NON CI RESTA CHE …ESPIRITO SANTO!

Scritto il alle 09:59 da icebergfinanza

Dite la verità, durante questa crisi avete mai sentito parlare delle difficoltà delle voragini con la banca intorno tedesche che vanno sotto il nome di landesbanken o sparkassen, avete mai sentito parlare delle innumerevoli banche tedesche fallite durante questa crisi, da media o dai giornali italiani in prima pagina?

No se non ci fosse stato il vostro Icebergfinanza, nessuno vi avrebbe raccontato che questa crisi di debito privato è nata principalmente in Europa per colpa soprattutto delle banche PUBBLICHE tedesche, che ognuno di Voi ha contribuito a salvare o tamponare con manovre finanziarie varie che a loro volta hanno contribuito a rimpinguare i vari fondi salvastati che servivano per fare tornare indietro tutti i soldini che le varie banche tedesche hanno prestato in tutta Europa, soprattutto in Grecia, Spagna, Portogallo e Irlanda.

Ovviamente nessuno vi dirà che il debito pubblico sta esplodendo anche grazie alle decine di miliardi che stiamo versando per salvare le banche altrui.

Una banca austriaca è in difficoltà per causa dei paesi dell’Est europeo, una portoghese non riesce ad onorare puntualmente il suo debito e viene giù il mondo, per simpatia le banche italiane rimaste ai margini dell’orgia subprime europea collassano, mentre Deutsche Bank una voragine derivata che ha pure truccato i bilanci per non dovere ricorrere al salvataggio statale, fatica a trovare capitali e il mercato se ne frega tutto continua come nulla fosse.

Non chiedetemi di ripetere tutto quanto condiviso negli ultimi anni, se passate di qui per la prima volta, fate lo sforzo di utilizzare il tasto ricerca che trovate in cima alla pagina a destra o i vari TAG e troverete tutte le risposte alle vostre domande.

Ieri il buon Draghi siccome non aveva nulla da fare e da dire ha sottolineato tanto per rispondere a Renzi che chiede ai banchieri di farsi gli affari propri senza occuparsi di politica…

Draghi: “Serve una governance Ue per le riforme strutturali”

Ma certo serve una governance condivisa UE per le riforme strutturali ma non serve per le banche tedesche, le leggendarie voragini con la banca intorno che vanno sotto il nome di Landesbanken o Sparkassen, di cui abbiamo ampiamente documentato in questi anni le voragini appunto, che noi popolo di fessi stiamo contribuendo a riempire con la gentile collaborazione dei fondi di salvataggio europei che stanno facendo esplodere il nostro debito.

Ve lo riassumo qui ma su, visto che se lo scrive Icebergfinanza è un blog cospirazionista e complottista …Tutte le Mps tedesche di cui la Merkel non parla

Non sforzatevi di cercare informazioni sui media mainstream, loro non vi diranno mai che siete vacche da latte, no non vi diranno mai che i fessi esistono perchè servono ai furbi.

«Il compito della Bundesbank è assicurare il proprio obiettivo statutario, e non partecipare al dibattito politico italiano. Io rispetto il lavoro della Bundesbank, ma non parlo delle Sparkassen e delle Landesbanken (una stoccata viste le eccezioni ai regolamenti europei che Berlino ha ottenuto per mantenere la vigilanza sulle casse di risparmio e le banche rurali, ndr). L’Europa è dei cittadini, non dei banchieri».

Mentre i fessi si agitano per una banchetta portogese, in Germania si preparano ad una nuova ondata di fallimenti propri e altrui…

Germany OKs plan to make creditors prop up banks

Prima di quanto richiesto i tedeschi si sono affrettati ad approvare il cosidetto BAIL IN ovvero uan legge che costringe i creditori ad assumersi la resposnabilità di salvare le banche in difficoltà in tutta Europa, come riporta il WSJ.

Sarà affascinante osservare cosa accadrà quando Deutsche Bank entrerà definitivamente nel girone dantesco, a rischio fallimento, come è già accaduto alcuni anni fa.

“Questo garantisce che in tempi di crisi soprattutto creditori e risparmiatori contribuiranno a risolvere la crisi, lasciando in pace i contribuenti si suppone…senza dimenticare cosa in realtà è accaduto a Cipro ovviamente. Quindi in Gemrnaia sono pronti già dal 2015 a salvare le banche anche se sarà dura arrivarci al 2015/2016 senza l’aiuto di Draghi!

