ANGELA MERKEL: AUSTERITA’…IL VENTO DELL’EST!

Scritto il alle 17:01 da icebergfinanza

Se magari qualcuno volesse comprendere sino in fondo la filosofia di Santa Angelina da Austerilitz che viene dall’Est e magari comprendere meglio per quale motivo il partito comunista italiano ops scusate il PD di Bersani e Napolitano ops scusate ancora intendevo solo di Bersani, si trovano tanto in sintonia, qui in questo articolo di Adriana Cerretelli La Merkel cerca alleati all’Est per rilanciare l’austerità c’è una sintesi perfetta…

Per la prima volta da quando è nato, nel lontano 1991, il cancelliere tedesco l’altro ieri ha deciso di andare a Varsavia per partecipare al vertice del gruppo di Visegrad che raccoglie Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria. (…) In novembre voleva ridurre drasticamente il bilancio pluriennale dell’Unione: la Francia e tutti i paesi mediterranei si erano messi di traverso. Allora ha stretto il patto con la Gran Bretagna euro-scettica di David Cameron sempre pronta a dare meno del minimo alle casse Ue. (…) Ora il copione si ripete a Varsavia ed è anche molto più facile da recitare. Il cancelliere venuto dall’Est in fondo gioca in casa, ne conosce bene la vecchia cultura e ne condivide quella nuova nata sulle macerie del comunismo. Perché è tutta imperniata sul recupero di competitività (in larga parte riuscito) di un modello di sviluppo aperto, fatto di costi e salari bassi, welfare leggero e regimi fiscali mirati a calamitare gli investimenti esteri. Che infatti piovono abbondanti, cinesi in testa.La ricetta piace alla Germania dell’economia sociale di mercato riformata. Tanto che medita di farne una sorta di laboratorio delle future riforme europee. I dati parlano chiaro: tra il 1999 e il 2012, grazie alla profonda revisione del suo modello nello scorso decennio, la competitività globale della Germania è salita del 22,5% contro un aumento dell’1,2% in Francia, dell’1,4 in Italia, del 3,3 in Spagna.
Per colmare queste divergenze abissali, dopo aver imposto il fiscal compact, ora la Merkel sogna il patto per la competitività. Che naturalmente non passa per un euro più debole e neanche per una politica monetaria più accomodante, all’americana o alla giapponese, ma sempre e soltanto per rigore e riforme strutturali a tappeto. Perché nell’accezione culturale tedesca «la crescita è il premio della virtù». Niente di più e niente di meno.

Tutti schiavi della riforma HARTZ IV ecco il miracolo della competitività!

Vi aspetto tutti questa sera all’incontro LA RIVOLUZIONE CREATIVA!icebergfinanza | icebergfinanza buon fine settimana a tutti!

Per chi volesse sostenere liberamente il nostro viaggio è disponibile MACHIAVELLI 2013 UN ANNO DOUBLE FACE un post da non perdere sulle prospettive geopolitiche, macroeconomiche e tecniche di un anno che si preannuncia decisamente DOUBLE FACE!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner  in cima al blog o sul lato destro della pagina può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando qui sopra o in cima al blog Semplicemente Grazie!

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (13 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +8 (from 8 votes)
ANGELA MERKEL: AUSTERITA'...IL VENTO DELL'EST!, 10.0 out of 10 based on 13 ratings
Tags: ,   |
12 commenti Commenta
faustino
Scritto il 8 marzo 2013 at 17:52

E pensare che l’ideologia dell’operaio comune è per una minore schiavitù e i suoi delegati hanno fatto tutto il contrario. Mi sembra tutto allucinante e fuori da ogni logica. La destra mascherata da sinistra che reprime un’intero continente. :?:

icebergfinanza
Scritto il 8 marzo 2013 at 18:02

faustino@finanza,

Sintesi perfetta Faustino anche se non la capirà’ nessuno stanno tutti parlando del sesso degli angeli …

dorf001
Scritto il 8 marzo 2013 at 18:11

mi piacecerebbe una risposta. su questa cosa qui.

