RENZI: PMI E PRIVATIZZAZIONI: TESORO MI SI E’ ALLUNGATA LA TEMPISTICA!

Scritto il alle 08:56 da icebergfinanza

 

Quello che è assolutamente affascinante nel Paese per eccellenza dei fessi e dei furbi è osservare come la maggior parte degli italiani abbia la memoria corta!

Non lo fanno apposta è solo che se ne fregano di comprendere quello che sta accadendo, sino a quando la realtà non toccherà le loro tasche.

Ieri a Porta a Porta si sono dimenticati di San Matteo, non avevamo alcun dubbio visto gli yesman che circolano, si il 21 settembre, la promessa di Renzi, una delle tante non mantenute di  sbloccare il pagamento dei debiti della pubblica amministrazione.

Nulla di importante sia ben chiaro le PMI non hanno alcuna fretta, stanno chiudendo tutte con calma, in fondo non può che giovare al fisico del premier andare in pellegrinaggio a piedi da Firenze a Monte Senario, sempre che riesca a rispettare anche questa promessa.

Abbiamo assistito per mesi al racconto della leggendaria ondata di privatizzazioni che avrebbe salvato l’Italia 10/12 miliardi entro il 2014 ed altri 46 per i prossimi anni, svendendo di tutto  da Eni a Enel, poi all’improvviso, qualcuno scopre che l’acqua è terribilmente bagnata …

“Per fare le privatizzazioni bisogna prima prendere in considerazione l’umore dei mercati”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Padoan, in un’intervista a Bloomberg tv a Cernobbio, spiegando che “al momento quest’umore verso gli asset italiani è ancora molto positivo ma potrebbe cambiare, quindi dobbiamo fare molta attenzione sulla tempistica”. Padoan ha ribadito che per ridurre il debito “si punta sulla crescita, ma le privatizzazioni possono accelerare il processo”. (Rainews24)

Si si punta sulla crescita facendo previsioni prima di crescite fantasma e poi dichiarando che non c’è alcun pericolo di deflazione.

No mi dispiace Voi non ve ne rendete conto, non tutti ovviamente, ma siamo in mano ad un’Armata Brancaleone, gente che tira a campare in attesa di chiamare la Troika!

Uno ti dice…

Privatizzazioni, Padoan accelera su Eni e Enel dopo ...Privatizzazioni, Padoan accelera su Eni e Enel dopo “richiamo” del Financial Times L’operazione partirà entro l’autunno e riguarderà il 5% delle società. Il ministro dell’Economia conta di ricavarne una cifra intorno ai 5 miliardi di euro. La decisione arriva due giorni dopo la tirata d’orecchie del quotidiano britannico, secondo il quale l’Italia ha perso “entusiasmo” rispetto al piano di cessione delle partecipazioni

Poi arriva l’altro e sussurra… ***Privatizzazioni: Renzi, Eni ed Enel non sono priorita

“Le privatizzazioni”, i 10 miliardi previsti entro l’anno, “si faranno e i target previsti verranno rispettati”. Tuttavia, “non sono convinto che si debba partire da Eni ed Enel”. Cosi’ il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, intervistato dal direttore de ‘Il Sole 24 Ore’, Roberto Napoletano. “Non vedo prioritario – spiega Renzi – ridurre le quote dello Stato in due societa’ che hanno grandi potenzialita’; il corso dei titoli puo’ ancora crescere, si puo’ fare un discorso piu’ strategico. Abbiamo dato un indirizzo di lungo corso a queste aziende e siamo convinti che questo indirizzo possa produrre nuovo valore da ulteriormente valorizzare. Questo – aggiunge – vale anche per le Poste, dove Caio sta facendo un buon lavoro, lasciamoglielo fare. Esiste il tema di fare cassa: con Padoan troveremo le soluzioni piu’ idonee”.

Ovviamente siccome poi gli italiani nulla ricordano e nulla leggono…

(Il Sole 24 Ore Radiocor) – Bologna, 06 set – Non c’e’ alcuna divergenza di opinioni o tensione tra il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, sulle modalita’ e i tempi di privatizzazione di Eni ed Enel e in generale sul percorso di privatizzazioni. Lo ha escluso il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, nel suo intervento a un dibattito alla Festa dell’Unita’. “Non c’e’ diversita’ di opinioni – ha chiarito Padoan – sul percorso di privatizzazione, c’e’ una valutazione in corso sulle modalita’ specifiche in cui attuarlo, che richiedono”, “un approccio caso per caso cosi’ da fare il massimo per valorizzare” i singoli asset.

Anche con Cottarelli non c’era alcuna diversità di opinione…

Il Tuo sostegno è fondamentale per il nostro lavoro…

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio … cliccando qui sopra o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie

 
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.4/10 (15 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +8 (from 10 votes)
RENZI: PMI E PRIVATIZZAZIONI: TESORO MI SI E' ALLUNGATA LA TEMPISTICA!, 9.4 out of 10 based on 15 ratings
Tags: ,   |
10 commenti Commenta
gnutim
Scritto il 10 settembre 2014 at 10:02

scusate m ala parola coerenza ha ancora un significato nel vocabolario italiano o no?

Qualcuno porebbe far arrivare a questa cricca di governo e ai sui ministri un pacco con scritto appunto COERENZA?

Tnaks

PS: creare su internet un link twitter (visto che piace tanto al premier non eletto) tipo

#coerenza!!!

kry
Scritto il 10 settembre 2014 at 10:12

gnutim@finanza,

… e il pacco con scritto ONESTA’ …. e quello pieno di SENSO DI RESPONSABILITA’ ……

veleno50
Scritto il 10 settembre 2014 at 14:01

Non c’è diversità di opinioni- ha chiarito Padoan-sul percorso di privatizzazione,c’è una valutazione in corso sulle modalità specifiche in cui attuarlo che richiedono,un approccio caso per caso cosi da fare il massimo PER FARE IL MASSIMO PER VALORIZZARE I SINGOLI ASSET. PRIVATIZZARE ENI, ENEL NON è COME PRENDERE UN CAFFè AL BAR ANCHE SE SI DISCUTE O SI HANNO OPINIONI DISCORDANTI L’IMPORTANTE è AGIRE PER LA SOLUZIONE MIGLIORE ANCHE SE NON SAREBBE LA VOSTRA O LA MIA.CIAO KRY
kry@finanza,

gnutim
Scritto il 10 settembre 2014 at 15:20

veleno50@finanza,

ma lo capisci o no che reperire 5 mld di euro non si abbatte di un cazzo il debito!!!!!!

Paghiamo 2 mld di interessi al mese!!!

AL MESE AL MESE AL MESE!!!! LO CAPISCI O NO??????

mi dici come cazzo lo abbatti il debito????

ma la sai la matematica o fai finta di non capire????

DEVI REPERIRE 100/200 MILAIRDI IN FRETTA X ABBATTERE IL DEBITO IN MODO SOLO MARGINALE, ma io dico ma vi fate tutti infinocchiare dal primo coglione che passa in convento?

il debito italiano è di 2.100 miliardi e paghiamo più di 2 mld solo di interesse al mese, in questo modo si svende patrimonio pubblico e basta, ma lo capisci e te lo devo spiegare in spagnolo?

gnutim
Scritto il 10 settembre 2014 at 15:28

se una tanica di acqua perde da un buco 2 litri al mese, quanti litri perdi in un anno? 24 litri, se a metà anno ne rimbocchi 5 di litri, cosa hai fatto, hai più acqua o ne hai solo persa di meno?

così è più comprensibile?

yabadaba
Scritto il 10 settembre 2014 at 16:21

gnutim@finanza,

Mi sembra che gli interessi che l’Italia paga al mese siano circa 8 miliardi, quasi 100 all’anno. Forse ho capito male di quali interessi stai parlando?

gnutim
Scritto il 10 settembre 2014 at 16:35

yabadaba@finanza,

forse hai ragione tu, sono un pò pirla, ma se il tuo dato è corretto (l’ha scritto pure Andrea nel post successivo) è una ulteriore prova che Padoan / Veleno/ aievnodrim non sanno fare bene i conti (o sono troll)

veleno50
Scritto il 10 settembre 2014 at 19:55

gnutim@finanza,

è una ulteriore prova che Padoan/veleno/Ihavenodream non sanno fare bene i conti(o sono troll) vedi con me ce la puoi fare povero illuso ma è meglio che l’uomo che non sogna lo lasci perdere perchè quello ti sbrana.

d
Scritto il 10 settembre 2014 at 22:25

veleno50@finanza,

Resta il fatto che è demenziale pensare di abbattere il debito vendendo assets che generano un reddito VERO, mentre con la cassa generata dalla vendita di tali beni non si riuscirebbero neppure a pagare gli interessi sul debito di UN MESE. E questa volta le indicazioni sono corrette…
E allora? come la mettiamo?
Il problema è che lo scandalo generato dalle condotte e dalle parole demenziali di questa gente è talmente grande da non essere neppure notato.
La finalità è quella di tutte le guerre: depredare i beni, fare schiavi…
La cosa amara non è perdere la guerra, ma non averla mai combattuta mentre il tuo generale apre le porte della città e consente al nemico di prendersi tutto.
Però è anche vero che ogni popolo ha i generali che merita.

ilribassista
Scritto il 11 settembre 2014 at 08:12

veleno50@finanza,

Caro Veleno dovresti rileggere l’articolo perché a mio avviso lo hai frainteso. Andrea ha evidenziato il fatto che continuano a fare annunci e poi modificano i loro progetti senza mai però giungere ad una conclusione.
È questa la critica. Hai ragione nel dire che sono decisioni importanti e devono essere prese con calma ma a differenza mia e tua che ne possiamo parlare al bar questi personaggi gestiscono uno Stato quindi sarebbe opportuno fare degli annunci nel momento in cui si hanno le idee chiare su come e quando procedere.
A me sembrano proprio ignoranti allo sbaraglio.
Io sono contro la privatizzazione di ENI ma allo stesso tempo, considerando quello che succederà ai mercati azionari venderei una quota importante per poi ricomprarla a prezzi più bassi … .a questo i nostri governanti purtroppo non sono in grado di comprenderlo … Loro sono abituati solo a fare annunci ..
Aspetto anch’io che facciano qualcosa invece non fanno nulla e anche da me in ufficio non squilla più il telefono.
Ti auguro una serena giornata

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Si è affermato negli anni come il termometro dell'economia mondiale e anche nel terzo millennio
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Un rapido aggiornamento sulle nuove fantasie inflattive in attesa di smontare in Maggio, pezzo p
Signori, stiamo parlando di numeri impressionanti. Tanto per cominciare, guardate i dati sugli u
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Non sono certo successe tantissime cose nell'ultima ottava. Anche se le aspettative su un elemento
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Il Ftse Mib apre la nuova settimana in leggera correzione dopo lo spunto rialzista messo a segno nel
Guest post: Trading Room #281. Siamo quindi arrivati al target tanto atteso: area 24000 punti del