CHIUSO PER FALLIMENTO!

Scritto il alle 23:32 da icebergfinanza

  

Come amava ricordare con la sua sottile ironia, il grande J.K.Galbraith, …laperniciosa inutilità della politica monetaria  e i rischi che derivano dal fare affidamento su di essa sono oggi una realtà. 

Dell 'inutilità delle banche centrali, della loro incapacità abbiamo già parlato ma anche Milton Friedman non scherzava in questo senso…

"We don't need a Fed," Milton Friedman says, twirling a letter opener as he speaks. "I have, for many years, been in favor of replacing the Fed with a computer," he adds. Each year, it "would print out a specified number of paper dollars" to augment the money supply. "Same number, month after month, week after week, year after year."

…Noi non abbiamo bisogno di una Fed, per molti anni sono stato a favore della sostituzione della Fed con un computer…

  "The Fed has had very few periods of relatively good performance," he continues. "For most of its history, it's been a loose cannon on the deck, and not a source of stability."

La Fed ha avuto molti pochi periodi di relativa buona performance…per la maggior parte della sua storia è stata una mina vagante sul ponte e non un fattore di stabilità.

Oggi mentre in America la Fed suggerisce tassi negativi per il prossimo decennio, in Europa  non passa un solo giorno che qualche illuminato che siede presso la BCE non urli al mondo intero la necessità di aumentare i tassi.

 Non è pienamente chiaro l'impatto nel lungo periodo delle misure non convenzionali per garantire liquidità, adottate dalle banche centrali per far fronte alla crisi. Lorenzo Bini Smaghi, membro italiano del direttivo Bce, lancia l'allarme sulle possibili conseguenze del prolungato mantenimento di una politica monetaria espansiva nell'Eurozona.

Il rischio ventilato è la cosiddetta «  trappola della liquidità  ». Una situazione cioè in cui le banche centrali sono costrette a tenere basso il costo del denaro per mantentere in vita lo stesso sistema finanziario aumentando, in questo modo, la propensione al rischio e di conseguenza le probabilità di una nuova crisi. Un paradosso, visto che la politica monetaria espansiva è stata la principale medicina usata dalle banche centrali di tutto il mondo proprio per contrastare la tempesta finanziaria del 2008 Sole24Ore (…)

Il banchiere italiano ha messo in guardia sulla crescita delle aspettative di inflazione sulla scia di quanto già affermato dai suoi due colleghi: l'austriaco Ewald Nowotny e il tedesco Jens Weidmann. Secondo il neo presidente della Bundesbank l'aumento delle aspettative «è il segno di un orizzonte sempre più nuvoloso, mentre la politica monetaria continua ad essere espansionistica».

Chissà per quale motivo tutta questa schiera di illuminati dopo aver chiuso un occhio, anzi due prima della crisi sul sistema ombra finanziario e sul demenziale castello di carta costruito con i derivati e frodi e manipolazioni annesse, fa fatica a comprendere che il problema non è l'inflazione ma la speculazione e il suo leverage, il suo indebitamento demenziale altro che le aspettative di inflazione che vogliono seminare tra la gente.

Ci mancava pure Mario Draghi che probabilmente ha un debito di riconoscenza da saldare con la Germania caduta da piccola nel pentolone dell'iperinflazione una questione politica più che monetaria … 

La Banca centrale europea è pronta ad alzare i tassi di interesse ancora, «se necessario», per prevenire la recrudescenza temporanea dell'inflazione della zona euro e impedirle di diventare «più persistente». Juergen Stark, membro del comitato esecutivo della Bce, lo ribadisce in un'intervista al quotidiano greco Kathimerini. E lo stesso fa il presidente in pectore dell'Eurotower Mario Draghi, invocando una normalizzazione della politica monetaria normale per contrastare la corsa dei prezzi che – dice – mina la crescita globale. Sole24Ore

Non bastasse tutto ciò anche in Inghilterra dove qualche problema in più sembra esserci Spencer Dale chief economist della BOE sussurra che i tempi duri per le famiglie inglesi stanno arrivando…

 LONDRA – Saranno tempi duri per le famiglie inglesi: parola di Spencer Dale, chief economist della Banca d'Inghilterra. Anche se la ripresa è ancora incerta i tassi d'interesse, da due anni ai minimi storici dello 0.5%, dovranno inevitabilmente salire per ridurre l'inflazione che non accenna a scendere e il risultato sarà «almeno un anno di stretta per i redditi delle famiglie», che stanno rallentando a ritmi non visti da quasi un secolo.

