INCREDIBILE! LA BUNDESBANK ACCETTA IL RISCHIO INFLAZIONE!

Scritto il alle 08:05 da icebergfinanza

Se c’è una non notizia oggi che è incredibile è quella che secondo il Financial Times la Bundesbank sarebbe disposta ad accettare un maggior livello di inflazione in Germania come parte di un riequilibrio economico nella zona euro, per contribuire ad aumentare la competitività internazionale dei paesi più colpiti dalla crisi del debito.

Per me è una non notizia, primo non ci credo, secondo ma di quale inflazione parliamo nel bel mezzo di una depressione, di una debt deflation!

A future German inflation rate above the euro zone average could be part of a natural adjustment process as crisis-hit states pulled themselves out of recession, the Bundesbank argued to German parliamentarians yesterday. It followed comments by finance minister Wolfgang Schäuble backing stronger wage increases, which would boost domestic demand – benefiting other European countries exporting to Germany – but which could drive German inflation higher.

Aumenti salariali più forti che consentano di aumentare i consumi interni a favore dei paesi che esportano in Germania ma che corrono il rischio di aumentare l’inflazione tedesca.

The Bundesbank has for some time seen European Central Bank policy as too loose for Germany.  The willingness to contemplate higher domestic inflation in public comments points to a new flexibility in German thinking.

Sembra vi sia la volontà di contemplare un aumento dell’inflazione interna in alcuni commenti pubblici la disponibilità ad una nuova flessibilità nel pensiero tedesco.

Comuque sia la Bundesbank ha respinto la possibilità di indebolire la competitività delle imprese tedesche o allentare la politica fiscale, nella speranza di stimolare la domanda nel resto della zona euro e quindi non cambia in realtà nulla anche perchè l’inflazione in Germania è solo una fobia, in un paese dove da tempoi consumi sono depressi.

“In this scenario, Germany could in the future have an inflation rate somewhat above the average within the European monetary union, although monetary policy will have to ensure inflation overall in the EMU is consistent with the goal of price stability and that inflation expectations remain firmly anchored,” the bank said.

– Copyright The Financial Times Limited 2012 –

Comunque sia nei prossimi giorni stato di massima allerta, le variabili in gioco sono decisive dall’euro al bund passando per le reazioni politiche. Occhio alla testa e alle spalle di molti indici e soprattutto non dimenticate che la realtà fondamentale delle trimestrali sta lentamente ed inesorabilmente deteriorandosi!

Niente paura ne parleremo insieme  nell’analisi dettagliata sulle prospettive tecniche e macroeconomiche per i prossimi mesi dedicata ai recenti sostenitori di Icebergfinanza e a coloro che vorranno contribuire liberamente cliccando qui sopra…

…dal titolo “MAGGIO 2012 ” EURO FU. SICCOME IMMOBILE ”

Semplicemente GRAZIE per il tuo libero sostegno all’informazione indipendente!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.8/10 (4 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +4 (from 4 votes)
INCREDIBILE! LA BUNDESBANK ACCETTA IL RISCHIO INFLAZIONE!, 9.8 out of 10 based on 4 ratings
11 commenti Commenta
marco72_
Scritto il 10 maggio 2012 at 10:08

Beh, Andrea, come dici anche tu, ti cito: “L’unica possibilità di salvezza a breve termine, un’ulteriore e temporanea iniezione di droga è una banca centrale che faccia tutto ciò che fanno le altre banche centrali al mondo!”, in una forma (Draghi) o nell’altra (Bernanke), forse la Germania si sta preparando a questo.

Detto questo, non credi che l’inflazione sia una prospettiva piu’ che concreta? Non per aumento dei consumi, ma banalmente per svilimento della moneta. O non e’ forse gia’ in atto … ci sono altre spiegazioni per i prezzi cosi’ elevati delle materie prime nel bel mezzo di una cirsi mondiale?

