ASSISI….VENTO DI SPERANZA!

Scritto il alle 16:45 da icebergfinanza

Basilica di San Francesco di notte da dany111.

Ci sono emozioni che non si possono descrivere, ci sono momenti che lasciano il segno, nella semplicità di un sorriso, in uno sguardo, in un abbraccio, nella sensazione di non essere solo, di essere in tanti. Tante goccie sparse nell’oceano, che possono "contaminare" la goccia vicina, qualcosa che va al di la dell’economia e della finanza, argomenti che spesso trattiamo durante il nostro viaggio. Una speranza che nasce dalla sorgente, dall’uomo, da un piccolo e grande mondo sommerso, di uomini e donne, che vivono la vita semplicemente con una tensione che guarda all’uomo, sorgente e ispirazione di ogni presente, di ogni futuro.

Come per Trento, l’incontro di Assisi, personalmente, è andato al di là della visione macroeconomica del futuro, la Vostra presenza, il Vostro calore umano, la Vostra stima, sono un uragano che continuerà a gonfiare le vele di questo nostro veliero.

Ognuno di Voi è arrivato con le Sue aspettative; ho condiviso le mie visioni, le mie sensazioni, ma non sono portatore di certezze, non sono portatore di verità. La speranza è che ognuno di Voi abbiamo portato via qualcosa che vada oltre quelle che erano le Sue attese.

Grazie Paolo per aver organizzato questo incontro, grazie Valentina e grazie a tutti i compagni di Viaggio! Grazie Paolo, per aver condiviso insieme questa nuova esperienza.

Abbiamo davanti momenti difficili, ma allo stesso tempo ho un’immensa fiducia nelle possibilità di costruire una nuova economia, nuove relazioni, nelle isole quotidiane che ognuno di Voi frequenta, senza l’ utopia di stravolgere nulla, ma con l’ambizione di esplorare nuovi orizzonti che lentamente, piano, piano stanno sempre più emergendo come naturale bisogno di respirare aria nuova. Abbiamo bisogno di seminare una nuova visione delle cose, abbiamo bisogno di ritornare a mettere l’ Uomo al centro dell’Universo, un’Umanità che sia il fine e non il mezzo dell’economia, una Speranza per i nostri figli.

Come mi ha ricordato oggi Piera, alle volte si ha come la sensazione di essere come pecore in mezzo ai lupi. " Siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe…non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima."

Nessuno può uccidere l’anima delle Vostre idee, delle Vostre certezze, delle Vostre speranze, nessuno può uccidere la Vostra essenza, ne questo sistema, ne talvolta le sue illusioni.

Nessuno, solo Voi, solo Voi potete uccidere quello in ciò che credete, i Vostri valori!

" Spingerò il mio Veliero sulla rotta
navigherò tra gorghi e mulinelli,
la gioia mi ha trovato, la pienezza,
non starò più fermo ad apettare.

 

Viene il giorno in cui chiedi a te stesso, la rotta da seguire,
viene il tempo in cui ti guardi e i tuoi sogni son caduti.
E’ il momento di rischiare, di decidere da soli, non fermarsi e lottare per non essere abbattuti.

Sulle spalle una mano che ti spinge a trattenerti, vuol fermare l’avventura, ma ritorno a navigare.
Ho incontrato troppa gente che mi ha dato senza avere, voglio dare queste braccia, non c’è molto da aspettare.

E’ parola come vento, tra le vele quella stretta, gli uni e gli altri nell’Amore, non avere che un Canto, questo tempo non ha niente da offrire a chi aspetta, prende tutto, prende dentro, sai fin dove non sai quanto.

Non è la rotta di chi parte e già vuole arrivare, non la rotta dei sicuri, dei sicuri di riuscire, non è fatta per chi è fermo, per chi non vuole mai cambiare.
E’ la rotta di chi parte e arriva per ripartire."

Semplicemente Grazie!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags:   |
46 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 29 novembre 2009 at 17:39

Caro Andrea,

Aggiungerei al tuo post, per renderlo secondo me completo, la seguente citazione di Platone:"l’orizzonte non è un punto d’arrivo ma una meta che nasconde la successiva"

Un caro saluto.Piero

utente anonimo
Scritto il 29 novembre 2009 at 18:42

caro andrea in certi momenti, quando mi sento pecora ho scoperto di avere incontrato il mio pastore….

utente anonimo
Scritto il 29 novembre 2009 at 19:47

semplicemente grazie a Te Andrea

utente anonimo
Scritto il 29 novembre 2009 at 20:13

Assisi….che dire?????

Vale con le sue compilation dedicate, Piera con la sua carica, Elisa con la sua rabbia, Marco con la tranquillità, Vincenzo con la sua memoria, Fabio con la sua teoria, Andrea con la sua attenzione ad ascoltare tutti ….
l’aria di Umanità che si respirava….

La Valle di Assisi poi …osservando gli affreschi di San Francesco riflettevo su quanto gli uomini siano stati in grado di creare e tramettere con 700 anni in meno di conoscenze, scienza, scoperte, con 700 anni in meno di sapere….forse erano più liberi dentro ed in grado di esprimere i loro talenti….forse è ciò che presumiamo di sapere che ci blocca nel pensiero e nell’azione.

Nessuno ha il potere di renderci meno liberi se non noi stessi e i nostri pre..giudizi.

Un saluto e un abbraccio a tutti

Un immenso grazie e un augurio particolare per domani ad Andrea

gracav

Scritto il 29 novembre 2009 at 20:51

Sono arrivata ora….

GRAZIE!! Grazie a chi mi cerca, a chi ha notato la mia momentanea assenza, grazie di cuore davvero!!
Non sono influenza, mai stata meglio!!! Sto davvero benissimo ora poi!!!
Devo leggere un pò per mettermi in pari, ma arrivo !
Vorrei dire tante cose, non so se mai ci riuscirò, non trovo ne poesie, ne tantomeno immagini per dirvi ciò che ho nel cuore…
innanzitutto un saluto e
delle scuse in particolare a quei compagni di viaggio con i quali non sono riuscita a scambiare che poche, pochissime parole, come SD!

Ma ne sono certa, non mancheranno altre occasioni!!

Allora SD, non è vero che il nostro capitano assomiglia a un grande capo indiano??:-) :-)
Grazie a Paolo G. che ha reso possibile tutto ciò, alla disponibilità di due carismatici relatori, alla presenza di cari compagni di viaggio!
all’ospitalità e all’infinita gentilezza di M.Cristina, agli amici di Alba, a Cristina ed Alessandro;
è stato un onore ed un immenso piacere conoscere gracav, MarcoColacci,Albatros…
lucio, antonio e ritrovare gli amici dell’incontro a Trento, vero Fabio e Antonio, Vincenzo, solo per dirne alcuni…. non vorrei dimenticare nessuno…ma eravate in tanti ben presenti…e questo parla da se!

Caro Dispensatore di verità e team, voglio dirti un’ ultima cosa, da ora in poi Ti ignorerò, ma sono contenta, ora più che mai, enormemente contenta, e lo sono con un’enerme presunzione, si te lo dico, con Presunzione di essere una di quei "sfigati di borsa" di cui parli Tu, Ti auguro di cuore, e sono sincera, lauti guadagni e di farne soprattutto buon uso, ben altre, da sempre sono Le Richezze che mi attraggono e non hanno prezzo!! Buona Fortuna!!!

