GLI PSICOPATICI DI WALL STREET!

Scritto il alle 07:18 da icebergfinanza

Come ho scritto recentemente in CRISI FINANZIARIA PSICOPATICI IN AZIONE su Bloomberg era uscito un piccolo capolavoro, riportato dal WashingtonBlog nel quale si sosteneva che gli psicopatici hanno causato la crisi finanziaria e che lo faranno ancora a meno che non siano rimossi dal potere.

Si rimossi dal potere con le buone o con le cattive!

Gli”psicopatici aziendali” alla guida delle nostre istituzioni finanziarie sono da biasimare [per la crisi finanziaria].Clive R. Boddy, della Business  School di Nottingham presso l’università di  Nottingham Trent ci dice che gli psicopatici sono l’1 per cento delle persone che, forse a causa di fattori fisici  che hanno a che fare con una anormale connettività cerebrale e la  mancanza di coscienza, hanno poche emozioni e  l’incapacità di avere, sentimenti di simpatia o empatia per gli altri.Come risultato finale,  sostiene il professore  in un recente numero del Journal of Business Ethics, queste persone sono straordinariamente fredde,  spietate verso gli altri rispetto alla maggior parte e quindi sono una minaccia per le aziende per cui lavorano e per la società”. Gli psicopatici sfruttano  la natura relativamente caotica della società moderna tra cui il  rapido cambiamento, il rinnovamento costante e un elevato turnover di personale chiave nelle aziende.Tali circostanze consentono loro di ascendere attraverso una combinazione di fascino e carisma , che rende il loro comportamento invisibile e li fa apparire normali sino a sembrare dei leader ideali. Un ambiente stabile avrebbe invece reso visibili ed identificabili gli psicopatici aziendali, indentificabili  come manager indesiderabili a causa della loro personalità egoista egoista e altri difetti etici”. (…) Il problema è iniziato quando questi  incantatori, di fatto hanno preso il potere nelle più importanti istituzioni finanziarie… uomini in grado di influenzare il clima morale di tutta  l’organizzazione di esercitare un potere considerevole.

Prima di proseguire mi sono accorto che c’è molta stanchezza nell’equipaggio, proprio nel momento in cui bisognerebbe cercare di intensificare la Consapevolezza sulle realtà nascoste, sulle alternative possibili veicolandole attraverso la rete, una stanchezza fondamentale per il sistema, una stanchezza dal basso che sta contaggiando anche me, pochissimi commenti, quasi un disinteresse diffuso, rassegnazione totale! Molto presto arriverà anche il momento di concludere questo viaggio!

Tornando a noi, ora troverete sempre qualche imbecille che vi sussurrerà che in generale i mercati sono una medicina necessaria, sono un antidoto o meglio una vaccinazione di massa per fermare le epidemie di massa pubblica. Il problema è capire se serve veramente iniettare nel paziente, l’economia reale, un vaccino ormai scaduto, deteriorato, manipolato, un vaccino letale.

La reazioni di ieri dei mercati è stata chiarissima e prevedibile, nell’ultima analisi dedicata si accennava ad attendere l’evoluzione di questa settimana, prima di esplorare nuovi orizzonti, non tanto per le idiozie del fiscal cliff o delle fesserie delle agenzie di rating, il messaggio è chiaro, Obama non deve farsi strane idee, non deve sognarsi minimamente di toccare  una certa finanza.

Lasciamoli sfogare poi torneranno docili, docili, a seguire le indicazioni di babbo natale Bernanke!

Senza fare nomi ho letto in giro le solite analisi da sudditanza pura sulle cause della reazione dei mercati, si quelli che bisogna sempre ascoltare, quelli ai quali bisogna sempre chiedere il permesso per fare qualcosa come dice il professore che ha un feeling particolare con i mercati.

Comprendo l’esigenze degli addetti ai lavori o meglio di coloro che vivono esclusivamente di finanza, di difenderla da questa o quella tassa, di diffenderla da questa o quella regolamentazione, in fondo non si può pretendere che qualcuno sputi nel piatto in cui si ingozza quotidianamente!

Alcune ricerche dicono che gli psicopatici a Wall Street o nella City siano uno su dieci ma io ho l’impressione che siano molti ma molti di più. DI persone con seri disturbi di personalità nel mondo finanziario e non solo ve ne sono a migliaia, schizoidi, paranoici, istrionici, narcisi tutta gente bordeline, che sta amministrando il nostro fallimento!

Il secondo mandato di Obama deve essere rivolto a regolamentare questo manipolo di psicopatici che ha in mano la sorte delle Nazioni, diversamente sarà un fallimento globale, perchè qualunque riforma sarà spazzata via dai terroristi della finanza mondiale.

Il buon Renzi dice che bisogna parlarci con la fiinanza, anche Alcide De Gasperi lo sosteneva ma parlava di una certa finanza, non quella attuale formata da uomini spesso disturbati il cui unico obiettivo è …ama il profitto e fotti il prossimo.

Certo ci vuole pragmatismo, bisogna parlare con chi ti punta quotidianamente una pistola al cervello, lo punta al cervello delle Nazioni, ma c’è un limite oltre il quale si rischia grosso, si rischia di vedere qua e la banchieri impiccati per le strade come diceva Roubini o il sindaco di Londra.

