BREXIT E AMERICA: STRABISMO ECONOMICO/FINANZIARIO!

Scritto il alle 08:17 da icebergfinanza

Affascinante davvero!

Tutti li con il naso all’insù come Godot ad osservare il puntino nero del Brexit nella grande pagina bianca della crisi che verrà, si, loro dicono che il Brexit non ci sarà, tutto il resto è puro contorno oggi, ma noi ci limitiamo ad osservare i nostri indicatori e quello più affidabile per comprendere se tra oggi e domani qualcosa cambierà ai piani alti, si trova in America.

Qualcosa non quadra e visto quanto è successo negli ultimi giorni noi torniamo sulla riva del Tamigi e ci limitiamo ad osservare quanto accadrà senza dimenticare che è solo la prima tappa di un’estate interessante, visto che nei prossimi mesi la volatilità sarà sovrana in tutti i sensi.

In un recente sondaggio del Wall Street Journal piano, piano gli economisti quelli che hanno previsto zero delle recenti crisi,  suggeriscono che c’è una probabilità del 21% di avere una recessione il prossimo anno.

Le assunzioni stanno rallentando, le vendite di auto stanno scivolando e gli investimenti delle imprese sono in calo. 

No dai mica ce ne siamo accorti!

Recessione Fears aumentol

C’è chi dice che in fondo in fondo si galleggia anche con un Pil che cresce dello zero virgola e che non c’è alcuna recessione all’orizzonte visto che la media degli ultimi mesi è abbondantemente sopra lo zero.

Come riporta Mike Shedlock in questo grafico facciamo presto a fare un falò delle leggende metropolitane.Le recessioni partire con un PIL positivo

Affascinante davvero, tutta la storia sembra convergere sul 2017 massimo 2018.

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (15 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +12 (from 12 votes)
BREXIT E AMERICA: STRABISMO ECONOMICO/FINANZIARIO!, 10.0 out of 10 based on 15 ratings
2 commenti Commenta
benti77
Scritto il 21 giugno 2016 at 14:20

Beh il 2017 è post elezioni USA e post scambio automatico dei dati bancari.
Ottimo in Europa per le loro politiche… buono per non ledere all’attuale Governo US.
Cosa fare con i propri spiccioli nel mentre? Dopo direi che le borse potrebbero diventare interessanti

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO Clicca qui sopra
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
In questo articolo ci accingiamo ad esporre l’analisi di un Ratio Back Spread in Call. Chi compra
«Quivi si fa molta seta». Con queste parole Marco Polo descrisse ne il Milione l'econo
Ftse Mib: l'indice italiano ieri ha dato prova di forza rompendo in chiusura i 21.000 punti e metten
Ormai praticamente ci siamo, fra meno di due settimane circa si voterà per il Parlamento europeo, c
Come gli amici e sostenitori di Machiavelli avranno sicuramente avuto modo di osservare, mercole
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: domina la cautela sull'indice italiano che si è riportato in pull back nei pressi della r
Questa volta nel mercato delle criptovalute qualcosa è profondamente cambiato. Nel giro di due
Ieri i rendimenti dei titoli di Stato americani sono crollati ai minimi degli ultimi otto mesi,