G20: ENNESIMO FALLIMENTO!

Scritto il alle 11:01 da icebergfinanza

Su da bravi, fate ciao ciao con la manina, salutate questi signori che ogni anno si ritrovano a Vostre spese in lussuose dimore e tra una tartina da 100 dollari in bocca e un bicchiere di champagne da 200 in mano, parlano di iniquità e squilibri globali.

Quello che è affascinante è che ormai è un rito che si ripete tutti gli anni e tutti gli anni è l’ennesimo fallimento.

Quest’anno si sono accorti che la politica monetaria ha fallito e che non restano che le riforme.

Il G20: la ripresa può deragliare. Fa paura l’uscita di Londra dall’Ue

Da Shanghai arriva un orientamento chiaro. Le banche centrali hanno fatto molto per sostenere la crescita – con l’allentamento quantitativo inaugurato dalla Fed e adottato dalla Bce – e proseguiranno a farlo «ma la politica monetaria da sola non può condurre a una crescita bilanciata», scrivono i ministri. Tocca ai governi aprire la cassetta degli attrezzi, proseguire nelle riforme strutturali (la Germania si fermerebbe qui) e andare oltre, con misure a sostegno della crescita. (…)

Sono le riforme quelle che contano, bellezza e tu non ci puoi fare nulla!

Ocse: crescita non va, altre riforme

State attenti e cercate di comprendere bene il significato di queste parole…

Sul fronte lavoro, l’Ocse sollecita l’Italia a “portare avanti il riequilibrio della protezione dal posto di lavoro al reddito del lavoratore, riducendo il dualismo del mercato con assunzioni e licenziamenti più flessibili e procedure legali più prevedibili e meno costose”, e ad “accentuare le politiche attive del lavoro, in particolare concentrando le risorse sui disoccupati di lungo periodo”.

“portare avanti il riequilibrio della protezione dal posto di lavoro al reddito del lavoratore”

Ve lo traduco in quanto è scritto in politichese…

“portare avanti la deflazione salariale attraverso licenziamenti e riduzione dei diritti spostando la protezione sul salario minimo o meglio sul minimo salario possibile”

Date un’occhiata a questa bellissima tabellina, forse piano, piano qualcuno incomincia a capire qualcosa…

Avete visto che figata le riforme in Grecia, con quel MENO 18,74 % sui salari reali dal 2007 al 2013?

Inoltre sapete quale è il Paese che ha fatto più riforme in questi ultimi anni?

Ma la Grecia naturalmente il più grande successo dell’Euro…banda di idioti, le riforme, come se fosse solo quello il problema!

Come se non bastasse arriva anche la Cristina a farci la ramanzina…


Lagarde, paesi facciano riforme, basta trucchi
 – I governi facciano “più velocemente le riforme” promesse al G20 del 2014. Il sollecito arriva dal direttore del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde. “I governi non devono inventarsi altri trucchi ma devono portare avanti in modo deciso gli impegni che hanno preso”, ha affermato il numero uno dell’Fmi durante una conferenza a Shanghai. “Devono agire su tutti i fronti”, ha sottolineato, riferendosi alle riforme strutturali e fiscali.

Cristina cara l’unica grande riforma che conta è quella di levarsi dai piedi, tu e il tuo Fondo monetario internazionale, che tanti danni ha fatto in questi anni, un manipolo di falliti al servizio del “destino manifesto”

Giusto per rinfrescare la memoria del lettore…

FMI: NON C’E DUE SENZA TRE!

FMI: CI SIAMO SBAGLIATI MA ANDIAMO AVANTI LO STESSO

E infine permettetemi di mettere la ciliegina sulla torta di nonna Merkel…

Schaeuble, no a nuovi stimoli fiscali – Il ministro delle finanze tedesco, Wolfgang Shaeuble, dice ‘no’ ad un piano di stimoli fiscali da parte del G20, sottolineando che occorre concentrarsi “sulle riforme strutturali” per rafforzare la crescita.

