EVERGRANDE …PAURA GIALLA!

Scritto il alle 09:26 da icebergfinanza

Cina, il crollo del titolo Evergrande contagia il settore immobiliare - Il Sole 24 ORE

Ieri all’improvviso mentre il trentennale stava per rompere l’importante supporto a 1,81, un’ondata improvvisa di vendite si è abbattuta sui titoli di Stato americani…

Immagine

Una rottura annullata, con 2 vistosi gap, accompagnati da volumi abnormi.

Ovviamente chi non conosce, si è subito precipitato a suggerire che la riunione della Fed ha terrorizzato i mercati, i tassi stannno per esplodere, i bond per crollare e avanti così, le solite amenità da ignoranti.

In realtà era chiaro sin da ieri a qualcuno di ben informato che Evergrande non avrebbe pagato gli interessi sui bond in dollari in scadenza e secondo noi, qualcuno è stato costretto a vendere l’argenteria di famiglia, ovvero i titoli di Stato per fare liquidità, rigorosamente in dollari.

Un copione già visto durante la pandemia, qualcuno vende all’inizio, poi inizia il “fly to quality”!

China Evergrande Group resta muta sul debito scaduto il 23 settembre, una cedola sul debito offshore da 84 milioni di dollari. Tecnicamente il default viene dichiarato trascorsi 30 giorni dal mancato pagamento, ma alle autorità locali è stato chiesto di prepararsi comunque al peggio. Pechino non verrà in soccorso del gigante immobiliare indebitato per 300 miliardi di dollari, ma la Banca centrale è intervenuta anche oggi per stabilizzare il sistema iniettando nel sistema altri 70 miliardi di dollari.

Ora una piccola riflessione che non troverete da nessuna altra parte.

70 miliardi spuntati dal nulla per stabilizzare un gruppo di psicopatici che gioca con i soldi, per stabilizzare un manipolo di criminali legalizzati i sol di le banche centrali li trovano sempre, per altre cosucce da nulla, come lavoro, welfare, scuola e via dicendo non ci sono mai.

Fino a quando il popolo non capirà che il più grosso pericolo per la democrazia è questa finanza, sino a quando non capirà che banchieri come draghi sono messi li per amministrare il fallimento della democrazia, zitti muti e rassegnati.

Uno che sino a ieri scriveva letterine per suggerire di tagliare pensioni, stipendi, sanità, uno che per la Grecia non ha trovato un solo centesimo, ora gira per l’Italia a dire che i soldi bisogna darli e non toglierli, che le tasse non bisogna aumentarle, si ora che fa il liquidatore della democrazia come Monti.

Per carità, competente, esperto, bravissimo ma pur sempre liquidatore dai tempi del Britannia.

Nel frattempo le banche europee stanno cercando di rassicurare gli investitori sul fatto che la loro esposizione è limitata a Evergrande.

Lo dice anche la Cristina, tutto limitato, tutto solido e intanto Evergrande crolla del 17 %.

Noi  ci vediamo nel fine settimana con un’altra puntata dei nostri manoscritti, dal titolo… MACHIAVELLI: PAURA!

I manoscritti da inizio anno sono più che sufficienti per comprendere come coglierla, l’ultima grande occasione, la più colossale della storia, perché oggi sono tutti sul lato sbagliato di una barca che sta di nuovo per affondare.

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a [email protected] è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

6 commenti Commenta
aorlansky60
Scritto il 24 Settembre 2021 at 11:56

IcebergFinanza said :

I soldi le banche centrali li trovano sempre per stabilizzare un gruppo di psicopatici che gioca con i soldi; per altre cosucce da nulla, come lavoro, welfare, scuola e via dicendo i soldi non ci sono mai.
Fino a quando il popolo non capirà che il più grosso pericolo per la democrazia è questa finanza, sino a quando non capirà che banchieri come draghi sono messi li per amministrare il fallimento della democrazia, tutti zitti muti e rassegnati.

In questo sunto che ho quotato, è spiegato in breve ed in modo esauriente la desolazione dei tempi attuali.
E non abbiamo ancora visto tutto. Siamo solo all’inizio. È chiaro che per arrivare al punto attuale, “loro” sono partiti da molto lontano, ben oltre 20anni fà, e lo hanno fatto molto lentamente, “un passo alla volta” (come consigliava di fare j.c.junker, per non destare troppi sospetti alle popolazioni soggette a quei cambiamenti voluti “dall’alto”…)

Vorrei chiarire a chi legge anche la mia posizione e punto di vista su M.Draghi :
osannato in qualunque parte del mondo si rechi ma soprattutto in Italia (basta vedere l’accoglienza che gli è stata riservata ieri da Confindustria…), lodato e benedetto come “salvatore della patria” da tutti gli analisti, media e opinionisti nazionali, vorrei semplicemente dire a tutti questi sprovveduti che M.Draghi non ha deciso e non deciderà assolutamente nulla di suo, dato che la sua agenda operativa gli è stata dettata punto per punto da Francoforte e da Bruxelles ancora prima di entrare in carica di Pres.d.Consiglio.
Esattamente quanto già accaduto con M.Monti dieci anni fà…
Draghi ha annunciato che “ciò che si deve fare si farà” al di là dei mal di pancia dei partiti politici italiani, dato che Bruxelles preme fortemente per vedere realizzate diverse riforme in Italia, soprattutto la riforma del catasto e la riforma delle pensioni, senza le quali l’Italia e i suoi cittadini si possono scordare i restanti miliardi del RECOVERY FUND (al netto dei 25 già arrivati) promessi dall’UE… questa storia di puro e volgare RICATTO a me ne ricorda un altra avvenuta 75anni fà, allorchè il ns Paese uscito in macerie e raso al suolo dagli esiti della IInd WW, aveva assoluta necessita dei fondi stanziati dal piano “Marshall” per ripartire; coloro che avevano fatto l’offerta si premurarono anche di ricordare all’Italia, nel caso che alle prime elezioni politiche della nuova Repubblica avesse vinto una forza politica NON GRADITA AGLI USA, l’Italia si poteva scordare gli stanziamenti annunciati e promessi… Dopo questo “avvertimento”, si impose infatti una forza politica gradita agli americani…