Michael Moore ha suggerito ieiri ad Obama di far pagare le banche e Wall Street, sei tu il boss e non loro, rendi l’istruzione accessibile a tutti e non permettere che un ragazzo di 20 anni abbia già un debito sulle spalle che lo accompagnerà per tutta la vita.

Il debito è la loro arma, non quello sostenibile, la stanno puntando al Vostro cervello. Non manca poi molto, lo dice la storia, al momento nel quale quell’arma verrà utilizzata per uccidere qualcuno!

L’analisi dedicata ai sostenitori di Icebergfinanza, ” EPPURSIMUOVE !” è stata inviata. Nei prossimi mesi ci attendono nuovi orizzonti!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in fondo alla pagina o in cima al blog. Semplicemente Grazie!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.1/10 (15 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +14 (from 14 votes)
GLI PSICOPATICI DI WALL STREET!, 9.1 out of 10 based on 15 ratings
Tags:   |
33 commenti Commenta
reragno
Scritto il 8 novembre 2012 at 10:30

Caro Andrea siamo tutti disorientati da quello che succede e tutti delusi da come questo mondo viene governato e gestito come fosse un’azienda che deve solo produrre utili.

Ma tu sei il mio faro, ti leggo per capire cosa succede. Mi serve per la mia vita e il mio lavoro.
Per favore non abbatterti. La partita si sta facendo durissima e vedrai che i duri ( ovvero gli Italiani di buona volontà ) giocheranno e vinceranno questa partita come nel film quella sporca ultima meta.

Ci hanno piegato, ma non ci hanno spezzato.
Il tuo blog è essenziale in questa dittatura dell’informazione.

marcooooo
Scritto il 8 novembre 2012 at 10:34

condivido in pieno, solo che purtroppo chi dedica tempo all’informazione dovrebbe essere remunerato..e qua siam tutti squattrinati / preoccupati… possibile che non ci sia modo di riconoscere il merito ?

leccio781
Scritto il 8 novembre 2012 at 10:36

Carissimo Andrea,
un grazie infinito per la tua opera che ha reso e rende consapevoli ed informati tutti coloro che hanno voluto leggerti… e come si fa a non essere sconfortati, dopo essere divenuti consapevoli, nel constatare giorno dopo giorno l’avvitarsi di questa crisi, generata ed aggravata da chi riesce comunque a trarre profitto in tutte le circostanze e sempre a scapito di tutti gli altri,( ne più ne meno di come d’altronde è successo in ogni tempo e luogo laddove la società umana è stata presente); come si fa a nutrire una speranza quando, quotidianamente, laddove si può, vengono prese decisioni dettate solo dall’interesse di pochi (i soliti) a scapito di quello che a me sembra l’interesse generale, per di più in un paese come il nostro, con mille problemi strutturali, culturali, di organizzazione ecc. ecc. ?
Nel mio piccolo, con tutti quelli che incontro, avvio la discussione sui problemi e sulla realtà socio-antropologico-culturale-economico-finaziaria ed invito tutti a frequentare icebergfinanza, però la gente (anche io quindi) nel migliore dei casi capisce che andando avanti così non si va da nessuna parte, però non sa cosa fare, si sente impotente, è disillusa, ha qualcosa da perdere per muoversi decisamente, ha paura, é isolata, nel peggiore dei casi pensa ancora che il calcio o le veline o quello che gli pare sia la cosa più importante al mondo e sembra vivere…inconsapevolmente ignara dei pericoli e delle manovre in corso (forse per questo meno angosciati però); la visione di Prezzolini sui fessi ed i furbi sembra essere attualissima.
Occorrerebbe organizzarsi, passare all’azione, ma intorno a chi, in che modo, con quali obiettivi ?
Costatando il successo di Grillo, fondato solo su battute e spot e buona esposizione mediatica, sembrerebbe fattibile ma….come?
Complimenti a Reragno, di cui condivido in pieno l’intervento, per la sinteticità e la completezza del messaggio !
A proposito ho proposto al Preside del Liceo frequentato da mio figlio di organizzare un incontro tra te e gli studenti e professori della scuola; semmai decidessero di organizzare davvero l’incontro sei disponibile a venire a Perugia?
Gian Luca

mannoz
Scritto il 8 novembre 2012 at 10:47

io ti rinnovo i miei complimenti per la competenza , passione e tenacia con cui curi questo blog…

Ti ammiro molto.

primoratore
Scritto il 8 novembre 2012 at 11:33

grazie andrea per l’impegno e la competenza.
il problema è nella mancanza di fiducia verso la nostra classe politica.
stanno varando una legge per blocare beppe grillo (non che apprezzi grillo) ma come al solito vaticano, massoneria, e lobbies ci tolgono la possibilità di scegliere da chi farci governare.
daltronde non esiste un grande partito in italia iscritto al partito socialista europeo quindi la medicina liberista ci toccherà di sicuro.
spero che i tedeschi votino il partito social democratico ormai bisogna sperare nella saggezza degli stranieri perchè la stoltezza degli italiani è ormai conclamata.
ricordando mattei olivetti pertini spero che nelle prossime generazioni maturi il germe della consapevolezza intanto mi sono iscritto al partito pirata.

cellula labile
Scritto il 8 novembre 2012 at 11:44

F. Pessoa:
Esiste una stanchezza dell’intelligenza astratta ed è la più terribile delle stanchezze. Non è pesante come la stanchezza del corpo, e non è inquieta come la stanchezza dell’emozione. È un peso della consapevolezza del mondo, una impossibilità di respirare con l’anima.

e poi…….

tutti sognano, quello che distingue le persone le une dalle altre è la forza di farcela o di lasciare che sia il destino a farla noi.

un abbraccio

ilcuculo
Scritto il 8 novembre 2012 at 12:35

Qualche settimana addietro avevi scritto un post ricordando come in epoche remote non era inusuale una cancellazione dei debiti che i privati avevano contratto con “lo stato” .