E' la prima volta che la Bank of England da' espliciti "consigli" agli inglesi incerti, ad esempio, se accendere un mutuo a tasso variabile o fisso.( Sole24Ore ) 

Tempi duri per le famiglie, un anno di stretta per le famiglie …mentre le banche continuano a vampirizzare l'economia e un gruppo di incapaci ed esaltati continua ad incassare milioni di euro giocando con i soldi dei risparmiatori nella favola del libero mercato e delle aspettative razionali.

Questa è una recente indagine fatta per l'Economist da parte di Globescan cercando di comprendere secondo l'opinione generale se l'attuale sistema neoliberista fosse il miglior sistema disponibile nel libero mercato. La risposta è più eloquente dell'ostinazione di coloro che si nascondono dietro il loro totale fallimento. 

E' ora che questo sistema e i suoi principali attori dichiarino la chiusura per fallimento e lascino spazio ad una nuova concezione dell'economia e della finanza! Loro non si arrenderanno mai…ma gli conviene…?!!!

 
 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
29 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 26 maggio 2011 at 07:51

Non ci si capisce nulla. Proprio nulla.
Se alzano i tassi viene giu tutto.

utente anonimo
Scritto il 26 maggio 2011 at 10:21

chiedi spiegazioni ad Adolfo Nicolas

Scritto il 26 maggio 2011 at 15:07

Il messaggio dell’Economia reale e’ chiaro chi vuole continui pure a sognare! Andrea

utente anonimo
Scritto il 26 maggio 2011 at 15:13

Grazie a lei signor mazzalai ho visto il film inside job, lo renderei obbligatorio nelle scuole, nelle feste di paese, nelle piazze, installato per legge in ogni nuovo computer, in chiesa prima di ogni matrimonio battesimo o cresima anzi prima di ogni messa, mandato in onda prima di ogni evento sportivo e cosí via.
spiega in modo semplice, diretto, efficace quello che é successo senza dover avere una laurea in astrofisica quantistica monetario-economica che non ha alcun valore pseudosciiiiiiientifico. Grazie infinite per il suo blog! É davvero un’ancora non di salvezza economica ma un’ancora che permette di mantenere salda l’ancora al centro di una tempesta FINTA. Sembra di stare dentro matrix é tutto finto se credi peró che sia vero i danni sono reali.

Scritto il 26 maggio 2011 at 15:25

Grazie in effetti si tratta di un capolavoro ma la gente preferisce guardare Porta a Porta o l ‘Isola dei Famosi… Ha una terribile paura di svehliatsi da un sogno! Andrea

utente anonimo
Scritto il 26 maggio 2011 at 15:25

Puoi crederci o no ma i danni sono al quanto REALI.

utente anonimo
Scritto il 26 maggio 2011 at 15:36

Andrea. Ma alla fine della fiera cosa dobbiamo fare?
Tra poco dovró lasciare a casa operai. Non si batte piu chiodo. Molti non pagano. Si sta bloccando tutto. Mancano i soldi.
Dacci qualche soluzione

Ps. Se i governanti illuminati urlano che bisogna alzare i tassi Allora andranno giù. Di solito dicono sempre il contrario di quello che sará. Non capisco per quale motivo peró

utente anonimo
Scritto il 26 maggio 2011 at 15:43

Si sono certamente reali i danni, il fatto é che la situazione vista per quella che é appare talmente assurda da essere ridicola! Le onde sono reali se tu permetti loro di esserlo é cosí che siamo arrivati a questo punto altrimenti non si spiega l’idiozia generalizzata che ha permesso tutto questo. La colpa é nostra! Abbiamo a che fare con un gruppo di pagliacci e i danni saranno sempre piú reali fino a quando daremo loro credito, ci dicono che la terra é piatta e noi aspettiamo che arrivi galileo a spiegarci QUELLO CHE É GIÁ EVIDENTE