La Germania applicherà queste regole già dal prossimo anno, secondo il disegno di legge. I creditori bancari, oltre ai soci, dovranno aiutare le istituzioni finanziarie, coprendo sino al 8% del passivo, prima che le banche possono attingere ai mercati finanziari o al Fondo di stabilizzazione gentilmente offerto dal contribuente tedesco SoFFin. 

Va tutto bene ovviamente Madama la Marchesa, anche se qualche spiffero nelle ultime settimane è arrivato dall’Austria che ormai sta diventando come un formaggio gruviera e dal Portogallo…

Forti vendite su Erste Bank a Vienna dopo il profit warning

Portugal’s Largest Bank Misses Bond Payment; Bonds

Ovviamente…

La portoghese Bes (Banco Espirito Santo) non ha alcun problema di solvibilità finanziaria ha fatto sapere la Banca centrale del Portogallo. “La situazione di solvibilità di Bes è solida ed è stata sensibilmente rafforzata dal recente aumento di capitale”, afferma La Banca centrale portoghese, le cui dichiarazioni sono state rafforzate dal portavoce del Governo, che ha esortato i correntisti di Bes “a stare assolutamente tranquilli. Il Governo segue la situazione con attenzione“. (MilanoFinanza)

Non solo dopo le CAC il BAIL IN, la revocatoria fallimentare sui fondi di garanzia dei depositi, la ristrutturazione dei debiti, le patrimoniali, le mani sui fondi pensione e qualche penale per uscire dai fondi monetari o obbligazionari vari, ora arriva anche la leggendaria EBA… 

Ue: Eba pubblica linee guida per decidere se salvare o chiudere banche

…L’Autorità Bancaria Europea (Eba) ha pubblicato le linee guida cui attenersi per determinare se una banca in crisi debba essere salvata o chiusa. “Le linee guida –si legge nella nota di presentazione diffusa dall’Autorità- non prescrivono né privilegiano determinati modelli di business o strutture organizzative ma permettono un’analisi caso per caso degli impedimenti […] e la migliore soluzione per affrontare la questione”. 

Commerzbank, stangata in arrivo

Dopo Bnp Paribas trema Commerzbank. La seconda più grande banca tedesca potrebbe essere costretta a risolvere con una mega-multa le controversie legali con le autorità americane. Nel mirino del dipartimento di Giustizia Usa, proprio come nel caso del colosso francese, ci sono le operazioni con aziende iraniane e sudanesi: secondo quanto riferito dal New York Times per saldare il conto Commerzbank potrebbe pagare oltre 500 milioni. Una cifra che non si avvicina minimamente agli 8,9 miliardi sborsati da Bnp, eppure sufficiente a far scivolare il titolo dell’istituto, che in Borsa perde oltre il 5% e trascina giù tutti i listini europei.

 Siete pronti…

 

Come già detto, nel fine settimana Machiavelli insieme a tutti quelli che liberamente hanno il piacere di sostenere questo viaggio, torna in Francia dopo aver fatto una capatina in Germania.

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’ isola di condivisione quotidiana nell’ oceano infinito di questa tempesta perfetta. Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul bannerin cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.3/10 (24 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +12 (from 16 votes)
NON CI RESTA CHE ...ESPIRITO SANTO!, 9.3 out of 10 based on 24 ratings
22 commenti Commenta
ihavenodream
Scritto il 11 luglio 2014 at 12:23

Che le banche tedesche (e francesi) stiano in termini di bilancio patrimoniale messe peggio delle banche spagnole, Italiane o Portoghesi, in media, è vero…che avranno inevitabilmente in un futuro più o meno immediato crisi di liquidità o solvibilita’ è molto opinabile invece…i bilanci si possono ripulire in breve tempo se qualcuno ti fa il regalo di comprarti i crediti deteriorati (e non è detto che non accada, ricordo che siamo in attesa dei risultati degli stress test di Draghi), ma si possono anche ripulire in tempi più lunghi se qualcuno ti fa prestiti a tassi fuori mercato consentendoti di fare utili da carry trade…con quegli utili fai una, due, tre, venti ricapitalizzazioni in serie fin quando il bilancio non diventa buono…ma c’è anche una terza via, che si pone a metà strada tra le due, in termini di periodo di transizione, e cioè che qualche altra banca, che ha già bilanci in ordine ed ha già da tempo ripreso a fare normale attività bancaria, non diventi così grossa da acquisirti, fondendo il suo bilancio in ordine, con il tuo un po’ sgangherato…certo le implicazioni di questi 3 scenari sono molto diverse, soprattutto in termini di ripresa di erogazione e sostegno all’attività economica reale…ma questo è tutto un altro discorso, il punto è che se pensi che db o anche bnp salteranno in aria, rischi di prendere un granchio…

