PANIC IN JAPAN!

Scritto il alle 07:24 da icebergfinanza

Risultati immagini per japan hedgeye

Ecco alcuni passi tratti da ” Un mondo di bolle ” di Edward Chancellor, studioso di storia a Cambridge ed Oxford, editorialista del Financial Times e dell’Economist.

Riferendosi alla grande crisi giapponese, alla ormai tripla lost decade giapponese,  Chancellor scrive:

” Il giorno dopo il crollo di ottobre i rappresentanti delle più importanti società di brokeraggio del Giappone – Nomura, Daiwa, Yamaichi e Nikko, chiamate le “quattro grandi” – furono convocati al ministero delle Finanze. Ricevettero l’ordine di mantenere il mercato delle azioni NTT e di impedire all’indice Nikkei di scendere sotto quota 21.000. Ubbidendo a questa richiesta i broker offrirono ai loro clienti più importanti garanzie contro le perdite per incoraggiarli a rientrare nel mercato. Nel giro di pochi mesi l’indice Nikkei aveva recuperato le perdite e stava puntando verso nuovi picchi. In forma ufficiosa i funzionari del ministero delle Finanze si vantarono che la manipolazione del mercato azionario erà più facile del controllo del mercato valutario.”

Credo che non vi sia bisogno di aggiungere nulla, ma proseguiamo:

” Nel complesso i “quattro grandi” pesavano per più di metà degli scambi del mercato azionario di Tokyo.(…) In un rapporto intitolato “Theme Chasing: The Engine of the Tokyo Stock Market” una banca d’investimento americana avvisava i suoi clienti: “L’istinto del gregge è un solido istinto di sopravvivenza in un ambiente di eccessiva liquidità”. Grazie alle loro ampie partecipazioni azionarie nella stampa i “quattro grandi” broker riuscirono a manipolare l’informazione che raggiungeva i loro clienti.

Due giorni fa su Bloomberg…

Dopo avere scaricato le loro partecipazioni azionarie  suTokyo per quattro degli ultimi cinque mesi, gli stranieri stanno organizzando il più grande esodo annuale dal 1987. Allora, fuggivano per le valutazioni frizzanti e il crollo del Lunedi nero. Questa volta, sono stufi delle inefficaci politiche economiche  di Shinzo Abe e  per lo yen in continua aumento.

Global Money Flees Japan Stocks at Fastest Pace Since

L’immagine qui sopra riporta in azzurro i volumi di acquisto della Banca centrale giapponese che come ben sapete sta acquistando da tempo ETF sul mercato azionario e non solo.

Come scritto nell’ultimo Machiavelli, la prossima crisi sarà probabilmente amplificata dal ruolo che gli ETF oggi hanno all’interno del settore finanziario, soprattutto dalla loro natura spesso e volentieri sintetica.

Ho appena finito di scrivere sui rischi degli ETF e subito abbiamo la conferma…

Sec avvierà esame settore Etf, esansione rapida, possibili rischi futuri…

Il faro della Securities and Exchange Commission sarà puntato sull’industria, in espansione, dei fondi quotati (exchange traded fund, Etf). La Consob americana intende avviare una revisione delle attività di un settore che ha sempre più influenza sui mercati e sul settore finanziario.

Come riporta il Financial Times, l’autorità di supervisione della Borsa americana vuole esaminare ogni aspetto del comparto e le ricadute della sua crescita, da un punto di vista strutturale e operativo. La Sec finora ha raccolto informazioni parziali, ma vuole farsi un’idea più chiara ed esaustiva: “Quella degli Etf è una storia di successo, ma guardando avanti la Sec deve essere pronta a qualunque problema potrà emergere in futuro”, ha detto una delle fonti sentite. Stando ai dati di Etfgi, solo negli Stati Uniti il mercato degli Etf vale 2.400 miliardi di dollari, cifra che sale a 3.300 miliardi a livello globale. Secondo Credit Suisse, negli Stati Uniti catalizzano circa il 30% del valore di tutte le azioni scambiate-

L’ho scritto l’altro giorno, non siamo mai sicuri in una certa misura siamo sempre ignari, direbbe il nostro caro Kenneth Arrows, la nostra conoscenza del modo in cui funzionano le cose, nella società o nella natura, è avvolta nella nebbia della vaghezza, quella su come funziona questa nuova bolla è chiara a tutti tranne a milioni e milioni di tonni che felicemente navigano verso l’ultima e più spettacolare tonnara della storia, ma come sappiamo per questa c’è ancora tempo, molto più tempo di quello che qualcuno immagina.

Risultati immagini per vote for us

AI MACCHIANERA INTERNET AWARDS Vota per l’informazione indipendente di qualità, cliccando sul banner qui sotto e segui le istruzioni. Semplicemente Grazie!

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.9/10 (12 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +9 (from 9 votes)
PANIC IN JAPAN!, 9.9 out of 10 based on 12 ratings
Tags: ,   |
1 commento Commenta
sherpa
Scritto il 21 ottobre 2016 at 08:29

Sull’articolo di Bloomberg si legge che, nonostante l’ondata di acquisti BOJ, lo yen si è apprezzato del 16 % sul dollaro e quindi ci sono problemi per le esportazioni.
I tassi negativi creano problemi di redditività delle banche.
Inflazione non si muove visto che il mercato interno è fermo.
Kuroda non funziona.
Ad ABE resta ancora un ultimo tentativo: “Abe has yet to enact one of his most-anticipated policy promises, an overhaul of the labor market that many analysts say is essential for improving the profitability of Japan’s corporate sector.”
Ecco, una riforma del lavoro, magari stile Jobs Act, e via.
Da noi i risultati si sono visti, quindi PANIC IN JAPAN.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Ftse Mib: dopo una breve fase laterale, il 4 novembre l’indice italiano ha rotto in gap up il liv
Il Trattamento di Fine Rapporto è una forma di retribuzione differita, liquidata al momento della c
Come scritto ieri ormai è palese che la guerra commerciale è diventato un campo di battaglia d
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Pensando ai momenti di passaggio della vita, in cui si è realizzato un progetto o si è presa u
Al via la call for startup “Digital HR: Innovare per crescere”, lanciata da Eni in collabora
Ftse Mib: l'indice italiano prosegue la fase correttiva con primo target 23.000 punti. In caso di br
Uno non fa in tempo neanche a preparare l'outlook 2020, con la famosa "PROFEZIA" che subito arri
La guerra commerciale è diventato un tormentone, e i mercati quasi sono assuefatti ai suoi alti
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u