FEDERAL RESERVE: LA PAZIENZA CHE NASCONDE LA REALTA’

Scritto il alle 11:30 da icebergfinanza

 

Oggi sarò estremamente sintetico, se volete sapere cosa ha deciso o detto la Yellen e la Federal Reserve, potete leggere le sfumature Fed aggiunge espressione sviluppi “internazionali”, mentre l’orgoglio dei banchieri americani, si nasconde dietro alla pazienza, raccontando di un’economia solida e di un mondo del lavoro che in realtà non c’è.

Su Bloomberg Jeff Gundlach  considerato il nuovo re dei bond, è estremamente preoccupato, dice che se la Fed andrà avanti con l’intenzione “filosofica” di aumentare i tassi, all’improvviso dovrà cambiare rotta e tagliarli.

A noi è una soluzione che andrebbe benissimo, la sintesi che vi proponiamo e che i lettori di Machiavelli conoscono da oltre un anno e mezzo, grazie alla leggendaria bussola della deflazione è questa…

Immagine

Inoltre la stessa Yellen nel comunicato finale del FOMC ha voluto far sapere a tutti che … Based on its current assessment, the Committee judges that it can be patient in beginning to normalize the stance of monetary policy.

Si avranno pazienza, molta pazienza, talmente tanta pazienza che rischia di trasformare la cara Yellen così…

E’ la  “debt deflation” stupid, e tu non ci può fare nulla, nulla se non esserne consapevole!

Più i mercati crederanno alla favola dell’aumento dei tassi in America e più la grande occasione continua, anche se ieri i tassi decennali e trentennali hanno aggiornato i minimi negativi. Vento in poppa e avanti tutta!

Per chi vuole contribuire liberamente al nostro viaggio cliccando qui sopra è in arrivo l’analisi “Machiavelli 2015: esplosione deflattiva!” orizzonti e visioni per il 2015 e “Machiavelli 2015… la virtù e la fortuna.” Il Tuo sostegno è fondamentale per il nostro lavoro…

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio … cliccando qui sopra o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.1/10 (17 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +10 (from 14 votes)
FEDERAL RESERVE: LA PAZIENZA CHE NASCONDE LA REALTA', 9.1 out of 10 based on 17 ratings
17 commenti Commenta
kry
Scritto il 29 gennaio 2015 at 12:11

Fuori argomento. https://it.finance.yahoo.com/notizie/germania-il-tasso-di-disoccupazione-101917756.html Forse è la volta che si cominci a riflettere e che uno stato non vive di solo esportazione.

reragno
Scritto il 29 gennaio 2015 at 13:13

A parte che la Yellen sembra una befana, diciamo che quello che dice la Fed fa ridere per non piangere.
Per non parlare del fatto che negli Stati Uniti la politica monetaria sia governata da una banca privata. La dice tutta.

galactus
Scritto il 29 gennaio 2015 at 14:02

Mazza quant’e’ brutta la Yellen anziana.. Pensare che una volta mi sembravano persone rispettabili. Come immagino ancora tanta gente in Italia in buona fede. Ora queste persone mi creano spesso una strana allergia intestinale che sara’ mai? Non sara’ il verbo sacro quello che possiamo portare in giro, ma si usa dire “chi piu’ ne ha piu’ ne usi”. Altrimenti ad Andrea chi cacchio glielo fa fare?

signor pomata
Scritto il 29 gennaio 2015 at 14:07

strano che gente che predica da mattina a sera che il mercato deve essere lasciato in grado di lavorare senza intralci poi in pratica lo falsi in maniera palese.
Oggi sono ritornato a vedere quanto rendessero le famigerate obbligazioni in dollari di telefonica, bene sono le 2033 a 0.75.
In pratica rendono la metà di paesi come spagna e italia e direi anche usa su queste scadenze.
E dove sta il rischio se una bbb rende come gli stati uniti d” america anzi …la metà?????
La spagna è diventato uno dei paesi più sicuri al mondo con la sua disoccupazione sopra il 20% e rende meno della metà di paesi come australia che riesce difficile paragonare con spagna sia per la disoccupazione che per il livello di debito ma…….questo i mercati dicono.
Non ha senso quello che accade e nemmeno a livello di macroeconomico perche i tassi a zero non risolvono il problema della deflazione e dei consumi….cosi fu nel 29 cosi è oggi.
Poi un altro discorso è se il tutto serve per tirare il pacco come sta accadendo in europa da banche private a banche nazionali che si accollano prezzi risibili per durate ventennali saldando il conto seduta stante di tutti gli interessi.
Non che dubiti che paesi come gli usa possano avere tassi al 2% per decenni ma che li possano avere stati tipo il portogallo odierno è utopistico perche i nodi vengono al pettine….sempre.

galactus
Scritto il 29 gennaio 2015 at 14:24

Il piu’ grande successo dell’Euro (ma Mario Monti non aveva altro da fare che nascere?)..