Scritto il 26 maggio 2011 at 15:45

Redistribuzione dei redditi maggiore equità! Nuovi modelli economici, sostegno alla famiglia e alla piccola impresa alla creatività e all’innovazione! Ricominciamo dai giovani dai nostri figli nel breve termine abbiamo poche speranze siamo in mano ad un manipolo di falliti! Andrea

utente anonimo
Scritto il 26 maggio 2011 at 16:25

@ #7
..Molti non pagano.

E' proprio questo il prolema grosso.  Tutto o quasi sembra girare ma in realtà i crediti non si riescono a recuperare o se ci si riesce é solo dopo tempi lunghissimi.
Ma il dipendente questo non lo sa.

luigiza

utente anonimo
Scritto il 26 maggio 2011 at 16:58

No ma veramente. Serve una soluzione subito.
Andiamo tutti a rubare ai ricchi?
Redistribuzione efficace.

Scritto il 26 maggio 2011 at 17:06

ECCOLO IL SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA E..NON AGGIUNGO ALTRO

http://it.finance.yahoo.com/notizie/Lavoro-Istat-800-000-Donne-adnkxml-759211856.html?x=0

Lavoro: Istat, 800.000 Donne 'Licenziate' Per Gravidanza

Scritto il 26 maggio 2011 at 17:06

ECCOLO IL SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA E..NON AGGIUNGO ALTRO

http://it.finance.yahoo.com/notizie/Lavoro-Istat-800-000-Donne-adnkxml-759211856.html?x=0

Lavoro: Istat, 800.000 Donne 'Licenziate' Per Gravidanza

utente anonimo
Scritto il 26 maggio 2011 at 19:37

Guardando il film inside job parlano della legge glass steagall ( un proveddimento che risaliva alla crisi del 29 e che separava le banche commerciali da quelle d’affari garantendo solo le prime ) abrogata la quale si é definitivamente dato il la alla deregolamentazione finanziaria. É possibile secondo lei risolvere gran parte del problema pretendendo il ritorno di questa regolamentazione? Attualmente stiamo facendo fallire gli stati per pagare i debiti assurdi dell’enorme casinó finanziario che non é legato all’economia reale anzi la tiene in ostaggio ma pretende di essere necessario alla nostra sopravvivenza con il ridicolo corollario che I ricavi sono privati ma i debiti sono pubblici! Cosa ne pensa del glass steagall act e di una possibile riorganizzazione fallimentare dell’attuale sitema finanziario? Saremmo ancora in tempo per cancellare questa gente e le loro porcherie dalla faccia della terra? La soluzione sarebbe politica é possibile avere qualche riscontro incanalando le proteste invece che sulle amanti di berlusconi e su altre amenitá varie su qualcosa di piú concreto che colpisca al cuore questi soggetti dal punto di vista normativo?

Scritto il 26 maggio 2011 at 20:09

Per incominciare si nazionalizzano le banche troppo grandi per fallire tecnicamente fallite ridando trasparenza a bilanci fantasiosi presentando il conto ad azionisti e obbligazionisti e lasciando fallire chi deve fallire preservando unicamente i risparmio senza un solo centesimo di liquidazione ad una classe dirigente di esaltati. Poi si ristabilisce il Glass Steagal Act e si toglie non solo il rischio di giocare con i soldi degli altri ma anche eventuali conflitti di interesse! Qualcuno dirà che si tratta una favola nel tal caso non resta che attendere la nuova tempesta perfetta e poi vedremo cosa accadrà! Si Valentina questo e’ proprio un sistema fottuto 8000 occasioni perse! Andrea

Scritto il 26 maggio 2011 at 22:24

Certamente Capitano Andrea che sarei molto felice se si realizzasse una qualsivoglia forma di redistribuzione dei redditi, ma purtroppo credo che questo sarà molto difficile……………….altrimenti non vivremo nell'economia del profitto. Forse la mia spiegazione risulterà molto semplicistica per persone esperte di economia/finanza,  ma chissà che a volte la spiegazione di fenomeni complessi non sia molto più semplice di quello che si crede.