luebete
Scritto il 24 Settembre 2021 at 16:12

aorlansky60,

La differenza che all’epoca gli USA avevano interesse al benessere degli italiani per evitare che si imponessero partiti sgraditi. Oggi Bruxelles ha interesse a ridurre il nostro benessere per accalappiare la ricchezza accumulata precedentememte.

aorlansky60
Scritto il 25 Settembre 2021 at 11:04

@ Luebete

È giusto quanto osservi, però resta il fatto che i due casi che ho citato costituiscano “un ricatto” nei confronti dell’Italia (e dei suoi cittadini, visto che l’ultimo in ordine di tempo intende proprio “mettere le mani” sul risparmio privato degli Italiani che come la UE ben sà, è uno dei più cospicui a livello mondiale…)

claudio70
Scritto il 28 Settembre 2021 at 17:17

Appurato che la verità sarà sicuramente figlia del tempo ma quanto?
Ragazzi se continuano così l inflazione la fanno salire per forza,le materie prime aumentano ogni giorno, così riducono debito,distruggono ricchezza dei cittadini e calmierano i mercati, ovviamente macellando il reddito fisso anche di qualità,ma possibile che non si è ancora capito che loro sono il banco ,cambiano regole a piacimento,e quindi vincono sempre, speriamo in una piccola finestra di realtà magari non nel 2030

aorlansky60
Scritto il 1 Ottobre 2021 at 09:12

@ Claudio70

loro sono il banco, cambiano regole a piacimento, e quindi vincono sempre…

Impossibile, ripeto impossibile darti torto circa quanto affermi, perchè corrisponde a verità pura e cruda.

Il punto è un altro : che vogliamo fare?

Voglio dire : noi cittadini della classe media (non parlo solo dell’Italia) che costituisce la maggioranza sui 500 milioni di abitanti in UE.

Perchè al di là di una minoranza di persone “dalla mente libera” che posseggono quella consapevolezza che porta a diffidare fortemente del ‘vertice direzionale’ (primo tra tutti: M.Draghi, pedina “di sistema” reclutato “dal sistema” per portare a termine il lavoro che “il sistema” gli ha richiesto di fare in Italia…) il dato di fatto che vedo apparire sotto i miei occhi è che la maggioranza dell’opinione pubblica europea -la classe media di cui sopra- pende dalle labbra delle varie “Von der Leyn”, “C.Lagarde”, “Gentiloni” di turno, oltremodo ammansiti ed addormentati [a dovere] dai media “di sistema” (in ITALIA i vari Mediaset, RAI, La7, e per quanto riguarda la carta stampata Repubblica, LaStampa, Corriere d.Sera, Sole24)…

Per quanto riguarda la tua “finestra di realtà” io non ne sarei per niente speranzoso… Questo sporco gioco di “macelleria sociale” applicato su vasta scala l’hanno iniziato “loro” (fuorviando l’opinione pubblica su chi ne sia il vero responsabile) e lo porteranno a termine fino in fondo secondo i loro obiettivi, a meno che “il giocattolo” che hanno costruito poco a poco non gli si sbricioli in mano a causa di un imprevisto (un crack economico/finanziario con effetto “domino” a livello globale davvero importante nei numeri, oppure un improvvisa forte escalation geopolitica a livello militare…sai, trattandosi dell’Uomo (che non è perfetto e neppure incorruttibile) una seppur minima probabilità di “disastro” di grandi proporzioni esiste sempre : “loro” possono progettare e mettere in pratica “il gioco sporco”, ma non possono prevedere tutto…)

ildebrando
Scritto il 5 Ottobre 2021 at 11:27

Sul recente non evento, sanno perfettamente che hanno perso a livello sociale, ne cosegue che devono gestire la sconfitta “dibattendo” sulle percentuali. Non hanno perso solo in Italia. A livello sociale li hanno chiusi fuori dalla porta silenziando il campanello e il telefono osservando il coro che si agita.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Siamo ad un passo dai massimi, ma questa volta, rispetto ad altri episodi visti di recente, lo s
Sono stati giorni intensi questi per me, non riesco a condividere sino in fondo cosa ha signific
Ripartiamo da qui, dal debito, l'unica certezza assoluta che abbiamo, il debito. In questi gi
Ftse Mib. Dopo il test della trend line rialzista, l’indice italiano ha preso la via dei rialzi e
Guest post: Trading Room #417. Momento di test con il nostro indice della Borsa Italiana che arriv
Opzioni e future 25 Ottobre. Chiusure di venerdì sui massimi per i mercati europei e sottotono p
Analisi Tecnica Andiamo in rottura della resistenza a 26400 e raelizziamo una shooting star di inve
HOUSEHOLD SAVINGS: i risparmi stanno ricominciando a scendere ...ma finiscono dove? Sui merca
Battleplan cicli dei MAX sul FTSE MIB Future settimana 25 - 29 Ottobre 2021
CONTATORE