PG
Scritto il 11 luglio 2014 at 12:59

Rinnovo per nuovo articolo. Voglio che tutti leggano grazie

Caro Andrea, leggendo roba mia vecchia ho trovato uno dei primi post fatti a te nel lontano ottobre 2007. Ebbene, mi son imbattuto in questo tuo post tra i commenti del 24 ottobre 2007.
Posso solo dire di essere orgoglioso di averti conosciuto e a quel tempo non sapevamo nulla di te . Per chi non ti legge da così tanto tempo, consiglio di leggere il seguente post di Andrea e forse capirete un po’ meglio, per chi ancora non lo conosce bene, chi è Andrea. Vi metto anche un grafico del periodo in cui Andrea descriveva che qualcosa non quadrava. Questo per dire chi è Andrea, cosa ha fatto e la coerenza delle sue scelte e dei suoi scritti. Andrea, non te lo dico perché ti son amico grazie al tuo blog e aver condiviso con te momenti in piacevole compagnia, ma sei semplicemente un grande!!! Grazie a nome di tutti (e credo di non essere smentito in proposito)
http://it.advfn.com/p.php?pid=chartscreenshotshow&u=HKcVUd4DDHPJ7ZQqoKfTtA5FAZ7X02YY&symbol=BITI%3AFTSEMIB
icebergfinanza scrive:
25 ottobre 2007 alle 21:34
Caro Equipaggio!
Devo ammettere che talvolta ho come la sensazione di non essere riusicto completamente a trasmettere lo spirito con cui ho intrapreso questo viaggio attraverso l’oceano che insieme abbiamo e stiamo solcando, un’oceano spesso arido e avido.
Forse Vi sorprenderò e forse no ma il mio obiettivo principale è sempre stato quello di cercare di riflettere sull’irrazionalità di questo mondo e trasmettere delle piccole goccie di un mondo alternativo, di finanza alternativa, di sistemi alternativi a questa ruota della fortuna.
Un giorno quando e se conoscerete chi sono, resterete alquanto sorpresi, mai quanto lo sono stato io in questi mesi.
Oggi l’evidenza dei fatti è la seguente:
a) il sistema nella sua opacità e nel suo edonismo senza etica professionale è la tomba di se stesso, vegeta e sopravvive in un mondo virtuale dove il profitto viene prima dell’uomo qualunque esso sia e ben pochi di coloro che lavorano in questo sistema si pongono delle domande al di là delle loro speculazioni.
b) verso la metà di luglio ho segnalato la possibilità di un discesa come conseguenza di un’improvvisa consapevolezza del sistema di fronte al problema subprime ma mai avrei pensato che il rischio sistemico primario arrivasse dalle istituzioni finanziarie (CONDUITS & SIV ) e dalla sottovalutazione delle Banche Centrali le quali sono intervenute con il metadone a risolvere una situazione che loro stesse hanno contribuito a creare chiudendo un occhio su questi veicoli finanziari fantasma. Inoltre a Luglio ho chiarito che la discesa si sarebbe protratta sino a novembre e se sappiamo leggere i grafici e evidenziare le perdite del sistema e riconoscere il giusto siamo sino a prova contraria allo stesso livello per l’indice nostrano di circa un anno fà e abbiamo spazio per fare un doppio minimo oppure invertire il trend di lungo!
C) I consigli operativi li lascio dare agli altri in quanto ho sempre detto che il miglior capitano di ognuno di noi colui che deve scegliere la propria rotta, siamo noi, dopo aver ascoltato e letto e compreso più mappe e segnali possibili, dopo di che se vi è qualcuno che nelle mie analisi vi scopre la fine del mondo o l’annuncio dell’armageddon, io non posso farci nulla in quanto come spesso ricordato ognuno ha le sue idee e le sue convinzioni e talvolta interpreta a sua immagine e somiglianza le circostanze.
Inoltre se le mie analisi che ho sempre dichiarato soggettive, danno fastidio a qualcuno in quanto o come gestore o come attore di mercato che vive esclusivamente su un trend azionario in perenne ascesa nell’ormai famoso lungo termine, ripeto io non posso farci nulla.
Caro Michele comprendo la tua visione, in fondo è quella della corrente principale che vive giorno dopo giorno di questo mondo virtuale, ma credimi non è quella in cui credo, se vuoi parliamo di uomini, donne e bambini che ogni giorno vivono nella loro quotidianità la speranza di un mondo migliore, di coloro che ogni giorno si alzano per costruire, creare, inventare, aiutare, condividire ed allora sentirai il vento dell’ottimismo alzarsi dalla mia voce e attraversare gli oceani.
Michele, il sole e i mari del sud sono nel cuore di questa gente, gli iceberg e le tempeste nel cuore del sistema.
La speculazione fine a se stessa non è da maledire ma ad essa preferisco altro.
Caro Matrix conosco il comportamento delle borse e la loro irrazionalità, le studio e cerco di comprendere uno dei campi preferiti da coloro che studiano gli estremi dell’animo umano, la depressione o l’euforia, il panico o la follia.
Che dovrebbe succedere nei prossimi 20/30 giorni per cancellare ciò che è stato, la più grande crisi finanziaria, credit crunch, che la storia ricordi con i sudditi di sua maestà in fila a ricordare la dolce favola di Mary Poppins o le più colossali svalutazioni della storia delle istituzioni finanziarie o il più lungo intervento sui mercati della storia delle banche centrali.
Ad ognuno la sua rotta, non sono una bandiera che si muove a seconda del vento, credo nelle mie analisi e nella storia che ritorna sempre prima o poi sui suoi passi, ma credo ancora di più nel mondo sommerso che con il suo lavoro sostiene questo mondo essenzialmente virtuale.
Si tratta di scegliere da che parte stare!
Poi inesorabilmente la Verità è Figlia del Tempo, ma visto e considerato che in questi mesi non ho investito un solo penny non ho alcuna fretta nell’attendere se le mie ” visioni ” erano da considerarsi frutto di un miraggio e ho abbastanza umiltà da poter investire in un ripensamento!
Ciao a Tutti, nessuno escluso!
Andrea
A proposito dimenticavo in fondo questo mondo, questo ambiente, il suo edonismo è paragonabile all’innocenza di un bimbo se si pensa che qualcuno chiunque esso sia stà progettando una nuova ECONOMIA DI GUERRA, per risolvere in un solo istante tutti i problemi e le crisi che verranno…….

