BONAFEDE E IL FALLIMENTO DELL’ITALIA!

Scritto il alle 09:23 da icebergfinanza

Oggi non possiamo che iniziare da qui, dall’ennesima squallida vicenda di un partitino che a malapena arriva al 3 %, un manipolo di Scilipoti e Razzi che hanno preso in ostaggio il Parlamento, un cespuglio guidato da uno degli individui più falsi e ipocriti mai apparsi nella storia politica di questo Paese.

Gente che sino a ieri aveva giurato di lasciare la politica di fronte alla sconfitta ieri ha barattato, per qualche poltrona la mozione di sfiducia a un signore che sino a ieri chiedeva a gran voce le dimissioni di chiunque di fronte al minimo sospetto, si il signor Bonafede.

Noi non guardiamo in faccia nessuno, che sia destra o sinistra o quello che resta dei Cinque Stalle, noi guardiamo agli uomini e oggi uomini che fanno la storia non ce ne sono più, purtroppo abbiamo un manipolo di mercenari che ha un unico scopo preservare la sua poltrona e distruggere il Paese con la propria incompetenza.

Ve lo ricordate il principio di Peter che abbiamo visto insieme alcuni giorni fa…

Magnifica caricatura del mondo delle aziende scritto da Laurence Peter e Raymond Hull ben 40 anni fa, quel piccolo capolavoro torna a essere di attualità esplosiva. Il teorema di base, detto appunto il principio di Peter, è questo:

“In una gerarchia, ognuno tende a salire fino a raggiungere il proprio livello di incompetenza”.

Secondo Sutton serve a illustrare l’ascesa al potere della Superclasse che governa il capitalismo mondiale. “Avendo conquistato posizioni nelle quali sono destinati a fallire – sostiene Sutton – cominciano a usare un arsenale di tattiche per dissimulare la loro incompetenza.

Distraggono l’attenzione dai loro errori spostando sistematicamente la colpa su altri.

L’inganno diventa lo strumento per creare l’illusione di un progresso.

Oggi noi siamo sommersi da una marea di imposture, create da quel modo di pensare e di agire”.

Dire che il Governo cadeva se si mandava a casa un incompetente che ha lasciato uscire 400 feroci criminali è una menzogna, Conte restava al suo posto purtroppo e si levava di torno un inutile ministro della Giustizia. Figurarsi se in mezzo ad una Pandemia, il presidente Mattarella appena uscito dal barbiere lasciava andare il suo pupillo Conte!

Renzi e Boschi, immagino che abbiano chiesto per la Boschi una sottosegreteria con delega agli affari bancari, immagino!

Ma torniamo a noi a cose più serie, visto che in un Paese di fessi tutti si beveno la nuova storiella del recovery fund regalato dalla magnanimità di nonna Merkel e di Manu, si il recovery fund che la carta straccia italiana dipinge come un regalo a fondo perduto…

Immagine

Immagine

Ormai vi prendono per fessi, l’unica soddisfazione è che stanno crollando come un castello di carta straccia, le loro vendite, le vendite di giornali si stanno disintegrando.

Infatti sono regali, come ci ricordavano dall’Europa proprio ieri, puntuali come sciacalli tedeschi…

Regali da restituire, doni a fondo perduto da restituire a rate con le riforme che fanno fuggire i nostri capitali all’estero questo vogliono gli sciacalli europei.

Mentre vi beve le balle di Conte e compagnia bella, questa qui sotto magistralmente raccontata dal nostro Alberto è il vero scopo della nuova truffa franco tedesca, salvare la loro industria automobilistica…

Il nipotino di Zio Adolfo che ha preso il potere in Austria, minaccia di tenere chiuso il confine con il nostro Paese a tempo indeterminato.

Mi auguro che i fessi che andavano a fare le ferie in Austria oltre a quelli che da sempre comprano macchine tedesche, abbiano un barlume di ragione almeno in questi tragici momenti e capiscano che intorno a noi abbiamo solo sciacalli come suggerisce purtroppo la storia.

Avete forse dimenticato chi ha bloccato in questi mesi le nostre mascherine ai confini?

Kurz farebbe meglio a non dimenticare che per soldi l’Austria ha contaminato mezza Europa e che il suo Paese è il principale responsabile della pandemia in Europa.

Immagine

Finita questa rapida carrellata di consapevolezza, andiamo ora al capezzale della perfida albione, si il Regno Unito che in molti davano per fallito con la Brexit, peste e colera, crollo del Pil, milioni di morti, fuga da Londra e altre fesserie via dicendo!

Dovrebbero vergognarsi tutti gli economisti, analisti e giornalisti che per anni hanno terrorizzato e creato panico sulla Brexit.

Per la prima volta nella storia ora in diretta per i San Tommaso tassi negativi anche nel Regno Unito e noi abbiamo vinto la nostra ennesima scommessa, quindi tutto quello che abbiamo prefigurato nel nostro ultimo manoscritto si sta realizzando!

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

Usa: Tesoro lancia nuovo bond a 20 anni per finanziare risposta a Covid-19

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – New York, 06 mag – Il dipartimento del Tesoro americano ha lanciato un nuovo bond ventennale con l’obiettivo di recuperare risorse sul mercato per finanziarie la risposta del governo federale alla pandemia di coronavirus. Il Tesoro mettera’ all’asta 20 miliardi di dollari di questi nuovi titoli a 20 anni il prossimo 20 maggio. “Le esigenze di prestito del Tesoro sono aumentate in modo sostanziale a seguito della risposta del governo federale allo scoppio della Covid-19”, ha scritto un funzionario del Tesoro in un comunicato citato dalla Cnbc. Lunedi’ il Tesoro aveva annunciato che avrebbe dovuto prendere in prestito circa 3.000 miliardi di dollari nel secondo trimestre dell’anno.

Ieri un’altra buonissima notizia per gli amici di Machiavelli, la prima asta da secoli del ventennale USA è andata a ruba, risultato strabiliante, strepitoso, meraviglioso!

Con tanti saluti a chi non ha ancora capito come l’aria è cambiata appuntamento ai tassi negativi anche in America, alcune scadenze a breve hanno già registrato tassi negativi.

Torno a suggerire come faccio giornalmente nel nostro servizio di consulenza che questa è un’occasione strepitosa, nonostante da inizio anno abbiamo già messo a segno un risultato positivo di oltre il 35 %!

Ma veniamo al BTP ITALIA, il clamoroso successo di un’emissione che per molte ragioni noi non vediamo interessante a breve termine, ma che per un cassettista potrebbe, ripeto potrebbe essere un’opportunità.

La prima dimostrazione che Conte e Gualtieri dovrebbero tenere bene in mente è che non serve l’elemosina del MES per raccogliere miliardi di euro nel nostro Paese.

Probabilmente supereremo i 15 miliardi, un premio del 1,4 % con la scommessa sull’inflazione, per noi già persa in partenza, più un premio fedeltà dello 0,8%.

La cosa più scandalosa è che gli incompetenti che lavorano al MEF hanno regalato alle banche il doppio delle commissioni solite, addirittura lo ZERO VIRGOLA CINQUANTA che su 15 miliardi fanno la bellezza di 75 milioni.

Inoltre il prezzo resterà come sempre sostenuto in partenza dalle banche le quali non esiteranno a vendere facendolo precipitare sotto il prezzo di emissioni, quindi un altro regalo alla speculazione.

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

 

 

 

 

VN:D [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (10 votes cast)
VN:D [1.9.20_1166]
Rating: +6 (from 10 votes)
BONAFEDE E IL FALLIMENTO DELL'ITALIA!, 10.0 out of 10 based on 10 ratings
10 commenti Commenta
Chipuòdirlo
Scritto il 21 maggio 2020 at 10:09

Ah, quindi l’atto d’amore richiesto da Conte era quello? Collocare i Btp con una commissione doppia…

giacomocambiaso78
Scritto il 21 maggio 2020 at 12:38

Bagnai numero uno! Un amico che lavora all’Azimuth l’altro giorno mi ha detto testualmente “L’europa sta facendo ed ha gia’ fatto molto per l’Italia in questa emergenza”. Gente, non parlo di un analfabeta o un ragazzino delle medie, ma dove vive certa gente?

    icebergfinanza
    Scritto il 22 maggio 2020 at 07:12

    Sono delle persone strutturate il cui cervello è stato costruito nel laboratorio del proprio portafoglio. A tempo debito finiranno sulla strada!

wcanarro
Scritto il 21 maggio 2020 at 13:57

scusate l’incompetenza…perché i titoli di stato Americano con tassi negativi sono un occasione? grazie.

idleproc
Scritto il 21 maggio 2020 at 23:35

Da un un punto di vista “politico” è il solito gioco delle tre carte e dell’autoconservazione si muovono a passi successivi e tarati tatticamente sulle reazioni sempre sulla stessa strada coperta e gestita coi media, con quello che hanno combinato finora non hanno alternative.
Non esiste più una rappresentanza politica reale, trasparente e legittima.
Concordo in toto si parte dalle singole brave persone e dai gruppi occasionali anche istituzionali che si formano nonostante loro.

idleproc
Scritto il 22 maggio 2020 at 06:29

Penso che ci riprenderemo ma non possiamo più permetterci gli specialisti nell’assalto alla diligenza al vertice nei luoghi di comando e al dettaglio che hanno determinato questa situazione anche sul piano del degrado culturale spesso spacciato per “cultura” in copertura di attività predatoria e che ci hanno privato privato anche degli strumenti fondamentali di politica economica e di sovranità per poterne uscire facilmente.

