TREASURIES E ORO!

Scritto il alle 09:23 da icebergfinanza

US Treasuries market faces liquidity concerns | Financial Times

Nel prossimo Machiavelli vi racconteremo cosa è successo nella storia quando si è scatenata l’inflazione, cosa è successo ai vari asset, ovviamente non perché ci crediamo, ma perché vogliamo lasciare liberi coloro che ci leggono di prendere un’altra strada se non credono alle nostre visioni, liberi di decidere il destino dei loro investimenti.

Nel frattempo alcune cose sono cambiate, il dollaro non ha superato certi livelli e continua a restare lontano dai massimi e i rendimenti hanno rotto al ribasso un importante supporto, come ben sanno i lettori di Machiavelli.

Nei giorni scorsi abbiamo condiviso come nonostante i recenti dati sull’inflazione il commercio sulla reflazione ha visto un’inversione.

Servono conferme ma direi che è già tanta cosa in mezzo a un manicomio di ignoranti che invocano inflazione ogni giorno senza sapere di cosa parlano.

Come scrive anche Mike Shedlock, i rendimenti sono diminuti, poi giovedì scorso c’è stato un improvviso e consistente calo dei rendimenti sui rendimenti su tutto l’arco della curva, nonostante consumi e inflazione nettamente al rialzo.

Tutto scontato!

Quando ho visto i numeri delle vendite al dettaglio, ho guardato rapidamente le obbligazioni e l’oro.  La mia aspettativa era che i rendimenti sarebbero aumentati e l’oro più bassi. Invece è successo il contrario.

Stesso discorso per l’oro, dopo aver testato per ben due volte uno dei supporti che Machiavelli vi indica da tempo, il rimbalzo è stato evidente.

Grafico giornaliero dell'oro 2021-04-21

Tecnicamente parlando, l’oro ha registrato un doppio minimo negli ultimi due mesi. Poi i rendimenti sono scesi e l’oro è salito di fronte alle vendite al dettaglio più forti della storia.

Giovedì scorso ho contattato il fondatore di Sitka Brian McAuley come segue.

Brian – Notare la reazione delle obbligazioni di oggi di fronte al massiccio rialzo delle vendite al dettaglio.

Guarda come Covid-19 ha ottenuto vincitori e vinti in 5 categorie selezionate. Tre grafici.

Anche alcuni commenti sulle forze disinflazionistiche in gioco.

Ho chiesto ieri se potevo condividere la sua risposta. Ecco qui.

Sembra che la svolta nelle ultime settimane possa essere significativa. Il dollaro sembra aver raggiunto il massimo alla fine di marzo e ora anche i rendimenti stanno diminuendo.

È troppo presto per dire cosa farà alla fine il rendimento del Tesoro a 10 anni con il supporto / resistenza tra 1,5-1,6%. Quell’area ha definito la fascia bassa del trading range nel decennio successivo alla crisi finanziaria, e questo è il primo test dal basso.

L’aumento di quest’anno leggermente al di sopra della resistenza potrebbe finire per essere un  chiarimento tecnico fuori dagli schemi.  Vedremo.

Il sentiment generale sembra considerare i rendimenti inferiori come quasi impossibili.

L’oro, tuttavia, si comporta come se avessimo probabilmente visto i rendimenti reali più alti, indipendentemente da ciò che accade a ‘1,5-1,6%. Sembra che la correzione dei metalli preziosi dal massimo dello scorso agosto potrebbe essere finita.

Secondo Mish ora è uno dei momenti buoni per acquistare oro, secondo noi sarebbe meglio che ritornasse sopra quota 1800. Ma stiamo parlando di virgole, se non sale sopra 1800 significa che c’è ancora tempo per rientrare.

Insieme a Machiavelli in questi mesi di follia e illusione inflazionistica, vi abbiamo spiegato perché non ci sarà inflazione, quali sono le potentissime e devastanti tendenze deflazionistiche.

Per il resto non resta che attendere, maggio è dietro l’angolo, vediamo cosa hanno intenzione di fare, gli stimoli fiscali diretti sono finiti, il mirabolante piano di investimenti lontano, come abbiamo condiviso ieri la crescita americana è un canto del cigno, senza stimoli l’economia muore e prosperano gli sciacalli e gli avvoltoi che vogliono che questa pandemia continui all’infinito, anche nell’immaginazione.

A proposito di immaginazione, ieri il governo del messia Draghi ha imposto il coprifuoco alle 22.00 sino a luglio, stato di emergenza infinita, le riaperture sono in realtà un fake.

