l’uomo più potente del mondo” (non solo biden ma anche i suoi predecessori in quel ruolo) è un semplice “portavoce” in mano ai “veri poteri” che tengono gli USA ‘per il colletto e per i cosiddetti’, c’è qualcosa che mi dice che ai “vertici dove si decide” stanno cercando di fare di tutto a qualsiasi costo per mantenere i tassi “su” ad un certo livello…

È così, dal dopoguerra ad oggi tutti i presidenti USA sono stati degli esecutori di ordini, salvo forse Trump. Perché tengono i tassi alti ho già detto la mia. Gli stati economicamente avanzati si fanno la guerra economicamente, almeno finora.

claudio70
Scritto il 15 Febbraio 2024 at 10:51

veleno50:
claudio70,

veleno50,

Caro Minus habens, grazie,ora ti farò notare,ogni volta che scrivi ,la moltitudine di stronzate che dici,del resto da putrido piddume sinistro non ci si poteva aspettare tanto

aorlansky60
Scritto il 15 Febbraio 2024 at 11:06

@ilbiffo
dal dopoguerra ad oggi tutti i presidenti USA sono stati degli esecutori di ordini, salvo forse Trump.

non so Donald, ma di certo uno che osò ergersi “oltre quei POTERI” per decidere di testa propria fu un certo JFKennedy, che si era messo in testa la bella idea (non stò facendo sarcasmo dicendo questo, era un idea mirabile e condivisibile davvero) di svincolare gli USA dalla guerra in Vietnam e ritirare le truppe entro un paio di anni del suo mandato di Presidente… apriti cielo… i “mal di pancia” che sono venuti ai POTERI FORTI yankees (la lobby delle ARMI è uno di questi) al solo pensiero… da quelle parti non vanno molto per il sottile quando intravedono “uno” che potrebbe intralciare i loro piani… e sono pure bravissimi nel farlo, tanto che oggi dopo 60anni la maggioranza dell’opinione pubblica americana è ancora convinta che ad uccidere JFKennedy sia stato un povero coglione su al 6to piano di un edificio con un rudimentale obsoleto Mannlicher-Carcano manuale cal. 6,5 ad otturatore girevole nelle proprie mani…

veleno50
Scritto il 15 Febbraio 2024 at 11:11

claudio70,

Prendi un’aspirina ti può abbassare la febbre. Ho riletto il tuo commento addirittura hai scritto cosa ne pensate.

aorlansky60
Scritto il 15 Febbraio 2024 at 11:12

…ovviamente, il successore di Kennedy alla presidenza, il dem. Lyndon Johnson, dopo poco tempo dal suo insediamento, annunciò ufficialmente un aumento degli stanziamenti Federali per sostenere la guerra in Vietnam (dimostrando di avere cura della propria salute fisica… e che non conviene molto -anche se sei Pres.d.USA- mettersi “contro” certi POTERI che da 80anni almeno GOVERNANO di fatto quello Stato…)

claudio70
Scritto il 15 Febbraio 2024 at 18:16

veleno50,

Coglione,gli altri hanno detto la loro,tu mi hai offeso,cose di banalità elementare, forse le diceva tuo padre visto che ha cresciuto un pidino coglione.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Guest post: Trading Room #513. Il grafico FTSEMIB weekly continua nella sua corsa rialzista, con u
"Governare è far credere" o forse più, "il fine giustifica i mezzi", ma il significato è chia
Malgrado tutto le tendenze sono mantenute e siamo arrivati ad un passo dal target. E ovviamente ades
Iniziamo con le buone notizie. In Germania, crollano la produzione industriale e i consumi e
FTSEMIB 40 AGGIORNAMENTO DEL 29 FEBBRAIO 2024   Il grafico dei prezzi conferma visivamente
29 febbraio 2024 UNICREDIT Lettura grafica e analisi dei posizionamenti monetaria relativi alla sc
Come vedremo nel fine settimana insieme al nostro Machiavelli, le ultime minute hanno rivelato c
Guest post: Trading Room #512. Il grafico FTSEMIB weekly ha raggiunto vette importanti ma anche un
La trimestrale di NVIDIA stupisce i mercati e il rally continua. Ma allo stesso tempo, il mercato ob
La Cina è un'immensa mina deflattiva esplosa nell'oceano globale, una spettacolare bolla immobi
CONTATORE