DRAGHI: ASSO…PARTITA A POKER!

Scritto il alle 08:24 da icebergfinanza

 

I lettori e compagni di viaggio di Icebergfinanza conoscono bene cosa significhi tempi difficili…

La soluzione del problema degli spread, e quindi di rendimenti troppo elevati sul debito sovrano di alcuni Paesi dell’Eurozona, «rientra nel mandato della Bce, nella misura in cui il livello di questi premi di rischio impedisce la giusta trasmissione delle decisioni di politica monetaria», prese dalla Banca centrale, ha concluso Draghi. Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/9eUqQ

“Ho un messaggio chiaro da darvi: nell’ambito del nostro mandato la Bce è pronta a fare tutto il necessario a preservare l’euro. E credetemi: sarà abbastanza”

Come direbbe Charles Dickens in “Tempi difficili”…

Ora quello che voglio sono i Fatti. A questi ragazzi e ragazze insegnate soltanto Fatti. Solo i Fatti servono nella vita. Non piantate altro e sradicate tutto il resto. Solo con i fatti si plasma la mente di un animale dotato di ragione; nient’altro gli tornerà mai utile. Con questo principio educo i miei figli e con questo principio educo questi ragazzi. Attenetevi ai Fatti, signore! »
Asso il film nel quale Celentano è il protagonista è un giocatore che si è guadagnato tale soprannome grazie alla sua bravura con le carte. Lo stesso giorno in cui si sposa però, viene a sapere che in città è arrivato il Marsigliese, un noto giocatore d’azzardo. Riesce a convincere la moglie Silvia, alla quale aveva promesso di non giocare più, a farsi prestare i soldi messi da parte in vista del matrimonio, per poterlo sfidare la notte stessa. La moglie Silvia lo accontenta, ma a patto che sia per davvero l’ultima volta. Asso si reca al Bar Bretella per incontrare il Marsigliese e giocare quella che gli spettatori (scommettitori) definiscono la partita del secolo. Alla fine vince Asso, che riduce sul lastrico l’avversario.
(Charles Dickens, Tempi difficili)

Nel 1992 il  “marsigliese” Soros con un attacco speculativo spettacolare ridusse sul lastrico le banche centrali in quella che verrà definita la partita del secolo.

In questi ultimi mesi il “marsigliese” Soros ha lasciato qua e la insieme al Fondo Monetario Internazionale qualche messaggio mafioso. L’euro ha tre mesi di vita!

Due sono già passati,  il terzo sta per arrivare… la loro ultima grande occasione!

Ma questa è un’altra storia che vi racconterò nel fine settimana!

 In settimana una nuova analisi dedicata ai sostenitori di Icebergfinanza o a coloro che vorranno liberamente contribuire al nostro viaggio dal titolo… ” Italia…l’ultima grande occasione! ”

Sostieni l’informazione indipendente il Tuo sostegno è fondamentale per la prosecuzione di questa esperienza. Semplicemente GRAZIE!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.7/10 (6 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +4 (from 4 votes)
DRAGHI: ASSO...PARTITA A POKER!, 9.7 out of 10 based on 6 ratings
20 commenti Commenta
ilcuculo
Scritto il 27 luglio 2012 at 09:06

E dell’ OlandAAA quando ci racconti qualcosa ?

Scritto il 27 luglio 2012 at 09:08

Bell’articolo Iceberg, complimenti !
Rifacendomi a te, aggiungo : fatti e semplicità.
Ciò che hai scritto dice in breve più di tante cervellotiche analisi finanziarie ed elucubrazioni mentali.

kry
Scritto il 27 luglio 2012 at 09:41

ilcuculo@finanza,
Qualcosa c’ha già raccontato,comunque mi unisco alla tua curiosità più dal punto di vista delle implicazioni sull’export tetesco visto che la colonia olanda assorbe da sola il 6% e assieme all’austria fanno il 12% del totale delle esportazioni tedesche. Noi con più del triplo della popolazione arriviamo a 8%. Fossi nei tedeschi comincerei a preoccuparmi.

first em
Scritto il 27 luglio 2012 at 09:54

Faccio una previsione: il Mercato ad agosto-settembre andrà a “vedere” le carte BCE e il “salvataggio” dell’euro comporterà una nuova esplosione del debito.
C’è una logica aberrante sottesa a tutto ciò. I mercati odierni non sono credibili perché dominati da una matrice speculativa e predatoria. Ciò nonostante, rimangono al centro di tutto e impongono i loro diktat. Io penso che ogni azione volta a consolidare il loro ruolo o a rafforzarlo ci porterà solo nuovi guai.

icebergfinanza
Scritto il 27 luglio 2012 at 10:55

La Bundesbank ha appena battuto un colpo…la resa dei conti è vicina!

ilcuculo
Scritto il 27 luglio 2012 at 11:55

Patrimoniale, prestito forzoso e super Imu

tutte le tentazioni per consolidare il debitoLe proposte di intervento. Si accende il dibattito sul principale fardello che pesa sul bilancio. Ecco tutte le ipotesi sul tavolo degli esperti.
Il dibattito è ormai maturo ….
….Oltre a queste proposte, tuttavia, nelle ultime ore ne emergono altre che girano nella maggioranza e tra tecnici di varia estrazione culturale. Si dice che piuttosto che ricorrere ad un unico strumento definito e, probabilmente, dirompente, si potrebbe costituire un mix equilibrato di misure meno drastiche ma ugualmente in grado di fornire risorse per alimentare il “Fondo per l’ammortamento del debito pubblico” istituito nel 1993.

Tra le ipotesi c’è quella di un “prestito forzoso” a scadenza ventennale e tasso calmierato che dovrebbe essere sottoscritto obbligatoriamente dalle Fondazioni bancarie (per la quota immobilizzata del loro capitale). Oppure si parla di un intervento normativo che vincoli le imprese a investire il Tfr in titoli di Stato con rendimento pari alla ricapitalizzazione della liquidazione con scadenza al momento della fine del rapporto di lavoro.

Oltre alla patrimoniale classica (sopra il milione), si avanza l’idea di una rimodulazione dell’Imu con forte progressività oltre la terza abitazione: i fondi andrebbero ad ammortamento del debito.

Ancora con questa storia ????

Ma l’investimento immobiliare è un investimento come gli altri, anzi più responsabile degli altri, se famiglie che hanno investito da generazioni sull’immobiliare da mettere a reddito vengono messe in queste condizioni, l’unica soluzione è con calma, liquidare tutto e portare i soldi in Paesi con politici meno deficenti e meno populisti.

A quanto deve pagare di affitto un inquilino per dare una remunerazione del capitale al proprietario dell’immobile confrontabile con un investimento obbligazionario ???
Chi fa queste proposte,(vero Andrea? ), non ha il senso della realtà.

PORTELLO
Scritto il 27 luglio 2012 at 12:42

E’ pazzesco, e me ne rendo conto, come le persone..anche io in prima persona..sono abbastanza manipolabile dalle notizie

credo che pero’ siamo arrivati a un inversione di tendenza sull euro…

mi ricordo qualche anno fa quando lo yen stava a 160 contro l euro..adesso e’ a 95…

mi ricordo anni fa il real brasiliano stava a 3.65…l ultima volta che son andato in brasile in febbraio mi han cambiato l euro a 2.15..adesso il real e’ sugli 2.50

due anni fa la grivna ukraina..e ripeto…Ukraina…stava sugli 11.80…adesso quando vado a kiev mi sento un morto di fame europeo visto che mi cambiano l euro a 9.80

secondo me basta questo a capire tante cose….

