TREASURIES: LA GRANDE BUFALA!

Scritto il alle 11:39 da icebergfinanza

Cartoon of the Day: A Tale Of Two Trades - 05.13.2019 bull bear trade deal plunge cartoon

In attesa di osservare la fine del mondo e l’arrivo delle cavallette in America, del ritorno del nostro amato Machiavelli che nel fine settimana sarà di nuovo tra noi, proviamo a fare chiarezza sull’oceano di fesserie che si leggono in giro sul Tesoro americano e sulle ritorsioni cinesi…

L’idea che la Cina avrebbe scaricato i suoi 1,1 trilioni di dollari di buoni del tesoro per vendicarsi delle tariffe americane è spesso considerata improbabile . È vista come un’opzione nucleare che potrebbe infliggere più danni all’economia cinese di quella americana.

 Eppure le tensioni che increspano i mercati finanziari globali potrebbero ancora portare Pechino a ridurre le sue scorte nel mercato dei Treasuries da $ 15.900 miliardi – non per vendicarsi, ma per difendere la sua valuta se si passa a una caduta libera. Lo yuan off-shore è crollato del 2,4% questo mese a causa dell’intensificarsi dello stallo commerciale, raggiungendo il punto più debole da dicembre. È stato cambiato poco vicno a 6.9053 per dollaro alle 10:17 di Hong. 
Lo spettro dei Treasuries utilizzati come arma nella bilancia commerciale è emerso da un tweet di un giornalista cinese che ha affermato che gli studiosi della nazione stanno “discutendo sulla possibilità di scaricare” il debito del governo degli Stati Uniti. Il post è arrivato dopo che i negoziati commerciali della scorsa settimana si sono conclusi senza una risoluzione. Lunedì, Pechino ha detto che aumenterà i prelievi su alcuni beni americani per rappresaglia per gli ultimi aumenti tariffari statunitensi.
Nel fine settimana spiegheremo insieme a Machiavelli, nel dettaglio, perchè è impossibile che la Cina liquidi i propri investimenti in treasuries.
Intanto suggerisco di occuparsi di cose più serie…

E non è finita qui, guardate il Giappone…

Meno 33 % settimo mese di declino consecutivo, un’apocalisse!

“La Cina che vende titoli del Tesoro è un rischio, ma avrebbe meno a che fare con le ritorsioni che potrebbero perseguire in risposta alle tariffe e più a che fare con la gestione della loro valuta”, ha dichiarato Gene Tannuzzo, vice capo globale del reddito fisso alla Columbia Threadneedle Investments. “Ma se il conto capitale è più debole di quello che vogliono e devono difendere lo yuan, allora avrebbero bisogno di vendere buoni del tesoro”.

 Fesserie, ma vediamo nel dettaglio perchè sarà un’arma a doppio taglio…

Perché i titoli del Tesoro USA in Cina sono una spada a doppio taglio

Tannuzzo vede un ulteriore calo del 7% nello yuan come probabile senza un accordo commerciale, per una scivolata combinata in linea con quella osservata nel secondo e nel terzo trimestre del 2018, quando un precedente periodo di crisi commerciale turbava i mercati. L’anno scorso, le partecipazioni in Cina del Tesoro sono diminuite di circa il 5%, il secondo in ordine di grandezza solo alla riduzione del 2016.

Lo yuan offshore ha segnato il 2019 in basso tra gli scambi tra Stati Uniti e Cina

 

I funzionari degli Stati Uniti hanno avvertito la Cina di non indebolire deliberatamente lo yuan per combattere l’impatto dei dazi statunitensi. Ma la maggior parte degli strateghi afferma che la dolorosa esperienza della Cina nel svalutare lo yuan nel 2015, che ha provocato un esodo di capitali, rischia di dissuadere i cinesi da una simile mossa.

 

Ma il consenso è che qualsiasi ulteriore svendita sarebbe l’ultima risorsa. Per prima cosa, la Cina avrebbe difficoltà a trovare altri posti per parcheggiare i suoi soldi. Ma dovrebbe anche considerare le conseguenze per la propria economia, se uno yuan più forte mina le esportazioni.

Anche se la Cina eliminasse i Treasuries, i rendimenti potrebbero non salire così tanto Qualsiasi mossa del genere potrebbe innescare un’avversione al rischio che spinge altri investitori a farli volare come rifugio. Inoltre, la Federal Reserve sta per ricominciare a ricomprare suoi Treasuries, fornendo un buffer al mercato.

“Ogni volta che emergono tensioni tra Stati Uniti e Cina, sorgono dubbi sul fatto che la Cina possa vendere i suoi Treasuries come rappresaglia”, ha dichiarato Mark Sobel, ex funzionario del Tesoro e ora presidente degli Stati Uniti per il Forum delle istituzioni monetarie e finanziarie ufficiali. “Questo è stato il cane che non ha mai abbaiato”.

Infatti can che abbia non morde, soprattutto uno come Dimon che racconta una cosa e in segreto ne fa un’altra, ma questa è un’altra storiella che vi racconteremo nel fine settimana. Forza coraggio, sostieni l’informazione indipendente, noi siamo sempre alla ricerca della verità e la condividiamo senza alcun conflitto di interesse come invece avviene con le banche.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 7.0/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 2 votes)
TREASURIES: LA GRANDE BUFALA!, 7.0 out of 10 based on 3 ratings
Nessun commento Commenta

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
Articolo dal Network
La correzione è partita da poco ma siamo già pronti a sostenere degli importanti esami. E cosa m
In questi ultimi giorni ha fatto piuttosto rumore, a livello internazionale ma anche in Italia,
Tentativo di rimbalzo per il Ftse Mib che prova a riportarsi sopra 20.300 punti con un rialzo che sf
Eccomi qui, rientrato dopo un’intensa settimana londinese, ricca di incontri, confronti, a
Il decreto legge " quota cento " ha introdotto anche alcune significative novità per costruirsi una
Tanto tuonò che piovve direbbe oggi il nostro Socrate, parlando con il suo allievo preferito un
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I cibi stranieri importati in Italia hanno provocato quasi un allarme alimentare al giorno. E’ q
Ftse Mib: apre anche oggi in negativo appesantito dalle incertezze legate all'esito delle elezioni
Non so Voi ma io ho la sensazione che da lunedì nulla sarà più come prima, avverto la stessa
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA