BIDEN DOLLAR… AMERICA JOBS PLAN!

Scritto il alle 10:09 da icebergfinanza

TRUMP O BIDEN… CAOS! | icebergfinanza

Eccoci di nuovo qui! Il dollaro è morto, e un dio che è morto, ai bordi delle strade, il dollaro è morto, nelle auto prese a rate e nei miti dell’inverno e non dell’estate, il dollaro è morto, direbbe Guccini.

A fine 2020 si leggevano centinaia di report e di analisi che ci spiegavano per quale motivo, il cambio euro dollaro sarebbe proseguito ben oltre 1,26, il precedente massimo, 1,30, addirittura 1,40 erano gli obiettivi.

Poi all’improvviso l’aria cambia…

Nei pressi della media mobile a 200 giorni sentivi gli analisti ripetere che sarebbe rimbalzato, poi a 1.18 e vi dicendo.

Ora siamo vicini a 1.17 andremo come minimo a 1.16 e forse più sotto e gli stessi analisti prevedono che si tornerà a 1.25 e 1.30.

Immagine

Questo è un grafico che avete già visto nell’ultimo manoscritto la GRANDE ILLUSIONE.

Vi lascio con qualche riflessione per palati fini!

Aspettiamo pure il trentennale al 3 %, lo dice Goldman Sachs, si la stessa che vedeva il petrolio a 100 prima che andasse sotto zero o che nel 2009 lo vedeva a 200 prima che crollasse vicino a 20.

Inutile dire che oggi i dati contano nulla, i mercati salgono con dati negativi e raddoppiano con dati positivi, i nuovi record del DAX testimoniano solo un gioco collettivo che non ha alcun senso macroeconomico con l’Europa in netto declino sia economico che strutturale.

Il problema non sono tanto i mercati, ma le banche centrali, un manipolo di criminali che sta riempiendo di gas la stanza dell’economia mondiale, ampliando la disparità di ricchezza, loro se ne fregano della classe media.

Questo è oggi il mercato si fanno salire i tassi sui titoli di Stato, mentre sui titoli corporate spazzatura si ritorna vicino ai minimi.

Immagine

Inutile dirlo analisti ed economisti farebbero bene a cercarsi un altro lavoro, la finanza è solo un enorme FAKE!

Ma sappiamo come ragiona uno psicopatico, oggi i falliti insegnano.

Come abbiamo già scritto nelle prossime settimane gli illusionisti dell’inflazione suggeriranno che la situazione è fuori controllo, che lo dicono i dati e useranno i dati mese su mese per giustificare le loro illusioni.

Il petrolio a marzo e aprile dello scorso anno era a in negativo, economie depresse, lockdown ovunque, sarà facile illudere qualcuno con i dati di marzo e aprile.

Lo so, molte materie prime sono esplose, i listini stessi sono esplosi, la speculazione è ovunque, ma i consumi quelli non sono esplosi, puoi produrre un’illusione ma non venderla. Andate a rivedervi i dati di quanto accadde nel 2008 e poi tanti saluti all’illusione.

Ieri è uscita la prima parte della Grande Illusione di Biden, il magico piano da trilioni e trilioni di dollari, ponti, strade, accesso ad internet, trasporti pubblici, veicoli elettrici ovunque.

Oltre due trilioni distribuiti su 8 anni, Biden ha continuato dicendo che gli investimenti nelle infrastrutture “sono tra gli investimenti di valore più elevato che possiamo fare”. 

[…]

“Sono convinto che se agiamo ora, tra 50 anni le persone guarderanno indietro e diranno: questo è stato il momento in cui l’America ha vinto il futuro”.

Rileggete attentamente OTTO ANNI, nel lungo termine siamo tutti morti. 2000 miliardi in otto anni e qualche ingenuo pensa di vedere gli effetti già nel 2021.

Come ci ha raccontato il nostro Lacy, non tutta la spesa pubblica creata è uguale. Gli investimenti in infrastrutture fisiche, sanità, istruzione e altri programmi simili possono fornire una spinta a lungo termine al PIL in base al loro lavoro. Considerando i criteri di cui sopra per quanto riguarda gli Stati Uniti, è la nostra conclusione che i moltiplicatori fiscali statunitensi sono in realtà negativi per il tipo di spesa che non sia investimento.

E la maggior parte dello stimolo fiscale di Biden non è investimento, ma puro moltiplicatore negativo, rassegnatevi!

Rispondendo alle critiche sugli aumenti delle tasse necessari per pagare il piano, Biden ha detto che Biden ha detto che “questo non è per prendere di mira coloro che ce l’hanno fatta … si tratta di aprire opportunità per tutti gli altri”.

Aumenteranno di brutto le tasse e allora vedrai che moltiplicatore!

Per quanto riguarda il modo in cui intende pagare per questo, Biden ha affermato che “nessuno può essere turbato” per un aumento dell’imposta sulle società al 28%, che secondo lui era il livello che sia i democratici che i repubblicani avevano concordato. Ha aggiunto che sarebbe “aperto” a nuove idee, a patto che non richiedano l’aumento delle tasse federali sulle famiglie che guadagnano meno di 400.000 dollari all’anno.

E figurarsi 400.000 dollari!

Qualcuno ha suggerito GIUSTAMENTE!

“È probabile che assisteremo a benefici per la spesa fiscale e  per le infrastrutture a lungo termine, mentre gli aumenti delle tasse colpiscono immediatamente … questo è il rischio … il colpo immediato di un potenziale negativo.

Biden ha ripetuto che chiunque guadagni meno di $ 400.000 all’anno non vedrà aumentare le tasse, sottolineando che non si tratta di punire coloro che ce l’hanno fatta, ma di garantire che i guadagni siano più uguali. Biden ha affermato che un * aumento dell’imposta sulle società aiuterà a pagare la sua proposta di infrastruttura *, mentre in futuro è ampiamente prevista un’imposta sul patrimonio.”

Chiunque pensi che i democratici saranno in grado di spendere in maniera positiva i trilioni di dollari che gonfieranno il debito americano sono degli illusi, nessun moltiplicatore fiscale positivo, neppure i repubblicani ci sono riusciti in questi anni.

Dimenticavo, ieri la ADP ha comunicato che sono l’America ha creato oltre 500.000 posti di lavoro a marzo nel settore privato, Bank of America si attende oltre un milione di posti per domani, le stime sono nettamente superiori ai 600.000 nuovi lavori, ma il mercato obbligazionario non ha reagito negativamente ai dati sul lavoro e men che meno alle prime rivelazioni sul piano di Biden.

Tutto scontato, vuoi vedere la che nuova linea Maginot sta per ripetere la storia. Proveranno a sfondarla con i dati sull’inflazione, se falliranno, la storia si ripeterà e per chi ha scommesso sull’inflazione sarà un amaro risveglio!

Buona Pasqua a Tutti, alle Vostre Famiglie, con l’augurio di rinascere, soprattutto nelle piccole cose di ogni giorno, negli affetti, nel gusto delle cose semplici, le più importanti!

Un abbraccio Andrea

 

Tags:   |
1 commento Commenta
aorlansky60
Scritto il 2 Aprile 2021 at 09:37

Finchè gli USA si manterranno solitari in cima alla piramide mondiale, per quanto riguarda ruolo decisionale primario -annessa influenza verso altri- che detengono indiscutibilmente da molti decenni (ed in questo insisto sul loro potere MILITARE -con apparati tecnologicamente di prim’ordine- esteso a livello globale), fino ad penetrare “molto discretamente” (è da oltre 70anni che lo fanno) all’interno di altri Stati sovrani da loro ritenuti “sensibili” in ordine di importanza geopolitica a livello globale decretandone scelte politiche interne a loro “gradite”, parlare di de-dollarizzazione (a favore di quale altra valuta, poi?) come hanno iniziato a fare molti analisti/opinionisti da alcuni anni non solo è ridicolo ma fuorviante; anche se è pur vero che da almeno 20anni è comparsa sulla scena una minaccia (la Cina) per gli USA ben più temibile della sola Russia (che alla fine conta poco più di 220 milioni di esseri seppure sul territorio sovrano più vasto del pianeta) non riesco a capire come la Cina possa mai imporre la propria valuta per detronizzare “King Dollar” che di fatto è e rimane una delle chiavi di successo degli USA sul resto degli altri Stati mondiali… O forse costoro pensavano all’€ in grado di detronizzare il $ ? …Gara persa in partenza. L’UE è un agglomerato disordinato di Stati sovrani uniti dalla sola moneta, in cui politicamente ognuno [degli Stati aderenti] agisce per conto proprio seguendo i propri interessi, almeno per ora; ma non riesco ad intravedere all’orizzonte, almeno nel breve periodo, un momento decisivo in cui sarà sancita anche quell’ UNIONE POLITICA necessaria a potere equiparare gli Stati Uniti D’Europa (che ora non sono) agli Stati Uniti d’America (come lo sono da almeno 140 anni)… l’ulteriore prova di questa distanza si è rivelata recentemente sui vacini anti Covid, con la Germania che ha seguito propria strategia di approvvigionamento, facendosi beffe della Com.UE che come al solito ha mostrato il proprio “ventre molle” inconcludente agli occhi del mondo intero, non solo ai cittadini europei; in questo contesto pandemico, immagino solo la felicità dei British People, per essersi tolti dalle scatole quell’ ingombrante carrozzone iper-burocratizzato ed ingessato, al quale facevano parte fino a poco tempo fà…)

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Paura, timore scriveva il Vettori ne
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Analisi Tecnica Il nostrano rompe anche i supporti dei 25000/25100 e va al test del successivo in a
La rottura del canale rialzista dello SP500 è chiara, ma il rimbalzo in un punto topico è altret
Ftse Mib. Dopo aver toccato il 13 agosto il massimo di periodo a 26.687 punti, l’indice italiano
Ieri all'improvviso mentre il trentennale stava per rompere l'importante supporto a 1,81, un'ond
I nodi vengono al pettine e avvicinandosi le scadenze delle cedole, inizia a sentirsi non solo l
Opzioni e Future 24 Settembre. I maggiori indici mondiali hanno chiuso con rialzi medi di oltre l
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
TIM è la rete mobile 5G più veloce d’Europa: Opensignal posiziona il gruppo nella top 30 mondial
CONTATORE