Poi ho pensato per alla FED che ha monetizzato una enorme quantità di debito USA creando moneta ed acquistandolo nei vari QE.

Quindi adesso il governo ha avuto dalla FED il denaro necessario per “sostenere” l’economia ma il debito pubblico è significativamente cresciuto.

Cosa succederebbe se la FED dicesse che “sterilizza” una parte dei T-Bill in suo possesso ?
Ovvero che “li cancella” li distrugge come si faceva al tempo degli assiri rompendo le tavolette su cui era iscritto il prestito?

Chi ci rimette? quali meccanismi si metterebbero in moto ?

Ovviamente gli USA dovrebbero garantire che per i T-Bill in mano a chiunque , tranne la FED , il debito sarà sempre e comunque onorato.

Immagino che comunque questo innescherebbe una svalutazione del USD ma fino a che punto ?

E se contemporaneamente facessero lo stesso la BOJ, BOE, BCE, BOB …

Resterebbe fuori solo la BOC che non avrebbe alcun interesse a fare questa operazione.

Sto delirando ?

stanziale
Scritto il 8 novembre 2012 at 12:47

Cuculo, la domanda che hai fatto la avevo gia’ posta io, ed Andrea aveva risposto, piu’ o meno, che poi dovrebbero andare a nascondersi dalla gente inferocita….se pero’ effettivamente arrivassero a fare queste operazioni, mi pare (sbagliero’ di sicuro) che ci sia differenza tra le altre banche centrali e la Bce, che NON ha fatto le operazioni di Qe puro, grazie a quegli idioti dei tedeschi. Insomma gli americani giapponesi e inglesi si troverebbero il debito pubblico dimezzato e noi no. Boh, puo’ darsi che mi sbaglio.

stanziale
Scritto il 8 novembre 2012 at 13:01

Andrea dice bene quando spera in un colpo d’ala degli americani. Visto che sopra lo abbiamo disturbato , tanto vale anche chiedergli, se ci vuole rispondere, come vede Renzi, che ha appunto citato. Io comunque in questo momento propenderei per associazioni-comitati come quelli che stanno proponendo nei siti voci dalla strada e tempesta perfetta. Ricominciare dal basso e da zero, tipo i carbonari. Noto una certa somiglianza tra il regime degli austriaci del 1800 e quello di ora bildelberg-trilateral-gruppo dei 30 ecc. , che tutto controlla (forse era meglio Radetzky)…

icebergfinanza
Scritto il 8 novembre 2012 at 14:13

stanziale@finanza,

Depurami il programma/pensiero di Renzi da alcune idiozie che provengono dai suoi consiglieri economici tra cui Zingales e sono con lui.

stanziale
Scritto il 8 novembre 2012 at 14:40

@Iceberfinanza. mmhh…bisogna ammettere che sentire parlare Renzi ti convince. Posso dire, siccome abito vicino a Firenze, che alla guida della citta’ ha dimostrato un buon senso che lascia ben sperare. Ad esempio , prima se lasciavi la macchina la notte delle pulizie la portavano via e dovevi pagare multa e carro attrezzi, ora invece la multano e basta…c’era una via di circonvallazione con un autovelox assurdamente a 40 km, lui l’ha aumentato…hanno rilasciato alcuni condoni edilizi uniformandosi alla maggior parte delle alter regioni, evitando chissa’ quanti ricorsi al tar… piccole cose, per carita’, che pero’ denotano buon senso e vicinanza con la gente. Si spera che il suo dichiararsi per Monti sia una mossa tattica(uguale a prendere la tessera del partito nel ventennio)…..ovviamente centra ben poco con i vecchi trinariciuti del pd, con i quali dovra’ dividersi….

ilcuculo
Scritto il 8 novembre 2012 at 15:34

stanziale@finanza,

Forse ho capito male ma la tua idea era che tutto il debito venisse “svalutato”, quinid anche quello in mano agli investitori privati, stati esteri, fondi pensione e quant’altro, ovvero abbastanza per dar fuoco al palazzo.

Io invece mi domando quali sarebbero a livello contabile e finanziario gli effetti di una sterilizzazione del debito pubblico posseduto da una banca centrale.

Se lo fa una sola banca centrale sicuramente porta ad una forte svalutazione della sua moneta, se lo fanno di concerto molte banche centrali semplicemente spostano lo 0.

Certo si può pensare che i paesi esportatori di materie prime decidano di alzare i prezzi, ma a quel punto non possono certo pensare che la sola Cina assorba tutto e quindi alla fine dovrebbero riprendere a vendere le loro materie prime in cambio di dollari “virtualmente” svalutati, ma svalutati rispetto a cosa ?

Si potrebbe pensare che l’oro andrebbe alle stelle, ma il valore di tutto l’oro del mondo è alla fine “poca cosa” comparato con i flussi finanziari ed il PIL globale.

In pratica se i titoli di stato come il denaro si può creare dal nulla altrettano li si può far sparire.

