MPS e ITALIAN BANKS: PROCESSO DI NORIMBERGA!

Scritto il alle 09:50 da icebergfinanza

Risultati immagini per norimberga processo

Oggi i riflettori sono tutti puntati sulle vicende del Monte dei Pasci di Siena, ma è  davvero incredibile come ad esempio, si siano abbassati in fretta i riflettori sull’impressionate sottrazione e distruzione di ricchezza, patrimoni e risparmi avvenuta in Veneto, ad opera delle due principali banche del territorio, Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca le cui vicende abbiamo narrato durante il 2016.

A noi che seguiamo in diretta dal lontano 2007, ogni fase di questa tempesta perfetta, ancora oggi riesce difficile digerire che a parte qualche pedina secondaria, tutti i principali pezzi siano ancora sullo scacchiere, che pochissimi banchieri, politici e finanzieri siano perlomeno finiti in carcere per la più colossale truffa e sterminio di massa della storia dell’economia e della finanza mondiale, come abbiamo scritto l’altro giorno 12.000.000.000.000 miliardi di euro e dollari visto che ormai siamo quasi vicini alla parità.

Risultati immagini per franklin delano roosevelt memorial

Questi criminali di guerra finanziaria, perchè in realtà questo sono, un pugno di avidi psicopatici che hanno distrutto l’economia reale e la vita di milioni di persone, sono ancora oggi a piede libero, non uno solo ha pagato a parte la carriera per le sue responsabilità, politici, economisti e accademici conniventi compresi. Pioggia di milioni sui banchieri di Wall Street

Consiglio vivamente a tutti coloro che sono saliti a bordo solo da poco di rileggersi una delle pietre miliari di questo nostro viaggio

CRISI FINANZIARIA: PSICOPATICI IN AZIONE!

Risultati immagini per hannibal lecter anthony hopkins

Eppure dopo la Grande Depressione del ’29 Ferdinand Pecora un nostro connazionale riporto fiducia con una commissione di inchiesta che portò all’importante legge bancaria Glass-Steagall Act spazzata via da un ignorante Bill Clinton alla fine del secolo scorso dando origine alla più incredibile truffa della storia finanziaria americana, la crisi subprime.

Viene da sorridere a pensare all’ignoranza della classe dirigente del Partito Democratico quando elogia personaggi come i Clinton, da sorridere se si pensa che la stessa classe dirigente è la principale responsabile del dissesto della banca più antica ancora in circolazione, il Monte dei Pasci di Siena.

Time gli dedicò la copertina nel giugno del 1933, ma il vero successo di Pecora non si misura solamente nelle confessioni del gotha della finanza. Le sue inchieste, infatti, avevano galvanizzato l’opinione pubblica, svelato un mondo di cui gli americani non erano a conoscenza e creato il clima necessario per l’approvazione delle riforme del Securities Act del 1933, uno dei cardini legislativi del mercato azionario americano.

Ad oggi nessuna commissione di inchiesta ha ancora costretto qualche banchiere o politico ad ammettere le sue responsabilità sulla crisi e sul dissesto dell’economia reale, nessuno ha veramente pagato, visto che chi è stato allontanato si è portato via milioni e milioni di dollari o euro.

La “Financial Crisis Inquiry Commission” la commissione d’inchiesta che ha indagato sulle cause della crisi economico-finanziaria scoppiata nel settembre del 2008, il cui rapporto in Italia è stato poco pubblicizzato, ha sinteticamente concluso che la crisi non era altro che il risultato di “sconsiderate azioni umane e che potrebbero ripetersi se non si riesce a imparare dalla storia ”.

Non era imprevedibile come vi fanno credere dotti, medici e sapienti, loro si tra i maggiori responsabili di questa crisi, credetemi, non esiste nulla come nel capitalismo, turboliberismo odierno in grado di dissimulare le proprie responsabilità, come fanno gli psicopatici, la finanza sembra essere immune dalla giustizia, forse perchè la giustizia viene pagata per non arrivare alle giuste conclusioni.