scusa capo se ti ho rubato il prossimo post. sai la rete è veloce, e vista la notizia non potevo star zitto. la guerra però è fatta anche e soprattutto sull’informazione. come ho detto 1 milione di volte non dovreste comprare più nessun giornale. specie quelli grandi nazionali. perchè sono una fonte di bugie immense. che ci costano 1 miliardo di euro l’anno per dirci cosa? omertà assoluta!!! fateli fallire. unica soluzione buona x il popolo. tv rai compresa.

io ho provato a scrivere a claudio messora, in arte byoblu. visto che ora è sempre in tv. anche stasera. allle 21. trasimssione ultima parola. gli ho chiesto molte volte, pregandolo di intervistare pure un certo andrea mazzalai. l’ho pregato, visto che pare, grillo lo ascolti molto, l’ho pregato di dire a grillo che segua in campo economico ciò che dice gente come bagnai, o come galloni. ma non mi risp. non vuole? why??? ho pregato messora di mandare in tv, dove vuole lui, i video su monti. il video che lui stesso ha fatto con le domande a monti. sono solo 3 minuti. perchè grillo non parla mai di sovranità monetaria? poco mi pare. perchè non parla mai della porcata di maastricht, o trattato di lisbona? o della,porcata dell’efsm, o del fiscal compact? perchè non dice al popolo quanto ci costa? farebbe un successone. ma sta zitto. come mai? non è deciso su uscire subito dall’euro. cosa lo frena? cosa aspetta? che l’italia sia sprofondata? io non ho i suoi miliardi x salvarmi. ho già perso io. e con me milioni di italiani. come mai grillo, o tu caro messora, e si che ce l’avete su un piatto d’argento, non dice che monti è un super bugiardo? che cioè nel 2011 l’italia non era assolutamente a rischio default? lo dice la commissione europea. come potrebbe quella serpe di monti smentire? qui la guerra è sull’informazione. come è possibile che dai sondaggi (taroccati?) ben il 60% degli italiani è ancora contento di restare nell’euro? vengono mai a chiederlo a me. mai mai una volta. mahh chissà perchè. sondaggi del piffero.

per john ludd. si tu consigli al mio amico kry di dedicarsi anche all’energia. bene. ora io consiglio a te di diedicarti alla ricerca spirituale di te stesso. cerca chi sei. cosa vuoi fare. quale è la tua missione. tu che sei stato in nepal e giù di lui. sai cosa è la filosofia buddista. un pò di introspezione non fa male a nessuno. se prima non cambi il tuo mondo interiore in meglio, non potrai mai cambiare il mondo esteriore.

il mondo cosi’ come è ora è causato da tutti gli esseri umani insieme. il capitalismo demenziale vive pershè voi siete tutti avidi. poco o tanto. e da li’ che si auto-alimenta. vive della avidità della gente. vive della ingordigia della gente. levate questi 2 sentimenti e vedrete che il mondo cambia già domattina.

by DORF

faustino
Scritto il 8 marzo 2013 at 19:01

dorf001@finanza,

Credo che prendere di petto argomenti come Sovranità monetaria, Mastricht, Fiscal Compact,referendum sull’Euro sarebbe talmente tanta carne al fuoco che il solo lo 0,001% della popolazione potrebbe tollerare in un dibattito TV.

Claudio non lo conosco ma lo vedo come una persona tuttosommato pacata e mettersi in TV e cominciare a gridare di spaccare tutto renderebbe l’argomento ostico e sarebbe messo nel dimenticatoio.

Purtroppo serve andare per gradi e non farsi prendere per i fondelli dall’informazione ma contrastarla con dati certi e non urla, concedimi stile Pizzarotti.

Grillo catalizza l’attenzione come Berlusconi ma serve andare oltre e siccome che tutti sappiamo che dietro Berlusconi c’è il nulla non facciamo che dietro Grillo ci sia un’altro nulla.