ilcuculo
Scritto il 27 luglio 2012 at 13:08

PORTELLO,

Non capisco invece perchè lo Zloty Polacco va al contrario

stanziale
Scritto il 27 luglio 2012 at 13:38

@iceberfinanza. immancabilmente la bundesbank ha profferito il solito nein il giorno dopo Draghi….che a questo punto come fa a tirarsi indietro? Sse e’ vero che puo’ intervenire anche in caso di deflazione sopra al 2%…altro che 2% per esempio nel campo immobiliare….

stanziale
Scritto il 27 luglio 2012 at 13:42

@portello. quindi i tedeschi oltre a massacrare i paesi pigs, riescono nel contempo a essere piu’ competitivi con il resto del mondo, gli sta girando tutto bene. Impossibile continuare cosi’, come ha detto Andrea la resa dei conti e’ inevitabile.

ilcuculo
Scritto il 27 luglio 2012 at 14:46

stanziale@finanza,

Dipende da quanto uno è virtuoso, ad uno moooolto virtuoso si possono anche regalare i soldi.

kry
Scritto il 27 luglio 2012 at 15:22

stanziale@finanza, 13,38
E’ anche vero che quando l’immobiliare saliva questo non influiva sull’inflazione ed è il più grosso errore in campo economico/finanziario.
ilcuculo@finanza, 14,46
Sono molto virtuoso ( lo si vede anche dal risparmio delle oooo ) me ne regali un po’ di soldi? Per quanto riguarda lo sloty se si apprezza un altro bel pò non mi dispiace cosi la produzione rex ritorna in piemonte.

icebergfinanza
Scritto il 27 luglio 2012 at 17:54

Ue …Ragazzi ma un minimo di sostegno a sto blog lo date! Che e’ successo l’ IMU ha distrutto la ricchezza delle famiglie italiane. Pazienza …forse e’ giunto il momento di metter su ma banca centrale e minacciare meraviglie…buon fine settimana Andrea.

dorf001
Scritto il 27 luglio 2012 at 18:04

ma allora ce la facciamo si o no, questa moneta pubblica? gestita da gente responsabile? liberarci dalla schiavitù. come dice questo signore. qui. https://www.youtube.com/watch?v=_ZCpZyEOQEU

DORF

giobbe8871
Scritto il 27 luglio 2012 at 19:12

icebergfinanza,

Non mancherò Andrea di fare la mia parte nei prossimi giorni.
Ti passo la cedola del mio Btp agosto 2021 dopo 1 agosto e poi quella del mio Btpi 2041 :wink: :D

giobbe8871
Scritto il 27 luglio 2012 at 19:13

dorf001@finanza,

Dorf , ma come si fa a mettersi contro il sistema, corrotto e filo Crucco ?

Bisognerebbe ora sostenere Marchionne allora :mrgreen: :wink:

dorf001
Scritto il 27 luglio 2012 at 20:04

giobbe8871@finanza,

giobbe, non tutti i crucchi si sono fottuti il cervello. almeno 3 li possiamo salvare. intanto guarda questo video. in tedesco. ma puoi ativare i sottotitoli. parla di questo. unconditional basic income, German, english subtitles,Interview with Götz Werner

insomma ci copiano sempre. l’aveva già pensato ma mewglio, GIACINTO AURITI 10 anni fa. ecco il video. http://www.youtube.com/watch?v=X78gLPYxLL8

ciao DORF

billbill
Scritto il 28 luglio 2012 at 07:27

Dorf, l’idea è buona, ma questo del primo video non si può guardare.
I tedeschi sono molto più avanti di noi sulle libertà individuali. Il 19 luglio il nostro parlamento venduto e corrotto ha approvato il MES iniziando ufficialmente la dittatura e qui in Italia quasi nessuno ha detto niente. In Germania, invece,

http://www.lettera43.it/economia/macro/germania-12-mila-ricorsi-su-esm-e-fiscal-compact_4367556181.htm

Per il futuro dell’Euro, basta questo brevissimo video:
http://www.youtube.com/watch?v=5t9SEVUfAtw&feature=player_embedded