Quindi …?

gnutim
Scritto il 8 novembre 2012 at 17:35

CIAO ANDREA, non sono abituato a scrivere grossi post, ho però l’impressione che questa calma apparente sia stata appositamente ricercata dai famosi psicopatici per calmare le acque e affilare le armi.
ora le persone sono più propense al rischio e a coprare debito perchè rende bene ed è meno volatile.
quindi è proprio ora che si potrebbe ri-scatenare le forze della speculazione in modo da ingolosire le persone e poi far franare tutto come prima.

Vedrai come si ricomincerà a scrivere e commentare…
spero non sulla pelle dei soliti risparmiatori.

gnutim
Scritto il 8 novembre 2012 at 17:44

stanziale@finanza,

io scrivo a renzi e gli avevo scritto che la sua vicinanza a monti non era in sintonia con il suo dire ovvero meno tase e più spesa pubblica

Mi ha risposto che monti ha fatto quello che doveva fare ma il suo tempo ora è finito.

E’ una risposta molto “politica” con ciò lo valuto comunque meglio di tutti gli altri politici che rimangono in italia.
Certo che se non fosse in quel pulcioso partito…

umilmente

stanziale
Scritto il 8 novembre 2012 at 17:52

@cuculo. La prima ipotesi , cioe’ che tutto il debito venga svalutato, ovviamente lo stanno gia’ facendo un po’ tutti piano piano, certo la bce molto meno, la situazione pero’ potrebbe sfuggirgli di mano per qualche evento imprevisto(default di una banca) e potrebbero essere costretti ad una bella accelerazione in una notte, chiaramente se lo fa ad es. il dollaro gli altri gli vanno dietro. In alternativa l’ipotesi che mi ero posto era esattamente la tua, sterilizzazione del debito in mano ad una banca centrale, e la differenza tra la bce e le altre. In qualche maniera, alla fine, ci dovrebbe essere un riequilibrio tra i bilanci degli stati pieni di debiti e quelli dei privati pieni di soldi. Cosi’ dicono alcuni economisti e la logica, credo.

dorf001
Scritto il 8 novembre 2012 at 19:19

per carità di DIO lasciate perdere renzi. è pericoloso. quelli bonini bonini sono i più pericolosi. vedi prodi. tutti i finti giovani del PD sono il nulla. tipo renzi. tipo serracchiani, tipo fassina e gozi sono da evitare come la peste. tutti amici fino alla morte di quel vecchio marcio 92 enne di milton friedman. supportato fino allo spasimo da zingales giannino guacirin e tutta quella schifezza immonda di economisti venduti.

dobbiamo uscire subito da queste europa. o vogliamo morire senza fare nulla? almeno fatela per i vostri figli. o non ve ne frega niente pure di loro? qui una bella intervista. della serie: ce lo chiede l’euopa. qui http://www.youtube.com/watch?v=gEhZMldT-FE&feature=youtu.be

poi se volete il 1 dicembre fanno una conferenza a pescara. leggi qui http://www.bagnai.org/

vedi i nomi dei relatori.

vedete le cose difficili dove non ci sono. intanto sapete no, che nonno napolitano vuola fare un bel imbroglio. come mai ha paura che si voti in dicembre? cioè prima? come mai? e ha sempre su quella bocca falsa come giuda la parola le’uropa ce lo chiede. i mercati ce lo chiedono. e che l’euro è irreversibile? e cheninfine dobbiamo morire tutti di tasse e di virai EFSM o come diavolo si chiamano!!! tanto mica paga lui. quindi 3 cose. si fa saltare il banco.

1) non votare mai più. non votare in massa. astensione all’80%. se proprio non ce la fate, votate grillo allora.
2) visto che i giornali e tv vi prendono in giro dalla mattina alla sera, non dovete più comprarli. fate il passa parola ai vostri conoscenti.

3) la cosa più importante di tutte. ritirate tutti i vostri soldi dalla vostra banca. ve li devono dare. sono vostri. voglio poi vedre come fanno a creare i sodli dal nulla, se gli manca una piccola base di denaro vero, contante. cioè la riserva frazionaria obbligatoria del 2%.
sono peggio degli squali. quinidi dovete tirargli via l’acqua, e non potranno più respirare. qui è guerra! lo capite si o no?

ma la colpa è vostra. finchè sarete attaccati all’idea egoistica dell’interesse, non lo sconfiggerete MAI il nemico banca. è chiaro?

quindi basta piangervi addosso e fate queste 3 semplicissime cose. le può fare anche un bambino. quindi anche voi adulti egoistelli. capito? ciak: azione!

by DORF

kry
Scritto il 8 novembre 2012 at 21:05

dorf001@finanza,

—-ma la colpa è vostra. finchè sarete attaccati all’idea egoistica dell’interesse, non lo sconfiggerete MAI il nemico banca. è chiaro?——- Ottimo concordo con te, oggi in altro blog ho scritto così: Il problema maggiore e che gli stati e molti privati sono indebitati, indebitati verso un sistema bancario che ha creato dal nulla denaro virtuale e gli interessi per questi debiti sono stati trasferiti dall’economia reale. La finanza fa parte dell’economia ma fino a quando la finanza la farà da padrona e soprattutto influenzerà a proprio piacimento l’economia abbiamo voglia di trovare delle soluzioni utili per tutti o anche solo per quelli che ancora hanno buona volontà di fare.

