AMERICA: JOBS JOBS E ANCORA JOBS !

Scritto il alle 07:45 da icebergfinanza

Le premesse per un brutto dato in uscita oggi dal repost sull’occupazione del BLS ci sarebbero tutte, ma come i lettori di Icebergfinanza, ben sanno inutile fare previsioni, molto dipenderà dalle esigenze di politica monetaria e da quello che serve all’attuale amministrazione americana.

Per non sbagliarsi oggi il consensus è decidamente basso, massimo 158,000 nuovi posti di lavoro attesi con una forbice tra 110.000 e 210.000 con un tasso di disoccupazione che dovrebbe tornare a scendere, chissà perchè.

Nelle ultime settimane i sussidi di disoccupazione sono tornati a scendere anche se ci sono alcune dinamiche di scioperi che peseranno sul dato di oggi.

Il rapporto privato della ADP uscito ieri segnala 173.000 nuovi posti di lavoro anche se c’è un dato sorprendente poco enfatizzato ieri, ovvero il mese scorso un già debole più 156.000 nuovi posti di lavoro creati è stato visto sensibilmente al ribasso a 101.000 e questo non è un buon segnale per le revisioni dei mesi precedenti che verranno comunicate oggi.

Nel grafico qui sotto non è scegnata l’ampia revisione al ribasso del mese precedente…

[Chart]

Thanks to Econoday

Certo la Fed potrebbe enfatizzare la sopresa, ma questa revisione è troppo ampia per non nascondere qualcosa. Nel settore della produzione abbiamo visto un’ulteriore contrazione insieme al comparto manifatturiero che come vedremo, grazie al professor Moretti è in forma strepitosa.

Il report elaborato dall’azienda privata Challenger & Christmas Gray in realtà segnalerebbe un’ampia inversione nei licenziamenti a maggio…

[Chart]

Thanks to Econoday

… ma ad esempio il May Gallup Good Jobs, un ulteriore indicatore alternativo sulla qualità dei posti di lavoro segnala un buon livello…

The May Gallup Good Jobs (GGJ) rate was 45.5 percent, up slightly from April’s 44.9 percent and the highest rate for May since Gallup began measuring it in 2010. The GGJ average rate for the first five months of 2016 is 44.8 percent – 0.7 percentage points higher than the average for the five-month start to 2015 and more than a full point higher than the January-May averages for any of the previous five years. The growth of the monthly rate and of the rate for the year so far suggests an underlying increase in full-time work beyond the seasonal changes in employment.

…anche se il tasso di disoccupazione è aumentato dal 5,2 di aprile al 5,5 di maggio, quindi un’ulteriore conferma che le aziende richiedono solo posti specializzati e non hanno bisogno di manodopera comune.

Gli ultimi indicatori di fiducia sono usciti depressi e il recente sciopero Verizon, intesa con i sindacati: stop allo sciopero non mancheranno di influenzare negativamente il dato odierno, ma come ben sappiamo le sorprese sono sempre possibili.

Ora attendiamo e osserviamo quale dato faranno uscire oggi dal cilindro dell’occupazione “istituzionale” alla Federal Reserve servirebbe un dato negativo, giusto per rimandare un eventuale rialzo dei tassi a luglio e far passare la farsa del Brexit e le elezioni spagnole.

La prossima settimana tornerà il nostro Machiavelli anche se potrebbe essere necessaria un’edizione straordinaria ben prima dell’appuntamento previsto, un’inversione sui mercati potrebbe arrivare da un momento all’altro.

Le notizie in arrivo dal Giappone, dalla Cina e dall’economia mondiale non sono affatto rassicuranti!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (12 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +11 (from 11 votes)
AMERICA: JOBS JOBS E ANCORA JOBS !, 10.0 out of 10 based on 12 ratings
Tags:   |
10 commenti Commenta
icebergfinanza
Scritto il 3 giugno 2016 at 14:37

Booom! *Usa: +38.000 nuovi posti lavoro settori non agricoli maggio la verità è figlia del tempo….giù il cappello signori!

icebergfinanza
Scritto il 3 giugno 2016 at 14:37

Booom! *Usa: +38.000 nuovi posti lavoro settori non agricoli maggio la verità è figlia del tempo….giù il cappello Signori!

gnutim
Scritto il 3 giugno 2016 at 14:55

visto, mazza che picchiata giù sia il tollaro che le borse

gnutim
Scritto il 3 giugno 2016 at 14:56

Andrea non capisco però perchè la disoccupazione è calata così tanto.

Sono forse persone che non cercano più lavoro?

corvaz
Scritto il 3 giugno 2016 at 18:28

Come mai il mercato quotato americano oggi non sembra risentirne di questi dati? Festeggiano che il rimando dei tassi? Molte meno nuove assunzioni rispetto alle previsioni ma disoccupazione non è vista in salita, dati in vera contraddizione?

icebergfinanza
Scritto il 3 giugno 2016 at 18:44

Il mercato delle pulci non si muove quelli che tardano 4 trilioni al giorno si sono spostati di un punto virgola otto e chiamalo poco ;-)
corvaz@finanzaonline,

icebergfinanza
Scritto il 3 giugno 2016 at 18:45

Il mercato delle pulci non si muove quelli che contano e tradano 4 trilioni al giorno si sono spostati di un punto virgola otto e chiamalo poco ;-)
corvaz@finanzaonline,

dorf001
Scritto il 3 giugno 2016 at 20:41

ice­berg­fi­nan­za,

hei CAPITANO. tu dici, scrivi : Le notizie in arrivo dal Giappone, dalla Cina e dall’economia mondiale non sono affatto rassicuranti!

perchè queste cose non le dici a quel coglione di RENZI? al suo staff e a tutti i piddioti???

kry
Scritto il 4 giugno 2016 at 07:36

dor­f001@fi­nan­za,

Perchè è tempo sprecato, non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

kry
Scritto il 4 giugno 2016 at 08:23

ice­berg­fi­nan­za:
Il mer­ca­to delle pulci non si muove quel­li che con­ta­no e tra­da­no 4 tri­lio­ni al gior­no si sono spo­sta­ti di un punto vir­go­la otto e chia­ma­lo poco
cor­[email protected]­nan­zaon­li­ne,

Mettendo i ….. sulle i
c’è chi ha trovato un occasione d’oro da
due punti virgola quattro.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO Clicca qui sopra
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
In questo articolo ci accingiamo ad esporre l’analisi di un Ratio Back Spread in Call. Chi compra
«Quivi si fa molta seta». Con queste parole Marco Polo descrisse ne il Milione l'econo
Ftse Mib: l'indice italiano ieri ha dato prova di forza rompendo in chiusura i 21.000 punti e metten
Ormai praticamente ci siamo, fra meno di due settimane circa si voterà per il Parlamento europeo, c
Come gli amici e sostenitori di Machiavelli avranno sicuramente avuto modo di osservare, mercole
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: domina la cautela sull'indice italiano che si è riportato in pull back nei pressi della r
Questa volta nel mercato delle criptovalute qualcosa è profondamente cambiato. Nel giro di due
Ieri i rendimenti dei titoli di Stato americani sono crollati ai minimi degli ultimi otto mesi,