kry
Scritto il 11 luglio 2014 at 13:27

PG,

Grazie. Grazie.
ihavenodream@finanza,
Che le banche tedesche (e francesi) stiano in termini di bilancio patrimoniale messe peggio delle banche spagnole, Italiane o Portoghesi, —– CONDIVIDO ma sarebbe interessante almeno un link a suffragio di tale ipotesi—–….il punto è che se pensi che db o anche bnp salteranno in aria, rischi di prendere un granchio… PERCHE’ rischi di prendere un granchio?

icebergfinanza
Scritto il 11 luglio 2014 at 14:08

PG,

Un abbraccio PG felice di aver percorso insieme tante avventure. Andrea

silvio66
Scritto il 11 luglio 2014 at 14:41

Sempre bene ricordare ai nuovi che Andrea è un grande e di solito ci azzecca. Capisco che leggersi tutti i vecchi articoli porta via tempo ma almeno si eviterebbero attacchi strumentali e privi di senso. Tornando a bomba ciò che non si è ancora visto sono i +2..+3..+4.. che mancano per dar il via alla festa..perlomeno così è sempre andata, e sto benedetto dollaro che stagna.

stanziale
Scritto il 11 luglio 2014 at 16:00

kry@finanza,

Provo a risponderti io(magari non e’ cio’ che intendeva ihave)…..rischi di prendere un granchio, perche’ come e’ gia’ avvenuto (articolo di Andrea dalla riga 7 alla riga 13) tanto pagherebbe (ancora di piu’ !?) l’Italia per salvare deutsche bank e bnp….sono convinto che le nuove norme eba, fallimenti banche e stress test sono una ulteriore fregatura per l’Italia…qualcuno non e’ d’accordo? scommettiamo?

kry
Scritto il 11 luglio 2014 at 17:15

stanziale@finanza:
kry@finanza,

….sono convinto che le nuove norme eba, fallimenti banche e stress test sono una ulteriore fregatura per l’Italia…qualcuno non e’ d’accordo? scommettiamo?