Vento in poppa Capitano, sempre,
Cari compagni di viaggio un grande Grandissimo abbraccio…fino all’attracco al prossimo porto sicuro!!!

Valentina

Scritto il 29 novembre 2009 at 21:35

Di ritorno da Assisi… che dire???
Beh, Andrea, hai trovato la parola giusta… quella che interpreta al meglio il mio sentire dopo questo incontro…
Ho maggiore speranza…
Aver incontrato tante gocce che sembrano ancora incontaminate e resistenti all’inquinamento che ci circonda,
regala la speranza che si può e si deve lottare per un futuro migliore…
è vero, abbiamo bisogno di respirare aria nuova ma c’è anche bisogno del coragggio di ognuno di noi di mettersi in discussione e di essere protagonista "attivo" senza pretendere che siano sempre e solo gli altri le cause di tutti i mali…
emblematico di ciò è, ad esempio, quanto accaduto nel corso del dibattito…
alla richiesta del signore veronese, se non erro, di provare a dare regole e valori ai nostri figli facendo loro vivere il lavoro reale per un mese all’anno, ha risposto l’agricoltore romano che si è detto incapace di riuscire a farsi aiutare dal figlio ma si è poi focalizzato sulla sua convinzione dell’esistenza di poteri forti che decidono tutto a tavolino e che noi vittime predestinate non possiamo che dividerci le briciole….
ebbene, penso che se non siamo capaci di rispettare ed affermare per primi i nostri valori all’interno delle nostre famiglie non possiamo certamente sperare che lo possa fare qualcuno dall’esterno…
eventuali poteri forti, saranno sempre più forti al cospetto della nostra debolezza….
il messaggio forte penso sia: essere pronti a cambiare noi stessi per cambiare quello che ci circonda

Un ringraziamento a Paolo G. per l’organizzazione dell’evento e per la scelta dell’ottima "location",
un abbraccio ed un arrivederci a quanti ho avuto modo di conoscere, anche se purtroppo con alcuni non c’è stata possibilità di discutere: Valentina, Vincenzo, Giuseppe, gracav, lorenzo per citare solo i primi che mi vengono in mente…

Lucio

utente anonimo
Scritto il 29 novembre 2009 at 21:40

Ciao Valentina #5 hai scritto bene il Capitano Andrea assomiglia proprio ad un grande capo indiano.

Anche se per mè l’incontro di Assisi è stato leggermente fatisono (a causa della distanza), sono contento di aver partecipato; non c’è stato sicuramente il tempo ed il modo di comunicare e conoscerci meglio…ma chissà forse la prossima volta.
Comunque valeva la pena partecipare anche per rendere "reali" e per vedere di persona una parte delle persone che scrivono e commentano sul blog…..anche se per la maggioranza di loro non mi sarà possibile collegare il nikname.

Infine ho letto molti post interessanti scritti questi giorni da Il Compasso, Dorf, Altapatagonia, gracav, luigizia, Delfino, Fabio B, Daniele, Massimo (scusate se ho dimenticato qualcuno) avrei voglia di commentarne qualcuno….specialmente quelli dell’Anonimo "SO’ tutto IO" #37 e #38…guardi che io non l’averi perso un appartamento a Dubai neanche 5-6 anni fà e neanche "se me lo regalavano"……..sono solo CEMENTO e MATTONI !!!!!! hehehehehe.

Un saluto a tutti e specialmente ad Andrea e Valentina.

SD

utente anonimo
Scritto il 29 novembre 2009 at 21:48

Ciao a tutti, in particolare a Andrea. mi dispiace non essere potuto essere a Assis.
Bello sentire le vostre parole.
Ce n’è bisogno soprattutto quando senti un Marchionne che con voce grossa dice che c’è una "realtà numerica" da analizzare.
C’è tanto da fare ragazzi.
Raffaele.

utente anonimo
Scritto il 29 novembre 2009 at 23:03

Un grande saluto e grazie al nostro capitano Andrea. Ancora una volta con umiltà  , con grande entusiasmo e competenza ha condiviso con noi la sua visione dell’economia ma sottolineando l’importanza di quei valori che ci permettono di riscoprire l’uomo e forse di essere quel battito d’ali di farfalla che potrebbe cambiare il mondo …
E’ stata una bella occasione l’incontro di Assisi, in tandem con gli amici di Mercato Libero, un’occasione per scambiare idee, opinioni , comunque un modo di condividere pur nella differenza.
Un grazie a Paolo G. che si è veramente prodigato per realizzare questo incontro, grazie a Paolo B. di Mercato Libero, un abbraccio a Valentina, Renza, Vincenzo, Cristina, Alessandro e ai tanti altri amici  incontrati ieri.
A presto!
Ciao capitano!
M.Cristina
 

utente anonimo
Scritto il 30 novembre 2009 at 01:20

Magico Assisi 
 
Più di 400 persone sono arrivate, in questo posto che da secoli invita alla riflessione, per ascoltare e successivamente intervenire alla prima edizione di un confronto tra due titani dell’informazione finanziaria alternativa.
 
Sinceramente mi auguro che sia la prima edizione di una lunga serie, perchè sarebbe bello non far cadere un evento cosi importante ad uno tra i tanti.
 
Ieri, sera si è assistito ad un qualcosa di veramente straordinario.
 
Due relatori che hanno discusso con toni "di assoluta civiltà" ….civiltà che in televisione, sulla stampa, sui blog mancano da moltissimo tempo,  poichè ormai in questi luoghi di "propagazione del sapere"  le tesi contrapposte portano come minimo a provocazioni, insulti, e  spesso offese , per cui "deve prevalere" sempre  la logica da clan
e mai quella di un onesto confronto.
 
 

Per cui un sincero ringraziamento sento di esprimerlo al Dott. Paolo Barrai ed al nostro Capitano per le magistrali relazioni con cui  ci hanno inchiodati per più di quattro ore alla sedia dibattendo tesi antagoniste.
 
Un "qualcuno" non essendo presente ha perso veramente l’occasione per imparare come si possono avere visioni contrapposte e rispettarsi vicendevolmente.
 
Nella vita reale come nei blog il rispetto per l’altro e gli altri
innanzitutto.
 
Grazie ancora Andrea e Paolo per quanto e soprattuto per il come ci avete "civilmente proposto le vostre idee e senza mai salire sul
pulpito per dispensarci certezze, ma ricordandoci sempre che ognuno di noi attraverso il dubbio, lo studio e la ricerca può trasformare semplici informazioni in conoscenze e poi "interiorizzandole ulteriormente" in qualcosa di più efficace, ….. in competenze che in
certi momenti momenti della vita ci possono servire per controbbattere certi soloni che non  sanno fare altro che pontificare, perchè da sempre ammaestrati a tale ruolo,,,,,,,,,,, ed a costoro formulo l’augurio
che quanto prima  DUBBIO li colga.
 
Per me è stato un momento molto gratificante e piacevole, perchè mi ha permesso di rivedere i"vecchi" amici conosciuti a Trento e con cui spesso in seguito ci siamo  sentiti telefonicamente  e scritto.
 