icebergfinanza
Scritto il 10 maggio 2012 at 10:17

marco72_@finanza,

No Marco questa è una Debt Deflation e non c’è inflazione che possa fare paura in una depressione…l’inflazione da assets sta per liquefarsi dai un’occhiata a oro e petrolio e quello che sta per accadere alle materie prime…al di la di eventuali QE qua e QE e la…

marco72_
Scritto il 10 maggio 2012 at 10:26

Nel mio piccolo non ho ne’ la bacchetta magica, ne’ competenze cosi’ approfondite da dire la mia con cognizione di causa. Faccio solo notare che gli “austriaci” (con cui non sei in sintonia, eiventemente – e non e’ una critica) sostengono l’esatto opposto, in particolare per quanto riguarda l’oro sarebbe solo una discesa temporanea prima dell’esplosione dei prezzi finali e dell’eventuale collasso del sistema monetario. Staremo a vedere chi ha ragione.

giobbe8871
Scritto il 10 maggio 2012 at 11:58

grande Mazzalai, bravo a non credere alle news che Wiedmann – Buba e Hans Werner Sinn-IFO con perfidia tipica dei Crucchi musulmani diffondono con grande maestria bravooo. :mrgreen: 8)

giobbe8871
Scritto il 10 maggio 2012 at 11:59

da Voci dalla Germania:
Weidmann riesce a gestire l’intero sistema. Molto prima di entrare nella banca, ha lavorato come segretario generale del comitato di esperti per la definizione dell’Agenda 2010.

Al dibattito sulle nuove misure di sostegno alla crescita, del resto, crede molto poco.

L’allentamento delle misure di austerità in Europa sarebbe “controproduttivo”, sostiene Weidmann.

Proprio in tempi di grande incertezza è importante che la politica resti credibile e che a questi principi si attenga.

Il consolidamento fiscale e le riforme strutturali sono la migliore politica della crescita, perchè attraverso di queste le aziende riacquistano la fiducia perduta e la performance dell’economia migliora.

giobbe8871
Scritto il 10 maggio 2012 at 12:00

L’allentamento delle misure di austerità in Europa sarebbe “controproduttivo”, sostiene Weidmann…si si CONTROPRODUTTIVO per i Crucchi-Turchi ottomani e musulmani vero?? :lol: :mrgreen:

giobbe8871
Scritto il 10 maggio 2012 at 12:02

Quanto sono falsi i Crucchi, quando questa è utile per far soffocare le economie altrui…a tutto vantaggio dei Crucchi-turco-ottomani musulmani. :wink: :mrgreen:

giobbe8871
Scritto il 10 maggio 2012 at 12:05

Spero che zio Sam , assieme agli ebrei , e ai falchi militari assasini, e la Perfida Albione studino una durissima punizione ai Barbari Crucchi, doppigiochisti, sempre uniti ai Turchi Musulmani. :twisted: :mrgreen:

giobbe8871
Scritto il 10 maggio 2012 at 12:07

Non so voi, ma io non mi stupisco dell’ennesimo no agli EuroBond da parte della Merkel, perfida come i suoi Crucchi. :mrgreen: :twisted:

giobbe8871
Scritto il 10 maggio 2012 at 12:11

ieri ho scoperto che il figlio di Morgenthau segretario del Tesoro US , quello che voleva la Crande Germania divisa in 7 stati, nel 1944-1945,è stato Procuratore Capo a New York, dal 1975 al 2009. Ahh Ahh :mrgreen:

Tedeschi se foste furbi e strateghi lo capireste che fra poco sarete spazzati via , definitivamente…ma non ci arrivate, per la vostra infinita superbia. Avete sempre perso le guerre. Sempre. :mrgreen:

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
Articolo dal Network
Ftse Mib: l'indice italiano ieri ha rotto con volumi e volatilità i 21.000 punti, di fatto mettendo
Arrivare a fine mese sena prosciugare il conto può essere difficile, soprattutto quando ci sono
Ieri doveva essere una giornata come un'altra, una giornata tranquilla, noiosa in attesa delle d
Ecco che poi accade quello che non ti aspetti perché è quasi imponderabile. O forse no. Propr
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: l’indice italiano cerca di superare con poca convinzione area 20.500 punti, dove passa a
La notizia di ieri ha del clamoroso, incredibile, affascinante, la dimostrazione di come nella f
Sul mio blog avrete letto tanto tempo fa delle clausole CACs, quando nessuno le conosceva e ness
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I nonni sono da sempre la colonna portante di molte famiglie, fonte di un welfare spesso irrinun
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA