CHI HA PAURA DELL'UOMO NERO!

Scritto il alle 11:00 da icebergfinanza

 

Se il Congresso non alzerà il tetto del debito "le conseguenze saranno catastrofiche". Un ritornello ormai noto quello del segretario al Tesoro Timothy Geithner che sabato, una volta di più, è tornato a chiedere ai repubblicani di fare un passo indietro, smettendo di fare ostruzionismo per il bene del Paese. In una lettera inviata al senatore Michael Bennet, scritta in risposta a quella che il democratico del Colorado aveva inviato a marzo chiedendo quale fosse lo scenario peggiore, Geithner ha messo in guardia contro il disastro economico che deriverebbe da un default del Paese. 

"Un default metterebbe in discussione, per la prima volta, la credibilità e la capacità di adempiere i propri doveri del Governo americano. Il fatto che gli Stati Uniti non abbiano denaro per rispettare i propri obblighi avrebbe conseguenze serie", ha scritto Geithner. Il tetto è fissato dal per legge dal Second Liberty Bond Act del 1917. Il limite massimo raggiungibile è ora di 14.294 miliardi di dollari. A fine marzo, il debito pubblico americano era pari a 14.260 miliardi di dollari, pari al 97,3 per cento del prodotto interno lordo del 2010 (14.660 miliardi di dollari). Dall'anno fiscale 2003 in poi il debito è cresciuto di oltre 500 miliardi di dollari all'anno, con picchi di 1.000, 1.900 e 1.700 miliardi di dollari negli ultimi tre anni. 

A questo ritmo di crescita, secondo le stime del Tesoro, il limite sarà raggiunto attorno al 16 maggio. A quel punto, il Tesoro avrà bisogno dell'autorizzazione del Congresso per ricevere ogni prestito ulteriore e il Governo diventerà inadempiente rispetto ai prestiti già ottenuti. Di quanto bisognerebbe alzarlo? Il bilancio proposto dal presidente Barack Obama richiederebbe un aumento di quasi 2.200 miliardi, per la proposta repubblicana ne servirebbero 1.900. "Come dice la lettera di Geithner, fare giochetti politici con il debito metterebbe a repentaglio i mercati dei capitali, amplierebbe ulteriormente il deficit e spingerebbe il Paese in una nuova recessione", ha commentato Bennet. America24

 Affascinante no, in fondo è tutto uno sporco  ricatto perchè gli amici degli amici hanno deciso che non è sano assumersi le proprie responsabilità, il sistema finanziario dovrà essere sempre e solo salvato con una seria ipoteca sul futuro delle giovani generazioni!

 " Sul problema del mercato immobiliare, dove chi ha contratto mutui spesso si trova a dover rimborsare prestiti superiori al valore di mercato della loro casa, Obama ha ammesso che "sul Paese si abbattono forti venti contrari" e ha ricordato che i programmi di modifica dei termini dei mutui hanno aiutato i proprietari di casa in difficoltà, ma il problema ancora esiste: “è come avere di fronte una voragine e poca ghiaia per riempirla".

Hei mister Obama, ma quella del debito che è allora… una voragine immaginaria da riempire con la speranza? 

C'è ancora qualcuno che ha paura dell'uomo nero?

In serata è stata inviata l'analisi esclusiva intitolata " Red Flag at the Beach " un'analisi approfondita dedicata a tutti coloro che recentemente hanno sostenuto il nostro lavoro.  

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags:   |
2 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 16 maggio 2011 at 12:25

Barack Obama e l'assegno in bianco per la guerra al terrorismo:

http://www.aclu.org/lgbt-rights-national-security/house-committee-passes-defense-bill-containing-authorization-worldwide

Saluti

utente anonimo
Scritto il 16 maggio 2011 at 12:57

Mi lamentavo di Bush,
ma Obama li batte tutti.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Ftse Mib: dopo una breve fase laterale, il 4 novembre l’indice italiano ha rotto in gap up il liv
Il Trattamento di Fine Rapporto è una forma di retribuzione differita, liquidata al momento della c
Come scritto ieri ormai è palese che la guerra commerciale è diventato un campo di battaglia d
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Pensando ai momenti di passaggio della vita, in cui si è realizzato un progetto o si è presa u
Al via la call for startup “Digital HR: Innovare per crescere”, lanciata da Eni in collabora
Ftse Mib: l'indice italiano prosegue la fase correttiva con primo target 23.000 punti. In caso di br
Uno non fa in tempo neanche a preparare l'outlook 2020, con la famosa "PROFEZIA" che subito arri
La guerra commerciale è diventato un tormentone, e i mercati quasi sono assuefatti ai suoi alti
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u