IL NO DELLA COMMISSIONE UE AL SALVATAGGIO BANCHE.

Scritto il alle 09:11 da icebergfinanza

VESTAGER

Ieri da una prima lettura, il solito politichese in salsa europea faceva credere che Ponzio Pilato Europa, lasciasse a Ponzio Pilato Italia, la possibilità di decidere il destino delle 4 banche, ravvisando solo la perplessità su un fondo, quello interbancario di tutela dei depositi, come aiuti di Stato.

Collegamento permanente dell'immagine integrata

Poi all’improvviso in serata ecco che arriva la notizia che la procedura utilizzata per un’altra piccola banca che doveva essere salvata era considerata palesemente contraria alle regole europee…

Collegamento permanente dell'immagine integrata

Sedetevi e state calmi, non agitatevi!

Quindi bastava che il fondo interbancario per la tutela dei depositi rimborsasse i versamenti obbligatori alle banche per poi procedere ad un versamento volontario?

Stiamo scherzando vero?

Un Governo sovrano ed autorevole che riscontra seri rischi alla sicurezza del sistema bancario, nel seguire delle direttive burocratiche senza senso, agisce direttamente

Forse c’è qualcos’altro che non funziona in tutto quello che è accaduto, qualcosa che non torna…

Collegamento permanente dell'immagine integrata

Crisi delle piccole banche, ecco chi ci guadagna – Linkiesta.it

Tra i fondi internazionali che negli scorsi mesi si erano fatti avanti per gli Npl di Banca Etruria c’era anche Algebris di Davide Serra, finanziere noto per essere stato tra i principali sostenitori della corsa di Matteo Renzi alle primarie del 2012. Serra, a febbraio si era detto pronto a farsi carico di alcune centinaia di milioni di crediti ipotecari. A marzo aveva rilanciato, con «una proposta di cooperazione, risanamento e rilancio di Banca Etruria», secondo quanto scritto da Il Messaggero.

Buona Consapevolezza, ovviamente è tutta, pura casualità!

Buon Natale e che la Luce di questo giorno Magico possa illuminare la nostra Vita!

Un abbraccio a tutti Andrea

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’ oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi di Machiavelli può liberamente contribuire al nostro viaggio

cliccando qui sopra …

o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie

Immagine.jpg20

15

Rating: 10.0/10 (18 votes cast)
Rating: +15 (from 15 votes)

Commenti (n° 24)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.5/10 (13 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +11 (from 11 votes)
IL NO DELLA COMMISSIONE UE AL SALVATAGGIO BANCHE., 9.5 out of 10 based on 13 ratings
14 commenti Commenta
giulio0808
Scritto il 24 dicembre 2015 at 10:28

Tanti Auguri a Te Andrea e a Tutti per un Natale pieno di Pace, ma come può esserci Pace su questo mondo se non c’è Giustizia?

veleno50
Scritto il 24 dicembre 2015 at 12:42

Le banche salvate alcuni giorni fa da Ponzio fiorentino potevano finire tutte nel prossimo bail dal 1 Gennai 2016. Sono state salvate o no?gli obbligazionisti di serie b no, hanno avuto molta sfortuna accattivati da un buon rendimento si dice addirittura del 7% ci hanno lasciato le penne .Ponzio fregandosene completamente ha stanziato 100 miloni di Euro per salvaguardare quelli che sono stati defraudati da persone disoneste. Chi riuscirà ad avere indietro i propri soldi indietro senz’altro dovrà documentare di non essere a conoscenza di cosa stava comprando o che gli hanno rifilato spacciandolo per investimento sicuro. Qual’è la differenza tra subordinata Parmalat,Alitalia,banca Etruria etc,nessuna stessa fregatura noi fregati da Parmalat non siamo andati a Roma a protestare.Per quanto riguarda i colpevoli basta guardare le banche, complici a suggerire agli imprenditori a emettere obbligazioni con tassi elevati cosi una volta incassato i soldi questi se li intascavano per il debito dello stesso.I dirigenti Banca Italia,Consob, desaparecidos , vuoto completo il nulla. Renzi secondo lei cosa doveva fare ?abbandonare i correntisti al loro destino ? guardate che mancano pochi giorni a fine anno. Chi se ne frega delle lettere che hanno mandato dall’Europa provatelo a chiedere ai correntisti di quelle 4 banche se sono soddisfatti, se mangiano il panettone a Natale e brindano la fine dell’anno,credo proprio di si.Non so voi per me è stato un capolavoro perfetto,limpido, cristallino.Ha ragione Ponzio fiorentino più facile criticare che fare.Buon Natale a tutti

emzag
Scritto il 24 dicembre 2015 at 14:11

È interessante questa storia…quando, per fare un esempio, si trattò di salvare Alitalia tutti a protestare che andava fatta fallire…che non bisognava salvarla coi soldi dei contribuenti…che vergogna che per le ignobili aziende di Stato (Stato Ladrone! Mandiamoli a casa questi politici!!!) debba pagare sempre Pantalone…invece, curiosamente, adesso che le banche rischiano il bail in, tutti a chiedere che sia proprio il contribuente a pagare per salvare i correntisti o gli investitori restati fregati.