silvio66
Scritto il 8 novembre 2012 at 21:12

Mi associo con piacere agli incoraggiamenti ad andrea per il proseguimento del blog.
Mi allaccio alla curiosità del cuculo sulla simpaticamente detta sterilizzazione del debito. Esiste, e si riassume nel rapporto debito/pil. L’aumento del debito in se non è un problema. Al contrario se è accompagnato da una paritetica crescita del pil, significa che le risorse prese a prestito col debito sono state utilizzate al meglio. Anche il conseguente aumento dell’inflazione non inficia più di tanto. Il problema si manifesta al contrario quando il rapporto debito/pil cresce. Per questo gli economisti moderni si soffermano più sul rapporto debito/pil che solo alla dilocazione ed entità degli stessi. Ricordo che il debito è solo una faccia della medaglia, in quanto al debito corrisponde il credito. Basterebbe prendere i dati del credito e tutto ci apparirebbe più ricco e stabile. Da questo considerare il debito in rapporto al pil appare più significativo e correttemente applicato, ossia in diminuzione, produce, in un certo senso, la simpatica sterilizzazione del debito. E al diavolo l’inflazione ripeto, che se non eccessiva, è un effetto assorbibile.
Concordo inoltre sul fatto che in italia ci sono ampiamente le risorse umane di eccellenza che ci porteranno avanti.

giobbe8871
Scritto il 8 novembre 2012 at 22:26

dorf001@finanza,

e bravo Dorf.

Ma come si fa a non capire che Renzi sta bluffando ? :lol: :mrgreen:

giobbe8871
Scritto il 8 novembre 2012 at 22:27

Renzi è come Carlo De Benedetti l’ha definito, cioè il Berlusconi di sinistra. :mrgreen:

giobbe8871
Scritto il 8 novembre 2012 at 22:28

…dobbiamo uscire subito da queste europa. o vogliamo morire senza fare nulla?

Italia Giovane Italia

No al Sacro Romano Impero Germanico

giobbe8871
Scritto il 8 novembre 2012 at 22:30

Non esiste l’Europa

giobbe8871
Scritto il 8 novembre 2012 at 22:32

La Germania non uscirà mai dall’Euro, bonariamente e spontaneamente

icebergfinanza
Scritto il 8 novembre 2012 at 22:50

stanziale@finanza,

Non è Renzi che non convince, sono le cattive amicizie che frequenta, qualche consiglio di troppo sbagliato secondo la mia modesta e umile opinione, soprattutto quando è cosi ingenuo di fare da cassa di risonanza a finanzieri o speculatori in cerca luci della ribalta

icebergfinanza
Scritto il 8 novembre 2012 at 22:52

leccio781@finanza,

Disponibilità assoluta, per parlare con i Ragazzi ci verrei a piedi. Andrea

icebergfinanza
Scritto il 8 novembre 2012 at 23:04

marcooooo@finanzaonline,

mannoz@finanza,

primoratore@finanza,

cellula labile@finanza,

reragno@finanzaonline,

Un abbraccio a tutti con il cuore! Il riferimento e lo sfogo era soprattutto rivolto alla quasi assoluta mancanza di interesse da parte di molti di alcune alternative possibili a questo sistema, non fantascienza o utopie, ma proposte o progetti che se condivisi e veicolati potrebbero avere effetti importanti sulla società. E’ importante cercare di informarsi per difendersi da questo sistema, per difendere i propri risparmi, ma solo cosi servirà a ben poco, perchè resteranno solo macerie se non diamo voce alla parte sana e virtuosa di questo Paese e credetemi è molta di più di quello che la nostra immaginazione riesce a comprendere. Probabilmente io sono un fesso e lo resterò sino alla fine nella convinzione che è possibile un cambiamento, ma è più forte di me crederci, non posso non credere in un sistema dove la cooperazione sostiuisca la competizione, dove la gestione del bene comune sostiuisca lo sfruttamento del bene comune.
Non mi arrenderò tanto facilmente ma sono stanco, molto stanco e probabilmente ho bisogno di depurarmi dalle scorie tossiche assorbite in questi sei lunghi anni. Un abbraccio a tutti Andrea

tommaso68
Scritto il 8 novembre 2012 at 23:56

Un sincero grazie ad Andrea per il fantastico lavoro che mette a nostra disposizione…sei da parecchio tempo una delle mie letture preferite sul web..
Spero anche io (da ottimsita convinto) che il cambiamento che invochi sia possibile e fattibile…il primo passo forse lo potremo fare con le prossime politiche..
Un caro Saluto

tommaso68
Scritto il 9 novembre 2012 at 00:05

dorf001@finanza,

Condivido e apprezzo il tuo intervento, estremo, ma necessario. non sarei d’accordo in toto sull’astensione, ma sarebbe un bel segnale forte.
Una possibilità al M5S glielà daro’ pure io, ne ho date a tutti gli esseri che popolano il parlamento dal 1990, e non avevano nè l’onesta, nè i programmi del movimento di Grillo.
Uscire dall’Euro sarebbe durissimo e potremmo farlo solo con un governo capace e determinato, ma vi ricordate cosa accadde dopo che il Primo ministro Papandreu lo propose in Grecia? nel volgere di poche settimane lo sostituirono con uno più diciamo “Europeista” :roll:
Nell’ipotesi (lontana temo) l’m5s andasse al governo e proponga il suddetto referendum chissà che trattamento gli riserverebbero per destabilizzarlo..

dorf001
Scritto il 9 novembre 2012 at 00:18

icebergfinanza,

stai attento capitano. non ti devi assolutamente fidare di gente come renzi. sono subdoli e falsissima. vediamo un pò chi è, e cosa combina.
MATTEO RENZI: IL CANDIDATO MANCIURIANO CHE ARRIVERA’ CON IL CAVALLO BIANCO ?