Concordo con l'Anonimo #7 e con Luigiza #10 ed aggiungo che ad una parte dell'economia reale (dell'altra economia non me ne frega proprio niente….azzi loro) manca la liquidità necessaria per poter esprimere tutte le sue potenzialità. Probabilmente non avete idea di quante persone vorrebbero realizzare i loro progetti, ma sono bloccati dalla mancanza di soldi e dalla difficoltà di guadagnarli con il proprio lavoro.
In qualsisi caso anche se il sistema finanziario/bancario fallisse domani mattina non mi importerebbe più di tanto e probabilmente la mia vita non subirebbe dei danni irreparabili.
Finche gli dura, di vivere a "sbafo" ed alle "spalle" degli altri ……….buon per loro………bravi…..hehehehe.

Un saluto

SD

utente anonimo
Scritto il 26 maggio 2011 at 23:58

rispondo al commento numero 15

nella tua risposta sta la mia frustrazione mi guardo intorno e vedo che è difficile farsi capire che spesso si parla a vuoto in nessun programma da annozero ad anno 5000000 si va al cuore del problema ci divertiamo a parlare al vuoto.
Parlate della finanza come fosse una cosa inesistente un problema che non vi riguarda guardate giustamente ai problemi della vita reale ma non riconoscete il vostro nemico ed il problema è proprio questo vi domandate cosa dovete fare vi lamentate che non ci sono aiuti che i salari sono bassi e tutto il resto ma per come la vedo io girate a vuoto!
l'economia reale è stotto ricatto dalla finanza lo devo scrivere in grassetto o in maiuscolo????? sotto ricatto della finanza sotto ricatto della finanza sotto ricatto della finanza che a voi della finanza non interessi nulla è perchè siete persone per bene ma questo non elimina il problema il vostro e nostro problerma è la finanza la finanza la finanza deregolamentata forse non ci siamo capiti.
Se ricordate quando le banche italiane bussarono alla porta del governo dopo la crisi vennoro loro offerti come aiuti i Tremonti BOND soldi dati come aiuti alle banche a patto che investissero nell'economia reale e non al casinò soldi quindi dati anche per realizzare le potenzialità e le idee della gente reale che venissero investiti nel vostro-nostro futuro e non nel loro portafogli personale, quale fu la reazione? la ricordate tutti vero??? no??

E LE BANCHE NON LI VOLLERO NON LI VOLLErO NON LI VOLLERO NON LI VOLEVANO I TREMONTI BOND LO VOLETE CAPIRE SI O NO?
E LEGGETE QUA : http://www.iljester.it/lira-di-tremonti-sulle-banche-per-i-bond-rifiutati.html

le banche private non danno soldi all'economia reale non investono perchè finora hanno ritenuto + redditizio giocare al casinò i guadagni sono stati enormi e la situazione più grave è che quando tutto è crollato si sono visti garantire i debiti dagli stati come se avessero invece fatto il loro vero lavoro e cioè fornire i soldi all'ecocomia reale.
Hanno rovinato l'economia reale ma hanno avuto lo stesso la faccia tosta di tirare fuori la scusa che sono troppo grandi per fallire e gli stati hanno appianato parte delle loro perdite (chiedete notizie all'eroe obama eletto per punire wall street…. quello che per molti ora è il peggior presidente della storia degli usa) questo è gravissimo perchè questa gente si sente in diritto di continuare ad esistere e cioè fare soldi sulla nostra pelle e fare soldi sulla nostra pelle significa che per salvare la finanza inutile e dannosa i soldi gli stati devono trovarli e li trovano ( basta guardare quanto ha aumentato il debito pubblico l'italia per le banche fallite INGLESI TEDESCHE E FRANCESI) per aiutare le famiglie le imprese e i giovani INVECE NO per rinnovare gli acquedotti pubblici invece no per dare ossigeno alle imprese invece no per i precari invece no per tutte quelle operazioni che avrebbero potuto moltiplicare il ritorno per lo stato NO (e qui ci sarebbe da parlare per ore dei nostri governi dal '92 ad oggi…. ma questa è un'altra storia) siamo nell'era del liberismo un liberismo strano un liberismo con le pezze al c@@o che non vuole lo stato fra i piedi in nome della libertà e che non vuole però che lo stato lo lasci fallire come ha sentenziato il mercato non vuole regole non vuole nessuna ingerenza di alcun tipo e quelli che dovrebbero salvarci da berlusconi parlano di altro liberismo di nuove privatizzazioni ah no hanno cambiato parola ora le chiamano liberalizzazioni e nessuno affronta questo problema: LA FINANZA LE BANCHE CON CHE DIRITTO OPERANO? COME SCELGONO LE LORO POLITICHE? DI PRECISO QUESTA GENTE CHI E'?????