Non farsi troppe illusioni è sempre un buon e solido punto di partenza, concordo in linea generale con lo scritto che segue.

https://www.oftwominds.com/blogmay20/globalization-dead5-20.html

idleproc
Scritto il 23 maggio 2020 at 22:35

Forse il retrobottega mediatico non ha ancora ben afferrato il concetto che i capitali pubblici intesi come investimenti pubblici non servono per regalarseli tra di loro ma per procedere ad una ristrutturazione economica e con sostegno sociale per adegure l’economia alle mutate condizioni interne e “globali” che non sarà una faccenda di qualche giorno
La cosa e il problema era già attivo quando a tromboni spiegati su tutte le reti sindacalisti compresi che speravano di diventare finanziarie e gestire fondi pensione predicavano sulla “globalizzazione”.
Hanno fatto l’opposto di quello che dovevano fare come chi compra sul “picco” in bolla e vende sul minimo.

silvio66
Scritto il 24 maggio 2020 at 09:15

Ciao Andrea,
premesso che la politica a mio avviso dovrebbe stare fuori da Iceberg mi auguro che quel 5 stalle sia un errore di tastiera.

idleproc
Scritto il 25 maggio 2020 at 18:37

La finanza è politica allo stato puro e più astratto strettamente connessa alle scelte strategiche socioeconomiche e geopolitiche.
Le banche centrali hanno fatto scelte ben definite e precise di politica economica, la cosiddetta europa le fa costantemente.
La sanità, è politica economica e le polemiche anche contro Zaia è che ha privilegiato scelte verso il mantenimento e aumento di efficenza della sanità pubblica, quando la strategia sottobanco era ed è quella del sistema assicurativo-finanziario di modello USA in peggio, ora a metà passaggio ove gli italiani solo alla fine ne avrebbero scoperto la belezza innovativa.
La ricerca scientifica è politica economica, non esistono aspetti fuori dalla politica, i cosiddetti “tecnici” fanno politica economica alle volte inconsapevolmente la applicano.
L’essere umano è politico dal momento in cui usa strategie, tattiche, interessi ed è consapevole di farlo senza esserne passivamente guidato.
La questione “governi tecnici” è una truffa mediatica per applicare una politica economica di parte, sulla base di una strategia ben definita con interessi specifici, spacciata come neutrale e “scientifica” che è la copertura.
Il falso del “liberismo” è che fa una politica economica in alto oligopolista e ipergarantista per pochissimi molto al di sotto dello 1% (non è un caso che non abbiano scelto un numero di grandezza inferiore) mascherata anche con gli antitrust e iperliberista e disintegrante in basso sull’intero corpo sociale e produttivo.
Il fatto che la politica sia sistemicamente degradata non cambia il suo significato a partire dalla finanza.
E’ ovvio che per capire come funziona la fantasia creativa finanziaria di un derivato devi avere competenze sofisticate specifiche come per comprendere il dramma esistenziale di un neutrino che vorrebbe sapere quando è nato.
Te lo scrive uno che preferisce far altro e pensare ad altro.

idleproc
Scritto il 25 maggio 2020 at 19:02

– numero superiore -, sono di ordini di grandezza inferiori allo 1%, allo 1% forse ci arrivi aggiungendovi il “coro” per lo più inconsapevole.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Ftse Mib. L’indice è finalmente riuscito a superare una resistenza molto importante. Si tratta d
Su tutti i sottostanti, appena rotti i livelli di resistenza di questa lunga congestione dove erano
Visto che molto spesso abbiamo parlato della finanza passiva, e visto che ormai il suo peso spec
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Si lo so, l'euro è stato dato per morto da tempo, nonostante questo e sulle macerie della class
Sull'equity, nonostante le impostazioni grafiche con minimi e massini crescenti, non si assiste di p
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
CDS (Credit Default Swap) settore auto a confronto e...non solo Secondo me con il default di Hert
Guest post: Trading Room #365. Il quadro tecnico che finalmente evolve e ci regala un livello graf
Ieri alcuni amici mi hanno scritto suggerendo che in America sta per arrivare un nuovo cigno ner