Le sue amicizie pericolose con Ledeen

Durante questi anni di osservazione del primo cittadino fiorentino, abbiamo progressivamente intravisto in lui le impronte del profilo dispotico e narcisista. Un Nerone dei tempi moderni, un disinvolto utilizzatore delle leggi, del ricatto, della minaccia; un utilizzatore straordinario del metodo del doppio standard: imputare e rimproverare agli altri ciò di cui egli stesso è stato disinvolto utilizzatore, dall’uso arbitrario delle leggi, alla gestione improvvida delle risorse pubbliche. Lo stiamo vedendo anche in questi giorni: chiede che alle primarie del centro-sinistra possano partecipare tutti i cittadini, di qualsiasi orientamento politico, perché – accusa strumentalmente – altrimenti si ricorre a “pratiche staliniste” di schedatura dei cittadini! Ma come, proprio lui che si ispira al Pd statunitense, accetta di lasciare aperta la possibilità che uno stesso elettore voti prima per un partito/coalizione e poi per l’altro/a?…..

Ledeen, famoso per il libro “Fascismo universale” è già stato persona non grata in Italia; sono noti i suoi collegamenti con la Loggia P2 ed il Sismi, e le sue simpatie fasciste, dannunziane e guerrafondaie. Nel 2002 egli afferma: “La potenza formidabile di una società libera dedicata ad una sola missione è qualcosa che [i nostri nemici] non riescono a immaginare … La nostra vittoria inaspettatamente rapida in Afghanistan è il preludio di una guerra molto più vasta, che con tutta probabilità trasformerà il Medio Oriente per una generazione almeno e ridefinirà la politica di molti paesi più vecchi in tutto il mondo». Quindi, Ledeen profetizzava già nel 2002 la stagione di destabilizzazione del Medio-oriente che ha riguardato tutto l’ultimo decennio ed è ancora lungi da finire. Alla faccia dell’ex sindaco Giorgio La Pira che tanto lavorò per la pace in Medio-oriente ed a cui Renzi dice di ispirarsi!

Da quasi trent’anni Ledeen è il protagonista di alcuni degli episodi più spettacolari dello spionaggio, che vanno dallo scandalo Iran-Contra, alle operazioni di insabbiamento per proteggere i mandanti della Strategia della Tensione in Italia, compreso l’assassinio di Aldo Moro e il massacro della Stazione di Bologna, al Billygate che costò la rielezione a Carter. Sempre a lui sono riconducibili le prove false relative alle fantomatiche armi di distruzione di massa che Saddam Hussein avrebbe posseduto e grazie a cui è stata avviata la seconda guerra contro l’Iraq……

Follow the Money – Seguite i Soldi

Seguiamo i soldi e le relazioni. Il Corriere fiorentino[2] documenta di una cena, tenuta nei primi del 2012, in un lussuoso hotel di Milano con una nutrita compagine di imprenditori in cui non hanno mancato la presenza due uomini indicati come molto vicini a lui, l’ex assessore Giuliano da Empoli e il fidato Marco Carrai che erano reduci da una visita negli Stati Uniti, dove erano volati per stringere accordi con importanti ambienti finanziari. Quali, ci viene da domandare e in cambio di che cosa?

Nell’articolo pubblicato su Il Foglio “Chi scende in camper”[3] si apprende chi sono gli uomini del candidato presidente. Proviamo ancora a seguire i soldi e gli interessi.

Marco Carrai è l’uomo di fiducia, tesse rapporti col mondo finanziario e assicura i contatti con la nobiltà fiorentina, è legato a Comunione e Liberazione, rimandiamo ad un profilo dettagliato su La Nazione Firenze[4] Carrai è amministratore delegato di Firenze Parcheggi, siede nel board della Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze, ma è presente in tanti consigli direttivi, come ad esempio L’Associazione Culturale Pinocchio di Carlo Lorenzini[5], di cui vi invitiamo a scorrere i nomi dei soci per trovare conferme di questa analisi. Egli è membro anche dell’associazione noprofit Eunomia, in cui ricopre la figura di responsabile relazioni esterne per la promozione e la realizzazione di attività formative; un canale questo che alimenta il salotto buono delle relazioni internazionali, e che ha visto sin dalla prima edizione del 2005 la partecipazione di Micheal Ledeen, come qui alleghiamo[6]…..