La Grecia sta provando a vendere tutto il suo patrimonio pubblico perchè non riesce a pagare gli interessi che la speculazione finanziaria ha deciso che deve pagare, voi pensate che la finanza non vi riguardi? Vi do una brutta notizia:

LA FINANZA PENSA LA STESSA COSA DI VOI

Ora vogliamo fare finta che la finanza non esista? bene poi però quando questa gentaglia si diverte a mettere i numerini ai debiti pubblici di stati sovrani che si sono indebitati per SALVARLI, comincia a voler mettere le mani sull'acqua e trattarla come il petrolio non veniamoci a lamentare e dire che l'acqua è un diritto protestando con i governi anzi peggio ancora ci faremo raccontare la panzana che lo stato non ha I SOLDI per gestire l'acqua pubblica, che noi dobbiamo pagare i profitti per l'acqua ai privati! le ferrovie le abbiamo costruite noi ma è montezemolo che si sente in diritto di giocarci sopra con i suoi trenini privati perchè NOI COME STATO NON ABBIAMO I SOLDI O MEGLIO SIAMO CORROTTI E NON RIUSCIAMO A FARLE FUNZIONARE LE FERROVIE INVECE LORO CHE SONO PRIVATI SAGGI E MAGNANIMI MIRACOLOSAMENTE CI RIESCONO.

NOI (GLI STATI) SIAMO DIVENTATI LA BAD BANK DELLA FINANZA PRIVATA E SPECULATIVA bisogna focalizzarsi sul problema LA FINANZA LE BANCHE PRIVATE LA DEREGOLAMENTAZIONE non so se devo scriverlo in CINESE.

Se non affrontiamo questo problema tutto il resto sono chiacchiere buttate al vento!

UN SALUTO DA PARTE MIA E SCUSA LO SFOGO FORSE UN PO' TROPPO LOGORROICO

Giuseppe

utente anonimo
Scritto il 27 maggio 2011 at 02:39

le banche,le banche,che palle.Tutti che vogliono senza sporcarsi le mani.
Fate come me,non chiedete niente e non pagherete niente.Lavorate tanto anche il lavoro piu' umile e risparmiate ,con il tempo i frutti arrivano.Non si puo' essere tutti dottori ,i giovani devono reagire anche per il loro bene.In Italia ci sono milioni di stranieri che non hanno vergogna ,  lavorano e non conoscono neppure la lingua italiana. ma la casa e famiglia riescono a farla.Silver

Scritto il 27 maggio 2011 at 06:50

Silver anche se comprendo il Tuo commento non mi è molto chiaro Il…
"non chiedete niente non pagherete niente"…
perchè se in particolare Ti riferischi alla richiesta di fidi o mutui, potrei concordare…ma il discorso sarebbe più vasto e articolato…