In questa occasione ho avuto modo di dare un volto, un tono di voce, un modo di fare ad altri partecipanti e non al Veliero,
e con  alcune di queste persone, con cui è stato un piacere per me interloquire, sento il dovere di scusarmi se sono stato "talvolta straripante" nella discussione, me ne dolgo sinceramente, …e penso sia dovuto alla mia "lunga astinenza" dal blog, ed alla mia voglia di "comunicare la mia esperienza o memoria" .
 
Un grazie immenso va da parte anche mia a  PG che non mollando mai da oltre dieci mesi
ha saputo organizzare l’evento mettendo assieme  Andrea Mazzalai e Paolo Barrai.
 
Grazie ancora Paolo.
 
Un saluto ed un abbraccio affettuoso a tutti coloro che già conoscevo e  a quanti ho conosciuto in questa occasione ed a coloro che non ho avuto il piacere di conoscere poichè si era in tantissimi.
sarà alla prossima…
 
da nonno Carpe diem

PS: mi sono accorto che ho "esondato" anche adesso.

utente anonimo
Scritto il 30 novembre 2009 at 06:51

250 anime da tutta Italia, nord,centro,sud, una dimostrazione di stima e affetto entusiasmante e commovente per me e Paolo,

Grazie! I future segnalano il disinteresse del mercato per la telenovelas di Dubai, attenzione alle trappole, non credo che finirà cosi facilmente, la fiducia è un elemento fragile come l’illusione.

Buona giornata a tutti! Andrea

utente anonimo
Scritto il 30 novembre 2009 at 09:39

Già, ora tocca al debito sovrano…mi aspetto almeno un default , come nel caso delle banche con L.Brothers.

Scritto il 30 novembre 2009 at 10:08

Ciao Andrea,
ciao Paolo,
siete semplicemente FANTASTICI!!!
Neanche voi siete consapevoli della forza che siete capaci di trasmettere a tutti noi!!!
Noi tutti siamo il basso da cui ripartire; la piramide, che nell’immaginario collettivo rappresenta il POTERE, le forze più o meno occulte che decidono … si deve rovesciare …
Provate ad immaginarla … ora la punta è rivolta verso l’alto … ma deve roteare di 180° e andare in giù … e noi, la base puntare verso il cielo!!!
UTOPIA??? NOOOOOOOOOOOOOOOOOO
è la semplice realtà che stiamo vivendo!!!
Ci sarebbe da scrivere  … un poema …
Mi limito e urlo con tutta me stessa:
FORZA RAGAZZI !!!! Abbiamo così tanto da fare e lavorare!!!!
Un abbraccio a tutti quelli che erano ad Assisi … e a quelli che non hanno potuto ( o voluto .. ) venire!!!!
Grazie SEMPRE
Elisa
ps MI SPIACE TANTISSIMISSIMO DI NON AVER CONOSCIUTO E PARLATO CON MOLTE PIU’ PERSONE … ACCIDENTI LA STANCHEZZA HA PRESO IL SOPRAVVENTO …

E UN GRAZIE ENORMEEEEEEEEEEEEEEE, MA VERAMENTE, ALLE MOGLI ED AI FIGLI DI QUESTI DUE UOMINI … AI QUALI E’ INEVITABILMENTE SOTTRATTO DEL TEMPO …

Scritto il 30 novembre 2009 at 11:27

 Carissimi compagni di viaggio,

letti i commenti che alcuni hanno già fatto,poco rimane da aggiungere all’entusiasmo che questo incontro ha lasciato in ognuno di noi.

Non avevo dubbi su Andrea e Paolo,letto e riletto i loro articoli,conosciuti di persona,"legato"con loro pur nella loro diversa personalità,mi viene da dire che  insieme si completano, GRANDI  entrambi,un Grazie dal profondo del cuore,è cosa rara incontrare degli amici veri,quando li si conosce si ha la certezza di aver "catturato" qualcosa di immenso.

Paolo,la scorsa settimana, ha titolato un post QUI "ASSISI NON E’ UN CASO!"
Sì Paolo, Assisi non è stato un caso ,si è formato un "gregge" che nel nostro caso ha due pastori, da seguire,con cui collaborare,per far si che il gregge si gonfi perché diventi un’ondata di consapevolezza per chi ha voglia di tirare fuori la testa dalla sabbia.
Rammentiamo che Francesco era mercante prima di diventare "il poverello di Assisi" rammentiamo che è il Patrono d’Italia……………..di questa Italia scassata e demotivata.
Rammentiamo ciò che riusci ad ottenere Francesco con il Sultano 7 secoli orsono……QUI
Vedere i Musei di Assisi e calpestare la stessa terra che centinaia di anni orsono è stata calpestata dall "poverello" è stato un riandare,con la mente, alla storia……….
Che dire poi dell’aria spirituale durante la celebrazione Eucaristica delle ore 12 nella Basilica inferiore ……….una densità di emozioni spirituali che da tempo non vivevo……….tutti coloro che tengo nel cuore erano con me e nella mie preghiere ……..non stancarsi di domandare e offrire sempre!

E…. fatemi aggiungere che ieri davanti alla tomba di San Francesco ho fatto una preghiera di affidamento a Lui di tutte le nostre speranze che non saranno prive di battaglie.

Ognuno di noi deve sapere che non è più solo, anche se a volte la solitudine ci prende e, se ci lasciamo andare, potrebbe sovrastarci.

Teniamoci uniti,collaboriamo fattivamente,proponiamo e condividiamo le idee che ci frullano per la testa e non dico che vinceremo a breve ma dico che, insieme, la battaglia ci sembrerà meno dura,anche se a volte la più grande battaglia la dobbiamo combattere con quelli che dovrebbero essere più vicini a noi e che purtroppo ancora non vedono e non sentono.

Apriamo occhi ed orecchi e non perdiamo mai di vista l’obiettivo e saremo vincenti.

Ma, si sappia,che pecore(senza offese per le stesse) non siamo e che i lupi non ci fanno paura!
Non temiamo i "potenti" noi siamo di gran lunga più numerosi di loro ed abbiamo dentro una spinta che quei rammolliti di politici manco si sognano di possedere!

Sì, è stato un grande piacere ed una "sensazione" unica dare volto ai nikname!!!

Valentina,Vincenzo già avevano un volto, aggiungere Gracav,Marco Colacci,SD, Paolo G ( grande e capace organizzatore dell’incontro) 
Vincenzo,non hai esondato,avrei voluto stare a sentirti per delle ore e le cose che hai detto meritano di essere conosciute e non più sottaciute.
Purtroppo la vecchiaia gioca brutti tiri e non mi ricordo più i nomi di tutti quelli con cui ho diviso la cena e la colazione……..complimenti all’amica di Roma che mi può essere figlia e che di figli ne ha tre………..complimenti ancora!!!! 

Amici, è stata un’esperienza unica e mi dispiace per coloro che non hanno potuto o non hanno voluto viverla….

Un abbraccio virtuale a tutta la ciurma e…………al prossimo incontro.
Buona giornata a tutti

Scritto il 30 novembre 2009 at 11:37

SCUSATE, IL COLLEGAMENTO AI POST NON HA FUNZIONATO I LINKS VE LI INCOLLO SOTTO.
ANCORA BUONA GIORNATA A TUTTI

ASSISI NON E’ UN CASO

http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/2009/11/assisi-non-e-un-caso.html

SAN FRANCESCO E L’ISLAM

http://www.centro-peirone.it/Alhiwar/2000/2_00/200_04.htm

Scritto il 30 novembre 2009 at 11:37

SCUSATE, IL COLLEGAMENTO AI POST NON HA FUNZIONATO I LINKS VE LI INCOLLO SOTTO.
ANCORA BUONA GIORNATA A TUTTI

ASSISI NON E’ UN CASO

http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/2009/11/assisi-non-e-un-caso.html

SAN FRANCESCO E L’ISLAM

http://www.centro-peirone.it/Alhiwar/2000/2_00/200_04.htm

utente anonimo
Scritto il 30 novembre 2009 at 12:37

Beh avete finito !!!??
Adesso veloci a lavorare !!!

…hehe

Grazie ciurma , dopo questi post, mi avete fatto sentire ad Assisi e insieme a voi nonostante la distanza… Grazie!

Altapatagonia

 Oh no ! adesso Vale rincomincia con le sue

Scritto il 30 novembre 2009 at 13:06

Altapatogonia mi fai sempre sorridere, ci sei mancato!!!
come ci sono mancati bill, gabriel, canna al vento, minghin, MM, il portello, phitio, Il cuculo, mozzart ve lo ricordate!?, massimo, pinio che non sento più da tanto tempo, sul compasso non insisto, perchè nonostante la nostra stima dubito che si farà mai vedere, o c’eri in incognito!? chissà!
solo per dirne alcuni, la lista è lunghissima e potrebbe cointinuare!..
natalino dov’eri e i due cugini!?

un caro saluto compagni di viaggio!
e come dice elisa un sincero ringraziamento alle famiglie di entrambi!!
"dietro a grandi uomini ci sono sempre grandi donne" e aggiungerei grandi figli!!
Capitani coraggiosi… vento in poppa!!!…
a presto.. . a presto!!!
Valentina

Scritto il 30 novembre 2009 at 13:09

AH!!! e Daniele!! Daniele!!???

Scritto il 30 novembre 2009 at 14:09

OGGI LO SPAZIO ED IL TEMPO……DEDICATO AD ASSISI ED ALLE EMOZIONI CHE VOGLIAMO RAGGIUNGANO ANCHE I PIU’ LONTANI……………[..] DOMENICA, 29 NOVEMBRE 2009 ASSISI….VENTO DI SPERANZA! Ci sono emozioni che non si possono descrivere, ci sono momenti che lasciano il segno, nella semplicità di un sorriso, in uno sguardo, in un abbraccio, nella sensazione di non esser [..]

Scritto il 30 novembre 2009 at 14:09

OGGI LO SPAZIO ED IL TEMPO……DEDICATO AD ASSISI ED ALLE EMOZIONI CHE VOGLIAMO RAGGIUNGANO ANCHE I PIU’ LONTANI……………[..] DOMENICA, 29 NOVEMBRE 2009 ASSISI….VENTO DI SPERANZA! Ci sono emozioni che non si possono descrivere, ci sono momenti che lasciano il segno, nella semplicità di un sorriso, in uno sguardo, in un abbraccio, nella sensazione di non esser [..]

utente anonimo
Scritto il 30 novembre 2009 at 15:14

grazie Valentina

mi sarebbe piacciuto un mondo esser li con voi..semmai alla prox… :-)

PORTELLO

Scritto il 30 novembre 2009 at 15:38

ciao a tutti. qualcuno cortesemente, potrebbe rivelare alcune chicche che si son dette ad assisi? mi piacerebbe sapere qualcosina. poi smepre restando in tema di controllo del potere bancario sulle masse, e i suoi scopi segreti. un libro interessante potrebbe essere questo. di marco pizzuti. rivelazioni non autorizzate.
Pizzuti Marco

Marco Pizzuti (Roma 1971, laurea in legge) lavora per una nota società di servizi presso le più prestigiose istituzioni dello Stato (Camera dei Deputati, Senato della Repubblica e Consiglio di Stato). Da oltre vent’anni conduce appassionate ricerche indipendenti e ora si è imbattuto nella scoperta di una congiura mondiale che ha scelto di divulgare pubblicamente.

Molti interrogativi riguardo ai grandi capovolgimenti della storia qui trovano inquietanti risposte. I documenti raccolti da svariati ricercatori sono ormai in grado di dimostrare come un super-governo ombra, diretto dall’alta finanza internazionale, coordina da tempo le azioni e i programmi dei nostri rappresentanti di ogni colore politico per realizzare disegni di dominio assoluto, di globalizzazione. Si tratta di ciò che la massoneria ama eufemisticamente definire “Nuovo Ordine Mondiale”, un piano secolare che contempla la concentrazione di tutte le risorse del pianeta nelle mani di una infima élite di superbanchieri. Solo conoscendo i retroscena e gli obiettivi delle società occulte a cui sono appartenuti e appartengono tutt’ora tutti i maggiori protagonisti della storia possiamo provare a comprendere realmente il passato, il presente, e forse anche il nostro futuro. Un’analisi dettagliata e approfondita del vero ruolo esercitato dalle società segrete nel corso della storia. Un libro esplosivo che fa finalmente luce su eventi epocali, come i conflitti mondiali, il terrorismo internazionale e la nascita delle grandi ideologie. È solo fantapolitica, come amano farci credere le versioni ufficiali?

ciao da DORF

utente anonimo
Scritto il 30 novembre 2009 at 15:59

Ciao Dorf,
ho letto il libro di cui parli durante le vacanze di agosto e sono rimasta sconvolta! E’ talmente preciso e documentato che davvero non si puo’ evitare di rifletterci seriamente. Tu cosa pensi? Se il mondo è veramente così organizzato ho paura che ben poco potremo noi piccoli e insignificanti … Comunque è già importante prendere coscienza del come e del perchè potrebbero essere avvenuti fatti che hanno scritto la storia. 
Ciao.
M.Cristina

utente anonimo
Scritto il 30 novembre 2009 at 16:20

I listini europei accelerano i ribassi dopo la notizia che il debito di Dubai World non e’ garantito dal governo del Dubai,

utente anonimo
Scritto il 30 novembre 2009 at 19:19

ssj

utente anonimo
Scritto il 30 novembre 2009 at 20:32

Buonasera a tutti !
Ritorno brevemente sull’incontro di Assisi.
E’ stato un vero piacere incontrare di persona Andrea e Paolo: dei "guru" veramente ricchi di umanità, disponibilità e competenza.
Un grazie anche al Paolo organizzatore per tutto il contorno (location, sala, cena…).
Un grazie a tutte le persone intervenute.. mi è piaciuta molto la semplicità dello scambio, la possibilità durante il dibattito, per ciascuno, di avere potuto esprimere la propria idea coraggiosamente e fino in fondo.., e poi anche la cena (ottima chiusura di giornata) semplice e umana. Qui mi è stato di molto d’aiuto anche S.D. che ho avuto il piacere di conoscere: semplice e diretto.
Che dire ?
Alla prossima sicuramente !

Stefano  (UTAR: un trentino a Roma)

Scritto il 30 novembre 2009 at 20:48

Cavoli Dorf! Tu non c’eri!! alla prossima verrai vero!?
Grazie per l’indicazione del libro, che non ho letto ma che sicuramente leggerò; è vero M.Cristina la consapevolezza è già una gran cosa, ma siamo meno piccoli e insignificanti di quanto si possa pensare.

Di fronte a qualunque disegno, dichiarato od occulto che sia, non dimentichiamo le parole che cita il Capitano…non dimentichiamole,

" Siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe…non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima."

Nessuno può uccidere  l’anima delle Vostre idee, delle Vostre certezze, delle Vostre speranze, nessuno può uccidere la Vostra essenza, ne questo sistema, ne talvolta le sue illusioni.

Nessuno, solo Voi, solo Voi potete uccidere quello in ciò che credete, i Vostri valori!

Non dimentichiamole …queste  parole sono…"Le stelle polari di questo viaggio" …dei nostri viaggi!!

Buona serata
Valentina

p.s in quanto alle "chicche" Dorf, ne riceviamo ogni giorno, non credi…
ciao!

utente anonimo
Scritto il 30 novembre 2009 at 22:31

Leggo il blog da qualche mese mal’assonza della poesia ed il mare fa di questo tuo post from Assisi quello che + mi ha colpito

"E’ una barca che anela al mare eppur lo teme….." che ognuno armi la propria barca per solcar se è lieto il mar

saluti,

Grecale

utente anonimo
Scritto il 30 novembre 2009 at 23:40

Miei cari compagni di viaggio, la condivisione dei valori che Andrea e Paolo ci stanno trasmettendo dall’inizio delle loro rispettive avventure non può essere che la molla che rende possibili incontri così speciali, spontanei e ricchi di umanità. Capire in che mondo economico saremo tra 1 , 2 o 10 anni è assolutamente importante per difenderci da chi sappiamo, ma percorrere questi anni con un gruppo affiatato che sa stare bene insieme e fa di quei valori la base della sua stessa esistenza è per me momento di grande gioia. Aver conosciuto tante persone e reincontrarle dopo i vari incontri avuti ci deve far riflettere che questo percorso è giusto e va perseguito; diamoci delle occasioni per stare insieme e uniamo l’utile al dilettevole… solo allora saremo meno seriosi e avremo meno preoccupazioni perchè, anche se saremo in recessione, sapremo di condividere delle esperienze con delle persone davvero speciali e quindi compenseremo le difficoltà con una ritrovata umanità.

Un grazie a tutti e un abbraccio senza specificare i nomi (tantissimi), perchè rischio di dimenticarne qualcuno e sarebbe l’ultima cosa che vorrei.

PG

Scritto il 1 dicembre 2009 at 01:30

ciao vale, grazie. eh sarei venuto, ma sono messo male con i soldi. no work, no fun. magari se sarà a trento la prossima vengo. cosi’ vi conosco di persona. rispondo a te ma indirettamente anche a m.cristina, su quel libro. c’è nè un altro un pò più vecchio, di ferruccio pinotti. titolo: fratelli d’italia. insomma ti spiega quanto conta la massoneria in italia, e quanto è infiltrata. anche e moltissimo, dentro il vaticano. dentro ci sono inchieste di magistrati, anche di un tale luigi de magistris. che nell’inchiesta “why not” si imbattè x caso anche nella massoneria. è per questo che l’hanno fatto fuori dalla magistratura. io cara m.cristina il libro di pizzuti devo ancora leggerlo. ma 2 anni fà ne ho letto uno ancora più terribile, o a livello. di un grande storico italiano. ha fatto una ricerca pazzesca. avrà visionato minimo 200 libri, e molti francesi presi solo dalla biblioteca nazionale. se hai occasione leggi ORIO NARDI e il suo IL VITELLO D’ORO. precisissimo, con nomi, date, riferimenti. tutti i nomi dei partecipanti al bildeberg, trilateral, CFR, aspen istitute, concilio di roma, e altri. con riferimenti storici precisissimi. insomma il succo è questo. la storia degli ultimi 200 anni è tutta taroccata. è tutta da rifare. ci hanno raccontato un sacco di balle. a noi a scuola e anche ai nostri figli. lo vedo io con i miei. comunque non devi fissarti troppo su queste cose. altrimenti vai in depression. bisogna sempre lottare, anche se pensi di essere piccolo piccolo. il paragone che faccio io è questo. non davide e golia. noi siamo si’ alti come davide, 1,80 mt, ma il mostro è molto più alto. il sistema turbo-capitalista demenziale che ci porterà giù dritti nel baratro, se non fermiamo il treno. il mostro è alto 100 metri. paura eh?? ma ricordati gulliver e lilliput. noi il mostro lo dobbiamo incatenare finchè dorme. ma dobbiamo essere in molti. solo cosi’ possiamo sconfiggerlo. se la tua idea è forte, se il tuo ideale è potente e incrollabile, allora lui non potrà dominarti. lui usa tutte le tecniche psicologiche più subdole. ci conosce troppo bene nelle nostre paure. ma noi dobbiamo aver fede e coraggio. solo cosi’ lo distruggeremo. saluto anche SD. forse ti incontrerò un giorno. avrei da chiederti molte cose su pannelli solari e acqua potabile. visto che ne sai un sacco. una domanda x te. hai mai sentito parlare (su eolico) del sistema MAGLEV? tu che ne dici? bene ora chudo qui. saluti a tutti.
DORF

utente anonimo
Scritto il 1 dicembre 2009 at 06:46

Daniele c’è Valentina. Purtroppo non sono riuscito a venire neppure questa volta, ma è come se idealmente ci fossi… seguo tutto (anche Dorf: complimenti! un altro linguaggio, un altro rispetto…).
Mi sarebbe piaciuto ascoltare la coppia Andrea e Paolo… ma di Andrea sto aspettando con impazianza il libro. Mi ero illuso di poterlo regalare a Natale agli amici più cari….

Buona giornata a tutti
Daniele

Scritto il 1 dicembre 2009 at 07:42

Allora alla prossima Daniele è una promessa!!!

E’ vero Dorf, complimenti per aver modificato il tuo linguaggio, che non ha certo perso in incisività o auterevollezza, anzi, così non si è distratti da intercalari che non significano nulla cogliendo nell’immediatezza il senso!
alla prossima Dorf!

E il Cigno nero!!?

Ciaooooooooo PG, sei grande!!! Davvero un "angelo" Vero Capitano!!!
E’ vero PG, a far nomi si richia di dimenticarne sempre alcuni, ma il pensiero va sempre a tutti, a chi c’era e chi non è venuto, ma è presente qui!

Carissimi Compagni di viaggio un abbraccio e un augurio di buona giornata!!!
Navighiamo…Navighiamo!!!

Valentina

p.s mi piacerebbe che la presenza femminile aumentasse, e smetesse di essere silente, c’è tanto posto su questo Capiente Veliero dove  "l’altra metà del cielo" non può mancare!!!