“Ma qui c’era la truffa”!
Ah sí?
E perché, non c’era truffa nella gestione di splendide aziende di Stato che sono state portate alla rovina per permettere a delle cricche di potere di mangiarci su per poi una volta rovinate rivenderle a prezzi stracciati agli stranieri?
Ma lì l’opinione pubblica non si scalda…anzi si scandalizza per il trattamento privilegiato dei lavoratori pubblici, noti fannulloni…che paghino pure loro…che assaggino la durezza del vivere.
Ora che la durezza del vivere la assaggia copiosamente anche il piccolo privato, che sperava di farsi il 7% con le subordinate, eccolo là che chiede piangendo l’aiuto dello Stato Ladrone che munga per lui i contribuenti…e decidetevi figlietti belli, se ce l’avete con lo Stato nessuno sarà tenuto ad aiutarvi per il vostro crac finanziario (dovuto solo a vostra insipienza); se invece volete gli aiuti dovete volere tanto bene allo Stato e accettare che tutti i contribuenti, quindi anche voi nelle prossime occasioni, paghino per aiutare il cittadini in difficoltà. Tertium non datur, mi dispiace.
Ma tanto mica capiscono…

sherpa
Scritto il 24 dicembre 2015 at 14:13

Nonostante tutto Auguri a tutti.

dorf001
Scritto il 24 dicembre 2015 at 15:15

veleno50@finanza,

ciao veleno. mah non so se renzino come dici tu abbia fatto una gran cosa. io di soldi purtroppo non ne ho, quindi non ci metto becco. certo, si sa, che gli italiani sono ingordi, vorrebbero sempre prendere un sacco di soldi, un interesse altissimo.

dice il detto: chi troppo vuole nulla stringe.

per renzi ti dico: guarda una cosa buona che ha fatto è avere alzato il tetto del contante a 3.000€. fossi io lo porterei a 10.000€ come in europa.

una cosa, un sogno che vorrei è che : mr renzi, andasse in europa e tirasse fuori le palle. dicesse a muso duro davanti alla culona e ai francesi tutto quello che dice MAZZALAI nel blog.
intendo tutta roba tecnica e che dica la verità sulle banche tedesche e francesi. e anche quelle inglesi.

e che dicesse tutte le truffe che ha fatto la merkel, che ha fatto la germania.
non se ne può più che questi stronzoni ci facciano la morale tutti i giorni.

e bastaaaaaa!!!!!!!!!!!!!

pensa che ieri sera quei pirla del tg 2 hanno timidamente detto che le banchette tedesche, le sparkassen, non sono tanto limpide. e che ci sono affari sporchi dentro, insieme ai governatori locali, krukki.

mavalà????????????? sono 4 anni che il capitano lo dice. questi dove sono stati fino adesso?

va bene ora chiudo qui.

se ti senti buono potresti, se vuoi, darmi un aiutino.

ti auguro buon natale, e anche a tutti i naviganti.

grazie mille capitano.

per tutto.

by DORF

zer
Scritto il 24 dicembre 2015 at 17:43

Buon 25 di bombe in S.pietro

stanziale
Scritto il 24 dicembre 2015 at 20:29

Indubbiamente c’e’ un grande polverone mediatico, da diversi giorni campeggia in prima pagina sul sole, l’articolo sulla vicenda del pensionato che si e’ suicidato, la guardia di finanza sta’ facendo delle ispezioni. Questa persona si e’ sentita tradita, e la cosa gli e’ stata insopportabile. Naturalmente c’e’ solo da osservare rispetto, mi chiedo pero’ perche’ i suicidati a centinaia, operai e imprenditori che hanno perso il lavoro e la casa, dovrebbero essere dei suicidati di serie B. Quindi anche in questa vicenda, la cricca criminale auto installatasi al potere sta facendo un proprio gioco….sviare le responsabilita’, che sarebbero del banchiere, e non del sistema che ci ha privati della liberta’ e del benessere…pertanto alla vigilia del santo Natale, si puo’ solo augurare a tutti ma soprattutto ai disoccupati e sofferenti, che tra dodici mesi si possa vedere le cose in maniera piu’ positiva. Ma gli italiani devono svegliarsi.

