FESTIVAL ECONOMIA TRENTO 2010: INFORMAZIONI, SCELTE E SVILUPPO!

Scritto il alle 22:21 da icebergfinanza

Credo che ormai tutti i lettori di Icebergfinanza comprendono il significato della consapevolezza, l’importanza della consapevolezza, uno degli alberi maestri del nostro ormai leggendario veliero, albero maestro che ci ha aiutato ad esplorare e comprendere la madre di tutte le crisi.

La consapevolezza richiede sacrificio, tempo, disponibilità e responsabilità nei confronti di se stessi e degli altri, il coraggio della conoscenza e della verità.

Come ho scritto in un recente post dei "Mondi Alternativi" intitolato "Consapevolezza un viaggio nell’ignoto." nel  FESTIVALdell’ECONOMIA di TRENTO, che si terrà a Trento, dal 3 al 6 giugno (…) Più in generale si discuterà di come si acquisiscono le informazioni, di come vengono selezionate le diverse fonti, scoprendo magari che alcune volte lo facciamo cercando conferme alle nostre opinioni o altre, in ultima analisi, accettando smentite a nostri preconcetti.

Come scrive Tito Boeri, responsabile scientifico del Festival…

" Il mondo in cui viviamo è sempre più ricco di informazioni e sempre più povero di attenzione. (…) I nuovi "padroni del vapore" sono i padroni dell’attenzione, coloro che controllano i media, i programmi di maggiore ascolto. Contano oggi molto di più di chi detiene il capitale fisico, sono molto più influenti dei proprietari delle fabbriche, delle ferrovie, anche dei grandi centri commerciali. Molte informazioni sono costose da produrre, ma non da diffondere e riprodurre. Ci sono costi fissi elevati nel raccogliere le informazioni e costi marginali molto bassi nel trasmetterle. Innovazioni tecnologiche come Internet hanno reso potenzialmente accessibili a miliardi di persone informazioni a costo zero. Com’è sempre più facile diffondere le informazioni, è anche sempre più facile appropriarsene senza riconoscerne la fonte, la proprietà intellettuale. (…)

(…) Queste pressioni e questi condizionamenti sono spesso opachi, poco trasparenti, per cui chi accede alle informazioni non è in grado di valutarne la natura, non può facilmente capire se e in che misura si tratta di informazioni di parte. Questo apre interrogativi preoccupanti circa l’esercizio del controllo democratico dei cittadini. Ci sono anche rilevanti costi economici nella disinformazione. Con poche e distorte informazioni i prezzi che si formano sui mercati sono essi stessi poco informativi. Senza informazioni, i prezzi smettono di svolgere la loro funzione e i mercati non possono operare.

Le informazioni hanno un valore nella misura in cui sono credibili. (…)

Ecco perchè da sempre Icebergfinanza cerca di rendere consapevoli i propri lettori corredando le sue analisi di fonti e riferimenti verificabili, indicandone sempre la provenienza e l’autore, unico modo per verificare la validità o meno delle mie visioni, sensazioni, analisi, riflessioni.

Ho condiviso con alcuni lettori sostenitori di Icebergfinanza la possibilità di fare un incontro a Trento la sera del 4 giugno o di attendere settembre per la presentazione del mio libro da condividere in una città del centro/nord Italia, un’occasione per ritrovarci insieme in una piccola e grande festa.

La maggioranza ha deciso per la seconda ipotesi, ovvero di ritrovarci a settembre e quindi è probabile che, salvo modifiche dell’ultima ora, la mia partecipazione sarà esclusivamente da "semplice visitatore" senza alcuna programmazione particolare, insieme a tutti coloro che si recheranno a Trento per partecipare al Festival, un incontro tra amici.

Ciò detto, proviamo ad esplorare insieme il programma del Festival, programma nel quale non mancheranno i momenti di riflessione e conoscenza che non potranno che aumentare la nostra consapevolezza.

Decisamente interessante il giorno dell’inaugurazione, potrebbe essere l’interpretazione del premio Nobel, Vernon L.Smith, economista americano che insieme al grande Daniel Kahneman ha ricevuto il premio nel 2002 per aver integrato i risultati della ricerca psicologica nella scienza triste, ovvero l’economia.  Per noi di Icebergfinanza che abbiamo vissuto di bolla immobiliare esplorandola in tutte le sue dimensioni potrebbe essere l’occasione di esplorarne la dinamica psicologica.