Suggerisco vivamente a nonno Schaeuble di dare un’occhiata a questo lavoro che proviene dal suo ricercatori, che suggerisce alla stessa Germania di fare presto e di mettere in atto riforme strutturali adeguate prima di fare una brutta fine…

Debito pubblico, così la pagella tedesca promuove l’Italia

A tutto potrebbe essere accostata la Stiftung Marktwirtschaft (SM), letteralmente Fondazione per l’economia di mercato, tranne che alla difesa degli interessi italiani. Infatti, questa istituzione basata a Berlino è un think tank di ispirazione liberista, molto vicina agli ambienti industriali e finanziari tedeschi, che ha fatto della lotta al debito pubblico uno dei suoi cavalli di battaglia e che pertanto non vede certo di buon occhio né le politiche espansive né la flessibilità di bilancio. Proprio per queste ragioni l’ultimo ultimo Rapporto della SM sulla sostenibilità dei debiti pubblici dei Paesi Ue giunge ad una conclusione per certi aspetti clamorosa…

Per noi come sempre, nessuna novità, in fondo siamo stati i primi a segnalarvelo nel settembre del 2011, mentre un popolo di fessi si faceva panicare dalle parole di un manipolo di terroristi mediatici, politici e burocrati profeti, liquidando titoli di Stato a qualunque prezzo. Ma certo l’Italia stava per fallire, la cura da cavallo Monti l’ha fatta rinsavire immagino.

Buona consapevolezza come sempre!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.9/10 (12 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +9 (from 11 votes)
G20: ENNESIMO FALLIMENTO!, 9.9 out of 10 based on 12 ratings
Tags: ,   |
6 commenti Commenta
gnutim
Scritto il 29 febbraio 2016 at 11:23

timone a dritta come sempre!!!

aorlansky60
Scritto il 29 febbraio 2016 at 12:41

dall’art di Marco Fortis – Il Sole 24 Ore- sullo studio di Stiftung Marktwirtschaft (SM) :

l’Italia ha un risparmio “implicito” attualizzato molto elevato che riduce il debito “esplicito”, con la conseguenza che il “debito totale” del nostro Paese è addirittura l’unico della Ue sotto il 60% del Pil, (in prospettiva “lunga” ndr)

mentre la Germania è al 149%,
la media della Ue al 266%,
la Francia al 291%,
la Gran Bretagna al 498%
la Spagna al 592%!

leggere cifre del genere fa bene al cuore, dai… soprattutto se consideri che a delinearle è un centro di studio tedesco,
quindi al di fuori da ogni sospetto (si fosse trattato di un centro di studio Italiano seppure autorevole, i tedeschi di sicuro lo avrebbero castrato)…

poi pensi a tutte le riforme che gli altri -i tedeschi con i cani da guardia olandesi e finlandesi- ci hanno richiesto (e che tutto sommato L’Italia ha applicato, grazie a monti – grazie si fà per dire ) e allora ti contriti…

si, perchè anche se noi saremo i primi della classe, il destino dell’EU sembra segnato (oh, non lo dico io, lo dicono i tedeschi): viene giù comunque tutto, per colpa di tedeschi inglesi francesi, a causa dei rispettivi rapporti I-N-S-O-S-T-E-N-I-B-I-L-I in prospettiva lunga, mentre il ns si tradurrà “come la classica vittoria di Pirro”, ci avranno fatto fare di tutto e di più -in termini di sacrifici e badate che non abbiamo ancora visto nulla- ma il tutto sarà alla fine effimero perchè non sarà servito a nulla… bah…

…ma in conclusione, viene logico da pensare : ma ci volevano i tedeschi per arrivare a simili conclusioni???
possibile che in casa nostra non ci siano menti equivalenti per arrivare alle stesse conclusioni, per [soprattutto] suggerire ai ns rappresentanti politici di farlo presente nelle sedi istituzionali opportune (Comm UE Bruxelles) in modo da negoziare -come suggerisce adeguatamente il redattore del sole24- politiche meno restrittive [da parte UE] nei ns confronti ????