laforzamotrice
Scritto il 25 dicembre 2015 at 08:49

Io ribadisco che criticare è facile, il guaio è che le banche , e la finanza, continua a fare danni, ai quali sono sempre gli stati, cioè noi contribuenti, siamo chiamati a riparare. Che siano tedeschi, italiani o greci, il risultato è sempre quello, chi ha fatto la formica deve pagare per la cicala, e personalmente mi stò rompendo le balle. Almeno si spezzassero un pò di schiene alle cicale, invece mi sembra che siano sempre li a prenderci per il culo. Ma viviamo in un mondo strano, dove un cantante guadagna milioni per una sola canzone, e continuerà a farlo per 70 anni dopo la sua morte, mentre il pirla qualsiasi deve produrre ogni giorno. Pazzesco. La cosa che mi fa incazzare, è che tutti si lamentano, ma non si riesce a fare nulla, e questo mi da da pensare; oggi uno dei problemi più gravi per l’economia italiana è il “malpagare”, i ritardi o i mancati pagamenti che fanno stragi di aziende e lavoratori, eppure vi risulta qualche movimento? Proteste? Scioperi? Silenzio su tutta la linea. La verità è che siamo dei pecoroni, e che oggi internet ci fa sentire più forti perchè fa sentire i nostri belati più lontano. Che coglioni che siamo.
Le pecore temono i lupi, ma sono i pastori che le portano al macello.

laforzamotrice
Scritto il 25 dicembre 2015 at 09:02

emzag@finanza,

” E perché, non c’era truffa nella gestione di splendide aziende di Stato che sono state portate alla rovina per permettere a delle cricche di potere di mangiarci su per poi una volta rovinate rivenderle a prezzi stracciati agli stranieri?
Ma lì l’opinione pubblica non si scalda…anzi si scandalizza per il trattamento privilegiato dei lavoratori pubblici, noti fannulloni…che paghino pure loro…che assaggino la durezza del vivere.”
Beh, devo dire che non hai tutti i torti, ma neanche tutte le ragioni. Ad esempio, perchè parti dal presupposto che i clienti, sedicenti truffati dalle banche, che piangono siano i ” privati”? E che esista una “durezza del vivere” è dimostrato dal fatto di quanti preferiscano il pubblico al privato; mi risulta che siano centinaia di migliaia coloro che partecipano ai concorsi pubblici di ogni tipo ricorrendo anche a sotterfugi, recente lo scandalo di chi pagava mazzette di migliaia di euro per diventare finanziere, mentre non mi risulta che succeda per fare la cassiera, l’addetto alle pulizie o il muratore. Un motivo ci sarà, o no?

gracav
Scritto il 25 dicembre 2015 at 13:23

buon Natale a tutti noi, un abbraccio forte ad Andrea e la Sua famiglia, un pensiero a Valentina e alla piccola fiammiferaia, la Luce sia con Voi e buona consapevolezza come dice il nostro Capitano…

mirrortrader
Scritto il 25 dicembre 2015 at 20:21

Veleno è Renzi. Come sospettavo. Buon natale.

bene71
Scritto il 26 dicembre 2015 at 10:09

Auguri Andrea, un abbraccio
Sergio

stanziale
Scritto il 26 dicembre 2015 at 11:57

mirrortrader@finanza,

Manca una controprova. Bisognerebbe sentire l’inglese del buon Veleno.

kry
Scritto il 29 dicembre 2015 at 22:51

stanziale@finanza,

Sbagliato è Renzi che è veleno … per tutti.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
L’unica grande certezza è che il futuro nessuno lo può prevedere. Ancor meno nel mondo della
Qualcosa si sta muovendo sia sui derivati del COT Report ma anche sui mercati. Torna a salire l'
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Negli Stati Uniti anche il mondo della finanza sembra prendere Bitcoin per la sua missione origi
Al via la seconda edizione di MIA-Miss In Action, il programma di accelerazione dedicato alle st
Ftse Mib: l'indice italiano apre stabile ma non riesce ad allontanarsi dai 23.500 punti. Una rottura
Guest post: Trading Room #340. Complice anche un contesto di mercato particolarmente positivo, Pia
E’ quanto sostiene il think thank Itinerari Previdenziali nel suo documento “ Osservatorio s
Analisi Tecnica Stiamo tirando il fiato. Non regge la halfway della long white ma regge al momento
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, anche l’ultima settimana di setup si è chiusa senza s