Il non-programma politico di Matteo Renzi

Renzi stesso non lo ha definito un programma, introducendo le 26 pagine che dovrebbero rappresentare il suo manifesto politico, ma che di politico hanno ben poco. A leggere questo documento non si scorge affatto quella novità e quella freschezza, che Renzi sembrava promettere con il suo giovane viso. A leggerlo bene, questo documento porta una serie di formule liberiste che di nuovo hanno ben poco, accanto a qualche slogan e molta ideologia. Si rimane delusi a sfogliare quelle poche pagine scarne di idee e Renzi stesso sostiene che:” Qui non troverete né proclami, né promesse, perché la formula magica per risolvere i problemi dell’Italia non esiste” e ancora “Ecco perché non ha senso proporre l’ennesima ricetta calata dall’alto. Quel che serve è un’occasione per mettere in rete le migliaia di idee e di esperienze che fanno dell’Italia un Paese molto migliore di come ce lo raccontano i media e la politica”. A questo punto la domanda che viene spontanea è: ma Renzi ha una idea di come portare fuori l’Italia dalla crisi o vuole agire solamente da “collettore” di idee? Questa maniera di scimmiottare la “democrazia dal basso” di stampo grillino non ci sembra affatto sinonimo di leadership, né tantomeno una qualità per un futuro aspirante premier…..

Un bilancio su Matteo Renzi politico c’è già… purtroppo!

“Dove passa lui, resta solo terra bruciata!”. È questo il giudizio di diversi esponenti del Pd toscano che lo hanno visto all’opera in Provincia e poi al Comune di Firenze.

Della sua azione alla Provincia di Firenze, si ricorda il Genio fiorentino (sparito nella successiva gestione), la creazione di Florence Multimedia (che sostituirà il canonico ufficio stampa, arrivando a costare dagli iniziali 600mila euro del 2006 ai 4,5milioni di euro nel solo 2008!) ed una strada a grande comunicazione come la Fi-Pi-Li, rinnovata nel nomen – “Fipilissima” (!!!) – , più che nel manto stradale costellato di rifacimenti a pioggia durante tutta la legislatura provinciale di Renzi. Per la sua opera di “servizio alla comunità” – come Renzi sostiene debba tornare ad essere la politica (ed avrebbe ragione se anche ne desse prova concreta) – grazie al dossier superdocumentato[9] del sen. Achille Totaro (Pdl) e del consigliere provinciale Guido Sensi (Pdl), l’aspirante premier diviene famoso a Firenze col nome di “Renzino spendaccino”. Non è un caso che la Corte dei Conti della Toscana – che già lo ha condannato per danno erariale – stia indagando su circa 20milioni di euro di spese effettuate dalla Provincia di Firenze con a capo Renzi, ed il Ministero abbia avviato un’azione ispettiva[10]…..

L’altro slogan renziano – quello della città più coraggiosa, ossia capace di fare opere infrastrutturali – ha comportato invece la totale immobilizzazione di ogni opera su Firenze: dalle linee 2 e 3 della tramvia, all’allargamento dell’aeroporto fiorentino, alla tangenziale sotterranea nord-sud per lo sviamento delle auto dall’attraversamento della città, alla Cittadella viola, ai lavori per l’alta velocità ferroviaria (tutta roba che Renzi aveva promesso come prioritaria).

Così, Renzi si è dimostrato un fenomeno a decidere male ed a non tornare indietro, a chiudere, abbattere, ma non a creare. Renzi ha pensato molto al salotto buono della Città – le strade dello shopping di lusso nel centro – ma si è dimenticato di rinforzare le fondamenta della stessa. Con Renzi Firenze è diventata ancor più una città dormitorio per turisti, adatta a chi ha da passeggiare la domenica, ma non a chi deve lavorarvi gli altri giorni, insediarsi per fare impresa (visto l’aumento delle tasse), mettere su famiglia.

Fonte: http://www.movisol.org
Link: http://www.movisol.org/12news193.htm
28.09.2012

qui tutto l’articolo http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=10895

n.b. state lontani da questi individui. sono contagiosi, peggio dell’ebola.

hei giobbe ti dispiace rimettere quella lista di nomi buoni x un futuro buon governo, che hai messo 1 mese fa?

1) nino galloni 2) bagnai 3) mazzalai…..4) continua tu la lista please.

by DORF

ilcuculo
Scritto il 9 novembre 2012 at 08:47

silvio66@finanza,

Silvio,

non è quello di cui stavo parlando, quello di cui stavo parlando è l’eliminazione della contropartita del debito alla creazione di nuova moneta, in condizioni speciali e regole definite.

Oggi la creazione di moneta da parte di una banca centrale si associa con la creazione di un equivalente stock di debito che pesa in termini di interessi sul popolo del paese che lo emette.
E’ abbastanza evidente che questo apre un’autostrada alla speculazione visto che una variazione di 1 punto degli interessi a servizio del debito , in un paese come l’Italia significa drenare 1,2% di PIL dall’ economia, ovvero recessione sicura. Quindi aumento del rapporto Debito/PIL e così via fino all’inesigibilità del debito.

Ora il debito in mano agli investitori deve essere “sacro” non si può chiedere ad un privato di investire il proprio risparmio in un paese che possa liberamente decidere di non onorarlo , cosa diversa è il debito verso la banca centrale.

E’ chiaro che l’immissione di nuovo denaro nel sistema dietro “garanzia” dell’emissione di debito vincola il paese a politiche “responsabili” altrimenti è come se il ogni mattina invece di andare a lavorare mi stampassi un po’ di banconote con la mia inkjet e andassi a spenderle, è chiaro che se posso farlo io lo può fare chiunque e quindi tempo due giorni non troverei nulla da acquistare con i miei foglietti di carta stampati visto che nessuno lavorerebbe.

