BANCHE CENTRALI: IL TERRORE SI DIFFONDE!

Scritto il alle 08:11 da icebergfinanza

Il terrore di cui vi abbiamo parlato ieri, inizia a diffondersi anche in altre banche centrali, in alcuni ambienti si inizia a parlarne diffusamente, alcuni provvedimenti sono sul tavolo, una spettacolare strambata all’orizzonte.

Questo è solo uno degli argomenti in esclusiva per tutti coloro che hanno sostenuto e vorranno sostenere il nostro viaggio.

Uno degli argomenti che tratteremo nel fine settimana insieme al nostro sempre affezionato Machiavelli, altri ancora più esaltanti guardando all’orizzonte.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

C’è chi sorride, ma ride bene chi ride ultimo.

Ho leggo una serie spettacolare di fesserie in questi anni e mesi sull’inflazione, la stagflazione, addirittura sull’iperinflazione, più o meno come quelle sulla fine del dollaro.

Ieri, il molti mi hanno scritto di Roubini, si il playboy con la jacuzzi che ama le festicciole

Nouriel Roubini dovrà rinunciare alle «feste selvagge» a base di «giovani modelle» organizzate attorno – e dentro – la mega vasca da idromassaggio che aveva fatto montare sul tetto della sua abitazione di Manhattan.

Consiglio a Roubini di lasciare perdere la Jacuzzi e di studiare di più, invece di andare in giro a chiedere più aumenti di tasso per combattere una stagflazione che non esiste.

I termini tecnici fanno sorridere, non c’è domanda, non c’è domanda, non c’è domanda e il trend principale, secolare è la deflazione da debito, debito, debito, debito.

Negli anni settanta e ottanta, il debito non esisteva, era il nulla al confronto di oggi.

Ma si sa, raccontare fesserie oggi è fare trend e il trend significa soldi.

Ieri, un brivido lungo la schiena per i costruttori americani, il mercato immobiliare è sull’orlo del collasso, il rimbalzo del gatto morto è finito e il gatto sta per essere seppelito!

L’indagine dei costruttori chiede agli intervistati di valutare le condizioni di mercato per la vendita di nuove case al momento e nei prossimi sei mesi, nonché il traffico dei potenziali acquirenti di nuove case.

Nessuna chance con tassi e redditi a questi livelli, il mercato immobiliare dei principianti, ovvero quelli che acquistano casa per la prima volta è morto.

Immagine

Il rimbalzo è tutto opera della disperazione dei costruttori che hanno incentivato gli acquisti con sconti, mutui agevolati e altre invenzioni finanziarie, venduto case da Barbie.

Tassi a questo livello a lungo come dice la Fed?

Allora depressione totale!

L’onere per interessi a carico degli americani è mostruoso!

Osserva attentamente il grafico qui sopra, e non dimenticarlo!

Le favole che l’istituto luce Biden racconta sui consumi sono solo frutto del debito e dell’inflazione, favole per fessi.

Siccome in molti continuano a vivere di favole, segnatevi anche questa tendenza, siamo solo all’inizio!

Immagine

La disoccupazione in corso, nascosta dagli aggiustamenti stagionali o altri trucchetti, sta per esplodere.

Dimmi la verità, te lo sei già dimenticato il mercato immobiliare commerciale?

La domanda di prestiti per immobili commerciali (CRE) è ora ai livelli del 2008. La domanda di prestiti CRE è addirittura inferiore ai minimi del 2020, quando l’economia globale era in blocco. I prezzi degli edifici per uffici sono scesi del 30% circa nell’ultimo anno e quelli degli appartamenti sono scesi del 15% circa. Si tratta degli stessi prestiti che vedranno tassi di interesse più che raddoppiati durante il rifinanziamento. Siamo in una crisi CRE e la forza del mercato immobiliare lo nasconde.

Si lo nasconde, manipola, magia!

Ma poi quando all’improvviso eplode, non avrai posto dove nasconderti, rifugiarti, continua a credere alle favole dell’istituto luce Biden e a quelle dei sui cantastorie, analisti, economisti e altre cianfrusaglie umane, che per due soldi, venderebbero l’anima al diavolo.

