GOVERNO LETTA: CON LE MANI NEL SACCOMANNI!

Scritto il alle 10:45 da icebergfinanza

Dopo che il nuovo governo di coalizione sembra aver preso avvio, proviamo ora a cercare di comprendere il pensiero e l’orientamento del nuovo super ministro dell’economia Fabrizio Saccomanni, economista e banchiere tanto per cambiare, braccio destro di Draghi come scrive Reuters…

Quando nel 2011 viene nominato a Francoforte, Draghi indica Saccomanni come suo successore sfidando la candidatura di Vittorio Grilli, sostenuto dall’allora ministro dell’Economia del Pdl Giulio Tremonti, e quella del rappresentante italiano uscente del comitato esecutivo della Bce Lorenzo Bini Smaghi.

I veti incrociati spianano la strada al vice direttore generale Ignazio Visco e Saccomanni resta numero due fino ad oggi, quando con il Giuramento del governo al Quirinale assumerà la responsabilità di guidare l’Italia fuori dalla recessione più lunga degli ultimi 20 anni da via XX Settembre.

Secondo un colloquio riportato oggi da La Repubblica, il neo ministro punta a meno spesa e meno tasse per spingere la crescita e far calare il differenziale tra i tassi di interesse sui titoli di Stato italiani e quelli tedeschi dall’attuale livello poco sotto quota 300 “a 100 e anche meno”.

“Ci vuole un contenimento della pressione fiscale per poter far calare il differenziale dei tassi. Si può dare un sostegno alle aziende e alle fasce deboli attraverso una ricomposizione del bilancio pubblico”, ha detto Saccomanni secondo il quotidiano.

Serve “un grande patto per l’Italia tra banche, imprese e consumatori. E’ necessario rimuovere quel fattore di incertezza psicologica che ferma gli investimenti, blocca la spesa delle famiglie e alimenta la recessione”.

Saccomanni gestirà la politica economica basandosi sull’esperienza accumulata in 46 anni di carriera in Banca d’Italia e sul forte rapporto personale con Draghi, ma senza un partito a coprirgli le spalle quando arriverà il momento delle scelte impopolari.

“Saccomanni all’Economia? No: abbiamo già dato con i tecnici”, commentava solo tre giorni fa Silvio Berlusconi. Reuters

Tralasciando per un istante il nuovo ministro dell’economia, è affascinante osservare il miglior piazzista e stratega d’Italia Berlusconi, resuscitato da due dilettanti allo sbaraglio come  Bersani e Grillo , stratega che sembra non essere riuscito a piazzare nessuno dei suoi fedelissimi nei posti che contano, ma che quando le scelte non coincideranno con il suo interesse avrà tutte le scuse per staccare la spina a questo governo.

Abbiamo visto la scorsa settimana un presidente del Consiglio Letta che vuole rinegoziare con l’Europa i vincoli di bilancio e sospendere la lenta eutanasia dell’austerità calvinista, ora sarà interessante comprendere come dice Saccomani si arriverà … «Nel pieno rispetto dei vincoli europei – ha ribadito subito dopo la designazione – è infatti possibile agire su una ricomposizione del bilancio pubblico che indirizzi le risorse verso le imprese, gli investimenti produttivi e verso le fasce di reddito più basse a fronte di un contenimento della spesa corrente».

Staremo a vedere questa volta senza preconcetti, seguiremo passo per passo le vicende di questo governo!

Questa per noi è l’ultima spiaggia, la spiaggia di Jwo Jima, l’ultima spiaggia per l’ EQUITA’, per redistribuire e per ribilanciare gli squilibri di questo Paese poi ci penseranno i tedeschi alle prossime elezioni a dar fuoco alla miccia!

Su https://twitter.com/icebergfinanza continueremo a seguire le fasi dell’instabilità politica tedesca che verrà…

 

Nel pieno rispetto dei vincoli europei …nel pieno rispetto dei vincoli europei…nel pieno rispetto dei vincoli europei

…sotto la supervisione della BCE di Mario Draghi, altro dei principali protagonisti e sostenitori dell’austerità espansiva che ci ha fatti precipitare in questo inferno,  sarà interessante osservare nei prossimi mesi il livello di un eventuale scontro definitivo con la Germania, su fiscal compact, ESM e two packs proprio ora che come vedremo è ripreso il bombardamento da parte delle truppe corrazzate della Bundesbank con a capo un falco estremista come Weidmann, un’istituzione la banca centrale tedesca che è riuscita a veder fallire sotto la sua supervisione oltre sei grandi banche, mentre le prime due del paese sono in evidente gravissima difficoltà.

Ma questa è un’altra storia appuntamento a tra poco!

Per chi volesse sostenere liberamente il nostro viaggio o anche solo comprare il nostro libro è disponibile  MACHIAVELLI E L’ULTIMA GRANDE OCCASIONE!MACHIAVELLI E IL PILOTA AUTOMATICO!  visioni e orizzonti per i prossimi due mesi…

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner  in cima al blog o sul lato destro della pagina può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando qui sopra o sul lato destro del blog Semplicemente Grazie!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.2/10 (10 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +5 (from 5 votes)
GOVERNO LETTA: CON LE MANI NEL SACCOMANNI!, 9.2 out of 10 based on 10 ratings
2 commenti Commenta
gnutim
Scritto il 29 aprile 2013 at 14:42

beh, se saccomanni non si è accorto che mps in 2 anni ha perso 11 miliardi di euri…
spero si pulisca meglio gli okkiali ora che ha in mano il dicastero più pesante del governo.

Comunque le parole che ha detto sono realmente attuabili, ovvero spendere un pò meno ma spendere meglio, nella direzione giusta, anzichè foraggiare buchi neri profondi: lieve alleggerimento delle tasse per far ripartire almeno parte dei consumi e soprattutto la fiducia in Italia.

Con un mercato così ridicolo è un attimo far proseguire il circolo virtuoso in atto sui nostri titoli di stato

italywip
Scritto il 30 aprile 2013 at 09:56

Questo governo il linea di massima può fare buone cose. Se non le fa rischiamo il default..

http://italyworkinprogress.blogspot.it/2013/04/governo-letta-data-di-scadenza-da.html

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Non so come dirvelo ma Robert è un fumettista davvero fantastico, spettacolare, ha il talento d
Ftse Mib: l'indice italiano supera i 20.500 punti e rimette nel mirino i 21.000 punti. Importante sa
Per certi versi ce lo potevamo aspettare. Ma dal punto di vista logico ed etico, il mondo bancar
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
L’indice Citigroup Economic Surprise Index ci regala un’istantanea molto forte della situazi
La premessa è inevitabile, quota zero o tassi negativi non serviranno ad evitare all'America e
I tassi negativi sono sicuramente il grande argomento di queste ultime settimane. Un assurdo che
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ovvio, quanto  è accaduto nelle ultime settimane ha rovinato non di poco il quadro di fondo de
Ripensando in questi giorni al clamore che ha suscitato Libra, la moneta digitale che ha present