EUROPA…IL TEMPO STA PER SCADERE!

Scritto il alle 12:43 da icebergfinanza

E nel nome del progresso il dibattito sia aperto, parleranno tutti quanti, dotti medici e sapienti. Tutti intorno al capezzale di un malato molto grave anzi già qualcuno ha detto che il malato è quasi morto. Così giovane è peccato che si sia così conciato si dia quindi la parola al rettore della scuola. Sono a tutti molto grato di esser stato consultato per me il caso è lampante costui è solo un commediante
No, non è per contraddire il collega professore ma costui è un disadattato che sia subito internato Permettete una parola, io non sono mai andato a scuola e fra gente importante, io che non valgo niente forse non dovrei neanche parlare,
Ma dopo quanto avete detto, io non posso più stare zitto e perciò prima che mi possiate fermare devo urlare, e gridare, io lo devo avvisare, di alzarsi e scappare anche se si sente male, che se si vuole salvare, deve subito scappare
Al congresso sono tanti, dotti, medici e sapienti, per parlare, giudicare, valutare e provvedere, e trovare dei rimedi, per il giovane in questione. Questo giovane malato so io come va curato ha già troppo contaggiato deve essere isolato
Son sicuro ed ho le prove questo è un caso molto grave trattamento radicale prima che finisca male …

La canzone di Edoardo non ammette repliche, bastano poche parole per spiegare cosa in realtà sta accadendo. Per fortuna che Alcide, non può osservare lo spettacolo, tornerebbe per spazzare via, questo manipolo di disadattati.

Al di là della questione tecnica di un’unione e di una moneta con ben poche possibilità di sopravvivenza dopo quello che abbiamo visto nell’ultimo anno, il tempo che medici, dotti e sapienti hanno dato alla moneta unica sta per scadere!

Anche i più esaltati e sfegatati euroscettici ed antieuropeisti interessati parlano di dieci anni, perchè non sanno cosa dire, sono solo degli inutili ciarlatani …Matthew Lynn, columnist da Londra del sito americano MarketWatch (di proprietà di Dow Jones & co, lo stesso editore del Wall Street Journal) ha scritto un velenosissimo corsivo intitolato “Inutile attendere il collasso dell’euro, è già morto”. Secondo Lynn, l’euro ormai è uno zombie, solo il guscio di una moneta vera e propria. Ecco, in sintesi  le motivazioni di un simile giudizio tranchant

Chi trascorre il suo tempo ad analizzare la crisi del debito nell’eurozona, sa che c’è una domanda che gli viene posta in continuazione. Quando la moneta unica collasserà? la verità è che nessuno lo sa veramente. Potrebbe barcollare in continuazione per un altro decennio, da un summit europeo sulla crisi a un salvataggio d’emergenza.

Oppure potrebbe squagliarsi per fine mese, se alla Grecia dovesse essere rifiutata la terza tranche di aiuti e decidesse di uscire dall’euro. In realtà, un paio di mesi o un decennio non fanno differenza: perché per la maggior parte dei casi realmente importanti, l’euro è già morto. Perché non soddisfa più la maggior parte dei criteri di una valuta efficiente. MilanoFinanza

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta .

Era il 2 giugno quando …

«A mio avviso le authority hanno una finestra di tre mesi in cui possono invertire la tendenza in Europa». È quanto ha detto il finanziere George Soros durante un incontro nell’ambito del Festival dell’economia, a Trento. Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/JlHQB …

… e una decina di giorni dopo…

Sono rimasti «meno di tre mesi» di tempo per salvare l’euro: è quanto ha detto Christine Lagarde, direttore del Fondo monetario internazionale (Fmi), in una intervista a Christine Amanpour, celebre giornalista della Cnn.  Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/XBa3u

Dotti medici e sapienti, ognuno di loro con i suoi conflitti di interesse, un esercito di commedianti, di falliti che continua ad amministrare un fallimento, non importa se speculatori, amministratori, politici o finanzieri, quello che importa è che non è successo nulla e non succederà nulla nei famigerati tre mesi.

Ma Voi vi lasciate suggestionare da questi commedianti, senza onore, gente che dice tutto e il contrario di tutto, questa è la verità!

Nessuna decisione politica anzi l’ombra di un referendum, per quanto legittimo dentro o fuori da questa commedia, un’unica soluzione, la “minaccia” della banca centrale europea.

Un mondo di pagliacci, in agosto doveva scatenarsi un uragano e non è accaduto nulla! DA mesi e anni ogni giorni ogni settimana è quella decisiva per le sorti dell’euro!

Adesso accadrà in settembre, la fine del mondo per i fessi, per coloro che da oltre un anno fuggono comprando titoli a rendimento negativo, per coloro che comprano oro  (…il 19 agosto di un anno fa valeva 1900 dollari all’oncia ora si aggira intorno a 1600 ) per coloro che hanno aperto conti all’estero e da oltre un anno non vedono rendimento.

Sono anni che vi urlano nelle orecchie che sta per arrivare l’uragano dell’inflazione, oggi quello dell’inflazione galoppante o gallodopante come meglio preferite o addirittura quello dell’iperinflazione, consigliandovi titoli indicizzati all’inflazione che hanno devastato i rendimenti, si anche grazie alle fobie di  ipotetici futuri vicepresidenti degli Stati Uniti che dormono con il mostro dell’inflazione sotto il letto

Invece di leggere ed ascoltare media o televisioni, prendetevi qualche libro di economia comportamentale, di neuroeconomia, lasciate perdere le idiozie delle aspettative razionali in equilibrio dinamico e uscite dalla schiera degli ingenui e dei fessi che alimentano questo squallido teatrino quotidiano.

Il tempo per l’inflazione e la fine dell’euro prima o poi arriveranno, statene certi, ma c’è tempo, accadrà quando tutti avranno finito di gridare al lupo al lupo, quando nessuno ci crederà più!

Vi stanno terrorizzando quotidianamente sulla fine di un progetto fallimentare, senza raccontarVi in realtà cosa accadrebbe sulla base di dati ed analisi empirica, tutti sanno tutto ma nessuno ma l’umiltà di dire che in realtà le cose potrebbero andare in mille maniere e che solo la politica deciderà le sorti dell’unione europea.

La fine del mondo è rimandata…quella dell’Italia è sempre dietro l’angolo, ogni giorni, ogni minuto, ogni secondo e intanto Voi pagate quotidianamente anche attraverso lo shock economico indotto dallo spread e dalla speculazione, tasse, tasse e ancora tasse, mentre i soliti noti continuano a ciurlare il manico per Voi, per la più colossale presa per il culo della Storia. Buona Consapevolezza a tutti!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta .

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in fondo alla pagina o in cima al blog. Semplicemente Grazie!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.9/10 (13 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +9 (from 9 votes)
EUROPA...IL TEMPO STA PER SCADERE!, 9.9 out of 10 based on 13 ratings
2 commenti Commenta
carpif74
Scritto il 20 agosto 2012 at 14:09

Andrea grazie per la risposta precedente :) Quando sentiremo parlare di ripresa e qualche altra cazzata(come detto dal nostro grandioso presidente del consiglio) allora sarà il momento di fuggire .

ilcuculo
Scritto il 20 agosto 2012 at 22:07

Yes BUT…

il tic tac dell’orologeria sui Bund tedeschi a rendimento negativo acquistati a 130 o 140 continua inesorabile.

Qualcuno sicuramente si preoccupa, e cosa fa?

Soffia sul fuoco sperando di avere ancora il tempo di passare il cerino acceso in altra mano, ci sono cerini più corti , altri più lunghi ma alla fine se l’Euro non salta qualcuno DEVE scottarsi le dita.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
  La ripresa nei mercati azionari globali da fine marzo è stata notevole. Alla chiusura
Qualcuno in questi giorni nel corso delle consulenze, sorrideva all'idea che Trump potrebbe perd
Ftse Mib. L’indice italiano si trova a pochi passi dall’area di resistenza importante tra 18.000
Mercati azionari sempre impostati in mood lateral rialzista, con Dax ed S&p già fuori dall'area
Resto dell’idea che ci sia troppa positività sull’impatto della bomba di liquidità sul sis
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
    Possiamo raccontarci tutte le storie che vogliamo. Che tanto l’Italia non
Ftse Mib: l'indice italiano torna a confrontarsi con una resistenza di medio termine molto important
Mentre in Europa e Wall Street la patria degli psicopatici, si festeggia la fine della pandemia,
Abbiamo già quantificato l’impatto di politica monetaria e di politica fiscale in questo post