 
18:30 03 GIUGNO CASTELLO DEL BUON CONSIGLIO
Crisi a confronto: la bolla immobiliare del 1922-1934 e quella del 1997-2009

La grande recessione che abbiamo attraversato è nata dallo scoppio di una grande bolla immobiliare. Anche la grande depressione del 1929 ha avuto una genesi nel mercato delle abitazioni. Un Premio Nobel s’interroga su similitudini e differenze fra i due episodi. Cosa succede ai prezzi in un mercato in cui molte informazioni di base vengono a mancare?

Introduce Matteo Motterlini

Impossibile inoltre mancare Venerdi all’appuntamento con uno dei cavalli di battaglia di Icebergfinanza, l’educazione economico finanziaria, il rinnovamento che deve partire dalle giovani generazioni, argomento trattato nel mio libro, un’educazione che vada oltre la semplice conoscenza di uno strumento finanziario o di una istituzione, ma che sconfini anche nella dimensione umanistica, filosofica e spirituale di un individuo. Incontro al quale parteciperà una "vecchia" conoscenza del popolo di Icebergfinanza il "nostro" Stefano Zamagni, tra principali consulenti di Benedetto XVI per la stesura del testo dell’Enciclica Caritas in veritate,splendido interprete insieme a Luigino Bruni dell’ Economia Civile da noi esplorata in  Economia Civile: La via della Reciprocità!

17:00 04 GIUGNO PALAZZO CALEPINI SALA FONDAZIONE CARITRO

L’educazione economica a scuola: riflessioni dopo la riforma e dopo la crisi

La generalizzata scarsa conoscenza finanziaria provoca conseguenze negative in relazione alle scelte economiche dei soggetti. La recente istituzione di un liceo economico sociale costituisce un interessante passo in avanti.

a cura dell’Associazione Europea per l’Educazione Economica – AEEE-Italia

coordina Gianfranco Fabi
intervengono Max Bruschi, Enrico Castrovilli, Yves Patrick Coleno, Roberto Fini, Emanuela Rinaldi, Francesco Silva, Stefano Zamagni

Sabato 5 giugno invece, come mancare a ….

14:30 05 GIUGNO PALAZZO CALEPPINI SALA FONDAZIONE CARITRO
 
Dalla crescita al ben vivere: quale altra economia? Dialogo tra un economista e un allievo di don Milani

È arrivato il tempo di mettere radicalmente in discussione il modello di sviluppo basato sul dogma della crescita e del mercato?

a cura di Trentino Arcobaleno

intervengono Francuccio Gesualdi, Andrea Ichino

15:30 05 GIUGNO CASSA CENTRALE BANCA SAL DON GUETTI 
 
Scelte finanziarie consapevoli: come l’informazione può contribuire a renderle responsabili e sostenibili

La natura della crisi finanziaria è anche conseguenza delle scadenti e opache informazioni rivolte ai risparmiatori. Gli investimenti socialmente responsabili sono uno strumento concreto per far crescere un diverso atteggiamento che presti attenzione alla dimensione sociale e ambientale, senza con ciò sacrificare l’aspetto economico.

a cura di Cooperazione Trentina e Etica sgr

coordina Andrea Di Turi

intervengono Carlo Borgomeo, Mario Crosta, Enrico Salvetta, Alessandra Viscovi

….. la finanza etica, l’investimento consapevole e responsabile, altro grande cavallo di battaglia di Icebergfinanza in questi anni.
 
E sempre sabato 5 giugno uno dei più grandi mastini che ha braccato il potere di Wall Street in questi ultimi anni, SIMON JOHSON, che i lettori di Icebergfinanza conoscono come l’autore del blog, Baselinescenario 
 
 
18:00 05 GIUGNO  PALAZZO GEREMIA
 
Il potere di Wall Street

Le timide riforme nei mercati finanziari avviate dopo la crisi continuano a salvaguardare la posizione delle grandi banche, che hanno avuto un ruolo centrale nello scatenare la crisi. Sono non solo troppo grandi per fallire, ma soprattutto troppo potenti per essere penalizzate dalle riforme che servirebbero per scongiurare il rischio di una nuova crisi. Cosa si può fare per contrastare il potere di Wall Street?

introduce Stefano Lepri

…..per concludere la sera con Milena Gabanelli, autrice della trasmissione televisiva REPORT in onda su Rai Tre.