La sintesi è una sola, la Fed alzando all’impazzata i tassi ha distrutto le banche regionali ma non è finita qui.

Il mercato immobiliare è defunto, uno zombie, un morto che cammina, perchè nessuno vende più una casa con annesso un mutuo al 2 o 3 % per farne uno al 7%.

Tenetevi forte, nel fine settimana, alcune notizie esplosive, che non troverete in giro, nascoste qua e la per non fare rumore, non turbare.

Ovviamente, solo ed esclusivamente per coloro che sostengono e credono nel nostro lavoro. E’ ora di dimostrarlo tangibilmente.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

Ci fermiamo qui, poi Voi fate credete a quello che volete, noi non abbiamo fretta, la stupidità delle banche centrali non è ancora finita, mercoledì potrebbe esserci una sorpresa.

Ci sono tante altre cosa da raccontare, ma le riserviamo per il fine settimana, per un’altra punta del nostro Machiavelli, alle prese con la grande depressione che verrà.

Ben due storie inedite che non troverete da nessun’altra parte, che vi aiuteranno a capire cosa davvero sta accadendo in questi giorni.

Che ne dite, ce lo meritiamo il Vostro supporto?

L’informazione indipendente ha bisogno anche del Tuo prezioso sostegno!

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

Grazie ancora di tutto!

Machiavelli diceva che per governare …bisogna far credere!

Nel fine settimana è tornato MACHIAVELLI con “WHATEVER IT TAKES” per tutti coloro che sostengono o vorranno liberamente sostenere il nostro lavoro.

Rivedetevi i due video pubblicati nell’ultimo manoscritto, sono fondamentali.

Abbiamo ricevuto molti attestati di stima per il nostro ultimo manoscritto, vi ringraziamo di cuore, le Vostre parole sono importanti!

Abbiamo bisogno del Vostro importante sostegno, abbiamo bisogno di Voi, non si resiste sul WEB, in mezzo a un mondo manipolato per 16 anni, se non si racconta la realtà, si cerca di trovare la verità.

Grazie di cuore per il Vostro sostegno!

L’informazione indipendente ha bisogno anche del Tuo prezioso sostegno!

I manoscritti da inizio anno sono stati una bussola perfetta dopo un periodo di crisi, ma come sempre la verità è figlia del tempo.

Ribadisco per l’ennesima volta che se ci sono problemi di ricezione, firewall, spam, comunicazione tra i diversi provider dovuti a invii multipli,  basta inviare una mail e il nostro STAFF  provvederà a risolvere il problema.

Grazie a chi vorrà contribuire liberamente al nostro viaggio!

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

 

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

29 commenti Commenta
darkerside
Scritto il 19 Settembre 2023 at 08:54

Previsione, la Fed non aumentera’ ma spero proprio lo faccia ancora. Tassi ancora piu’ alti ripulirebbero il sistema da tanti apprendisti industriali,commercianti del tipo compro vendo,compro vendo. In questo modo i tassi potrebbero poi tornage giu’ molto piu’ velocemente e tutto ( bond ) si sistema. Se stiamo a bagnomaria come e’ intenzione non finiamo piu’. Nel secolo scorso le occasioni anche se mancate si riproponevano piu’ volte. Ho l’impressione che in questo secolo le opportunita’ saranno a botta quasi unica.

yamamoto
Scritto il 19 Settembre 2023 at 09:36

darkerside:
Previsione, la Fed non aumentera’ ma spero proprio lo faccia ancora. Tassi ancora piu’ alti ripulirebbero il sistema da tanti apprendisti industriali,commercianti del tipo compro vendo,compro vendo. In questo modo i tassi potrebbero poi tornage giu’ molto piu’ velocemente e tutto ( bond ) si sistema. Se stiamo a bagnomaria come e’ intenzione non finiamo piu’. Nel secolo scorso le occasioni anche se mancate si riproponevano piu’ volte. Ho l’impressione che in questo secolo le opportunita’ saranno a botta quasi unica.

