BONDI MANI DI FORBICE!

Scritto il alle 10:49 da icebergfinanza

Oggi per un istante lasciamo da parte le questioni macroeconomiche che deleghiamo all’analisi fondamentale che sarà spedita giovedi o venerdi a tutti i sostenitori di Icebergfinanza e a coloro che lo vorranno liberamente diventare e andiamo a divertirci con la fantasia nei meandri del castello Italia!

Vi ricordate il mitico Edward mani di forbice …Le origini di Edward mani di forbice si hanno nei disegni d’infanzia del regista Tim Burton, che rifletteva così i suoi sentimenti di isolamento e d’incapacità di comunicazione con le persone intorno a lui. Burton affermò che era spesso solo ed aveva problemi ad intrattenere amicizie. «Avevo la sensazione che le persone avevano semplicemente quest’impulso a lasciarmi da solo per qualche ragione, non so esattamente perché.Wikipedia »

E’ un po quello che accade da circa un anno al debito sovrano mondiale, alle abbligazioni sovrane, la sensazione e non solo di un impulso a lasciarle sole per qualche ragione, anche se noi sappiamo esattamente perchè!

L’unica cosa che non sappiamo in realtà è perchè continuiamo a farci cosi male, dimenticando che in fondo l’America è messa molto peggio, con i suoi Stati e le sue contee, sull’orlo del fallimento anche se non potrà mai fallire sino a quando un manipolo di disperati continuerà a considerare il dollaro come unica moneta rifugio e la sua fallimentare classe politica monetaria continuerà a spacciare la propria droga nei mercati un pò come accade anche in Inghilterra dove in realtà Edward sarebbe felice di vivere con tutta la carta straccia che esiste, un debito impressionante mostruoso.

E’ giunto il tempo che il sistema finanziario si assuma le proprie responsabilità attraverso l’ hair cut di azionisti ed obbligazionisti, attraverso la nazionalizzazione di cadaveri finanziari che devono essere tolti dal mercato per ristrutturarli.

NAZIONALIZZARE non c’è alternativa a breve per uscire da questo inferno!

Un pò la stessa nazionalizzazione che si appresta a fare il mitico Bondi tra la carta straccia della pubblica amministrazione nei ministeri della bella vita romana, dove sembra che dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi … C’eravamo tanto Amato! ….

Vi ricordate i siamo tutti qui…nessuna defezione!

Cercano di resettarci perchè hanno paura della memoria. L’antidoto è la conoscenza collettiva, è la cultura, è l’informazione… Naomi Klein

Senza Consapevolezza siamo in trappola! Purtroppo si sono tutti li!

Corsaro: Governo inadeguato, tre scelte dicono perché «Tre scelte la dicono lunga sulla inadeguatezza di questo governo». È quanto afferma Massimo Corsaro, vice presidente vicario del gruppo Pdl alla Camera, tornando sulle nomine dei commissari Bondi, Giavazzi ed Amato, decise ieri dal governo. «Bondi – elenca Corsaro – rappresenta il fallimento di Monti, e del suo uomo di punta Giarda, sul primo obiettivo che questo governo aveva pomposamente affermato di saper conseguire: la riduzione della spesa pubblica». «Giavazzi – prosegue il vicepresidente del Pdl – è il disperato tentativo di inglobare al proprio interno l’unica voce autorevole che non aveva mancato di esprimere argomentate critiche alle scelte economiche del professore in loden. Una prassi molto nota alla politica più vecchia e superata». «Quanto ad Amato – conclude Corsaro – il suo incarico per lavorare sui partiti non merita ulteriori commenti: è già la miglior barzelletta del pianeta, ne ridono dalla Bolivia al Burkina Faso». «Penso che il presidente Monti abbia un eccesso di presunzione e abbia contratto, come tanti suoi predecessori negli incarichi che ricopre oggi, il virus della detenzione della verità assoluta. Senza ironia né antipatia né livore, gli vorrei suggerire di prendersi due giorni di vacanza, evitare di parlare con le stesse persone con cui parla da trent’anni nei club esclusivi, e farsi un giro nel paese reale».
Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/CKvQK

Ammetto di non essere tenero con il professor Monti ma al confronto di questi speculatori della politica lui è un angelo…come se invece la fallimentare stagione politica del PDL non fosse una barzelletta dal raccontare non solo in Burundi e nel Burkina Faso ma anche nei manicomi di mezzo mondo!

Bondi prova a salvare la Governo Spa dopo Montedison e Parmalat. Il manager, a 77 anni, taglierà le spese dei ministeri. E i politici romani sono già in ansia. Ha chiesto di lavorare gratis, ma il premier gli assegna 150 mila euro lordi di ETTORE LIVINI La Repubblica

Non c’è due senza tre. E così dopo aver risanato Montedison e salvato Parmalat, Enrico Bondi  –  all’alba dei 77 anni  –  affronta la più impossible delle sue mission: far quadrare i conti della Governo Spa. Obiettivo: ridurre di 5 miliardi le spese dei ministeri per risparmiare agli italiani un altro aumento dell’Iva.Il metodo? Lo stesso che ha funzionato a Foro Buonaparte e Collecchio, trasformandolo in una sorta di Croce Rossa in servizio permanente per i casi più disperati dell’industria italiana: poche parole (“non ho niente da dire”, sono le uniche che ha rivolto ai giornalisti in cinquant’anni di carriera) e molti fatti. Conditi da uno stile di vita riservato e monacale al cui confronto persino il sobrio Mario Monti rischia di passare per un Fabrizio Corona della politica.All’Italia, del resto, le chiacchiere non servono. “Ringrazio per la fiducia, cercherò di essere incisivo”, ha promesso ieri Bondi. Nessuno ne dubita. Le forbici della spending review  –  assicura chi ha lavorato con lui  –  non potevano finire in mani più esperte. Il compito, ovviamente, è titanico. Ma per il super-risanatore è una sorta di déjà vu. Montedison e Parmalat erano una versione bonsai del Belpaese di oggi: sane, ma zavorrate dai debiti e sull’orlo del crac. Situazioni da brividi che “Il dottore”  –  come l’hanno sempre chiamato tutti i suoi collaboratori  –  ha aggredito a modo suo: zero proclami, maniche rimboccate e poi via di bisturi senza guardare in faccia nessuno. Particolare che ha già fatto scattare qualche campanello d’allarme nei corridoi dei ministeri capitolini. Poco male. Molti nemici, molto onore. E il manager-contadino (nel week-end innesta rose e coltiva ulivi nella tenuta “Il matto”) non è tipo da impressionarsi facilmente. Quando nel 1993 Enrico Cuccia gli ha affidato le redini di una Montedison disastrata dalla gestione Ferruzzi, il benvenuto di Guido Rossi  –  allora presidente di Foro Buonaparte  –  è stato gelido: “Bondi? È la brutta copia di un cattivo esempio”, l’ha fulminato ricordando il legame con il mentore Cesare Romiti. Il seguito è storia. Il dottor mani di forbice ha tirato dritto per la sua strada dribblando i sarcasmi del professore. Ha venduto le controllate in crisi, tagliato i costi, messo all’asta quadri e yacht della famiglia di Ravenna, riposizionato la società sull’energia. Uscendo di scena nel 2001 quando il fior fiore della finanza italiana (ed europea) si è dato battaglia a colpi di Opa miliardarie per comprare la Montedison risorta ( La Repubblica )

Auguri Mani di Forbice Enrico nel manicomio Italia ne avrai proprio bisogno!

Nel frattempo è in preparazione un’analisi dettagliata sulle prospettive tecniche e macroeconomiche per i prossimi mesi dedicata ai recenti sostenitori di Icebergfinanza e a coloro che vorranno contribuire liberamente cliccando qui sopra…

…dal titolo “MAGGIO 2012 ” EURO FU. SICCOME IMMOBILE ”

Semplicemente GRAZIE per il tuo libero sostegno all’informazione indipendente!

 

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.8/10 (6 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +3 (from 3 votes)
BONDI MANI DI FORBICE! , 9.8 out of 10 based on 6 ratings
3 commenti Commenta
daviosq
Scritto il 2 maggio 2012 at 11:30

Io sarò pure anche un’ignorantello, ma non basta per risparmiare tanti miliardi non comprare gli F22?? Ci vogliono proprio sti babbei qua per tagliare??? Sono loro il primo costo da tagliare…… Vuoi vedere che a 77 anni mani di forbice si taglia quello che ormai non gli serve più a nulla….. 8O8O8O

ilcuculo
Scritto il 2 maggio 2012 at 11:52

L’unica cosa che non sappiamo in realtà è perchè continuiamo a farci cosi male, dimenticando che in fondo l’America è messa molto peggio, con i suoi Stati e le sue contee, sull’orlo del fallimento anche se non potrà mai fallire sino a quando un manipolo di disperati continuerà a considerare il dollaro come unica moneta rifugio…

Le portaerei Andrea…

ilcuculo
Scritto il 2 maggio 2012 at 11:57

Non so cosa riuscirà a fare Bondi nella foresta del conflitto di interessi della politica e dell burocrazia Italiana.

Il fatto che sia stato incaricato Bondi è, o sembra, una buona notizia, perchè anche fosse Mandrake da quella fossa di iene e sciacalli rischia di uscire con poco di fatto ed allora si dirà che se anche Bondi non è riuscito vuol dire che va proprio bene così.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Mercati: settimana densa di appuntamenti tra trimestrali USA delle principali banche e alcuni titoli
Guest post: Trading Room #368. Siamo ancora in un quadro positivo per borse e mercati in generali.
Alla fine ci sono riusciti, collocamento in piena estate sotto l'ombrellone e rendimenti insuffi
Analisi Tecnica Nulla di nuovo da segnalare ... Rimangono valide le considerazione della settim
DJI Giornaliero Buonasera a tutti e ben ritrovati con il nostro appuntamento mensile che rig
Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 8)
Tracy [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy [Settimanale] (gg. 8)[Base Dati: 15 m
Velocità t-2 / t-1 / T[Base Dati: 15 minuti] Velocità t-2 / t-1 / T[Base Dati: 15 minuti](P
Anche se risulta strano, quanto sto per raccontarvi rappresenta la realtà dei fatti. E come spe
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u