Per il resto ritengo che…che nessuno è immune da questo "gioco, ogni nostra azione anche la più onesta è concatenata ad un gioco più grande di noi, dal semplice c/c, acquisto, consumo", non possiamo esimerci da questo ruolo..ma semplicemente in ogni nostra azione decidedere come voler "giocare" si, qui entra in campo la Consapevolezza…
un percorso lungo una vita…forse abbiamo delegato troppo, pensando che la cosa non ci riguardi…ma cavolo se ci riguarda! Non Ti vengono a  chiedere se Vuoi giocare…ma sul come forse, si può far qualcosa…
 
continuiamo  nell'errore di considerarci poco o nulla e del non considerare "Il Voto del Nostro portafoglio"…una buona parte dell'azione parte da li…
Molto bello e condivisibile il commento di Giuseppe…non ci sono logorroici sul Veliero…

Buon vento Marinai…Buona Giornata…abbraccione

Valentina

p.s secondo Voi perchè è così variegato il "mondo" di iceberg ??(studenti, profesionisti del settore, insegnati, gente comune, imprenditori)…non Vi dice niente…'?
Andrea  è riuscito dove tanti hanno fallito, o neppure tentato, la Finanza è ovunque…è il come si fa finanza che conta…e chi..

 Un caro compagno di viaggio, in qualche commento fa, scriveva della
necessità, se non ricordo male,  di maggiori controlli, altro
…grande problema  questo …di cruciale importanza
Chi… controlla cosa…come?…come???
 
 
 A chi parlava della  Chiesa….si la Chiesa…L’apparato Ecclesiastico..
ritengo che non sia immune da questo sciempio,dov'è?…cosa fa?…mi auguro che abbia suggerito,ai loro fedeli, in tempi non sospetti, di investire in oro….
il tono è volutamente provocatorio…

Scritto il 27 maggio 2011 at 06:59

Si Capitano sotto certi aspetti , hai ragione…è proprio un fottuto sistema…
M ail nostro ruolo qual'è!!???

Esistono le sconfitte. Ma nessuno puo' sfuggirvi.

Percio' è meglio perdere alcuni combattimenti

nella lotta per i propri sogni,

piuttosto che essere sconfitto

senza neppure conoscere

il motivo per cui si sta lottando.

 

Paulo Coelho, Sulla Sponda del Fiume Piedra

Buona Giornata…a presto…
Valentina

Scritto il 27 maggio 2011 at 06:59

Si Capitano sotto certi aspetti , hai ragione…è proprio un fottuto sistema…
M ail nostro ruolo qual'è!!???

Esistono le sconfitte. Ma nessuno puo' sfuggirvi.

Percio' è meglio perdere alcuni combattimenti

nella lotta per i propri sogni,

piuttosto che essere sconfitto

senza neppure conoscere

il motivo per cui si sta lottando.

 

Paulo Coelho, Sulla Sponda del Fiume Piedra

Buona Giornata…a presto…
Valentina

Scritto il 27 maggio 2011 at 07:05

Hei Giuseppe che ho scritto per tre anni? Sottoscrivo ogni Tua virgola ciao Andrea

Scritto il 27 maggio 2011 at 08:15

Sai  Capitano…è vero…nulla di nuovo… sono cosa che ripeti  da tre anni  e più…ma ripetere, (anche se a volte stancaJ) Voglio credere che sia utile…detto/scritto poi da un marinaio …è stato piacevole leggerle…ops..rileggerle…si..Bravo Giuseppe…

poi sarà vero ciò che scrive #1 nel post di oggi(L’Imponderabile Realtà), non cambierà mai nulla e allora…”che femo”..stiamo “al palo con le braccia incrociate a ripeterci, quale fosse un mantra:
tanto non cambierà mai nulla…Vi sta bene!?”..la poesia di P. Coelho per voi, è così insignificante??…quel…..

è meglio perdere alcuni combattimenti
nella lotta per i propri sogni,
piuttosto che essere sconfitto
senza neppure conoscere
il motivo per cui si sta lottando.”
 