Gli aumenti fatti fino ad ora non servono ad una sega.
Devastano solo la classe media. Non hanno drenato nulla di liquidità, basti vedere il bilancio attuale della FED e della BCE.
E’ altresì palese che alzare i tassi come difesa della moneta sia stato fallimentare, visto il livello attuale delle monete vs il dollaro.
La FED fa cavolate dettate da scarsa conoscenza macroeconomica, le altre banche centrali sono costrette a seguire per non vedere le proprie monete implodere.
Come al solito tutte le crisi partono dagli USA, e non ho dubbi che quando poi la bolla scoppierà, saranno comunque i primi a riprendersi, a spese di tutti gli altri, s’intende.
Ecco perché per quanto mi riguarda punto e punterò sempre sugli USA, nonostante li detesti.

aorlansky60
Scritto il 19 Settembre 2023 at 10:53

Yamamoto said :
Non hanno drenato nulla di liquidità, basti vedere il bilancio attuale della FED e della BCE.

Anche perchè non c’era PROPRIO NULLA DA DRENARE NELL’ECONOMIA REALE, visto e considerato che la TUTTA la LIQUIDITA’ che questi geni di Lagarde e Powell (e Draghi e Yellen prima di loro) hanno concesso allegramente, l’hanno riversata soprattutto sull’EQUITY delle varie BORSE che viaggia su UNA BOLLA MOSTRUOSA TOTALMENTE SCORRELATA DAI DATI OGGETTIVI (molte società private, quotate in Borsa, senza l’aiuto di Fed e BCE sarebbero già SALTATE da molti ANNI!)

Con il tasso sulle carte di credito USA al 22% non è questione di SE ma di QUANDO (scoppierà un altro bel kasino relativo a crediti deteriorati che i cittadini non possono più onorare)…

Dice giusto il Capitano: l’allegro e sconsiderato aumento dei tassi ha messo fortemente in difficoltà TUTTI QUELLI che dovranno rifinanziare il proprio DEBITO (penso soprattutto a soc. USA legate al REAL ESTATE locale, che prima l’hanno fatto a costo zero, ora la festa è finita!) e ci sono CENTINAIA di MILIARDI di $ a scadenza il prossimo anno!… Auguri…

Ma io ragionando parto da un presupposto: che questi geni non sono stupidi; sanno quello che stanno facendo, alzando i tassi continuamente (tra l’altro, nel mezzo di una recessione economica già in atto) e pertanto giungo alla conclusione che se sono consapevoli di quello che fanno (e lo sanno, nelle conseguenze che porteranno), sono anche dei criminali.
Ma se la priorità per loro è quella di SALVARE LE BANCHE e IL SISTEMA FINANZIARIO, spina dorsale del sistema, allora I MILIONI CITTADINI che formano LO STATO per loro passa in secondo piano e in ‘cavalleria’… Pazzesco dovere considerare questo… altro che medioevo, siamo messi anche peggio, considerando la filosofia di pensiero dominante al vertice di potere…

veleno50
Scritto il 19 Settembre 2023 at 12:35

Il debito usa raggiunge 33mila miliardi. Gli ultimi tre anni se non sbaglio è esploso. Idem in tanti altri paesi compresa l’Europa. Se uno compra un decennale o un trentennale come fa non porsi la domanda quanto rischia, ne vale la pena?Forse in questo casino è meglio un investimento breve 1 anno massimo due. La differenza tra un bot 3,77 lordo un btp decennale 4,50 è pari auno 0,73. O no?

gnutim
Scritto il 19 Settembre 2023 at 13:17

Il bilancio Fed è calato poco, quindi in teoria ci sono ancora parecchi dollari in giro, invece la Bce sta riducendo più velocemente, inoltre fra 15 giorni scade un’altra Tltro bella grossa, quindi maggior carenza di Euro, eppure il dollaro Usa è ancora fortissimo come dice Andrea.
Condivido inoltre l’idea di Intermonte in cui l’aumento Bce ha avuto toni da colomba, quindi debolezza euro, mentre la Fed potrebbe non alzare ma tenere toni da falco, quindi Usd forte.
Magari mi faccio dei film nella testa, ma io mi preparo per un cambio eurusd sotto 1.06. Oggi è il classico dead cat jump!