Immagine

E questo sarebbe il cambiamento? Hanno messo un banchiere a fare le stesse cose che faceva l’avvocato del diavolo, sperando che bastasse il curriculum di un banchiere!

Non smettete mai di protestare; mai di dissentire, di porvi domande, di mettere in discussione l’autorità, i luoghi comuni, i dogmi. Non esiste la verità assoluta. (…) Siate sempre in disaccordo perché il dissenso è un’arma. (Bertrand Russell)

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
8 commenti Commenta
alexscot
Scritto il 22 Aprile 2021 at 12:32

Senza inflazione il dollaro non Va da nessuna parte.Previsione: €/$ a 1 25/26 entro fine giugno e oro a 1900

aorlansky60
Scritto il 22 Aprile 2021 at 17:24

Comunicazione di servizio al Capitano:

ho letto (e molto apprezzato, complimenti) il thread DEBITO E MARGIN CALL su cui volevo postare un commento, che si trovano al momento chiusi…

aorlansky60
Scritto il 24 Aprile 2021 at 10:34

…questo è un commento che volevo postare sul thread “DEBITO E MARGIN CALL” (che consiglio a tutti di leggere attentamente, perchè decisamente ILLUMINANTE, complimenti al Capitano) che però risulta “chiuso” ai commenti ancora oggi…

“…nessuna banca può trasformare in contanti tutti i depositi dei clienti contemporaneamente. Se i clienti chiedessero tutti insieme la restituzione dei loro depositi, la banca sarebbe costretta a dichiarare bancarotta. Non avviene perché i clienti hanno fiducia nel fatto che ciò non accadrà e che se dovesse eventualmente accadere interverrebbero le autorità pubbliche, e tra queste la banca centrale che potrebbe stampare moneta per far fronte alle necessità di liquidità della banca.”

Niente di più vero.

E’ la fiducia [dei cittadini che costituiscono uno Stato] ciò che davvero riesce a mantenere a galla il sistema basato sulla “fiat value”, altrimenti i “pezzi di carta” colorati denominati “valuta corrente” ai quali è conferito VALORE non sarebbero altro che carta colorata e basta, priva di valore…

Certo, il livello di fiducia nelle istituzioni (e nelle BC) è attualmente ancora elevato da parte della maggioranza dei cittadini europei (anche se, rimanendo nella sola Italia, casi avvenuti recentemente a minare tale fiducia non mancano: MPS, Veneto Banca, Popolare Vicenza, Carige, Banca Etruria, nomi tristemente noti…), ma chissà quanti [altri come me] da un pò di tempo si stanno chiedendo quale possa essere “il reale senso di creare valore dal nulla peraltro IN ENORME QUANTITÀ come stanno facendo da 10anni le varie BC con i loro piani di QE, e soprattutto DOVE PORTERÀ NEL LUNGO PERIODO TUTTO QUESTO… ma in verità, va anche detto che per alcuni Stati -primo tra tutti la Germania- la politica del QE “at libitum” come impostata attualmente dalla BCE rappresenta un indubbio vantaggio: quello di finanziare il proprio debito pubblico (superiore ai 2000 miliardi di € quindi non poca cosa) a costo zero, quanto zero è il rendimento del bund tedesco offerto ai mercati dal 2016 in conseguenza del primo QE varato dalla BCE nel 2015; di questo i vertici tedeschi sono ben consci, anche se periodicamente -tramite il solito J.Weidmann pres. BundesBank- se ne lamentano, secondo me solo per fare “scena”, perchè lo ripeto, i vantaggi per la Germania conseguenti l’attuale politica monetaria della BCE sono INDUBBI; e considerato che la Germania è il Paese in Europa maggiormente in grado di influenzare le scelte della BCE, “ça va sans dire” che il tutto non è casuale ma molto voluto (dai tedeschi)…

Alla luce di questo dato di fatto, è inutile [secondo me] prendere a riferimento modelli economici del passato per cercare di spiegare cosa stà avvenendo nell’economia al giorno d’oggi (e da almeno 10anni a questa parte) perchè l’operato [costante e prolungato] delle BC ha trasformato i tempi economici attuali in un qualcosa di assolutamente mai visto prima, basato su nuove regole mai viste prima, che sono riuscite a trasformare il concetto economico in un rebus ignoto o come una specie di “notte profonda” nella cui oscurità non si può che navigare a vista se si è un piccolo comune investitore… invece, per i “pesci grossi” della finanza mondiale (SQUALI del calibro di grandi hedge fund, fondi sovrani e principali banche americane) che ripongono profonda fede nelle BC, questo è e sarà un periodo irripetibile per floridità di utili, alla faccia dell’economia reale in sofferenza.