Bravo, io non sono convinto ma STRACONVINTO solo che per caso da qualche parte hai mai trovato qualcosa di scritto al riguardo? Poi secondo me le banche teteske prenderanno piccole multe e DB nemmeno quella e la contropartita è l’oro che ritarda a rientrare. Speriamo che il nuovo oratore riesca a far presente queste cose e a indurre gli altri a rispondere anche con un no e poi a conti fatti far notare quante volte ci si è sentiti rispondere no.

stanziale
Scritto il 11 luglio 2014 at 17:42

kry@finanza,

Naturalmente, la scommessa non era con te……la mia convinzione si basa sulle esperienze passate, nonche’ su quanto ha scritto anche Blondet l’altro giorno, cioe’ che i tedeschi campano di prepotenza e per loro le leggi non valgono, le violano sistematicamente…fossi nei panni del nuovo oratore, comincerei a dire che la multa agli agricoltori del latte non la paghiamo , non ci provino neanche, perche’ si esce dall’euro subito, cari amici (si fa per dire) e’ finita la pacchia, non ci sono sono piu’ i governi del passato….(naturalmente sto’ fantasticando…)… ma roba da matti, dovremmo importare in eterno latte tedesco e francese buttando via il nostro che e’ ottimo….comunque un buon blog per rivisitare gli accordi sulle banche e’ economy 2050, il sito e’ eurista, ma fatto bene.

mirrortrader
Scritto il 11 luglio 2014 at 23:00

Il cross Euro(dollaro ha invertito, complimenti ad Andrea che riesce ad anticipare con ottima precisione.
Io purtroppo riesco solo ad inseguire.

kry
Scritto il 12 luglio 2014 at 00:48

Non ci resta che ridere. No alpitur ai ai ai, banken teteskhen ia ia ia http://www.rischiocalcolato.it/2014/07/salvataggio-banche-la-germania-autorizza-la-confisca-parziale-dei-depositi.html

ihavenodream
Scritto il 12 luglio 2014 at 09:06

2 miei commenti censurati…

ihavenodream
Scritto il 12 luglio 2014 at 09:09

Ok, ho sbagliato io a presumere che ci sia un minimo di onestà intellettuale in questi posti…arrivederci e grazie

fabio.quarchioni
Scritto il 12 luglio 2014 at 19:03

kry@finanza:
Non ci resta che ridere. No alpitur ai ai ai, banken teteskhen ia ia ia http://www.rischiocalcolato.it/2014/07/salvataggio-banche-la-germania-autorizza-la-confisca-parziale-dei-depositi.html

No eurobond? ahi ahi ahi… no eurobond, no euro… Auf wiedersehen :-)

dorf001
Scritto il 12 luglio 2014 at 19:46

kry@finanza,

hei kry. perchè non vai a spiegarlo al tuo sindaco piddino queste belle cosucce. visto che è amico di renzi, magari si capiscono ,si chiariscono. capire cioè che sono 10 anni che la germania prende x il culo tutti. sono ladri tanto e più di noi questi. ed è intollerabile che si ergano come i paladini della moralità. le banche tedesche, tutte, nessuna esclusa, sono peggio della ‘ndrangheta.

dici che lo capisce vantini queste cose? o è anche lui il coccige della merkel?

se volete tutti fare qualcosa, dovete per forza parlare col vostro sindaco. spiegare come è fatta la VERA economia. dovete palrare col vodtro giornale locale, dovete andare a parlare con la radio e tv locali. questo bisogna fare. e bisogna farlo tutti. sennò uno solo non può fare niente.

viva AURITI FOREVER.

dorf001
Scritto il 12 luglio 2014 at 20:02

stanziale@finanza,

ciao fiorentino. volevo postarti una robetta dalla rete. sempre sul/i nostri premier che vogliono parlare l’inglese. leggi bene.

Non è importante che Renzi conosca l’inglese, per esempio Letta o Monti lo conoscevano molto meglio, allora perché c’è lui a capo del governo italiano? Semplicemente perché è un burattino quaquaraquà eterodiretto dai soliti noti.