darkerside
Scritto il 19 Settembre 2023 at 14:30

Per un privato il termine massimo per me e’ di cinque anni e sono gia’ tanti. La differenza fra uno,due ,tre anni e’ il rendimento non certo la scadenza. Comunque in caso di catastrofe ciao a tutto. Dieci anni e oltre? Ci possono negli anni essere tanti su e giu’ nei tassi e se ti servono i soldi quando la quotazione e’ giu’ …… La liquidita’, il debito ecc. tutte distrazioni inutili.

icebergfinanza
Scritto il 19 Settembre 2023 at 15:38

Visto che con alcuni commenti si incomincia a sfiorare il ridicolo vediamo di mettere a posto alcuni paletti partendo dall’analisi empirica. Chiedo scusa per le migliaia di lettori silenti ma talvolta si scrivono solo fesserie… osservate attentamente questo grafico, prima di aggiungere altro!

icebergfinanza
Scritto il 19 Settembre 2023 at 15:39

icebergfinanza
Scritto il 19 Settembre 2023 at 15:44

Ancora con sta cazzata del debito americano? Ma allora non avete capito nulla!
veleno50,

aiccor
Scritto il 19 Settembre 2023 at 17:28

cioè? spiega….
icebergfinanza,

aiccor
Scritto il 19 Settembre 2023 at 17:29

cioè spiega era destinato a Veleno50….

veleno50
Scritto il 19 Settembre 2023 at 17:41

aiccor@finanza,

Cosa devo spiegare mica sono il boss del sito. Sono ospite come te, ho fatto un ragionamento se vuoi leggilo, il dottor Mazzalai dice che è una cazzata. Non c’è altro da aggiungere.

angelo59
Scritto il 20 Settembre 2023 at 08:29

Hai perfettamente ragione! E aggiungo che investire sul decennale o peggio trentennale diventa investimento speculativo!
veleno50,

icebergfinanza
Scritto il 20 Settembre 2023 at 08:37

Speculativo, certo, certo, dedicatevi ad altro che è meglio.
angelo59,

uomodellastrada
Scritto il 20 Settembre 2023 at 09:41

veleno50,

Il ragionamento nel breve ha la sua logica. Alla scadenza del Bot annuale, poniamo fra 12 mesi che tassi ci saranno? Se le cose andassero come devono, ovvero un ritorno a tassi più sensati, un Bot lo prenderai a 2,50 ? Poniamo che sia così
Allora se vorrai un BTp 4.40 che oggi quota 100 lo pagherai molto sopra la pari e quindi ne riceveresti un tasso più basso rispetto ad oggi. Pertanto con un btp di media scadenza ti assicuri più anni di cedole interessanti . Personalmente mi sto accaparrando cedole interessanti per più anni, alle quotazioni attuali sono affari.

aorlansky60
Scritto il 20 Settembre 2023 at 10:44

Vorrei dire ‘la mia’ in tema di BONDS GOVERNATIVI (anche se al momento non sono impegnato su questi):

NESSUN PROBLEMA sui TREASURIES USA di qualunque scadenza, anche lunga (chiaro che se uno ha 60anni e non ha figli cui lasciare in eredità, converrebbe tarare meglio data scad. per il saldo finale), ma…

qualcuno qui è convinto che tra 30anni da oggi, la ‘strampalata’ armata ‘brancaleone’ meglio nota come “unione europea” sarà ancora in piedi??… non aggiungo altro…

