PSICOPATICI D’EUROPA!

Scritto il alle 13:19 da icebergfinanza

Ve lo ricordate il principio di Peter, no Peter Pan, non la sindrome di Peter, ma il principio dell’incompetenza di Laurence Peter…

“In una gerarchia, ognuno tende a salire fino a raggiungere il proprio livello di incompetenza”.

“Avendo conquistato posizioni nelle quali sono destinati a fallire … cominciano a usare un arsenale di tattiche per dissimulare la loro incompetenza.

Distraggono l’attenzione dai loro errori spostando sistematicamente la colpa su altri.

Amano allegramente mentire sul loro coinvolgimento negli eventi, sono molto  convincenti nell’ incolpare gli altri per quello che è successo e non hanno dubbi  sul proprio valore.

Piano piano ci arrivano anche loro…

Gli sviluppi della crisi dell’area euro «stanno iniziando a interessare anche l’economia tedesca». Lo ha detto il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, nel corso di un intervento a un convegno a Francoforte. «La Germania – ha detto – finora è stata ampiamente al riparo dalle difficoltà che hanno investito altre aree dell’eurozona. Ma gli ultimi dati indicano che questi sviluppi stanno iniziando a interessare anche l’economia tedesca». «La Germania è un’economia aperta e integrata e per questo», secondo Draghi, «non deve stupire che un rallentamento nel resto dell’Eurozona abbia un impatto anche qui. Gli scambi commerciali interni all’area euro contribuiscono per il 40% del Pil della Germania e circa il 65% degli investimenti diretti esteri arrivano da altri Paesi euro». Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/p2mXf

Sono commosso c’è arrivata anche Angelina…

«Stiamo vivendo una grande crisi dell’euro ma rischia di arrivare una crisi ancora più grande se l’economia europea non riuscirà a riprendersi».

Ma  ha anche affermato che …

 «So che ai cittadini greci viene chiesto molto – ha detto – ma va riconosciuto che l’apparato statale greco é troppo grande e che il livello delle pensioni é stato elevato più di quanto sia stato fatto negli altri Stati. Il Sole 24 Ore

Bastava qualche miliardo al momento giusto per risolvere la crisi greca e invece si  è preso tutto il tempo che serviva per far partecipare qualche fesso alla socializzazione delle perdite delle banche tedesche! Mi raccomando non ditelo ai soloni fai da te che vogliono “fermare il declino” perchè non ci arrivano, tempo perso non ci arrivano proprio!

Cosa abbiamo mai fatto di male noi comuni mortali per meritarci la presenza di simili personaggi …L’invito all’austerity per l’Italia arriva anche da Bruxelles. Oggi, il commissario Europeo agli Affari economici e monetari Olli Rehn, durante la presentazione delle previsioni economiche d’autunno della Commissione Europea, ha detto che il Bel Paese “dovrà impegnarsi duramente per contenere il deficit nel 2014, viste,le prospettive di debolezza economica”.

Rehn ha invitato l’Italia a mantenere gli sforzi di austerità, che puntano a ridurre a malapena la “sua montagna di debiti entro il 2014”. E’ quindi importante per l’Italia “proseguire i suoi sforzi di consolidamento fiscale” anche il prossimo anno, ha aggiunto Rehn.

“Economia fragile, si naviga in acque agitate” (…) Si tratterà di un biennio nel quale si navigherà in «acque agitate», è scritto nella nota della Commissione. Il responsabile degli affari economici Olli Rehn ha detto che «il difficile processo di riaggiustamento economico durerà per qualche tempo, anche se lo stress del mercato é stato ridotto non c’è spazio per compiacimenti». Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/p2mXf

Caro Babbo Natale quest’anno non ti chiedo nulla, se puoi però portameli via, lo so non è colpa loro se non ci arrivano, ti prego facci questo regalo!

Concludendo mi sono accorto che c’è molta stanchezza nell’equipaggio, proprio nel momento in cui bisognerebbe cercare di intensificare la Consapevolezza sulle realtà nascoste, sulle alternative possibili veicolandole attraverso la rete, una stanchezza fondamentale per il sistema, una stanchezza dal basso che sta contaggiando anche me, pochissimi commenti, quasi un disinteresse diffuso, sostegno minimo, rassegnazione totale! Molto presto arriverà anche il momento di concludere questo viaggio!

L’analisi dedicata ai sostenitori di Icebergfinanza, ” EPPURSIMUOVE !” è stata inviata. Nei prossimi mesi ci attendono nuovi orizzonti!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in fondo alla pagina o in cima al blog. Semplicemente Grazie!

Tags:   |
3 commenti Commenta
andrea.mensa
Scritto il 8 Novembre 2012 at 22:05

caro capitano
non capisco più se lo fai e se lo sei diventato …….
ma quelli non sono ne scemi ne incompetenti, semplicemente il loro obiettivo no è quello dichiarato.
tu credi veramente che a loro interessi risolvere la crisi ?
La crisi è stata talmente pubblicizzata da apparire ormai un evento naturale, o causato da allieni extraterrestri….. cambia la prospettiva ! essa è stata voluta e viene gestita correttamente !

icebergfinanza
Scritto il 8 Novembre 2012 at 22:32

andrea.mensa@finanza,

Secondo Te caro Andrea è meglio far comprendere a chi non sa nulla di questa crisi che è gestita da avidi psicopatici incompetenti o da killer finanziari e politici, freddi esecutori di un disegno prestabilito…Pensaci abbraccio Andrea

lacassandra
Scritto il 10 Novembre 2012 at 00:34

Andrea, leggi l’incipit dell’articolo. Una scena incredibile degna di un film di Boldi e De Sica!

http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2012/11/9/GEOFINANZA-Ecco-la-bomba-atomica-in-pancia-alle-banche-Usa/336249/

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Il video è la naturale continuazione di quanto abbiamo pubblicato la settimana scorsa. Non vi ant
La tensione inizia a farsi sentire e la volatilità prende piede. Il risparmiatore non è più a
Ftse Mib. Con la brutta partenza di oggi, l’indice si trova al test dei 27.200 punti, il cui brea
IL CHARM Oggi facciamo un approfondimento tornando alle greche. Sappiamo che sono valori che ci a
All'improvviso puffete... si sale con le scale e si scende con l'ascensore! Niente di trascen
OPZIONI E FUTURE 21 GENNAIO Pessime chiusure e mercati trascinati al ribasso dallo squeeze da ric
Alti e bassi, stiamo prendendo coscienza del nuovo mood marchiato 2022 dei mercati finanziari. V
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Niente di interessante da raccontare negli ultimi 2 giorni se non che gli algos, insieme a un ma
Manca solo un giorno alle scadenze tecniche e sulle chain delle opzioni di Gennaio è molto probabil
CONTATORE