Se Giobbe, o altri di voi hanno voglia, si è creato un laboratorio (tra cui lo studio per una moneta nuova) di novità in Italia sulla scia di un blog “audio” che è durato 15 settimane, condotto da Italo Cillo. Importante è seguire

http://blog.miglioriamo.it/category/tempo-di-cambiare/

soprattutto gli episodi 8 e 9, anche per capire l’origine di tutti e dico TUTTI i nostri guai (si parte dalle bolle papali del 1300…). Per chi lo farà: buon ascolto!!!!!!!!

giobbe8871
Scritto il 28 luglio 2012 at 17:05

billbill@finanza,

grazie Bill, seguirò con attenzione Italo Cillo

ilcuculo
Scritto il 29 luglio 2012 at 09:24

Imu, più pesante la seconda rata

Imu, più pesante la seconda rata
Per chi affitta rincari fino all’80%

ROMA – Aumenti di imposta, rispetto all’acconto, fino all’80%. È quanto dovranno aspettarsi a settembre i proprietari di immobili locati, in sede di versamento del saldo dell’Imu (per chi ha scelto di pagare in due rate). Secondo i calcoli effettuati dall’Ufficio studi della Confedilizia, l’applicazione della maggiore aliquota deliberata dai vari Comuni, rispetto a quella base uniformemente adoperata per la prima rata e pari al 7,6 per mille, avrà effetti molto pesanti, soprattutto per chi ha affittato con contratti «liberi». «L’effetto per le locazioni è fortemente scoraggiante – commenta il segretario generale di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa -. C’è il rischio che si tengano le case sfitte». Oppure che i canoni in scadenza vengano gravati di forti aumenti.
È bene ricordare, per correttezza, che la maggiorazione dell’esborso dell’imposta da Ici a Imu è determinata oltre che dall’aumento dell’aliquota, dall’incremento del 60% della base imponibile, dovuto alla variazione del moltiplicatore da applicare alla rendita catastale.

Contratti calmierati
Ma vediamo qualche esempio, cominciando dai contratti «calmierati» e prendendo come campione un immobile di categoria A/2, cinque vani, in zona semiperiferica.
Nelle città di Roma, Napoli e Perugia, ad esempio, dove per la seconda rata si applicherà un’aliquota del 10,6 per mille, l’aggravio rispetto alla prima rata sarà del 79%. A Roma, partendo da una rendita catastale di 787,60 euro, se la prima rata è stata di 503 euro, la seconda sarà di 900, per un totale di 1.403 euro. Una bella cifra se si tiene conto che una rata di Ici per un’abitazione simile era di 190 euro.
A Napoli, stesso discorso: partendo da una rendita catastale di 800,51 euro e da una prima rata di 511 euro, ci si ritrova a settembre con 915 euro, per un totale di 1.426. A Napoli una rata di Ici per un’abitazione simile valeva 294 euro.
«Questo aggravio non è giusto soprattutto per chi ha accettato di calmierare i prezzi per ottenere dei vantaggi fiscali» chiosa Giorgio Spaziani Testa.

Chi paga meno
Ma ci sono anche città in cui la seconda rata costerà di meno: è il caso di Milano, Trieste e Torino, dove l’aliquota scelta dal Comune è inferiore a quella base del 7,6 per mille: per le prime due si colloca al 6,5 per mille, per l’ultima a 5,75. Così, a Milano se per la prima rata per un immobile, sempre in affitto calmierato, con rendita catastale di 877,98 euro si è pagato 560 euro, per la seconda bisognerà sborsarne 399 (184 euro era la rata Ici), per un totale di 959 euro. A Torino, su una rendita catastale di 787,60 euro, si passa da un acconto Imu di 503 a un saldo 258 euro (era 41 la rata dell’Ici). Vanno segnalate anche le città che manterranno invariata l’aliquota base del 7,6 per mille, come Ancona, Aosta, Bologna, Firenze, Genova e Venezia.

