BCE SPREAD: BENZINA SUL FUOCO!

Scritto il alle 07:14 da icebergfinanza

Risultati immagini per benzina sul fuoco

E puntuale, prima della non notizia, prima della procedura d’infrazione che verrà comminata all’Italia, gli psicopatici, la speculazione mediatica nostrana si fa viva con titoli a carattere cubicale sullo spread, ignorando completamente la più colossale truffa della storia dei mercati finanziari mondiali, si la solita Deutsche Bank, la più pericolosa e criminale al mondo…

Deutsche Bank balza al centro del più grande scandalo di riciclaggio della storia bancaria europea. Circa 150 miliardi di dollari di fondi sospetti provenienti dalla Russia e transitati tra il 2007 e il 2015 dalla filiale estone della Danske Bank, sarebbero stati gestiti dalla filiale statunitense della Deutsche Bank AG.

Senza fare nomi, è stato il whistleblower Howard Wilkinson, che tra il 2007 e il 2014 ha guidato la divisione trading della filiale di Tallin della più importante banca danese, a delineare il profilo di Deutsche Bank nella sua testimonianza davanti al Parlamento di Copenhagen.

Ovviamente a Francoforte la signora Nouy un’altra che per fortuna sulla fronte ha scritto la scadenza del mandato, ovvero vuoto a perdere, dicevo, si preoccupa per le banche italiane, dopo aver aiutato Deustche Bank a nascondere la vera natura dei suoi bilanci.

(ANSA) – BRUXELLES, 20 NOV – “Finora non credo che lo spread abbia raggiunto un livello di seria preoccupazione per le banche, ma non sappiamo cosa porta il futuro”, e “sarebbe molto triste” se le banche italiane, che “hanno fatto molti sforzi” per ripulire i bilanci, “fossero colpite dalle conseguenze del dibattito politico. Ma sono cose che succedono, i problemi delle banche greche sono cominciati con discussioni politiche e quindi posso solo dire teniamo le dita incrociate”: lo ha detto il capo della supervisione unica della Bce, Daniele Nouy.

Ora io lo so che i lettori di Icebergfinanza sono intelligenti, ma vorrei aiutarvi a fare una semplice riflessione.

Primo, non è possibile che a mercati aperti un membro della BCE se ne esca con simili dichiarazioni, incrociando addirittura le dita, una che dovrebbe rappresentare le istituzioni e proteggere le banche dalle speculazioni, una che ha per anni ignorato i bilanci di Deutsche Bank, butta benzina sul fuoco a mercati aperti? Ma in una letterina a Francoforte da parte del governo italiano, possiamo sperare?

Secondo, abbiamo la più importante banca tedesca che è sull’orlo del fallimento ed ormai è diventata un ricettacolo di criminali e associazione a delinquere, una banca a rischio sistemico nucleare e la stampa italiana, perde tempo a fare il pelo allo spread e al governo, ma di cosa stiamo parlando?

Vedete la differenza tra la stampa mainstream telecomandata e l’informazione indipendente sta tutta qui, loro portano in prima pagina solo i titoli che interessano per destabilizzare l’attuale governo, quello che suggerisce l’editore, noi cerchiamo di farvi ragionare sull’incongruenza di questi signori, ma come si fa ad incendiare l’aria con simili dichiarazioni.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

Colpirne una per educarne cento!

Non solo, ne arriva un’altro e suggerisce di accelerare, svendere tutti i crediti deteriorati, fate presto gettate via tutto ciò che può essere recuperato a 30 o 40, svendete a 10 o 15, fate presto se no i nostri amici, specializzati nel recupero crediti non ci vogliono più bene…

Ormai è tutto un proliferare di strilloni, ovunque, fate presto sulla Brexit e sulle banche italiane, gente che sicuramente avrà i suoi interessi, lasciamoli lavorare…

Nel frattempo nel mondo reale e non nel manicomio pieno di psicopatici austeri che è l’Europa i mercati collassano, si quelli che dovevano salire all’infinito come i Bitcoin, forse adesso qualcuno incomincia a capire per quale motivo non mi sono mai occupato dell’argomento…

Ripeto l’unica cosa degna di nota nel fenomeno bitcoin è la blockchain, il resto è fuffa come suggerisce la storia delle grandi bolle finanziarie.

Ora aspettiamo con trepidazione il prossimo rialzo a dicembre della Federal Reserve, va tutto bene in America, domani festeggiano il tacchino arrosto e il giorno dopo festa grande con il venerdì dell’uomo nero, che è già arrivato in anticipo quest’anno a prosciugare i portafogli gestiti del leggendario consumatore americano.

Come sempre noi non abbiamo fretta, tutti con il nasino all’insù ad aspettare Babbo Natale, con un unico desiderio non il rally degli psicopatici, ma la fine di questa inguardabile ad essere buoni Europa, la rinascita da basi completamente diverse, no prima le monete e i capitali, prima i popoli e la solidarietà, prima l’unione fiscale e politica.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.6/10 (20 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +12 (from 14 votes)
BCE SPREAD: BENZINA SUL FUOCO!, 9.6 out of 10 based on 20 ratings
Tags: , ,   |
37 commenti Commenta
stanziale
Scritto il 21 novembre 2018 at 10:17

Impossibile scrivere quello che penso (anche) di Enria, finirei in galera. Sul sito scenari economici c’e’ un post di mitt Dolcino sui risvolti geo politici, per chi interessa.

phitio
Scritto il 21 novembre 2018 at 11:40

Cari lettori, se vi andate a vedere l’oroscopo del buon arcidruido che ho postato altrove, uno degli effetti previsti della Brexit e’ la stampa mainstream e gli speaker pubblici che vanno completamente fuori di testa… Tra ignoranza e conflitto di interesse, una miscela esplosiva… che solo la consapevolezza puo’ disinnescare, come ben dici tu.
A volte mi viene da ridere nel vedere gente che strilla e si affanna, dalle colonne di un giornale, o sulle tv, cercando di convincere la gente che il pacco di fatti irrilevanti che presentano sia piu’ importante della vita delle persone trascurate e lasciate indietro… E’ tempo di un brutto hard reset di tutta questa fuffa…

disoccupato1965
Scritto il 21 novembre 2018 at 11:48

Grazie Andrea

magicx
Scritto il 21 novembre 2018 at 13:20

Ho provato a fare un giretto tra i quotidiani per vedere se trovavo qualche notizia recente sulla vicenda Deutsche. S.E. (nn metto la mano sul fuoco sulla bontà della mia ricerca) sulle prime pagine nulla. Ne hanno comunque parlato ieri nel Sole 24 Ore e oggi Republica di “quello che si sta rivelando come uno dei più grandi scandali di riciclaggio di tutti i tempi”.

quesalid
Scritto il 21 novembre 2018 at 13:23

https://macromon.wordpress.com/2018/11/20/deutsche-bank-again/

Buying German sovereign 5-year credit default swap protection at 13 basis points seems like a good, cheap, positive asymmetric bet on DB event risk to us. If the Merkel government is called upon to bail out DB, the sovereign’s CDS rates move higher, in our opinion. The cost of being wrong is a few basis points of carry over the next few months.
No peep from the talking heads today about DB, folks, so this definitely has the potential to hit the market by surprise. Keep it on your radar.

mirrortrader
Scritto il 21 novembre 2018 at 15:12

Non esiste blockchain senza TOKEN (in questo caso bitcoin, e non BITCOIN…
Se poi diciamo che la volatilità e speculazione è enorme è un altro paio di maniche. Ma non diciamo inesattezze per favore.

    icebergfinanza
    Scritto il 22 novembre 2018 at 06:27

    Ripeto, il fenomeno bitcoin è una bolla, blockchain una realtà, il resto chiacchiere da bar!

reragno
Scritto il 21 novembre 2018 at 16:14

Riporto ancora l’ennesima farsa sul rialzo dei tassi sui mutui immobiliari.
E’ tanto difficile capire che mutuo a tasso variabile è indicizzato all’euribor a 3 / 6 mesi tutt’ora negativo e che il tasso fisso è legato all’eurirs? Come si può continuamente sempre e solo mentire? Io sono del settore e i mutui si fanno tutt’ora a tassi stracciati e le banche si rubano le surroghe una con l’altra. Perchè terrorizzare gli Italiani?

http://www.wallstreetitalia.com/guide/capire-lo-spread/spread-e-banche-limpatto-sui-mutui/

apprendista
Scritto il 21 novembre 2018 at 16:16

Lo so Capitano che non ti sei mai occupato di bitcoin se l’avessi fatto avresti scoperto che e’ stato/sara’ il piu’ grande tentativo di realizzare una moneta SANA,indipendente,libera delle persone che tramite la fiducia ne fissano un valore, Onesta al di fuori del sistema finanziario predatorio,peccato probabilmente andra’ a morire ,sia per la guerra senza quartiere operato dalle istituzioni (CHISSA COME MAI EHH???? ) e dell’irresponsabilita’ delle persone che vogliono la pappa pronta dalle istituzioni, anche se allungata sempre di piu’ con la merda,piuttosto di diventare banca di se stessi,del resto e’ lo stesso motivo per cui nessuno vuole fare impresa (in italia),BRAVI RAGAZZI AVANTI COSI VERSO L’OBLIO,NO NO IL BITCOIN E TRUFFA E NON GARANTITO,MA SICURI DI ESSERE STATI SVEGLI NEGLI ULTIMI 10 ANNI ? MPS,BPV,VENETO BANCA,ECC ECC TUTTO GARANTITO

    icebergfinanza
    Scritto il 22 novembre 2018 at 06:45

    Meglio che non dica nulla, ce l’hai il cervello per interpretare un messaggio?

mirrortrader
Scritto il 22 novembre 2018 at 08:01

Intendi blockchain trustless o blockchain centralizzate?

ice­berg­fi­nan­za,

alveare
Scritto il 22 novembre 2018 at 09:04

per reragno e stanziale: finitela con le informazioni copia e incolla da siti di dubbia reputazione; avevo in corso da questa estate una pratica per mutuo seconda casa che, ancora a settembre, era a spread 150 su Irs 10 anni, settimana scorsa mi é stato comunicato che a causa del nuovo contesto lo spread sarebbe salito a 210. PUNTO. Non sapete di cosa parlate, se prima le banche si rifinanziavano a spread di 120 sui mercati ed ora devono rifinanziarsi a spread di oltre 300 , ovviamente sono obbligate via via a girare il maggior spread a chi chiede credito…non è difficile da comprendere, se dura poco va bene ma spread stabilmente sopra 309 pts strangolerebbero la ns economia…

alveare
Scritto il 22 novembre 2018 at 09:06

ed aggiungo che l’effetto ricchezza negativo per chi ha titoli di stato si può tradurre in minori consumi…é un concetto abbastanza semplice…

silvio66
Scritto il 22 novembre 2018 at 11:19

Ciao Andrea,
alla fine avevano ragione quelli che dicevano che dovevamo chiedere di più. Avessimo saputo che razza di cialtroni sedevano a Bruxelles chiedevamo il 2,9. Il nostro errore paradossalmente è stata la moderazione. Questi ci avrebbero fatto l infrazione anche al 1,8. Bisogna altresi riconoscere che al posto loro anche noi non presteremo fiducia a chi ha mandato li i peggiori figuri possibili. Ripassiamo i vari gasparri renzi alfano brunetta e tutti gli altri pagliacci con i quali hanno avuto a che fare e riconosciamo serenamente che anche noi al posto loro non presteremo fiducia.

alveare
Scritto il 22 novembre 2018 at 12:40

http://intermarketandmore.finanza.com/ora-pero-basta-sono-veramente-stanco-di-questa-italia-84435.html?_ga=2.266785033.681828989.1542615264-1460333744.1518095352

date un’occhiata anche a quanto scritto da Danili DT su finanzaonline….ci governano degli incompetenti (come minimo…il resto sarebbe bad thinking….) HANNO SCELTO POLITICHE DI DEFICT INDIFENDIBILI e usano toni da stadio con tutti coloro i quali , giustamente, li criticano. C’erano molti altri modi per fare deficit e promuovere la crescita (es tutti i miliardi buttati via per reddito cittadinanza, revisione fornero etc da destinare a piano infrastrutturale per strade, messa in sicurezza strade e territorio , ferrovie etc CON ELEVATO INDOTTO SULLA OCCUPAZIONE E DIVIDENDO DI LUNGO TERMINE PER LA MAGGIORE EFFICIENZA DI LUNGO TERMINE DELLE NS INFRASTRUTTURE). Mi sorprende che il Capitano non colga la verità di queste argomentazioni…..

    icebergfinanza
    Scritto il 22 novembre 2018 at 18:30

    Rispetto il pensiero di Danilo, ma non lo condivido, per me lui sta seguendo la ricetta sbagliata, credo di avere studiato abbastanza per capire dove è la migliore soluzione in piena depressione economica.

kenzo60
Scritto il 22 novembre 2018 at 15:59

Concordo… La potenza della blockchain è legata al suo ecosistema finanziario. Solo la generazione automatica di un token crea i presupposti per rendere stabile, forte pubblica e diffusa una blockchain.
mir­ror­tra­der@fi­nan­za:
Non esi­ste bloc­k­chain senza TOKEN (in que­sto caso bit­coin, e non BIT­COIN…
Se poi di­cia­mo che la vo­la­ti­li­tà e spe­cu­la­zio­ne è enor­me è un altro paio di ma­ni­che. Ma non di­cia­mo ine­sat­tez­ze per fa­vo­re.

ice­berg­fi­nan­za,

ice­berg­fi­nan­za,

ice­berg­fi­nan­za,

ice­berg­fi­nan­za,

ice­berg­fi­nan­za,

ice­berg­fi­nan­za,

ice­berg­fi­nan­za,

ice­berg­fi­nan­za,

ice­berg­fi­nan­za,

ice­berg­fi­nan­za,

ice­berg­fi­nan­za,

ice­berg­fi­nan­za,

ice­berg­fi­nan­za:
Ri­pe­to, il fe­no­me­no bit­coin è una bolla, bloc­k­chain una real­tà, il resto chiac­chie­re da bar!

ice­berg­fi­nan­za,

mir­ror­tra­der@fi­nan­za:
Non esi­ste bloc­k­chain senza TOKEN (in que­sto caso bit­coin, e non BIT­COIN…
Se poi di­cia­mo che la vo­la­ti­li­tà e spe­cu­la­zio­ne è enor­me è un altro paio di ma­ni­che. Ma non di­cia­mo ine­sat­tez­ze per fa­vo­re.

phitio
Scritto il 22 novembre 2018 at 16:51

Le mie fonti (famigerate) si sono espresse anche su queste monete virtuali… Hanno detto che sono per lo piu’ usate per transazioni illegali, data la non tracciabilita’, e che saranno combattute con tutti i mezzi dalle varie autorita’ statali. In piu’ mi hanno detto che finiranno per sparire in non molto tempo.

Sic transit gloria bitcoin

reragno
Scritto il 22 novembre 2018 at 20:25

Cambia banca cosa ti devo dire!

mutuo fineco scaricato ora dal sito

MUTUO FISSO

433,66 € / mese

Indice di riferimento: Irs 1,55%
Spread: 0,65% – TAN: 2,20% (tasso fisso) – TAEG: 2,34%

al­vea­re,

reragno
Scritto il 22 novembre 2018 at 20:27

Dimenticavo 100.000 € a 25 anni, ti sembra caro un tasso fisso taeg 2,34? Compra un btp a 25 anni e gli interessi te li paga lo stato.

apprendista
Scritto il 22 novembre 2018 at 20:42

phi­tio@fi­nan­za,

Da non credere, perseguire l ignoranza e proporla come verità

apprendista
Scritto il 22 novembre 2018 at 21:13

La cosa bizzarra è che tutti voi , poiché siete qui,siete critici e riflessivi sulle istituzioni eppure perlopiù antagonizzate una rivoluzione libertaria che è la blockchain e le Cripto senza nemmeno informarvi bene e poi giudicare,la blockchain come registro decentralizzato esiste dagli anni 70 ,e benché oggi tutti vi si riempiono la bocca ,non sempre questo database può essere la migliore soluzione,si tratta insomma di vecchia tecnologia,la novità è l’interazione con una valuta virtuale ,nasce così la possibilità vdi creare una valuta libera,onestà,condivisa,il cui valore è attribuito alla fiducia accordata dagli utenti che potranno scambiarla P2P (utente-utente) generando la grande,enorme,rivoluzione dell’eliminazione delle intermediazione,ponendo fine al sistema predatorio bancocentrico,o magari qualcosa di diverso ancora più sorprendente, onestamente non capisco
Sul governo gialloverde,mi sembra di capire che la idea sia : visto che andiamo in recessione per attenuarla la miglior soluzione è distribuire denaro per quanto si può,Bo? Può anche darsi ai posteri l’ardua sentenza poi faremo i conti