idleproc
Scritto il 29 febbraio 2016 at 13:07

Questi, in ambito euroccidentale pensano che la cosa fili liscia e senza reazioni sociali sostanziali. Facile che andremo verso un ricambio “forzato” di classi dirigenti.
Non è una bella prospettiva anche perché ne è imprevedibile la direzione se la situazione si deteriora ulteriormente. Non vedo bene nemmegno gli US nonostsante il ruolo “privilegiato” nella distribuzione globale delle “risorse”.

silvio66
Scritto il 29 febbraio 2016 at 14:12

Ciao Aorlansky,
servito a nulla non direi visto che si sono prelevati e spostati in altre sedi centinaia di miliardi tramite la pressione fiscale e taglio della spesa. Quando anni fa prima di monti parlavamo di aggressione al risparmio italiano sembravamo dei pazzi catastrofisti. Prova a fare il conto oggi e vedrai che sussistono ottimi motivi per quello che hanno fatto e generosi premi per coloro che lo hanno attuato. Monti ad esempio è “solo” senatore a vita e percepisce una serie infinita di gratificazioni. Queste tematiche solo pochi anni Orsoni erano sconosciute alla maggioranza degli italiani. Oggi grazie al lavoro di quelli come Andrea che si prodigano nella divulgazione scientifica molti occhi si stanno aprendo o per usare le parole di john almeno socchiudono le palpebre. Come dicono gli amici siciliani nulla accade per caso ci sono sempre i piccioli dietro. Se vuoi capire le cose devi sempre guardarle dal punto di vista economico volgarmente chi ci guadagna. Valori principi sentimenti esistono solo dentro di noi il mondo gira sui soldi o sterco del demonio.
Buona giornata
trong>aor­lan­sky60,

aorlansky60
Scritto il 29 febbraio 2016 at 15:13

@ Silvio66

servito a nulla non direi, visto che si sono prelevati e spostati in altre sedi centinaia di miliardi tramite la pressione fiscale e taglio della spesa

il mio “servito a nulla” cui mi riferivo prima è strettamente legato alla prospettiva di lungo termine della sostenibilità dell’intero sistema pensionistico UE, di cui studio tedesco in oggetto;

hanno sempre creduto (o meglio : hanno sempre CERCATO DI FAR CREDERE) che sarebbe stata l’Italia a far crollare l’intero sistema con buona probabilità -a causa del “a loro modo di vedere” elevato liv di deb pubbl ITA- mentre adesso cadono dal pero e scoprono che il sistema crollerà -se i calcoli e le previsioni di SM si riveleranno giuste- a causa di DE FR UK e ES (e NON a causa dell’ITA), da ridere…

ma è corretto anche quello che osservi : tramite l’ESM e l’EFSF e vari strumenti simili, l’ITA è stata obbligata a partecipare a quel famigerato fondo salva stati -che finora è servito solo a Grecia e ES (alla grecia con risultati eccezionali a sentire monti)- meno che all’Italia [e a tutti i suoi contribuenti] che ha di fatto versato 60 miliardi di € a fondo perduto ; e gli altri, come hai ricordato, ringraziano…

kry
Scritto il 29 febbraio 2016 at 23:19

Ciao ciao ciao è il saluto di chi ti vuol bene
ciao ciao ciao piglialo in …. bene bene
sembra che prima dello scatto il fotografo abbia detto
” Pronti , adesso alzi per primo la mano il più stupido tra voi . “

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Iniziamo la settimana con una buona notizia in arrivo dal Giappone, dopo quelle arrivate dall'Eu
Guest post: Trading Room #352. La forza già intravista la settimana scorsa, viene confermata. Un
Si apre in positivo la settimana sui mercati azionari. Ricordiamo oggi Wall Street è chiusa. Ciclic
  Spero di farvi cosa utile pubblicando una serie di grafici tratti da Reuters sull’an
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Stoxx Giornalieroì'0987 Buongiorno a tutti, il segnale rialzista che si è palesato a livell
DJI Giornaliero Buonasera a tutti, finalmente anche a Wall Street hanno deciso che è il mom
Sui nuovi massimi di periodo si inizia ad assistere alla chiusura ed all'indebolimento della compone
Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 8)
Tracy [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy [Settimanale] (gg. 8)[Base Dati: 15 m