Contratti liberi
Passando ai contratti “liberi”, le cose peggiorano. Lo studio di Confedilizia individua peggioramenti della seconda rata Imu pari al 79% a Roma, Napoli, Torino, Bologna, Genova, Venezia e Perugia, tutte città in cui l’aliquota applicata sarà quella del 10,6 per mille. Ma anche a Milano, dove l’aliquota sarà del 9,6 per mille, il saldo salirà del 53%.
A Bologna il conto più salato: partendo da una rendita catastale di 1.020 euro, se la prima rata è stata di 651 euro, la seconda sarà di 1.165 (la rata Ici era di 305 euro), per un totale di 1.817 euro. A Roma si passerà da 503 a 900 euro (289 la rata Ici), a Napoli da 511 a 915 (294 Ici). A Milano dove l’acconto è stato di 560 euro, il saldo sarà di 856 (230 Ici), per un totale di 1.416 euro.
Nessuna città, tra le più grandi segnalate nello studio, registra aliquote

inferiori a quella base per la seconda rata. Ce ne sono però alcune che la lasceranno invariata al 7,6 per mille, come Aosta, e altre che stanno ancora decidendo, come Bari, L’Aquila, Potenza e Catanzaro.
—————————————————————————————

E di seguito riporto 2 commenti

STANGATA A CATENA

Pochi mesi fa sentivi persone che non possedendo immobili ed essendo in affitto lodavano la nuova IMU che colpiva i proprietari. Adesso , man mano che i contratti andranno a scadenza TUTTA l’IMU sulle case locate si trasferirà sul canone di locazione e spero di vedere anche gli inquinili andare a protestare in comune per far abbassare le aliquote. C’è però una cosa che non capisco: se l’IMU deve essere quell’imposta municipale che permette ai comuni di erogare i servizi, l’imposta dovrebbe essere pagata da tutti i residenti (o non residenti in caso di seconde case in affitto) non dai proprietari, mettere l’IMU sui proprietari significa chiedere a questi di fare da sostituto di imposta verso gli inquilini il che non ha molto senso. Inoltre se l’inquilino deve pagare l’IMU, che è salata, il proprietario è incentivato a registrare il contratto , altrimenti, in assenza di contratto di locazione registrato l’IMU ricade sul proprietario. Questa è lotta sll’evasione. Se qualche tecnico legge… prenda nota. Grazie

E’ L’ENNESIMA INFAMIA DEL GOVERNO MONTI

sono un pensionato (ex-classe media, che quindi non può ricorrere alle case popolari) che versa, per necessità, più del 60 xcento della pensione al proprietario di casa. L’anno prossimo scadrà il contratto di affitto, indovina su chi verrà riversato l’aunmento dell’IMU. Solo chi è in malfede può pensare che la monovra di “Monti e congrega” con questa disposizione, non ricadrà sui pensionati che sono in affitto. Non mi consola certo saper che per la pensione sarà BLOCCATO ogni aumento per i prossimi tre anni! Solo un bocconiano non è stato capace di trovare un rimedio che impedisse questa ingiustizia. Non dico altro per non incorrere nella “giustizia all’italiana”.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
L’unica grande certezza è che il futuro nessuno lo può prevedere. Ancor meno nel mondo della
Qualcosa si sta muovendo sia sui derivati del COT Report ma anche sui mercati. Torna a salire l'
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Negli Stati Uniti anche il mondo della finanza sembra prendere Bitcoin per la sua missione origi
Al via la seconda edizione di MIA-Miss In Action, il programma di accelerazione dedicato alle st
Ftse Mib: l'indice italiano apre stabile ma non riesce ad allontanarsi dai 23.500 punti. Una rottura
Guest post: Trading Room #340. Complice anche un contesto di mercato particolarmente positivo, Pia
E’ quanto sostiene il think thank Itinerari Previdenziali nel suo documento “ Osservatorio s
Analisi Tecnica Stiamo tirando il fiato. Non regge la halfway della long white ma regge al momento
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, anche l’ultima settimana di setup si è chiusa senza s