Per di più è un ottimo showman, e quindi funzionale al sistema politico della società dello spettacolo, abitata non più da cittadini, dotati di consapevolezza e conoscenza, ma da spettatori di quei reality show che continuamente ci vengono somministrati dal potere.

Le elezioni poi sono state taroccate, perché gli USA non potevano permettersi di perdere l’Italia, terra di confine tra occidente e oriente, protesa verso il Mediterraneo, che ospita 113 basi missilistiche americane, pronte ad un eventuale attacco contro l’oriente.

Ed ora stanno progettando la prossima “dittatura della maggioranza”. Potrebbe parlare anche il turco, ma Renzi resterebbe premier, finché la barca va …

te gusta???

idleproc
Scritto il 12 luglio 2014 at 20:07

dorf001@finanza,

Sono consapevole dei problemi che vivi ma abbiamo a che fare con gente che non fa prigionieri, non per caso si chiama “politica economica” che non è mai neutrale anche quando la spacciano come tale, tutta la propaganda ha anche questo fine.
E’ in atto una colossale redistribuzione dei redditi e dei capitali che cancellerà la classe media e massacrerà chi sta più in basso.
Il problema si porrà sempre di più a livello di rapporti di forza sociali sia a livello nazionale che sovranazionale e loro lo sanno e si stanno preparando da un pezzo.

veleno50
Scritto il 12 luglio 2014 at 20:21

in effetti chi ha abbondanza di euro nel conto corrente è giusto che si preoccupi. se compri titoli di stato sei a rischio,se tieni soldi nel conto sei a rischio. possibile che non ci sia soluzione per questi poveri signori stracolmi di soldi.io non so se ho capito bene ma il sequestro dei soldi dal conto corrente è oltre 100mila euro?. se uno compra btp dal 2013 in poi è sotto scacco con il cac ,con quelli precedenti è fuori pericolo. esistono gestioni del risparmio con una valanga di prodotti questi sono esclusi dal sequestro mi pare.io non mi preoccuperei per i ricconi oltre 100mila euro. se uno compra titoli di stato con il rischio che non vengano rimborsati sono affari suoi, se dicono che in quel luogo ci sono le sabbie mobili cosa ci vado a fare di notte. a mio modesto parere i problemi veri sono altri l’esempio odierno di Alitalia un ministro non sa che pesci prendere per 2/3 mila esuberi, è una tiritera continua,questo sarebbe il decisionismo di Renzi, la Camusso intervistata da tutti i telegiornali come fosse la padrona della situazione,i nuovi investitori potrebbero rompersi le palle e lasciarci con un pugno di mosche.poi mi viene in mente i primi investitori dell’Alitalia come li chiamava il banana una cordata di imprenditori coraggiosi e seri.buona domenica a tutti

stanziale
Scritto il 12 luglio 2014 at 20:50

dorf001@finanza,

Beh, lo dicono in tanti che Renzi e’ destinato a durare 20 anni, ma io credo che con la crisi che morde e le promesse che ha fatto, sara’ presto al bivio….personalmente spero si radicalizzi lo scontro latente Germania -Usa ed allora chissa’ che non pigi( gli faccino pigiare) il bottone giusto, cioe’ eurexit…in tal caso, per quanto mi riguarda (cosi’ come chiese il comandante a Tom Cruise alla fine di top gan: cosa vuoi fare ora ?) potrebbe anche andare a fare il Papa….

dorf001
Scritto il 13 luglio 2014 at 02:00

idleproc@finanza,

guarda ho trovato giusto una perla x te. ma ovvio che è anche per tutti. parlo di un criminale che ci ha fatto morire e ha voluto a tutti i costi questo euro-merda. un tipo che paolo barnard ha detto che dovrebbero deportarlo in siberia. come minimo. la galera a vita a pan e acqua ci vuole a questa gente. e se guardi la sua faccia da ebete vorrestri prenderlo a pugni.

il video si chiama : Romano Prodi: nella vita c’è anche il suicidio

parla di germania, e il commentatore dice tuto quello che dice il capitano, sulle truffe e furberie dei crucchi.