Il team dell’ex premier Samaras “non ha decenza”. Intanto il rischio default balza al 76%.
ROMA (WSI) – Il neo premier greco Tsipras, leader del partito Syriza che ha vinto le elezioni, ha trovato una brutta sorpresa nel momento in cui ha messo piede nella “Maximos Mansion”, la sede ufficiale del primo ministro. Niente Internet, né elettricità, e neanche sapone in bagno.

Intanto sui mercati la situazione si fa sempre più preoccupante, con i cds con scadenza a cinque anni che riflettono una probabilità del 76% di un default del paese.

“Sediamo nel buio. Non abbiamo Internet, no email, nessun modo di comunicare l’uno con l’altro – ha detto il dipendente dell’Ufficio, che ha lavorato per diversi governi per anni, stando a quanto riportato da Der Spiegel – Non è mai successo prima”, e questo mostra che il team dell’ex premier Samaras “non ha decenza ed educazione”.

Il risultato è che il sito ufficiale di Maximos Mansion mostrab ancora l’immaginen di Samaras, anche se ora è Alexis Tsipras il nuovo capo di governo.

……..

galactus
Scritto il 29 gennaio 2015 at 14:36

kry@finanza,

Con tutti i vantaggi di cui hanno goduto in questi anni la loro disoccupazione avremmo dovuto esser prossima allo zero. Invece.. Qundo i vantaggi svaniranno?

kry
Scritto il 29 gennaio 2015 at 15:16

galactus@finanza,

Appunto senza tener conto dello sforamento sistematico del 6% dell’esportazione rispetto al pil la cui quota di superamento dovrebbe essere restituito a tutti i paesi facenti parte della U€, e dimenticamioci dei vantaggi della riforma HARTZ. Il dato dice che la disoccupazione è aumentata dello 0,6% ma da un mese all’altro fa quasi 10% sul totale dei disoccupati.

kry
Scritto il 29 gennaio 2015 at 15:33

Mi scuso per l’ulteriore fuori argomento. Sembra ufficiale che la germania sia in deflazione. Ora unito alla precedente notizia risulta più chiaro il via libera ottenuto da Mario Droghi.

aorlansky60
Scritto il 29 gennaio 2015 at 16:28

…dobbiamo segnalare a Mario di far presto (a dare l’ordine di avviare tutte le tipografie)… :mrgreen:

https://it.finance.yahoo.com/notizie/germania-inflazione-negativa-per-la-141747847.html

dorf001
Scritto il 29 gennaio 2015 at 19:45

aorlansky60,

si però è meglio che stampi questi. quelli sopra, no quelli sotto. vedi qua : http://tentor-maurizio.blogspot.it/2013_11_01_archive.html

gainhunter
Scritto il 29 gennaio 2015 at 23:16

kry@finanza: Mario Droghi

Scommetto che non è accidentale ;)

kry
Scritto il 30 gennaio 2015 at 00:14

gainhunter,

Ti rispondo perchè ” mi vuoi bene ” e con te non è giusto lasciarti nel dubbio che tra l’altro non hai conoscendomi anche come buontempone. Trovo strano che nessuno l’abbia mai pensato e non scommetto sul fatto che ti sia piaciuta. Ciao.

gainhunter
Scritto il 30 gennaio 2015 at 07:31

kry@finanza,

Corrette tutte e tre :-)
L’ho evidenziata apposta nel caso a qualcuno fosse sfuggita ;-)
Ciao

aorlansky60
Scritto il 30 gennaio 2015 at 08:10

signor pomata@finanzaonline: strano che gente che predica da mattina a sera che il mercato deve essere lasciato in grado di lavorare senza intralci poi in pratica lo falsi in maniera palese.Oggi sono ritornato a vedere quanto rendessero le famigerate obbligazioni in dollari di telefonica, bene sono le 2033 a 0.75.In pratica rendono la metà di paesi come spagna e italia e direi anche usa su queste scadenze.E dove sta il rischio se una bbb rende come gli stati uniti d” america anzi …la metà?????

La spagna è diventato uno dei paesi più sicuri al mondo con la sua disoccupazione sopra il 20% e rende meno della metà di paesi come australia che riesce difficile paragonare con spagna sia per la disoccupazione che per il livello di debito ma…….questo i mercati dicono.

Non ha senso quello che accade e nemmeno a livello di macroeconomico perche i tassi a zero non risolvono il problema della deflazione e dei consumi….cosi fu nel 29 cosi è oggi.Non che dubiti che paesi come gli usa possano avere tassi al 2% per decenni ma che li possano avere stati tipo il portogallo odierno è utopistico perche i nodi vengono al pettine….sempre.

Perfettamente d’accordo; su quello che hai evidenziato nutro le tue stesse perplessità… il riassunto di tutto questo potrebbero essere le tue prime parole : “strano che gente che predica da mattina a sera che il mercato deve essere lasciato in grado di lavorare senza intralci poi in pratica lo falsi in maniera palese.”

Oltre questo, che la causa di quello che stà accadendo abbia a che vedere con le pregiate drogherie a buon mercato ( :lol: ),
ultima delle quali in ordine di tempo stà giusto per aprire da qui a giorni (“ci vediamo da Mario, prima o poi”) ???

kry
Scritto il 30 gennaio 2015 at 09:48

gainhunter,

Permettimi un poker. Evidenzia il Baltic Dry Index 8O che è tra gli indici che segui moltissimo. Ciao.

gainhunter
Scritto il 30 gennaio 2015 at 23:07

kry@finanza,

Poker mancato. Non l’ho mai approfondito, anche se è stato indicato più volte su vari blog. Ho fatto adesso una rapida ricerca, tanto per capire un pochino meglio di cosa stiamo parlando, e mi è saltato fuori questo articolo che sostiene in pratica che è un indice sostanzialmente poco utile per fare previsioni/interpretazioni economiche:

“Imagine you have 10 loads of iron ore and 9 ships, and that every load of iron ore must be sent no matter what while every ship must be filled no matter what. Imagine the bidding war between those 10 iron ore consumers fighting over just 9 ships. Shipping cost would skyrocket since they all need to ship regardless of cost. Now imagine if a week later two more ships enter the market. Now imagine the bidding process. Suddenly the tables have completely changed. You have 11 ships, that all need to be filled no matter what, and only 10 loads of ore. Shipping rates would plunge, despite a period of just a week passing by.”

uk.businessinsider.com/baltic-dry-index-hits-record-low-2008-crash-2015-1?r=US#ixzz3QLNzdHVD

http://www.businessinsider.com/the-cost-of-global-shipping-is-a-lousy-economic-indicator-2009-5?IR=T#ixzz3QJJqeXpc

Grazie per lo spunto, ho imparato qualcosa di nuovo.
Buon weekend :-)

kry
Scritto il 31 gennaio 2015 at 01:18

gainhunter,

Come vorrei poter sfruttare la mia memoria in maniera concreta. Utilizzando il metodo Gainhunter ovvero la tecnica che mi avevi spiegato per andare a ritrovare le cose http://intermarketandmore.finanza.com/il-gap-tra-baltic-index-sp500-e-commodity-60241.html ho ritrovato l’associazione con cui ti legavo al baltic. Ciao e buon fine settimana anche a te.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: apre debole l'indice italiano in attesa della Fed. Gli operatori attendono il meeting Fed
Secondo Treccani, estrapolare significa estrarre qualcosa da un contesto, estendere la validit
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I mercati ci hanno regalato un 2019 (fino ad ora) molto positivo. La tendenza è restata unidire
Aggiornamento settimanale. L’esito mi sembra interessante, qui sotto a confronto inflow e out
Ftse Mib: continua la fase correttiva per l'indice italiano che si porta al test della trend line ri
Anche se molto in sordina, dalla Germania stanno arrivando notizie tutt'altro che favorevoli nei
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Uno dei problemi chiave del momento in cui viviamo è sicuramente il debito. Poi mettetela come