aorlansky60
Scritto il 20 Settembre 2023 at 10:51

…anzi aggiungo questo: anni fà, un autentico ‘genio’ (posto ad alto livello istituzionale in ambito europeo) dichiarò che “l’€uro è per sempre” (sic)…
prima di fare simili affermazioni, con la prosopopea di un profeta da antichi tempi (che egli non è) dovrebbe fare un ripasso di STORIA dell’UOMO (degli ultimi 3000 anni almeno) per capire che la sua previsione (specie considerando un gigante dai piedi d’argilla qual’è ‘l’unione europea’) è quanto meno strampalata e priva di solidi basi, per essere ritenuta ‘credibile’…

veleno50
Scritto il 20 Settembre 2023 at 10:58

aorlansky60,

Fammi indovino che ti faccio ricco. Ciao

angelo59
Scritto il 20 Settembre 2023 at 14:59

veleno50:
aiccor@finanza,

Cosa devo spiegare mica sono il boss del sito. Sono ospite come te, ho fatto un ragionamento se vuoi leggilo, il dottor Mazzalai dice che è una cazzata. Non c’è altro da aggiungere.

icebergfinanza
Scritto il 20 Settembre 2023 at 15:05

E cazzata resta, come tante altre che leggo…
angelo59,

evakant
Scritto il 20 Settembre 2023 at 21:36

Nessuno ha la sfera di cristallo, nessuno può dire come saranno i tassi di interesse tra 2 anni. Come nessuno (capitano compreso) ci ha azzeccato 3 anni fa. Capitani e mozzi valgono zero nel prevedere il futuro. Prendiamone atto.

icebergfinanza
Scritto il 20 Settembre 2023 at 21:38

Capita qualche volta di sbagliare dopo averle indovinate per 15 anni di fila, Bellezza!
evakant,

aorlansky60
Scritto il 21 Settembre 2023 at 07:19

evakent said :
Capitani e mozzi valgono zero nel prevedere il futuro. Prendiamone atto.

Oh si, certo; ma non solo loro, il concetto vale per tutti, anche per ‘somari asini e bardotti’ e per tutti gli ‘indotrinati’ di varia specie che si credono ‘geni’, dato che il Futuro lo conosce solo l’Onnipotente.
Però in mezzo a tutto questo caos, ci sono alcuni dati oggettivi che possono ‘aiutare’ anche un comune mortale (se attento e perspicace) nelle previsioni:

il mondo è attanagliato da una MOLE DI DEBITO GIGANTESCA come non ha mai conosciuto nella sua storia, questo è un dato di fatto che non può essere messo in discussione;

Il DEBITO (o comunque PROBLEMI ECONIMICI SENSIBILI tra Nazioni) hanno sempre portato un esito certo : GUERRA

Per evitare quest’ultima (visto che il mondo non se la può permettere, considerati gli APPARATI BELLICI disponibili, comprensivi di alcune migliaia di TESTATE NUCLEARI in ambo gli schieramenti), il mondo ha come alternativa quella di non mettere mai fine alla ‘allegra stamperia’ di carta colorata meglio nota come $ e € ma anzi quella di incrementarla…

A parte questo però, un incidente imprevisto che scateni poi un escalation militare incontrollata è sempre possibile: essendoci di mezzo l’uomo, tutto è possibile, anche l’impensabile, perfino gli eventi più atroci…

angelo59
Scritto il 21 Settembre 2023 at 08:06

Finalmente una timida ammissione! Grazie
icebergfinanza,

icebergfinanza
Scritto il 21 Settembre 2023 at 08:10

Se leggi Machiavelli, sono 2 anni che ammetto di aver avuto torto, ma quelli come te, i portoghesi si limitano a criticare senza leggere …
angelo59,

rido81
Scritto il 21 Settembre 2023 at 09:48

aorlansky60,

È già da un po’ che la pensò esattamente così. Non si tratta di incompetenza dei banchieri, ma di un disegno ben preciso per fare andare gambe all’aria l’economia mondiale e attuare il piano di Davos: Reset completo, Nascita di una valuta digitale unica gestita dal FMI, microchip sotto pelle obbligatorio per vendere e comprare (l’apocalittico marchio della bestia), centralizzazione e controllo capillare di ogni movimento di denaro.
Per attuare tutto ciò ci si arriverà con le buone o con le cattive, al limite con una Terza Guerra Mondiale..
Gli antichi scritti religiosi di mezzo mondo, così come profezie più o meno recenti parlano di tutto questo.. lo stiamo vivendo ora ed è sotto i nostri occhi.
Inutile quindi applicare ragionamenti e analisi di buon senso che possono aver funzionato in passato, in un contesto come questo dove il fine ultimo è già deciso.