qui il video : https://www.youtube.com/watch?v=CX8uJuQoNqY

notte

kry
Scritto il 13 luglio 2014 at 14:17

dorf001@finanza,

Intanto non è il mio sindaco e pensa che alle europee è stato votato con la speranza che fosse eletto e andandosene si andasse tra 1 anno a nuove elezioni. E’ andata male è stato il primo della lista dei non eletti. Avevo proposto all’assessore all’istruzione di invitare Andrea per parlare ai ragazzi di 3 media e sai cosa mi ha risposto ” Parlare di storia, economia e antropologia e realtà sono troppo piccoli” e poi non dovremmo disperarci nel considerarci il paese dei bamboccioni.

dorf001
Scritto il 13 luglio 2014 at 18:19

kry@finanza,

questo ti fa capire che razza di assessori all’istruzione abbiamo in italia. un branco di deficenti. anche io provai a suo tempo alla scuola dei miei figli tentare di far parlare di economia alternativa, nella loro scuola. nulla di fatto. anche perchè le banche tipo unicredit, o meglio unidebit, erano già entrate e aveano già seminato il loro verbo malato e tossico. insomma i prof. avevano già programmato ai ragazzi una o 2 ore di incontro su economia il cui relatore era un banchiere. o cassa di risparmio o unidebit. non c’era scelta. e mia figlia mi ha detto anche se gli studenti avessero votato e voluto parlare di un certo argomento, questo veniva approvato, cioè detto si solo se gli andava bene al direttore. e tutte le volte era un no. direttore di merda- lo stesso alla scuola di mio figlio, e parlo delle superiori. e si’ che una volta venne un professore da udine di storia, che parlo’ in aula magna a briglia sciolta di massoneria, e ne sapeva un sacco.

tra l’altro garibaldi, un massone di scuola inglese e anche mazzini, furono 2 uomini che tradirono alla grande l’italia. altro che eroi. difatti napolitano li ama tanto. e lui è esattamente un traditore come quei 2 la.

ho provato pure col mio sindaco a parlargli di signoraggio monetario. e volevo far venire MAZZALAI al mio paese. insomma le ho provate tutte. alla fine ti sarà chiaro che i sindaci italiani, tutti, nessuno escluso ho paura, sono na massa di deficenti totali. di una ignoranza pari a 100 pecore a testa. pensa un pò come siamo messi. per i nostri figli sarà una macello. con questi amministratori qui, capre sub-umane, possiamo solo andare in peggio. assicurato al 100%. mi dispiace darti brutte notizie.

BY DORF

kry
Scritto il 13 luglio 2014 at 20:21

dorf001@finanza,

Mi hai sempre detto che a volte i commenti sono meglio dei post. Leggi questo…..
Tommaso Geraldi •
il continuare a decantare le virtu’ tetesche di f.k. e’ oramai diventato patetico.che siamo un popolo di cialtroni,egoisti,malgestiti,male amministrati etc.etc. e’ un fatto assolutamente acclarato, ma che sia questo a fare la differenza con i tedeschi e’ pura ottusita’ mentale. Cercare in rete qualche intervista/discorso di nino galloni. La realta’ e ‘ che ci hanno fregato ben bene e che il nostro livello di cialtronaggine,egoismo etc.etc. e’ assolutamente in linea con il resto d’europa,l’unica sostanziale differenza e’ che purtroppo siamo realmente e maledettamente piu’ ignoranti.+++++ altri interessanti …..http://www.rischiocalcolato.it/2014/07/speciale-giappone-oooopps-si-sfracellati-gli-ordini-macchinari-sobrio-198-volete.html#comment-161406

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Iniziamo la settimana con una buona notizia in arrivo dal Giappone, dopo quelle arrivate dall'Eu
Guest post: Trading Room #352. La forza già intravista la settimana scorsa, viene confermata. Un
Si apre in positivo la settimana sui mercati azionari. Ricordiamo oggi Wall Street è chiusa. Ciclic
  Spero di farvi cosa utile pubblicando una serie di grafici tratti da Reuters sull’an
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Stoxx Giornalieroì'0987 Buongiorno a tutti, il segnale rialzista che si è palesato a livell
DJI Giornaliero Buonasera a tutti, finalmente anche a Wall Street hanno deciso che è il mom
Sui nuovi massimi di periodo si inizia ad assistere alla chiusura ed all'indebolimento della compone
Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 8)
Tracy [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy [Settimanale] (gg. 8)[Base Dati: 15 m