Lo trovo di una verità e profondità disarmante….basterebbe questo…
 
Ciao
Valentina
 

Scritto il 27 maggio 2011 at 08:15

Sai  Capitano…è vero…nulla di nuovo… sono cosa che ripeti  da tre anni  e più…ma ripetere, (anche se a volte stancaJ) Voglio credere che sia utile…detto/scritto poi da un marinaio …è stato piacevole leggerle…ops..rileggerle…si..Bravo Giuseppe…

poi sarà vero ciò che scrive #1 nel post di oggi(L’Imponderabile Realtà), non cambierà mai nulla e allora…”che femo”..stiamo “al palo con le braccia incrociate a ripeterci, quale fosse un mantra:
tanto non cambierà mai nulla…Vi sta bene!?”..la poesia di P. Coelho per voi, è così insignificante??…quel…..

è meglio perdere alcuni combattimenti
nella lotta per i propri sogni,
piuttosto che essere sconfitto
senza neppure conoscere
il motivo per cui si sta lottando.”
 
Lo trovo di una verità e profondità disarmante….basterebbe questo…
 
Ciao
Valentina
 

utente anonimo
Scritto il 27 maggio 2011 at 10:56

 ,  lavorano e non conoscono neppure la lingua italiana. ma la casa e famiglia riescono a farla.Silver

si la casa in affitto se chiedi un mutuo ti ipotechi la vita per 30 anni
se sgarri ti portano via tutto

ma che mondo balordo schivai pieni di debiti

utente anonimo
Scritto il 27 maggio 2011 at 12:14

Se va avanti cosi' vien giu' tutto: ho chiesto in giro ed ovunque è lo stesso, calma piatta, non si muove una foglia. Operai in ferie, cassa integrazione.
Però i giornali e i tg lo diranno solo a luglio, forse, quando usciranno le statistiche ufficiali.

utente anonimo
Scritto il 27 maggio 2011 at 21:05

Scusate se ho scritto cose di cui probabilmente giá parlate da tempo ma io pur leggendo da un pó anche icebergfinanza forse un pó distrattamente nel mare quasi infinito e pieno anche di bufale di internet a un certo punto ho come dire “sbroccato” hehehe . Diciamo che ho realizzato definitivamente che l’unica rotta attendibile per il mio modo di vedere le cose é la vostra e ho scritto per la prima volta ieri un po’ per partecipare un po’ perché quando si scrive é sempre parlare con se stessi e chiarisi da soli le idee! In definitiva grazie a tutti voi grazie infinite capita’ da oggi in poi ci sono anche io come sottoscrittore se serve nel caso non si dispieghino le vele e bisogna remare o ramazzare ci sono anche io! Diciamo che nella tempesta vi ho visti fermi immobili e saldi, mi avete lanciato una corda e mó mi sento in debito!
Giuseppe

Scritto il 27 maggio 2011 at 23:01

Oi Giuseppe che scusa e scusa..hihihi vero Capitano!

ed è proprio vero quando scrivi:
…."perché quando si scrive é sempre parlare con se stessi e chiarisi da soli le idee! "
già è proprio così…a anche qui è consapevolezza delle parole…

non parole vuote o al vento…
e mi raccomando continua a "ramazzare con noi"….

Buona Notte marinai..
che il Grande Spirito vegli sul Vostro sonno e su quello dei Vostri cari…

Valentina

Scritto il 28 maggio 2011 at 10:41

Benvenuto a bordo Giuseppe, benvenuti a bordo compagni di viaggio, un'esperienza esaltante grazie a VOI! Un abbraccio Andrea

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Si conferma la forza del mercato. Le mani forti non mollano l'osso. Anche se siamo in una fase s
Raoul Pal, consulente finanziario di fama internazionale, fondatore di Global Macro Investor, n
Come spesso accade sotto l'ombrellone, nel fine settimana il ministro di Storia Gualtieri, proba
Il cross Eur Usd si dimostra molto interessante in questa fase di mercato Nel video TRENDS del We
Le movimentazioni monetarie degli ultimi due giorni di borsa mostrano l'indice Ftsemib in netta cont
Analisi Tecnica Perdiamo il canale rialzista e con long black anche i 19300... La doji di indecisi
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I dati macro di venerdi hanno dato un po' di positività in più ma attenzione, in ambito intermar
Iniziamo con una bella notizia, nuovi minimi sul rendimento trentennale dei nostri tesorucci