In quanto a salvarsi in economia basta saper leggere i grafici, non serve molto perchè qualsiasi software utilizza regole già scritte e visibili sui grafici per cui guardandoli intuisci dove andranno nel 90% dei casi. Una buona gestione del capitale di rischio e non c’è bisogno di essere miliardari per salvarsi.

faustino
Scritto il 8 marzo 2013 at 19:15

E guarda caso:
http://www.beppegrillo.it/2013/03/lausterita_sta.html

Dall’articolo di Wolfgang Munchau su Der Spiegel

“Grillo sarà supportato da economisti rispettati. Il Nobel Paul Krugman ha già dialogato in video con Grillo. Il premio Nobel Joseph Stiglitz lo consiglia sui temi economici insieme all’economista francese Jean Paul Fitoussi. Il M5S di Grillo non è una versione sovradimensionata dei Pirati o dei Freie Wahler. I suoi elettori arrivano principalmente dalla sinistra. Grillo rappresenta la protesta contro un establishment che ha somministrato al paese una ricetta economica sbagliata: politicamente non sostenibile e che economicamente non funziona. Grillo è indirettamente il vero capo dell’opposizione in Germania, perché alla fine è stata la politica di Angela Merkel ad aver imposto all’Europa questo riequilibrio asimmetrico. […] Le elite europee non capiscono più il mondo perché non si sono mai confrontate intellettualmente con la grande depressione. E stanno ripetendo esattamente tutti gli errori del passato. Come i loro antenati stanno applicando alla macroeconomia tutte le inutili formule dell’economia aziendale continuando a sottovalutare gli effetti devastanti di tali politiche. Non capiscono il fenomeno Grillo, sia nella sua portata politica che in quella economica. Nel frattempo l’economia italiana continua a crollare. […] A differenza della Germania negli anni trenta, l’Italia resta una democrazia pacifica. Questa è davvero una buona notizia. La storia alla fine ci parla anche di avvenimenti che non si ripetono esattamente. Ma c’è un punto che in questo confronto storico si adatta perfettamente. Allora l’austerità distrusse il Gold standard. Oggi sta distruggendo l’Euro.” Wolfgang Munchau, editorialista del Financial Times

faustino
Scritto il 8 marzo 2013 at 19:21

E all’assemblea del PD di mercoledì 6 marzo Renato Soru parlando di economia si è riferito a Stigliz e Krugman come ipotetici consiglieri del M5S definendoli come non due stronzi qualunque. :mrgreen:

icebergfinanza
Scritto il 8 marzo 2013 at 19:35

dorf001@finanza,

Lascia perdere Messora Dorf sono i nuovi profeti sanno tutto loro. Il sottoscritto e’ stato invitato dall’Ultima Parola ma solo per stare tra il pubblico e fare qualche domandina al momento giusto. Lasciamoli divertirsi con i loro show tanto sono sempre li stessi gira che ti rigira . Abbraccio Andrea

dorf001
Scritto il 8 marzo 2013 at 19:45

faustino@finanza,

senti faustino, stai dicendo una cagata colossale. ma è 1 anno che messora gira sulle tv. possibile che non lo hai mai visto? allora stasera metti su rai 2 e lo vedrai. ok? ha il pizzetto. ti sei perso venerdi’ scorso cosa ha detto. c’era pure bagnai, che ha sotterrato, e ha fatto benissimo quel pirla di fassina. il bocconiano o bocchiniano? pseudo-esperto economico del pd. o meglio del pdb. = partito delle banche. guarda che è 1 anno che sulla rai tv si parla di esfm, fiscal compact, sovranità monetaria, uscire dall’euro e tanto altro. dove sei stato fino adesso tu? in cantina? continua tutti i giorni a scrivermi, anche 10 minuti fa. sai che ieri sera messora era da santoro? e ha martellato la bindi sulla costituzione italiana. di cui la piddina non sa nulla. la gente non è tutta ebete come pensi tu. se glielo spieghi bene e in maniera facile, capisce cosa vuol dire fiscal compact e tutte le porcate che ci vogliono far ingoiare. guarda ma guarda però, 2 video tratti dalla trasmissione su rai 2 l’ultima parola. forse direi di si, l’unica che dice molta verità. no tutta, ma molta si. primo video di molti mesi fa. http://www.youtube.com/watch?v=KWjH5wF7ChM

dimmi: perchè non intervine la magistratura? tutti tacciono? doce è repubblica corriere la stamap il sole? nascosti tutti ehh??? vigliacchi.