 
21:00 05 GIUGNO TEATRO SOCIALE
 
Informazione e potere

È ancora possibile per un giornalista essere il "cane da guardia" del potere? Attraverso la sua trasmissione televisiva "Report" Milena Gabanelli – con pochi mezzi e tra mille difficoltà – da molti anni fa inchieste scomode sui potenti della politica e dell’economia.Con quali risultati? Quanti ostacoli alla trasparenza pone un potere che spesso cerca la pubblicità ma non l’informazione?

introduce Miguel Mora

Inoltre per concludere in bellezza domenica 6 Giugno alle ore 15.00 Nouriel Roubini, uno dei maggiori interpreti previsionali di questa crisi condividerà la sua visione sul futuro della crisi assieme a Tito Boeri, in …

15:00 6 GIUGNO TEATRO SOCIALE

Crisi della finanza: passato, presente e futuro

Come si è arrivati alla Grande Recessione? È davvero finita la crisi? Cosa si può fare per scongiurare il rischio di una lunga fase di crescita anemica dell’economia mondiale? Come fare per affrontare gli squilibri globali che hanno contributo alla crisi? L’analisi dell’economista che aveva meglio previsto la genesi della crisi.

Naturalmente come mancare ad un visita, presso la …..

 PIAZZETTA DELL’ALTRA ECONOMIA

Gruppi Acquisto Solidale  Fiera “Fa’ la Cosa Giusta

Una piazza per incontrare attori economici e consumatori, in rete tra loro che scelgono la persona e la cura dell’ambiente come criteri prioritari anche delle scelte economiche. Ma anche un luogo dove trovare informazioni concrete per scelte più consapevoli e sperimentare l’autoproduzione come scelta motivata da precise analisi sui sistemi economici.

Questi sono solo alcuni degli appuntamenti che potrete trovare al Festival dell’Economia, di cui condivido altre importanti opportunità:

17:00 04 GIUGNO
Bolle, panico e crolli: cosa possiamo imparare dalle formiche e dalle api

Le spiegazioni proposte per la recente crisi economica richiamano costantemente tre concetti – fiducia, reti di relazioni, contagio – che figurano raramente nei modelli economici. Se pensiamo agli attori del sistema – individui, aziende, banche – come soggetti che interagiscono costantemente e molto più "localmente" di quanto si pensi, forse le società delle formiche o delle api possono suggerirci interessanti modelli di analisi della modernità.

18:30 04 GIUGNO
Gli effetti macroeconomici della disattenzione

Famiglie e imprese hanno una capacità limitata di elaborare informazioni sul comportamento degli aggregati economici. Questo fa sì che prezzi, investimenti e occupazione e altre variabili macroeconomiche si muovano solo in risposta a shock di una certa entità e, quando cambiano, subiscano variazioni affatto marginali. Molti fenomeni economici possono essere spiegati in questo modo.

10:30 05 GIUGNO
Informazioni, valori e decisioni

Come prendiamo una decisione? Per poter decidere in maniera assennata, abbiamo bisogno di informazioni. Dobbiamo inoltre pesare queste informazioni, ordinarle a seconda della loro rilevanza ed infine valutare le possibili conseguenze che una determinata decisione potrebbe avere. Il contributo delle neuroscienze cognitive alla comprensione dei processi decisionali nei contesti economico, sociale e morale.

introduce Armando Massarenti

12:00 05 GIUGNO
Lezioni dalla crisi

La crisi finanziaria mondiale e la conseguente profonda recessione hanno rivelato l’inadeguatezza della regolazione finanziaria, delle politiche monetarie e anche della teoria economica e finanziaria che sono le basi teoriche dei sistemi di regolazione. I problemi che ne derivano possono essere ricondotti a tre grandi temi: informazioni, instabilità e incentivi. Piuttosto che cercare di fissare regole di comportamento che già si sono dimostrate inefficaci, è meglio capire e cercare di governare le forze che influenzano i comportamenti.

introduce Giorgio Fodor

12:00 05 GIUGNO
Credito cooperativo, trasparenza e sviluppo sostenibile

La recente crisi ha accentuato i problemi di fiducia tra banche e mutuatari. Il credito cooperativo ha tradizionalmente superato queste difficoltà grazie alla presenza continua e al radicamento nel territorio. L’evento intende illustrare e discutere alcuni aspetti di questo fenomeno.

a cura di Euricse – European Research Institute on Cooperative and Social Enterprises

intervengono Giovanni Ferri, Silvio Goglio, Maria Lucia Stefani

16:00 05 GIUGNO
Oltre il Pil: la felicità come guida della politica economica?