aorlansky60
Scritto il 21 Settembre 2023 at 10:56

@rido81

Premesso che il Comandante del Vascello che qui ci ospita (permettendoci di intervenire, commentando) non possiede nemmeno lui “la sfera di cristallo” ma almeno ha l’onestà intellettuale di riconoscere i propri errori di valutazione (e tra esseri umani, chi è che non sbaglia?) cosa che non è comune tra chi invece (nell editoria mediatica mondiale specializzata) cerca di raccontare spudoratamente ‘balle al vento’, sapendo di dire menzogne e quindi condannabile a priori (e ‘questi’ sono in tanti!), bisogna riconoscere a Andrea Mazzalai di argomentare sempre tutti i suoi scritti “al netto” della propaganda mediatica occidentale (USA e UE) che cerca di raccontare ‘al popolo bue’ “che le cose vanno bene” nonostante che la realtà oggettiva sul campo evidenzi il contrario (sarebbe interessante poter fare un reportage di un mese nelle principali metropoli USA -chi ne ha il tempo e possibilità- per VEDERE cosa suggerisce la REALTA’ DELLA STRADA al momento attuale, davanti agli occhi, ed ecco allora che il castello di carte della propaganda ‘biden’ crollerebbe miseramente), questo è il motivo principale perchè seguo sempre con attenzione le considerazioni del Comandante,

dicevo premesso questo, è ormai noto un disegno oscuro di VERTICE (‘oscuro’ perchè tramato in grande riservatezza, il cui accesso è permesso ad una ristretta elite di “eletti”) che vorrebbe “il reset” sociale “COME LO VOGLIONO LORO”; peccato però per ‘loro’, che di mezzo a questo progetto (di lobbies di potere chiaramente ‘occidentali’) si frapponga UN ALTRO MONDO, quello costituito da CINA RUSSIA INDIA SUD AFRICA BRASILE con almeno il 50% dell’attuale popolazione mondiale; prima del reset “come lo vogliono quelli del club di Davos” si dovrà assistere al confronto finale tra due modi di intendere IL MONDO: quello ‘occidentale'(capeggiato da USA) VS quello ‘orientale'(capeggiato da CINA) e io di quest’ultimi so due cose con certezza :
SONO FURBI (molto furbi, e intelligenti), e SONO PAZIENTI (molto pazienti, nel saper attendere il momento giusto per attaccare al collo la propria preda). Non essendo un profeta non so “quando” avverrà, ma so che deve avvenire.

basettoni
Scritto il 21 Settembre 2023 at 22:06

L’eccessivo indebitamento può teoricamente portare sia a inflazione che a deflazione, a seconda delle circostanze economiche e delle politiche adottate. Inflazione: Se un governo o un’economia si indebita eccessivamente, potrebbe esserci un’eccesso di moneta in circolazione. Se la domanda di beni e servizi supera l’offerta disponibile, i prezzi tendono ad aumentare, provocando inflazione.
Deflazione: D’altra parte, l’indebitamento eccessivo può portare anche a deflazione. Questo potrebbe accadere se l’indebitamento è stato utilizzato per finanziare investimenti che non hanno generato un aumento della produzione o se la fiducia nell’economia è bassa, portando a una bassa domanda di beni e servizi. In tali circostanze, i prezzi tendono a diminuire e l’economia può entrare in uno stato di deflazione. Tuttavia, è importante sottolineare che la situazione reale è molto più complessa e dipende da una serie di fattori, tra cui la politica monetaria e fiscale, il contesto economico globale, le aspettative degli operatori economici e così via. Inoltre, la risposta dipende dal modo in cui viene utilizzato l’indebitamento. Se viene impiegato per finanziare investimenti produttivi o progetti che aumentano la capacità produttiva dell’economia, potrebbe stimolare la crescita economica senza necessariamente causare inflazione. Il nostro capitano é convinto che ci sarà inflazione da debiti, e afferma che chi non la pensa come lui sia un ignorante che non conosce la storia. Ma in passato spesso l’eccessivo indebitamento ha innescato la stamperia delle nazioni, come peraltro sta succedendo negli ultimi tre anni. L’inflazione potrebbe essere il vero pericolo.

icebergfinanza
Scritto il 21 Settembre 2023 at 23:11

No, non c’è vera inflazione se i consumi non sono il frutto di salari in aumento, non c’è vera inflazione se la domanda, scarsa è supportata dal debito. Mai in passato il debito ha originato inflazione, ma deflazione, solo e sempre deflazione. L’inflazione o meglio l’iperinflazione non sono fenomeni solo monetari ma soprattutto politici o geopolitici. Solo in 3 casi poco rappresentativi nelle storia, si è riusciti ad abbattere il debito con l’inflazione, Spagna e Italia negli anni 70 e 80 e il Cile successivamente.
Davvero poco per credre che l’eccessivo indebitamento innesca l’inflazione o avvii le stampanti.
Questa ondata di inflazione, spentasi in pochissimo tempo è esclusivamente figlia della speculazione energetica durante la guerra in Ucraina. Infatti, le problematiche relative alla pandemia con l’interruzione dell’offerta, in molti casi anch’essa speculativa, prima della guerra era già rientrata.
Nessuna traccia di domanda, senza incentivi fiscali e monetari, ovvero bonus, sussidi, regali o debito gratuito.
Questa non è inflazione, è una semplice illusione.
L’inflazione che abbiamo visto è esclusivamente frutto della speculazione.
Il prezzo del legname non puo salire e scendere del 400 % più volte senza una regia speculativa, domanda e offerta non esistono.
Come l’attuale speculazione sul petrolio, mentre il gas è al palo, tutto è speculazione senza alcun fondamento.
Ma lo capirete con il tempo, il debito non lascia scampo a nessuno, o lo cancelli o lui cancella tutto, ogni cosa, senza pietà.
Chiudo a beneficio di chi alza sempre la manina per ricordarmi di andare a fare la spesa.
Quel tipo di inflazione esiste da tempo, si chiama speculazione commerciale, non c’era tutta questa paura quando con l’euro quasi tutto è raddoppiato. Tutto sale da sempre, non a una cifra come vi raccontano ma a due cifre, sempre e comunque che si tratti di benzina o di alimentari.

E’ l’economia Bellezza, frode e manipolazione, truffa legalizzata o non, si parte sempre dalle banche e dai banchieri, sono loro i maggiori responsabili di tutte le crisi finanziarie della storia.

Buona notte. Andrea

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
La Cina è un'immensa mina deflattiva esplosa nell'oceano globale, una spettacolare bolla immobi
Lo so, deve essere stato difficile per ben 13 anni aspettare l'inflazione, chiamare l'inflazione
Guest post: Trading Room #511. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura che continua ad essere r
Malgrado i dati macro non sicuramente eccezionali per i mercati, con un'inflazione che sale e cambia
Giornata perfetta ieri, con nuovi massimi sui mercati europei come aveva previsto su Twitter il
Oggi, terzo venerdì del mese, è giornata di scadenze tecniche. Scadranno le opzioni su azioni, le
Viviamo davvero in un mondo di matti, basta guardare alla reazione isterica dei profeti dell'inf
Mentre a Francoforte si discute sul sesso degli angeli, sull'inflazione che sta per sparire come
Guest post: Trading Room #510. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura chiara ed evidente. La l
C'è davvero da mettersi le mani nei capelli a pensare che le sorti dell'America sono un mano a
CONTATORE