secondo video di messora in persona. qui: http://www.youtube.com/watch?v=MnQpgP6EDRE come mai monti no risponde?

forse non hai capito. io non voglio che qualcuno urli. già lo fa grillo e mi ha già stufato.

ho solo detto che, tutta questa roba, queste info, bisognerebbe mandarle in onda tutte le sere alle 20,30 o 21. allora si quei 50 milioni di italiani ignoranti capirebbero finalmente dove sta la verità . tutto qui. gli ho detto che cercasse x quanto può, di far passar dappertutto queste info. chiaro? siccome metà italiani anche di pià, non sà neanche cosa è un pc, sono collegati con quella puttana di tv, e li’ che si gioca la partita. claro?? per quanto riguarda i miliardari anche li no hai capito. sai cosa vuole dire essere nelle m….fino al collo? vuoi che facciamo cambio? dai su sveglia. ri-dico che bisogna che messora fermi grillo sulla questione economia. perchè se grillo ascolta gallagati (economista mainstrream) ci fà morire tutti. dalla padella ala brace. già oggi gira un articolo di bagnai che dice questo. grillo deve ascoltare gli ecomonisti che volgiono aiutare il popolo. no i banchieri. no i poteri forti. claro?? leggi qui allora. GRILLO E L’EUROCRISI: TORNIAMO ALL’AUSTERITA’ DI MONTI ?

di bagnai. link http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11580

comunque finiamo il tutto con una battuta o un video simpatico. quello del PUDE. guarda e ridi… amaro. look http://www.youtube.com/watch?v=ztg4Jk_nNC0

by DORF

faustino
Scritto il 8 marzo 2013 at 20:09

dorf001@finanza,

Comprendo la tua rabbia ma io ho imparato a cercare di non arrabbiarmi troppo. Sono anni che leggo e cerco di apprendere e ti posso assicurare che solo oggi qualcuno, sempre pochi, conoscono la parola spread ma di cambi fissi, Euro, SME a range ridotto, Massa monetaria, inflazione,deflazione ecc ecc il 99,9% degli italiani anzi delle persone nel mondo sono ignoranti in materia economica in quanto non è una scienza ma solo uno studio del passato di cui nessuno spesso concorda sui risultati.

Per cambiare le cose ci vuole consapevolezza da parte della base perchè il vertice è in cima in quanto riesce a soggiogare la base. Se provi ad argomentare i temi che proponi con qualche economista o dipendente delle Banche Nazionali e della BCE ti distruggono in 5 minuti per le conoscenze che hanno del loro mondo.

Solo facendo passare i concetti più semplici puoi riuscire a smuovere gli animi in questo contesto di crisi ma se la crisi fosse come quella del 2008 saresti etichettato come estremista anarchico radicale e cosi fuori dalle balle.

Aspettiamo che si insedino le camere e vediamo cosa succede cosi misuriamo se Messora ha gli attributi per continuare ad essere obiettivo e se Bagnai riuscirà a portare un pò di consapevolezza in più.

Ciao Dorf.

dorf001
Scritto il 9 marzo 2013 at 19:06

faustino@finanza,

ciao faustino. si son d’accordo con te. guarda non è rabbia. non più. però vedi, essere tiepidini parlare sottovoce, non porta a nulla. questo turbo capitalismo fallimentare ci sta portando alla rovina. e io non voglio sta fermo immobile come un pirla, aspettare che tutto crolli. chiedo solo che l’informazione pasi in tv. tutto li. come mai esistono blog come questo di mazzalai? o di bagnai, e di tutti gli altri??? se ci fosse informazione vera in italia, se ci fosse informazione completa nella rai tv, nei giornali, non avrbbero motivo di esistere i blog. ci sono perchè la gente ha sete di informazione! ha sete di giustizia! ecco perchè esistono. il potere, quello vero, non i buffoni politici che contano nulla, son solo marionette, ci vuole totalmente ignoranti. il potere non vuole che tu sappia cosa succede in grecia. allora leggi qua. la situazione. TRE GENERAZIONI NELLA CATASTROFE GRECA

DI JAMES PETRAS
dissidentvoice.org

Mentre la Grecia entra nel sesto anno della peggiore depressione economica d’Europa, con il 30% della sua forza lavoro e oltre il 52% dei suoi giovani senza occupazione, l’intera industria sociale è in disfacimento; il tasso dei suicidi sale alle stelle e l’80% della popolazione va verso il basso. Le relazioni familiari e interregionali sono profondamente intaccate. Incertezza, paura e rabbia provocano ogni giorno proteste di massa. Oltre una dozzina di scioperi generali hanno trascinato i greci, dagli alunni di scuola media fino agli ottantenni, in una lotta disperata per conservare gli ultimi brandelli di dignità e di sopravvivenza materiale.

L’Unione Europea e i suoi collaboratori greci saccheggiano il tesoro, tagliano l’occupazione, i salari e le pensioni, pignorano i mutui sulle case e alzano le tasse. I bilanci domestici oscillano tra la metà e un terzo dei loro livelli precedenti.

In un numero sempre crescente di famiglie, tre generazioni vivono sotto lo stesso tetto, sopravvivendo a malapena sulle pensioni traballanti dei nonni; alcuni sono sull’orlo dell’indigenza. La depressione capitalista prolungata – infinita e in aggravamento – ha causato una profonda rottura nel ciclo vitale e nelle esperienze di vita di nonni, genitori e figli. Questo saggio si concentrerà su di loro per via della loro maggiore familiarità con le loro esperienze di vita.

La frattura tra le generazioni si può capire meglio nel contesto delle “esperienze” contrastanti di tre generazioni: l’accento cadrà sul lavoro, la politica, la famiglia e lo svago.

i nonni I padri I figli leggi qua: http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11583

by DORF

longjohnsilver
Scritto il 15 marzo 2013 at 18:17

Anche se in ritardo mi sento in dovere di commentare alla grande questo articolo che conferma l’andazzo alla deriva dei Piigs che come da progetto mondialista prevede la spaccatura dell’area euro in almeno 2 monete con ampliamento a EST dell’Euro attuale…l’argomento fu affrontato su una rivista francese secondaria più di due anni fa da Madame Garaud,l’eminenza grigia di Mitterand…allego il file dell’intervista per maggiore completezza…putroppo è in francese ma è di facile comprensione… 8O
55-FLASH-GARAUD-MÉCANOPOLIS.pdf
:roll:

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Stoxx Giornaliero Buona domenica a tutti, Stoxx che decide di violare l’estremità inferior
Il momento di debolezza dura poco e la borsa riprende a salire, complice qualche dato macro positi
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Da oggi a Milano il Panettone si lascia "in sospeso", in attesa di essere donato a chi è meno fortu
Arriva in Italia il primo Master post-universitario in Private Banking & Wealth Management. L'
Si è tenuta il 4 dicembre 2019 a Palazzo Venezia a Roma la presentazione dell’edizione 2019 del R
Questo grafico illustra la “magia” e l’unicità del momento. Tutto il sistema è coeso con
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Manca ormai meno di un mese al Natale e la corsa ai regali è già partita, come testimoniamo i risu
Ftse Mib: la fase di correzione dell’indice italiano ha mostrato un po’ più di volatilità il 2