La parola d’ordine imperante era il laissez faire, come ora, più di ieri,  che ha fatto presto a trasformarsi in azzardo morale a tutti i livelli. Oggi non è cambiato nulla, banche e banchieri speculativi continuano a fare il bello e cattivo tempo, minacciando e prendendo in ostaggio le vite delle persone, nulla è cambiato.

Oggi i maggiori responsabili di questa crisi, i politici, sono tutti li che vi dicono cosa fare per uscire dalla stessa crisi da loro creata, le stesse facce, li stessi criminali che non finiranno mai sui banconi di una commissione di inchiesta, di un eventuale processo di Norimberga.

Per fortuna oggi non siamo più soli noi dell’informazione indipendente a raccontarvi queste cose, i nomi e cognomi ve li abbiamo fatti all’inizio della settimana su MPS, ma ce ne sono a non finire, per tutte le altre storie di ordinaria follia finanziaria, l’ultima è quella della Banca d’Italia che impone, minaccia a CariFerrara di mandare a casa almeno la metà dei suoi attuali dipendenti, diversamente verrà messa in liquidazione, come se il problema fossero sempre e solo i normali dipendenti e non gli pscicopatici che hanno amministrato il fallimento delle banche italiane e la vigilanza che ha fatto finta di non vedere, …

Mps: nomi e cognomi, la lista dei volenterosi carnefici della banca

Ecco, Mps è stato distrutto da quelli che si ritengono infallibili e danno sempre la stessa spiegazione: “Io so’ io, e vvoi nun zete un cazzo”.

Si in questo Paese sono in molti che non rispondono mai di nulla, coperti dall’immunità siedono in Parlamento, amministrano aziende, banche e cosi via. Per fortuna non tutti sono così una piccola parte sana in questo Paese resta, ma è silente, colpevolmente silente, se ne resta in disparte.

Loro, i responsabili, vi diranno che si tratta di dinamiche economico/finanziarie, tirano fuori qotidianamente Keynes o Fridman per spiegarvi la crisi, per prendervi per il culo! Funziona così bellezza, che ci vuoi fare, loro sono bravi a dissimulare, hanno pure la Cassazione che si è inventata il licenziamento per minor profitto come abbiamo visto.

Noi queste cose ve le raccontiamo, possiamo solo dare una mano alla consapevolezza, poi tocca a Voi cercare di cambiare il modello fallito di questo sistema che ancora oggi è formato da pericolosi psicopatici che cercano disperatamente di protrarre il più a lungo possibile il loro fallimento, che in realtà è il loro successo personale, più la crisi dura e più loro sono contenti e fanno soldi.

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.9/10 (20 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +17 (from 17 votes)
MPS e ITALIAN BANKS: PROCESSO DI NORIMBERGA!, 9.9 out of 10 based on 20 ratings
5 commenti Commenta
stanziale
Scritto il 30 dicembre 2016 at 10:54

Clamoroso articolo a firma Napoletano sul sole http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2016-12-29/le-chiavi-potere-club-franco-tedesco-e-conto-che-paga-l-italia-232536.shtml?uuid=AD6DIeMC
se ne e’ accorto pure lui…articolo molto, molto tardivo. Dice cose giuste anche se rimane europeista, su una cosa ha particolarmente ragione, quella dei capponi che si beccano tra di loro. Purtroppo la classe politica di questo paese unico, ma al contempo sfortunato, e’ questa: le opposizioni al governo, cosa fanno le opposizioni? Praticamente nulla, aspettano l’inevitabile passo falso per poi protestare con forza dopo, a giochi fatti, invece che prima, cioe’ ora. Troppo facile , comodo, vile. E tutto per una sporca questione di poltrone.
@Gnutim- letto il tuo parere, in effetti finche’ non partono per bene, non si sa’ cosa faranno i franco tedeschi, i miei sono solo timori, per riflettere insieme.

beppe73
Scritto il 30 dicembre 2016 at 14:37

stanziale,
non credo più alla buona fede…..chi difende EURO ed UNIONE europea è falsamente coerente (la ha sostenuta fino ad ora e vuole evitare pessime figure) o in conflitto di interessi (la piu’ probabile) o semplicemente ignorante (dubito con la mole di dati empirici che circolano in web)
“piu’ europa” …… “euro non è sbagliato ma è sbagliata l’europa”…..SONO SLOGAN, di questi tempi, ANACRONISTICI E GROTTESCHI

beppe73
Scritto il 30 dicembre 2016 at 14:39

GRAZIE ANDREA……E BUON ANNO NUOVO

stanziale
Scritto il 30 dicembre 2016 at 17:33

beppe73@finanza,

Buona fede, Beppe…mai pensato! Si sa’ che ci sono i fondi neri riservati del fmi…se al politico della povera grecia gli hanno trovato 500 milioni di depositi, vogliamo che a determinati italiani (abbiamo svenduto anche gli occhi…) , non sia rimasto attaccato niente alle mani, con tutte le “transazioni” che sono state fatte, in quasi 40 anni?

laforzamotrice
Scritto il 1 gennaio 2017 at 10:14

Ecco perchè siamo sconfitti in partenza, perchè tentate tutti di semplificare. NON è una questione di gruppi, ma una questione d’individui, di mele marce che lasciate al loro posto fammo marcire quelle vicine. Il problema non è l’europa o l’euro, di banchieri, giornalisti o di esperti ma singoli individui che ne approfittano, grazie alla colpevole nostra passività. Eppure la soluzione è semplice, ognuno deve rispondere per i propri atti e propri pareri, se un giornalista scrive stronzate, DEVE risponderne in soldoni, i banchieri che rubano, non devono essere messi in galera, ma bisogna sequestrargli tutto e devono andare a lavorare nelle fogne a 1300 euro al mese, mantenendo la famiglia, e se tentano di scappare all’estero, sparargli, se un professore universitario sbaglia alla grande, smette di essere tale invece di prendersela con tutti i professori universitari che poi significa non fare nulla a nessuno. In Italia ci sono troppe leggi, e ci sono perchè ci sono troppi avvocati, specialmente in parlamento, con la scusa di cercare la perfezione, si blocca tutto.
Ma siamo troppo pigri, megli far di tutta l’erba un fascio, cosi è meno faticoso, cosi si dichiara che “in Italia ci sono due milioni di pensionati che prendono la minima” senza indagare se questi magari non hanno proprietà per milioni, (capita spesso con gli agricoltori) o non hanno mai versato contributi, cosi ci si trova ad aumentare pensioni a persone che non ne hanno assolutamente bisogno, e non farlo a quelli “ricchi” che prendono ben 1100 euro al mese ma vivendo a milano significa che fanno la fame. Oggi la tecnologia ci permetterebbe di poter fare queste analisi con molta più precisione, ma occorre prima pensare, sai che fatica. Molto meglio prendersela con qualche gruppo e addossargli la responsabilità di tutti i nostri guai, perchè quando faccio arrivare l’idraulico e lo pago in nero per non pagare l’iva è lui, l’evasore è lui, mica io.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Analisi Tecnica Perso il supporto in area 19000 il nostrano si porta subito al test del supporto a
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buongiorno, siamo quasi arrivati al dunque sul principale indice dell’eur
DJI Giornaliero Buonasera e ben ritrovati per l’analisi sull’indice mondiale per eccellen
Setup e livelli angolari DOW JONES Setup Annuale Ultimo :2017 Range: 19667 – 24876 Uscit
La settimana ha avuto come grande protagonista il petrolio. E i mercati sembrano prendersi un pi
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: l'indice italiano tenta di recuperare i 19.000 punti in apertura. In caso di break dei 19.