Il Governo del Bhutan ha deciso di sostituire alle misure del prodotto interno lordo delle misure della felicità dai suoi abitanti. I pro e i  contro di questa scelta, sul piano della qualità delle misure della felicità, delle implicazioni per la politica economica e della democrazia nel dialogo tra un economista e il Primo Ministro del Buthan.

introduce Federico Fubini

16:30 05 GIUGNO

L’influenza dei blog sulle scelte della politica

Quanto importanti sono i siti di informazione economica nel condizionare le politiche pubbliche? Come fanno a sopravvivere tutelando la loro indipendenza? L’economista fondatore del popolare blog "Marginal Revolution" ne discute con gli animatori dei siti di informazione e dibattito economico nati in questi anni sulla scia de "lavoce.info": "Vox" (Stephen Yeo), "Me Judice" (Reggy Peters), "Nada es gratis" (Pablo Vazquez), "Telos", "Okonomenstimme". Partecipa Marco Gambaro.

introduce Stefano Feltri

E qui mi fermo anche perchè in fondo si tratta di una visione estremamente soggettiva ma mirata alla ricerca di argomenti e personaggi che i lettori di Icebergfinanza, già conoscono, una piccola guida per districarsi nella giugla di avvenimenti del festival dell’Economia di Trento.

Buona consapevolezza a tutti. Andrea 

Colgo nel frattempo l’occasione di ringraziare tutti i Compagni di viaggio per la stima e l’affetto dimostratomi in occasione della prenotazione del mio libro in uscita a settembre, scusandomi per l’impossibilità di rispondere a tutti.
Come già scritto dalle dinamiche delle prenotazioni appare una piccola sorpresa ovvero l’incredibile percentuale di oltre l’80 % delle richieste provenienti dall’Italia settentrionale e dall’estero. Al di la della disposizione demografica e dell’interesse per quanto sta accadendo, sorprende la scarsa presenza di Roma e di alcune realtà del centro Italia. Inutile ricordare che singolarmente al sud e nelle isole, vi sono alcuni leggendari e storici Compagni di viaggio che da sempre seguono la nostra avventura che saluto affettuosamente. 

Per chiunque volesse lasciare una prenotazione senza alcun impegno, per aiutarci ad avere un’idea di massima di quante copie mandare in stampa alla prima uscita l’appuntamento è cliccando qui sotto , dovete troverete un assaggio di quello che verrà …..


 

SE VUOI SOSTENERE ICEBERGFINANZA CLICCA QUI SOTTO!
 

 
Icebergfinanza come un cantastorie che si  esibisce nelle strade e nelle piazze delle città!   

La "filosofia" di  Icebergfinanza resta e resterà sempre gratuitamente a disposizione di tutti nella sua "forma artigianale", un momento di condivisione nella tempesta di questi tempi, lascio alla Vostra libertà, il compito di valutare se Icebergfinanza va sostenuto nella sua navigazione attraverso le onde di questo cambiamento epocale!   

Non solo e sempre economia e finanza, ma anche alternative reali da scoprire e ricercare insieme cliccando qui sotto in ……… 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
9 commenti Commenta
Scritto il 22 maggio 2010 at 20:34

A proposito di Grecia, debito pubblico e Italia se a qualcuno interessa posto dei link:http://borsaitaliana.it.reuters.com/article/businessNews/idITMIE64I07L20100519 (Comune di Milano e derivati hihihihi)http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-799ec564-b717-4ffd-98f7-f02c006dbddd.html (Report il 08/04/2008 già ne parlava, per vedere il programma bisogna intallare Microsoft Silverlight)Comunque molti mesi fà avevo già scritto un post che parlava della situazione di molti Comuni Italiani…….ma basta "indagare" nel bilancio del vostro Comune….per capirlo (nel mio c'è nè per tutti hehehehe).GRACAV #8 dell'articolo precedente, non è il "luogo" adatto per parlare delle cose personali, comunque voglio rispondere lo stesso in qualche modo…….diciamo che la maggioranza delle mie amiche non credo che leggano Icebergfinanza (ma non importa le informo io delle novità) anche perchè penso che siano impegnate con altre cose……e con altri mondi, chissà forse una.Un salutoSD

Scritto il 22 maggio 2010 at 20:34

A proposito di Grecia, debito pubblico e Italia se a qualcuno interessa posto dei link:http://borsaitaliana.it.reuters.com/article/businessNews/idITMIE64I07L20100519 (Comune di Milano e derivati hihihihi)http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-799ec564-b717-4ffd-98f7-f02c006dbddd.html (Report il 08/04/2008 già ne parlava, per vedere il programma bisogna intallare Microsoft Silverlight)Comunque molti mesi fà avevo già scritto un post che parlava della situazione di molti Comuni Italiani…….ma basta "indagare" nel bilancio del vostro Comune….per capirlo (nel mio c'è nè per tutti hehehehe).GRACAV #8 dell'articolo precedente, non è il "luogo" adatto per parlare delle cose personali, comunque voglio rispondere lo stesso in qualche modo…….diciamo che la maggioranza delle mie amiche non credo che leggano Icebergfinanza (ma non importa le informo io delle novità) anche perchè penso che siano impegnate con altre cose……e con altri mondi, chissà forse una.Un salutoSD

Scritto il 22 maggio 2010 at 20:34

A proposito di Grecia, debito pubblico e Italia se a qualcuno interessa posto dei link:http://borsaitaliana.it.reuters.com/article/businessNews/idITMIE64I07L20100519 (Comune di Milano e derivati hihihihi)http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-799ec564-b717-4ffd-98f7-f02c006dbddd.html (Report il 08/04/2008 già ne parlava, per vedere il programma bisogna intallare Microsoft Silverlight)Comunque molti mesi fà avevo già scritto un post che parlava della situazione di molti Comuni Italiani…….ma basta "indagare" nel bilancio del vostro Comune….per capirlo (nel mio c'è nè per tutti hehehehe).GRACAV #8 dell'articolo precedente, non è il "luogo" adatto per parlare delle cose personali, comunque voglio rispondere lo stesso in qualche modo…….diciamo che la maggioranza delle mie amiche non credo che leggano Icebergfinanza (ma non importa le informo io delle novità) anche perchè penso che siano impegnate con altre cose……e con altri mondi, chissà forse una.Un salutoSD

utente anonimo
Scritto il 22 maggio 2010 at 23:43

utente anonimo
Scritto il 22 maggio 2010 at 23:43

utente anonimo
Scritto il 22 maggio 2010 at 23:43

Scritto il 23 maggio 2010 at 22:35

Capitano Andrea lo sapevi che il tuo sito vale circa 70.000 euro, l'ho "scoperto" in questo link : http://bizinformation.org/it/www.icebergfinanza.splinder.com i miei complimenti.Quasi…quasi…provo anch'io a farne uno…..lo sapevo che bisognava smetterla di "lavorare" per guadagnare hehehehe (è una battuta…naturalmente)Un salutoSD

Scritto il 23 maggio 2010 at 22:35

Capitano Andrea lo sapevi che il tuo sito vale circa 70.000 euro, l'ho "scoperto" in questo link : http://bizinformation.org/it/www.icebergfinanza.splinder.com i miei complimenti.Quasi…quasi…provo anch'io a farne uno…..lo sapevo che bisognava smetterla di "lavorare" per guadagnare hehehehe (è una battuta…naturalmente)Un salutoSD

Scritto il 23 maggio 2010 at 22:35

Capitano Andrea lo sapevi che il tuo sito vale circa 70.000 euro, l'ho "scoperto" in questo link : http://bizinformation.org/it/www.icebergfinanza.splinder.com i miei complimenti.Quasi…quasi…provo anch'io a farne uno…..lo sapevo che bisognava smetterla di "lavorare" per guadagnare hehehehe (è una battuta…naturalmente)Un salutoSD

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Guest post: Trading Room #331. Grazie anche al nuovo governo, particolarmente gradito da Bruxelles
Ftse Mib: prese di beneficio sull'indice italiano che ritorna in area 22.000 punti, in scia alle ten
L'attenzione per far pagare meno tasse è tutta concentrata sui lavoratori dipendenti, almeno così
Analisi Tecnica Direi che ormai ci siano al test dei 22300 anche se non sono sicuro che andremo a
Stoxx Giornaliero Buon inizio di settimana a tutti, riprendiamo il nostro appuntamento settim
Se il quadro non vi è chiaro, ve lo spiego per l’ennesima volta, poi ovviamente continuerà a
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-2 / T-1 / T / T+1 [Base Dati: 15 minuti] Velocità T-2 / T-1 / T / T+1[Base Dati:
La notizia ormai la sapete tutti, quello che cercheremo di comprendere insieme è le ripercussio