FRANCIA: MOODY’S PIROMANI IN AZIONE!

Scritto il alle 12:06 da icebergfinanza

Abbiamo già visto recentemente come i clowns di S&Poor’s hanno predetto con la gentile collaborazione dei Maya che entro il 2060 il 60 % delle Nazioni sarà in bancarotta, ovviamente con una percentuale di realizzazione della profezia del 60% giusto per rispettare la cabala.

Scommettiamo che entro qualche anno non esisterà più alcuna agenzia di rating?

Oggi non perdiamo più di tanto tempo per comunicare l’ennesimo spettacolo circense dei clowns di Moody’s che con un tempismo di altri tempi fa esplodere una delle baguette francese che gli idioti di Londra hanno messo a loro disposizione miccia compresa.

Nessun problema i piromani americani ormai posso al massimo aspirare alla pirite!

Molteplici sfide strutturali, perdità di competitività, mercato del lavoro asfittico, con la gentile partecipazione di quello dei beni e dei servizi che ovvimente andrebbe privatizzato in toto per questi soloni che se potessero privatizzerebbero anche la loro madre.

Qualche funambolo  si è svegliato scomprendo l’esposizione delle banche francesi all’esplosiva situazione mediterranea, mentre noi attendiamo sulla riva del fiume il cadavere delle banche tedesche, avendo ben presente le difficili condizioni in cui versano le banche italiane esposte al rischio Paese e non al rischio di tre o quattro paesi come avviene per le banche inglesi, tedesche e francesi.

Le inutili e scontate considerazioni di Moody’s sulle nostre banche non sono altro che l’evidenza di una situazione esplosiva che si autoalimenta anche grazie ai piromani inglesi e americani, dietro esplicito suggerimento di qualche fondo azionista che deve far quadrare i conti per fine anno.

Ci suggerisco inoltre una cosa che nessuno di noi aveva sino ad oggi compreso ovvero che la Francia non dispone di accesso riservato ad una banca centrale per finanziare il proprio debito in caso di disfunzionalità dei mercati. Divina interpretazione dell’ovvietà!

Pensate quanto sono pagati questi illuminati per condividere con il mondo intero l’umidità dell’acqua!

Sai in caso di bisogno nel vasetto della nutella, il fondo ESM, non resterà più nulla per lenire la golosità francese.

Sono talmente evoluti nelle loro fesserie che si sono dimenticati di accennare alla vera miccia nascosta nelle baghette francesi ovvero il mercato immobiliare, come più volte accennato ma di questo parleremo a tempo debito.

Ora in attesa che qualche economista votato a fermare il declino suggerisca di tagliare e privatizzare il mondo intero in una spirale che si autoalimenta, attendiamo con serenità la fine di questa esperienza fallimentare!

Attendiamo con ansia l’onore di assistere prima o poi alla comparsa sulla carta straccia dei giornali europei di una foto della Regina Elisabetta con un candelotto di dinamite in bocca, miccia inestata compresa.

A proposito non appassionatevi troppo a queste elezioni ve lo stanno sussurrando in tutte le maniere, ora arriva anche l’altra carta straccia inglese il fainancial taimes  titolando «L’élite economica vuole a tutti i costi che Monti rimanga».

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in fondo alla pagina o in cima al blog. Semplicemente Grazie!

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (9 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +4 (from 4 votes)
FRANCIA: MOODY'S PIROMANI IN AZIONE!, 10.0 out of 10 based on 9 ratings
Tags:   |
4 commenti Commenta
cellula labile
Scritto il 20 novembre 2012 at 12:26

ieri un francese mi ha detto: “Les fonctionannaires sont un peu comme les livres d’une bibliothèque: ce sont les plus haut placés qui servent le moins. “……….purtroppo molte volte è vero!
buona giornata a tutti.
anna

ilcuculo
Scritto il 20 novembre 2012 at 12:40

Dunque cosa serve agli USA:

un USD debole ma che al contempo resti l’unica valuta di riferimento per il commercio mondiale delle materie prime.

Parrebbe un ossimoro eppure…

Ovvero un Euro “forte” ma in posizione ancillare, forte perchè non si avvale (quanto il Dollaro) di manovre di espansione monetaria ma al contempo una moneta non completamente affidabile, con un vulnus permanente, con un peccato originale che non le permette di diventare a pieno titolo valuta di riserva per le grandi banche centrali e valuta di riferimento per gli scambi internazionali, chi sarebbe così pazzo dal costruire un sistema su una moneta la cui esistenza futura è continuamente messa in discussione ?

Direi che ci stiamo comportando molto bene , siamo proprio degli ottimi partner per gli USA , andiamo alla nostra impiccagione portandoci da casa la corda ed il sapone…più di così…

kry
Scritto il 20 novembre 2012 at 15:27

Si non appassioniamoci troppo alle prossime elezioni perchè altrimenti dovremo ascoltare quello che ci invita dorf ovvero di non andare a votare. D’altronde tra il ” ce lo chiede l’europa” e dopo di me non posso garantire gli investimenti esteri cosa potevamo aspettarci. Ancora a febbraio sostenevo che Monti si sarebbe candidato e chi mi rispondeva diceva non che era improbabile ma addirittura impossibile tale eventualità. La verità è figlia del tempo e speriamo che l’inganno non duri in eterno.

italiapersempre
Scritto il 21 novembre 2012 at 19:41

@Cuculo: che gli USA vogliano quello che descrivi lo sappiamo da tempo, che lo ottengano è ben altra storia. Intanto il Cinese trada petrolio in yuan ren min bi e il Russo aspetta l’ Europeo perché sa benissimo che il vero morto è l’ Americano con il suo cugino Inglese.

come dice Andrea, aspettiamo la Sovrana ( loro ) col candelotto di dinamite in bocca ( e al limite vicino mettiamole anche il neo rieletto Primo Presidente di colore della libera e democratica America e bla bla bla… )

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Stoxx Giornaliero Buongiorno a tutti, situazione molto fluida sullo Stoxx, settimana scorsa a
DJI Giornaliero Buona domenica a tutti, nel mese di luglio il primo dei tre facenti parte de
  All’interno del caos politico che ci sta interessando, con teatrini che nemmeno nel
Ftse Mib: l'indice italiano dopo il test di ieri dei 21.000 punti, apre positiviamente in scia alle
Finalmente una bella notizia in arrivo dall'economia reale, mentre un gruppo di ignoranti e inco
Il mitico simposio di Jackson Hole rappresenta da anni un appuntamento quantomai atteso. Come se
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Il mese scorso avevo promesso che avrei elencato alcuni degli errori più banali che mi è capit
Ftse Mib: ieri l'indice italiano ha chiuso bene in scia alle indiscrezioni che vogliono la possibili
Leggendo i verbali dell'ultimo FOMC, Donald Trump non deve aver trascorso una serata felice, la