Scritto il 1 dicembre 2009 at 08:33

ciao a tutti,
dopo un periodo di qualche mese di assenza per lavoro e problemi personali, dopo assisi, mi fa piacere ricominciare con il titolo del post di Andrea…. "assisi … vento di speranza". 
La felicità di essere stato presente ad Assisi è aver visto che la voglia di comprendere esiste e che anche se molte volte uno si sente isolato nel mondo della stupidità e dell’ignoranza, in realtà esistono  isole dove le persone con sforzo, umiltà e accettazione dei propri limiti, pensano nel tentativo di analizzare e comprendere i fenomeni che si celano dietro la complessa macchina dei rapporti economici e che costituiscono l’umanità. L’economia ha dato tante gioie all’umanità, ma è stata anche causa di tante sofferenze. Voler conoscere  questo strumento forse è forse l’unica via per ridurre le sofferenze delle persone. Riprendo una citazione cara al capitano " chi dimentica il proprio passato è condannato a riviverlo"…. pertanto un caro abbraccio a tutti
Fabio

utente anonimo
Scritto il 1 dicembre 2009 at 09:27

Ho visto con piacere le foto dell’incontro di Assisi pubblicate sul blog di Barrai e  mi dispiace di non aver potuto partecipare;
in una foto in particolare si vedono 2 relatori : uno in camicia scura e uno in camicia chiara .
Vorrei sapere chi dei due è Andrea Mazzalai per semplice curiosità.
Qualcuno può aiutarmi?

Mimmo da Cardito

Scritto il 1 dicembre 2009 at 10:12

Come Mimmo, nessuno Ti suggerisce un grande Capo Indiano!?? Vero SD!!
Impossibile!!! Li non si vede è alto circa 2 mt. “Un vero corazziere della regina”
Ma la figura del Capo Indiano gli si addice di più…molto di più!!! Hihihihi!!!

Vi suggerisco di leggere bene ciò che scrive Elisa, una grande verità…un’occasione da non perdere, dubito che se ne presenterà un’altra!!
Massima allerta, solo non appartenendo rigidamente a scuole, a pensieri accademici precostituiti, a rigidi ideologie si può evolvere, chiedendoci sempre se di fronte ad un gentile apparenza non si nasconda un amo,
loro, l’hanno fatto e lo fanno ogni giorno!!!  Appartenere a certi ambienti plasma e fossilizza, portando a perdere il vero senso delle cose!!

Mi raccomando, non mi stancherò mai di ripeterlo, rimanete così come siete, siete andati oltre ogni aspettativa, anche se non avevo dubbi!!!

E noi interroghiamoci più spesso, su ciò che sappiamo e veramente conosciamo, sulla nostra vera rotta! Solamente così ritengo la Vita sarà degna di essere vissuta!!
Ciao
Adesso devo correre…
Valentina

p.s la finanza e l’economia volente o dolente è ovunque e riguarda le nostre vite, nessuna novità in questo, è impensabile fare gli struzzi, i problemi non si sono mai risolti mettendo la testa sotto la sabbia e nemmeno negandoli, coinvolgete sempre, instancabilmente chi vi sta accanto…è una materia meno arida di quanto si possa pensare ed Andrea ce lo dimostra magistralmente e instancabilmente ogni giorno!!

alla prossima….

utente anonimo
Scritto il 1 dicembre 2009 at 10:14

Per Mimmo da Cardito….

"in una foto in particolare si vedono 2 relatori : uno in camicia scura e uno in camicia chiara .
Vorrei sapere chi dei due è Andrea Mazzalai per semplice curiosità.."

quello in camicia scura.

Vinc

utente anonimo
Scritto il 1 dicembre 2009 at 11:55

grazie, vinc

Mimmo da cardito

utente anonimo
Scritto il 1 dicembre 2009 at 12:03

Un geniale report di Morgan Stanley sulla situazione del debito pubblico UK ci informa tra le altre cose che : "I salvataggi – per quanto necessari – non hanno risolto il problema sottostante."  Ma va ….. le banche centrali hanno comprato merda (non spazzatura, di quella qualcosa si salva) pagandola in contanti e gli analisti di Morgan Stanley pensavano si trasformasse, come per magia, in oro?

utente anonimo
Scritto il 1 dicembre 2009 at 12:18

Leggo dal sito di MERCATO LIBERO:
 
CONSOB HA PERSO LA CIRIBICIACCOLA (SEMPRE CHE L’ABBIA MAI AVUTA – ANCORA UNA volta colpisce i piccoli e gli indifesi, i potenti li lascia stare!!!)

MA COME FANNI I DIPENDENTI A GUARDARSI ANCORA ALLO SPECCHIO ALLA SERA?
 
 

Dal sito di Mercato Libero
si apprende che la Consob ha condannato

–  ADUSBEF E LANNUTTI –  PER MANIPOLAZIONE DEL MERCATO –

 
Grande Paolo,
concordo con quanto hai scritto sulla consob
e sul ruolo delle "nostre primarie banche".
 
MA COME FANNO I DIPENDENTI A GUARDARSI ANCORA ALLO SPECCHIO ALLA SERA?
 
Io mi chiederei anche, "come fanno i giornalisti
che si occupano di economia e finanza ancora a non sputarsi
in faccia almeno allo specchio"?
 
Giornalista della carta stampata, radiofonico, televisivo
se ancora hai un briciolo di stima verso te stesso e del
lavoro che fai , batti un colpo, non essere omertoso,
non far finta di non sapere, scrivi che l’attacco della CONSOB verso LANNUTTI è un attentato alla democrazia, a tutti noi,  tanto quanto quelle sentenze o avvenimenti
che ti hanno fatto scendere in piazza a difendere la libertà di stampa.
 
Vorremmo che scrivessi che queste autorità sono screditate, poichè e da anni che si reclama un briciolo
di trasparenza e di applicazione delle regole nei mercati
che guarda caso si chiamano "regolamentati"
 
La condanna della CONSOB a Lannutti è una obbribietà
del diritto e non bisogna aspettare la sentenza di appello, poichè quando arriverà e se arriverà saremo tutti morti, e noi non vogliamo morire, almeno per adesso.
 
 
Quotidianamente il mercato viene violentato e la cosiddetta STAMPA DEMOCRATICA tace
 
Ribellati allo strapotere delle banche e se non lo fai
sei connivente, e non venire più a raccontarci fregnacce
alle tavole rotonde, si tavole rotonde dove si magna.
 
 
E’ da anni che si chiede alla consob che obblighi
giornali, radio televisioni e quanti fanno informazione finanziaria,
allorquando decidono di pubblicare un report su
uno strumento finanziario quotato, che vi siano scritte
almeno le cose essenziali….ma su questo argomento
si ha la sensazione che chi tocca i fili muoia fulminato
ma io ho voglia di toccarli questi fili..
 
"….il giornalista del cacchio…..
 
1)CHI ha commissionato quel REPORT;
 
Quando leggiamo sui giornali o ascoltiamo alla radio che:"oggi è stato reso
noto il report su PINCO i cui target price sono stati elevati a ….., ma cacchio
mi vuoi informare chi ha commissionato quell’analisi? e chiederti troppo
giornalista del cacchio? se io viticoltoltore dopo la vendemmia voglio
sapere come è andata quest’anno, cosa faccio ….riempio una boccetta
di mosto e lo porto ad analizzare da un signore di cui mi fido della sua
professionalità. e cosa fa questo signore? come prima cosa mi chiede
se non mi conosce come mi chiamo in modo da abbinare il contenuto
al soggetto che gliel’ha consegnato, poi mi chiederà anche altre cose,
Mosto ottenuto da uve tal dei tali, prodotto in contrada o fondo tal dei
tali, mi chiederà se vorrò fare soltanto l’analisi dello zucchero , oppure
anche quello dell’acididità e tante altre cose…ed infine in base alla quantità
di analisi che io ho richiesto mi farà pagare, per cui alla fine mi dirà
costa tot; Tu giornalista del cacchio tutte queste notizie me li fornisci?
oppure ti limiti a fare il tuo "mestiere" tramite il copia ed incolla?
 
2) QUANDO l’ha commissionato;
Tu, ancora giornalista del cacchio, mi sai dire in che tempi quel
report di cui mi dai "notizia" oggi è stato commissionato? e tu lo sai,
perchè ormai sei "navigato" nel mestiere che questi REPORTS
sono quasi sempre commissionati moltissimo tempo prima ed
è soltanto adesso che la società ha interesse a diffonderlo?
 
E’ vero quanto ti sto dicendo …ehi giornalista del cacchio… e tu
cosa fai? nulla …..come sempre nulla hai fatto in passato….anzi..
ti ricordi sempre, quel ti ha detto il tuo maestro….non pestare
la coda ai cani che dormono…..si te che  lo ricordi e come se te lo ricordi..
ed anche se avessi un sussulto di orgoglio, poi lo spegni subito
…questo lieve sussulto, lo so che qualche volta tu lo hai questo
flebile sussulto, soprattutto alla mattina quando davanti allo specchio
ti fai la barba e più di una volta hai sentito di farti ribrezzo da solo,
guardatoti allo specchio ti sei detto …..meriti di sputarti in faccia…
….si qualche volta l’hai anche fatto….ma poi ti sei ricordato che …
…..fare l’eroe per chi, …per che cosa ….ed alla fine hai concluso che
non ne valeva la pena….tanto il mondo è andato avanti così  ed andrà
sempre avanti allo stesso modo fino a che la m…da non ci soffocherà
tutti…….e poi quella mattina hai concluso che se fossi stato"single"
sicuramente l’avresti fatto l’atto di ribellione, ma nella tua situazione
sarebbe stato un suicidio……ti è venuto in mente che hai una situazione
finanziaria abbastanza pesante da portare avanti …..due famiglie da mantenere
perchè devi passare gli alimenti alla prole nata dai tuoi due precedenti
matrimani e poi la relazione in corso con la nuova collega appena
assunta a cui tu stai facendo da tutor, e poi la rata del posche da pagare…
e poi..e poi…poi
 
no, non te lo puoi permettere un sussulto di coraggio….ci penserà
qualqun altro con meno impegni e responsabilità delle tue.
 
Si lo so che questo è quanto ti passato per la mente quella mattina
in cui ti stavi facendo la barba…
 
 
3) CHI l’ha redatto;
Giornalista del cacchio, e si tu sei bravo nella normativa,
tu sei capace,….e quando gli bravissimi …sono capaci
si trovare il pelo nell’uovo….tu stupisci tutti andando
a scovare anche i villi intestinali che neanche la macchina
più moderna di risonanza magnetica è in grado di scoprire….
e tu lo sai che in questo tu sei un maestro e ti gongoli quando
gli altri colleghi ti fanno i complimenti…..ma in questa occasione
ti ammali di amnesia e quando ti tocca scrivere il pezzo non
ti ricordi che presso la consob vi è un elenco di coloro che
sono autorizzati e non ti viene in mente che per noi lettori
o radioascoltatori sarebbe entusiasmante, come lo è per
per un tifoso di calcio quello di sapere chi tra i suoi beniamini
ha segnato il gol della vittoria….tu invece ci privi dal darci il
nominativo di cotanta scienza sfusa…sei prorio cinico a non
voler soddisfare le nostre voglie e ti piace vederci come le
scimmie che soffrono di astinenza.  
 
4) CHI ha pagato;
Tu giornalista del cacchio, lo sai benissimo chi lo ha pagato
il report….ma ti astiene dal dircelo…..vecchia scuola di giornalismno
la tua …latinum latinorum…..pecunia non olet….e cosa ci puoi
fare te …..il mondo gira cosi…..
 
ma io ricordadomi dell’analisi del mosto, quando è stato
ritirato il referto il signore ha voluto essere pagato, per cui
lo sai che queste cose …..intendevo I REPORT si pagano
…..ma tu giornalista del cacchio la reputi una non notizia e
per questo non la dai…e poi lo sai che non ci si può mettere 
contro a quelle che sono le direttive interne  dei responsabili
marketing del giornale o della radio dove hai avuto modo di
farti ascoltare lo sai come la pensano costoro e cosa ripetono
come …

utente anonimo
Scritto il 1 dicembre 2009 at 12:20

scusate, ma ho dimenticato di firmarmi

nonno Carpe diem

utente anonimo
Scritto il 1 dicembre 2009 at 12:23

Montecristo:

Se le inventano tutte, per far  ripartire  i consumi  ci  stanno bombardando  con  temi  apocalittici  in  ogni direzione,film 2012 ,ufo,influenza a, catastrofi  climatiche.Psicologicamente  parlando    secondo  una  mia  personale  opinione,la  gente  colta  da  tutte  queste  paure  cerca  di spendere  anche  i  propri  risparmi  per  godersi   la  vita  prima  della  ipotetica"fine del mondo".

Come  ci  manovrano , sono  degli  artisti ,  dei  criminali.A  me  questo  tipo  di  mondo  falso  e virtuale   mi  fa  schifo.

utente anonimo
Scritto il 1 dicembre 2009 at 12:24

scusate ancora, ma ho notato che non tutto "il pezzo" è stato precedentemente pubblicato, per cui aggiungo la parte finale…..

…..
4) CHI ha pagato;
Tu giornalista del cacchio, lo sai benissimo chi lo ha pagato
il report….ma ti astiene dal dircelo…..vecchia scuola di giornalismno
la tua …latinum latinorum…..pecunia non olet….e cosa ci puoi
fare te …..il mondo gira cosi…..
 
ma io ricordadomi dell’analisi del mosto, quando è stato
ritirato il referto il signore ha voluto essere pagato, per cui
lo sai che queste cose …..intendevo I REPORT si pagano
…..ma tu giornalista del cacchio la reputi una non notizia e
per questo non la dai…e poi lo sai che non ci si può mettere 
contro a quelle che sono le direttive interne  dei responsabili
marketing del giornale o della radio dove hai avuto modo di
farti ascoltare lo sai come la pensano costoro e cosa ripetono
come unritornello…"ohè noi siamo alla produzione…noi a
vendere spazi di pubblicità…noi sempre ad andare fuori, sia con
il freddo pungente che con il caldo afoso a portare a casa
i soldi che poi voi andrete a spendere, e voi sempre qui
con l’aria condizionata d’estate e con il riscaldamento in
inverno, ohè sempre voi giornalisti del cacchio pensateci
su mille volte prima di dare una notizia negativa sui nostri
inserzionisti…..ricordatevi sempre di g&d che hanno ritirato
milioni di euro di pubblicità per un’articolo su una bistecca
del cacchio".
 
5) ed infine ma non ultimo, che siano consultabile on line,
     tutti i report redatti sia per autore che per società, in modo
    che io investitore li possa consultare e dare un GRADO DI ATTENDIBILITA’
    all’AUTORE ed a ciò che questi soggetti scrivono.
Mi fermo qua ….non voglio infierire, perchè lo sai che presso
chi fa informazione queste schede esistono, ma non è bello
far saper che c’è qualcuno che raccoglie informazioni sugli
analisti…..si sarebbe bello che fossero messi a disposizione
di tutti gli interessati, ma non siamo alla PANINI di MODENA
che ogni anno esce con un album nuovo e di ogni giocatore
ci dice anche quante volte fa la pipì in un giorno….no…non
è il calcio la finanza …..è una cosa diversa più importante…
la si studia all’università….no…non possiamo trattare
la finanza come il football….no, …la finanza è qualcosa
di diverso.. 
 
In Francia o Svezia o Germania , se io devo comprare un elettrodomestico,
posso trovare on line oltre a tutte le caratteristiche elencate dalla casa
costruttrice anche il parere di tecnici e di chi quel determinato elettrodomestico
l’ha precedentemente comprato ed usato…..
 
ed in Italia una istituzione come la consob, che dovrebbe essere a tutela
del risparmiatore o dell’investitore e battersi per la trasparenza nei comunicati
cosa fa? ….. nulla di nulla……ed io pago…direbbe il Grande TOTO’…….e per le
prossime elezioni VOTA ANTONIO.
  
 
Anche su questi argomenti la AIAF nicchia.

Associazione italiana degli analisti finanziari )

 
 
La grande stampa finanziaria che tramite le sue grandi firme…
che sono sempre pronte a scendere in piazza contro la libertà
d’informazione, dove sono a tutelare un minimo di trasparenza
in un mercato finanziario che è peggio di una bisca…….oppure
tengono famiglia anche loro e allargano le braccia perchè contro
il padrone non si può, perchè non dimentichiamocelo che quasi
tutta l’editoria è in mano alle banche…….oppure queste grandi firme
diventano coraggiosi con gli inermi e codardi con chi può togliere
loro la pagnotta, sempre pronti a battersi sul nulla soprattutto quando
non hanno nulla da perdere.

nonno Carpe diem

 

utente anonimo
Scritto il 1 dicembre 2009 at 14:15

Grazie Dorf della tua risposta e del suggerimento sull’altro libro che leggero’ certamente. Hai ragione, non dobbiamo deprimerci se il mondo è così ma dobbiamo credere davvero nelle idee e valori che mettono l’uomo e non il denaro al centro. Il fatto di condividere tutto cio’ con amici come voi è già una grande speranza.
Grazie anche a Valentina.
Ciao a tutti.
M.CRISTINA

Scritto il 1 dicembre 2009 at 17:42

E’ la prima volta che capito nel tuo blog. Ho capito poco, sai?
però … però mi piace.
Verrò più spesso per capire di più.

Scritto il 1 dicembre 2009 at 18:20

Qualche post fa, Raffaele incitava a passare ai fatti.
Ho il tetto rivolto a sud. Installerò dei pannelli fotovoltaici (tedeschi). Con i contributi europei dicono che ci guadagni, ma a me basterebbe la soddisfazione di produrre energia autonomamente, anche se penso che non sia la soluzione energetica giusta. (Anzi, DORF, se hai un grande terreno esposto a sud hai risolto i tuoi problemi, davvero.)

Speriamo che se Obama sa qualcosa sugli ET, lo dica subito: quelli il problema dell’energia l’hanno già risolto da tempo, se sono qua…
Pensa che shock per i dis-pensatori se gli ET gli scombussolano tutti i loro piani, anche se non ci sarà bisogno di marziani per riconnetterli alla realtà. Mi ricordo che quando Andrea prevedeva default e invece tutto saliva (autunno 2007 o giù di lì) c’era un tizio che si firmava Matrix che, con meno protervia degli attuali, demonizzava Andrea e sparava c…ate. Durante e dopo la “prima ondata” non s’è mai più fatto sentire: avrà perso tutto, oltre alla faccia.
Quando arriverà, la seconda ondata spazzerà via anche questi dis-pensatori e chissà quante volte la cosa si ripeterà.
A proposito, teniamoci in contatto con questi Mariano ed effeeffe, perché quando anche loro saranno short, vuol dire che sarà finita. E poi potrebbero aver ragione. Ottobre 2010: massimo relativo a 666, preceduto da un minimo a 450 (pardon, 444). Già, a dare i numeri son capaci tutti, soprattutto gli analisti tecnici.
 
Assisi deve essere stato molto bello e non poteva essere altrimenti, visto che si riunivano persone interessate sì all’economia, ma anche all’Uomo ed al suo divenire etico. Perciò ripropongo qui quello che avevo già scritto a Vale, PG ed Andrea: sarebbe bello organizzare un 3 giorni, in un agriturismo toscano (biologico). Sarebbe un modo per approfondire le nostre conoscenze e, come dice Raffaele, passare dalle teorie ai fatti. Un gruppo che, dopo aver approfondito le idee in comune (banca etica, Kiva, GAS, ecc.), magari averne discusso altre (signoraggio, scec, 1000 per cambiare, investimenti in Brasile per Paolo ecc.), aver condiviso idee innovative (sulla salute, sulla coltivazione del terreno, sull’utilizzo dell’acqua o delle energie alternative), venisse fuori con qualcosa di pratico, utile e diffondibile a chi sta intorno a noi.
E’ bello e giusto ESSERE, prima di tutto, ma è anche molto bello FARE qualsiasi cosa sia a scopo di bene e utile per il prossimo e per migliorare, nel nostro piccolo, questo mondo che noi, a differenza di tanti altri, vediamo con occhi diversi. Chissà che il vascello non sia ora pronto a produrre tanti “vascellini”, tutti in giro col libro di Andrea, Grande Capo Seminole.
 
 
 
PS. Da qualche giorno seguo anche il blog “La Grande Crisi”, forse in seguito ad un vostro input. Oggi il conduttore del blog, Stefano, ha un attimo di scoramento, come quelli attraversati da Andrea prima dell’incontro di Trento. Leggendo i commenti mi è sembrato di rivivere quei momenti, con i suoi lettori che fanno gli stessi commenti che facevamo noi. Visto che in economia la pensiamo allo stesso modo, sarebbe bello, il prossimo incontro, invitare anche i vari “cugini” dei blog che vanno in risonanza col nostro. Secondo me ci accorgeremmo che siamo veramente in tanti.
 
Bill

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Avrete avuto modo ieri di vedere il post sulle aspettative di crescita economica redatte dal Con
Ftse Mib. Dopo aver rotto con volatilità la trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da me
Queste le movimentazioni monetarie. Sulle Mibofuture stabili e chiusura della componente call da 20
Vi propongo alcuni dei grafici più interessanti che ho trovato nelle ultime 24 ore in rete, gra
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Lasciamo da parte i mercati finanziari. Tanto ormai spero sia chiaro a tutti quali siano le dina
Ftse Mib. Dopo aver rotto con volatilità la trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da me
Come abbiamo visto nel fine settimana i rendimenti americani hanno rotto livelli importantissimi
L' Argentina evita il default: trovato l'accordo con i creditori. Anche se è presto per cambiar
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u