Nondimeno in situazioni speciali e condizioni concordate si potrebbe “sterilizzare” una parte del debito in mano alle banche centrali, almeno per quanto riguarda gli interessi (che sono di fatto il vero onere) la mia domanda è : chi avrebbe lecitamente il diritto di opporsi ad una simile manovra di politica monetaria ?

In Europa si oppone la Germania virtuosa perchè trae enorme vantaggio dallo squilibrio sui rendimenti dei titoli di stato (a proposito negli ultimi due gg lo spread è aumentato solo perchè il Bund ha ulteriormente ridotto il suo rendimento vicino ai minimi storici) creadno un gap di competitivieà a favore del suo sistema paese, fottendosene del sistema Europa, finchè dura.

Ma in US dove sono sul ciglio del fiscal Cliff perchè non possono farlo ? e in Giappone dove il governo trattiene un’enorme mole di debito pubblico che non rende nulla a garanzia delle future pensioni, ma contemporaneamente soffre per uno Yen sopravvalutato che strangola le sue esportazioni ?

kthrcds
Scritto il 9 novembre 2012 at 11:59

Mi associo a quanti esprimono solidarietà a Mazzalai, sottoscrivendo le parole di reragno (8 novembre 2012 alle 10:30), che a mio avviso ha espresso il sentire dei tanti che seguono questo e altri blog che fanno informazione in modo attendibile.

stanziale
Scritto il 9 novembre 2012 at 12:33

@dorf. Dorf, mi deludi quando scrivi: dove passa lui, resta terra bruciata! detto dai pd toscani. Renzi dalla nomenclatura del vecchio pci e’ visto come il fumo negli occhi. Il pd e’ il principale responsabile , insieme agli utili idioti del pdl, del degrado attuale dovuto ANCHE alla follia dell’euro. Il pd non ha fatto altro che passare da un’ideologia (urss) all’eurss, che e’ quasi la stessa cosa, evidentemente gli piacciono i sistemi spicci. Ora, e’ vero che Renzi non ha mai parlato contro l’euro, ma il fatto stesso che stia scuotendo cosi’ fortemente la struttura del pd (dove comunque tra il popolo ci sono tante persone degnissime, sia chiaro) ed ha portato alcuni dalla sua parte, gia’ solo per questo il Renzi deve essere lodato. Per il resto vediamo, molto mi sembra propaganda degli avversari politici contro di lui, tra cui appunto la struttura del pci toscano. comunque nessuno ha sposato la causa di Renzi, io lo considererei solo “attenzionato”. vediamo come si muove. Grazie tante che la prima scelta sarebbe Galloni-Bagnai-Mazzalai, ma il fatto e’ che ancora non e’ una realta’ politica. Vediamo….con stima, Stanziale

vito_t
Scritto il 11 novembre 2012 at 10:04

Andrea ciao …..
Prima di proseguire mi sono accorto che c’è molta stanchezza nell’equipaggio, proprio nel momento in cui bisognerebbe cercare di intensificare la Consapevolezza sulle realtà nascoste, sulle alternative possibili veicolandole attraverso la rete, una stanchezza fondamentale per il sistema, una stanchezza dal basso che sta contaggiando anche me, pochissimi commenti, quasi un disinteresse diffuso, rassegnazione totale! Molto presto arriverà anche il momento di concludere questo viaggio!

Prima di tutto ti ringrazio, per quello che hai fatto, perchè da te oltre che da qualcun altro , ma non sono poi molti ho conosciuto aspetti di questa malsana società che non conoscevo, … ma nel capoverso sopra hai centrato perfettamente quello che tanti pensano.
Ti confesso che il tuo link tutt’ora fra i miei preferiti, lo aprivo più volte al giorno per leggere ciò che “sapientemente” ci proponevi e continui a proporci . Oggi non è un’azione che compio più come prima, perchè come te sono “stanco” di essere copnsapevole e non passare a “fatti” che possano permettere a noi che condividiamo le tue idee, di vedere un barlume di cambiamento … Si, sono più consapevole grazie anche a te !, ma le cose peggiorano solo in un processo che sembra irreversibile e noi che abbiamo capito stiamo qua a fare che ? …. Se ricordi avevo proposto di “manifestare” fisicamente il nostro disagio … ma non è una proposta che ha raccolto adesioni …… Come dico ai miei figli ai quali sto permettendo di laurearsi, ma soprattutto di imparare qualcosa, che poi servirà loro in qualunque tipo di società … e non di lasciar loro semplicemente denaro o altre risorse, .. ti ringrazio anche se cesserai questo blog, perchè in me hai lasciato qualche insegnamento veramente importante … come spero di aver fatto altrettanto con i miei ragazzi …

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Mercato azionario: titoli value e momentum a confronto I dati macroeconomici continuano ad uscire
Le rimodulazioni tariffarie sono ormai una consuetudine tra gli operatori di telefonia mobile (e fis
Ftse Mib: dopo una breve fase laterale, il 4 novembre l’indice italiano ha rotto in gap up il liv
E' l'indice più importante a Wall Street, quello da cui è dipeso il grande rally e tuttora dip
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
La notizia delle nevicate delle ultime ore che sta interessando le Dolomiti, potrebbe avere ricordat
Sui mercati finanziari la parola d'ordine è conoscenza. “Solo grazie alla conoscenza è possibile
“Solo grazie alla conoscenza è possibile assorbire gli urti del mercato senza cedere alla paura,
Signori manca poco. Tra qualche giorno arriverà la più grande IPO della storia, quella di Saud