… … … … … … … … … … … … …

IceberbFinanza said “Le azioni in caso di caduta potrebbero raggiungere il valore limite stabilito dalle banche, innescando una serie automatica di vendite che a loro volta potrebbero diffondere panico.”

Ed infatti… proprio perchè l’Uomo non è perfetto e tanto meno infallibile (come dimostrato da svariati millenni di Storia) un caso imprevisto non adeguatamente calcolato dai modelli di simulazione SW -su cui si basano ormai quasi tutte le piattaforme di trading, soprattutto quelle che hanno in gestione GROSSI VOLUMI investiti- potrebbe innescare quando meno lo si immagini qualcosa di estremamente spiacevole…

Ma non solo: è difficile riuscire ad immaginare che la politica monetaria come impostata attualmente dalle principali BC possa continuare allo stesso ritmo fino a reggere all’infinito… prima o poi qualche dolorosa correzione (anche da parte delle stesse BC nell’allentare il flusso continuo offerto al sistema) potrebbe presentarsi all’orizzonte, perchè L’ENORME BOLLA SPECULATIVA CREATA NEL FRATTEMPO SARA’ VIA VIA SEMPRE PIU’ PROBLEMATICA DA GESTIRE CON IL PASSARE DEL TEMPO (a questo proposito, davvero IMPRESSIONANTE il grafico storico sul MARGIN DEBT postato da Andrea Mazzalai ad inizio articolo, che ben spiega dove ha portato la GIGANTESCA MASSA DI LIQUIDITA’ offerta al sistema finanziario dalle BC, e che qualche spunto di riflessione dovrebbe pur innescare nelle menti ancora lucide, non ancora soggiogate dalle BC…).

stanziale
Scritto il 26 Aprile 2021 at 09:00

aorlansky60,

Ciao Aorlansky. Tanto per aggiungere un po’ di pepe, in ordine al tuo passaggio
L’ENORME BOLLA SPECULATIVA CREATA NEL FRATTEMPO SARA’ VIA VIA SEMPRE PIU’ PROBLEMATICA DA GESTIRE CON IL PASSARE DEL TEMPO
ecco, io penso che stanno reggendo in qualche maniera la situazione fino alla avvenuta vaccinazione Mrna, per poi tranquillamente passare da un momento all’altro alla moneta globale digitale, quindi arriviamo alla completa schiavitu’ . a scoppio bolla (decideranno loro il momento), contemporanemente -dando la colpa del tutto al virus- emetteranno la valuta mondiale digitale ed erogheranno il reddito di sussistenza in cambio della cessione di tutti i beni a loro(che ci hanno da tempo promesso), quindi sparira’ la proprieta’ privata in breve tempo(salvo che per una ristretta fascia di ricchissimi). Per cui la bolla che prima poteva scoppiare in faccia a loro, in realta’ alla fine lo fara’ contro di noi. Credo sia questo il piano, non so’ valutare se riuscira’ perfettamente ma finora gli sta’ andando tutto bene visto che la gente si e’ bevuta tutto.

aorlansky60
Scritto il 26 Aprile 2021 at 10:20

@ l’amico Stanziale

In base a tutte le nozioni da me catalogate negli ultimi anni, almeno da quando mi occupo di Storia, di geo-politica e di economia applicata alle prime due, credo che con le tue previsioni non sei affatto andato lontano dalle concrete applicazioni che [purtroppo] ci attendono, come per tutto il ceto medio a livello globale ma soprattutto quello dei paesi maggiormente industrializzati… “loro” (il ghota del sistema, vale a dire le BC e le principali banche d’affari anglosassoni saldamente legate alle prime) sono quelle che hanno in mano il pallino della situazione, decideranno loro quando e come il nuovo corso della storia dovrà prendere forma. Non lo faranno in maniera veloce, per evitare di provocare shock e tensioni [e quindi sentimenti di rivolta] nella popolazione, procederanno a lenti gradini “step by step” affinchè la pillola possa apparire meno amara da ingoiare per la gente del ceto medio che costituisce la maggioranza; se ci pensi è esattamente la strategia con la quale “loro” stanno procedendo da 30 anni a questa parte…

ildebrando
Scritto il 28 Aprile 2021 at 04:57

“Alla luce di questo dato di fatto, è inutile [secondo me] prendere a riferimento modelli economici del passato per cercare di spiegare cosa stà avvenendo nell’economia al giorno d’oggi…”

Non la penso come te, sono solo condizioni estremizzate, (tra l’altro già esistite in passato) ma a mio giudizio non esiste alcunchè di “nuovo” inteso come salto qualitativo nella realtà e nella sua interpretazione.
A titolo di esempio: “la teoria del moltiplicatore”, è una tecnica che tra l’altro, visto il sistema nel suo complesso, può funzionare sul dettaglio ma essere a lungo termine destabilizzante sull’intero sistema rafforzandone una tendenza.
“il rtorno decrescente degli investimenti” non è affatto “nuovo” è una tendenza sistemica di lungo periodo già descritta.
La “stagflazione” è sistemica anche se sul breve puoi illuderti che non sia così.
La vulgata afferma che l’economia non sia una scienza “esatta” per cui non è una scienza e con questo si può giustificare tutto; non esistono le scienze “esatte”, neanche la logica formale è una “scienza esatta” anche se può essere un rifugio consolatorio sulla realtà.
La questione è un’altra, in pochi sanno che la terra è tonda ma fanno credere agli altri che sia piatta per cui a livello mediatico sono terrapiattisti e diffusori di articolate teorie sulle scie chimiche.
Consapevole di non essere in grado di superare lo “stress test” mediatico nel suo complesso oggi (ieri) mi sono guardato Zaia che è un maestro sulle tattiche della guerra in trincea con sortite ed ho assistito ad un esempio da manuale e divulgativo di utilizzo del “metodo scientifico” da parte di una ricercatrice, sono cose che si hanno nel sangue come l’integrità che ne fa parte.
Sul MSM a copione unico sarebbe opportuno istituire uno specifico istituto zooprofilattico.
I “ricercatori”, come i tornitori, hanno bisogno di un tornio, di chi e come glielo fornisce in un sistema storicizzato descritto nel suo aspetto più generale dalla “economia”.

aorlansky60
Scritto il 28 Aprile 2021 at 10:25

@ Ildebrando

…dopo aver letto il tuo post, soprattutto nella parte iniziale dove dici di “non essere d’accordo con me”, credo converrai sul fatto che mai come ora “il sistema” attraverso le BC, peraltro in azione congiunta tra di loro sta operando con una strategia MAI VISTA IN PASSATO (si, d’accordo, il passato ha visto il NEW DEAL, il PIANO MARSHALL ovvero “ignezioni” di capitali all’economia, ma in misura limitata rispetto a quanto stà avvenendo ora, a confronto, che ha raggiunto livelli parossistici per VOLUME TOTALE, e non abbiamo ancora visto la fine… considera tra l’altro l’aspetto molto importante della faccenda in corso che non una BC stà agendo in quella direzione, MA TUTTE LE BC DEI PAESI MAGGIORMENTE INDUSTRIALIZZATI STANNO AGENDO CONGIUNTAMENTE… proprio questo intendevo per “strategia mai vista prima d’ora”, cosa che porta la risoluzione al problema che hanno creato a qualcosa di assolutamente ignoto ed incerto, secondo me…)

ildebrando
Scritto il 29 Aprile 2021 at 18:53

aorlansky60,

Vero ma l’aspetto finanziario è parziale rispetto alla strategia complessiva che è una composizione dissonante di substrategie convergenti in un tenativo di “riforma” sistemica determinata comunque dallo stato attuale del sistema che la condiziona e la rende obbligata e prevedibile.
E’ una strategia di parte che produce anche ideologia e mistica di copertura.
Si ritrovano, se la raccontano e se la dicono con conseguenze e danni collaterali.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Movimentazioni monetarie sulla scadenza Giugno molto particolari e per certi versi inusuali. Su E
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
In molti parlano di un "rischio inflazione". Sembra invece si possa definire £redistribuzione"
  La volatilità dell’ultima settimana ha sicuramente portato qualche patema d’animo
Guest post: Trading Room #403. Il grafico FTSEMIB recupera in modo molto interessante con un escur
Di stagflazione, oltre alla fine del mondo, se ne è parlato ogni giorno dopo la Brexit, come te
Mancano pochissimi giorni alle scadenze tecniche del mese di Maggio e gli operatori stanno procedend
Analisi Tecnica Cambia nulla circa l'analisi di settimana scorsa ..... Sempre in trading range (
Battleplan cicli dei MAX sul FTSE MIB Future settimana 17 - 21 Maggio 2021
Battleplan cicli dei MIN sul FTSE MIB Future settimana 17 - 21 Maggio 2021
CONTATORE