sd
Scritto il 22 novembre 2018 at 22:53

Potete pagare le tasse con il bitcoin? o meglio ancora potete comprare i beni di prima necessita?
Io sono convinto di no e quindi e semplicemente uno strumento finanziario nato per “speculare” a spese degli avidi ingenui.

Saluti e buoni guadagni….in fondo la finanza non crea ricchezza la trasferisce solamente.

SD

mirrortrader
Scritto il 23 novembre 2018 at 10:52

phi­tio@fi­nan­za,

scusa se sono schietto, ma le tue fonti ti stanno prendendo in giro… (bitcoin è piu tracciabile dell’euro ormai).
Leggiti le relazione della BCE sul Bitcoin ad esempio.

Connsiglio? Cambia fonti.

PS. Ci saranno crypto anonime trustless, che probabilmente verranno “vietate” perchè non permettono di effettuare KYC/AML, ma saranno solo vietate negli scambi/exchange fiat_money / crypto.

Bloccarle è impossibile.

apprendista
Scritto il 23 novembre 2018 at 12:12

SD,ci sono varie carte Visa e Mastercard caricabili con Cripto valute e poi spendere a piacimento,oppure moltissimi siti commerciali accettano Cripto in pagamento ,esempio puoi comprare buoni Amazon e poi comprare quello che vuoi,oppure fatto bonificare da Exchange la somma
Come al solito si fa fiato alla bocca senza informarsi
sd@​finanza,

stanziale
Scritto il 23 novembre 2018 at 12:35

re­ra­gno@fi­nan­zaon­li­ne,

Infatti….le banche si contendono ancora con surroghe e controsurroghe i mutui, l’euribor e’ negativo e l’eurirs e’ a livello europeo, non italiano. Al momento non risultano aumenti sensibili nello spread, se per spread si intende il guadagno della banca, cosi’ ho letto.

stanziale
Scritto il 23 novembre 2018 at 12:56

al­vea­re,

“ci governano degli incompetenti (come minimo…”

si si si, invece erano competenti quelli che , dal 1981 a marzo di quest’anno, ci hanno regalato 3300 miliardi di euro di interessi passivi sul debito pubblico, grazie, al meccanismo dell’asta marginale sui btp…che ci hanno fatto entrare nell’euro con una banca centrale privata controllata da banche private straniere(comprese le italiane), , pareggio di bilancio in costituzione, austerity…competentissimi….non ultimo aver permesso lo sbarco in italia di (tra gli altri..)minimo 50000 infetti da scabbia, tubercolosi ed aids, con trasmissione anche a tanti italiani che si sono ammalati…

PORTELLO
Scritto il 23 novembre 2018 at 14:14

Mah la migliore definizione di Bitcoin e’ oro digitale, non si usa oro per pagare la spesa, lo stesso per Btc.
Btc serve per detenere ricchezza, averla sempre con se, essere più’ liberi.
Ovvio non e’ una asset perfetto come non lo e’ il dollaro in banca o le monete d’ oro.

La blockchain per me e’ una grandissima operazione di marketing, vendono libertà e alla fine saremo tutti controllati e schedati.

Due temi che saranno forti nei prossimi anni sono le stable coins di stati e multinazionali e la tokenizzazione degli assets.

A proposito di oro, non sarebbe una buona idea, visti i vari cigni neri, riportare un po di oro in patria?

quesalid
Scritto il 23 novembre 2018 at 14:27

apprendista@finanza,

Proof of work requires LOT of electricity: BITCOIN blockchain doesn’t scale

https://www.independent.co.uk/life-style/gadgets-and-tech/news/bitcoin-price-crash-cryptocurrency-mining-bankrupt-china-bitmain-giga-watt-a8646821.html

If you want a scalable blockchain you should use other type of consensus agrrement.

mirrortrader
Scritto il 26 novembre 2018 at 09:36

Se non li converti mai in fiat, è quasi vero, altrimenti sono tracciabilissimi.
L’argomento è ampio, e non pensate di SAPERE, solo per aver letto un articoletto su un giornale.

phi­tio@fi­nan­za,

aorlansky60
Scritto il 26 novembre 2018 at 11:47

@ Silvio66

alla fine avevano ragione quelli che dicevano che dovevamo chiedere di più. Avessimo saputo che razza di cialtroni sedevano a Bruxelles chiedevamo il 2,9. Il nostro errore paradossalmente è stata la moderazione.”

TI DO’ PIENAMENTE RAGIONE CIRCA QUANTO HAI SCRITTO, considerando che il livello dei personaggi di Bruxelles ritenuti “autorevoli”(sic) dalla maggioranza del parco buoi (media editoria e popolo) è in realtà livello da giocatori d’azzardo in uno scenario che è quello di una bisca clandestina di infima categoria, occorreva appunto [da parte del ns esecutivo di gov] esserne consapevoli ed adottare strategia di “bluff da rialzo” tipica da poker (il gioco è questo, anche se viene mascherato come “questioni serie” da parte dei giocatori ovvero la Com.UE per l’opinione pubblica europea). Ovvero : CHIEDERE SFACCIATAMENTE “DI PIU'” PER OTTENERE IL REALIZZABILE.

aorlansky60
Scritto il 26 novembre 2018 at 12:07

@ Stanziale 23NOV 12:56

si si si, invece erano competenti quelli che , dal 1981 a marzo di quest’anno, ci hanno regalato 3300 miliardi di euro di interessi passivi sul debito pubblico, grazie, al meccanismo dell’asta marginale sui btp…che ci hanno fatto entrare nell’euro con una banca centrale privata controllata da banche private straniere(comprese le italiane), , pareggio di bilancio in costituzione, austerity…competentissimi….

lascia stare, è inutile, cercare di convincere la maggioranza dell’opinione pubblica italiana sul dato di fatto che alcune scelte CRITICHE di tipo economico operate negli ultimi 35anni anni [almeno] da parte dei vertici direzionali politici italiani sono andate sistematicamente CONTRO GLI INTERESSI DEL POPOLO ITALIANO,

dato che questa maggioranza di opinione pubblica non possiede adeguata conoscenza e consapevolezza in materia, ma ragiona e parla unicamente sulla base di quanto viene propagandato in tv e sui giornali da autentici geni quali mario monti, carlo cottarelli, bignami smaghi, ignazio visco, romano prodi, alesini volanti vari, e molti altri ancora, tutti appartenenti alla stessa tribù, nonostante tessera politica differente quale “specchietto per le allodole” per gli sprovveduti (la maggioranza del parco buoi, appunto)…

se l’opinione pubblica italiana fosse stata degna di tal nome(ovvero: CONSAPEVOLE E COMPATTA) avrebbe chiesto motivo FACENDO ENORME PRESSIONE già dal 1981 circa quanto operato segretamente -senza intervento parlamentare, cosa GRAVISSIMA dato l’argomento trattato- da due personaggi quali azeglio ciampi e beniamino andreatta che decretarono lo scorporo di BankItalia dal Ministero d.Tesoro… da quello storico deprecabile atto dipendono poi a cascata tutte le sciagure economiche per l’ITALIA fino ad arrivare ai giorni nostri con lo “spread” usata abilmente quale ARMA DI RICATTO (da CHI sa e può farne buon uso).

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Dopo tre sedute di rasserenamento, torna il grande freddo a Piazza Affari. Il Ftse Mib infatti segna
Alberto Oliveti è stato riconfermato all’unanimità presidente dell’Adepp, l’associazione
Quell'aureola a tante stelle che spunta dietro il sorriso da damigella di Conte Tsipras è tutto
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Mentre continua il trend al ribasso di tutto il mercato delle criptovalute, che probabilmente se
Ftse Mib: l'indice italiano prosegue il suo rimbalzo verso la resistenza a 19.600 punti, livello chi
Alla fine la TRIAttativa tra il presidente Mattarella e la Commissione UE è arriva a conclusion
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec