NESSUNA LUCE IN FONDO AL TUNNEL IMMOBILIARE!

Scritto il alle 01:59 da icebergfinanza

http://www.flickr.com/photos/[email protected]/29078586/

Nonostante non cambi la linea "ottimista ad oltranza" della National Association of Realtors queste sono le stime riviste al ribasso per quest’anno!

“Le vendite domestiche probabilmente oscilleranno in una stretta gamma a breve scadenza, ma gradualmente tendono verso l’alto con  il migliorare dell’attività per la fine dell’anno.  È importante da tenere presente che tutto il bene immobile è locale e molti mercati si pensa che abbiano più vendite in aumento  e prezzi in rialzo durante la seconda metà di questo anno.„  

Si pensa, potrebbe……Chissà! 

http://www.realtor.org/press_room/news_releases/2007/home_sales_projected_to_fluctuate.html

In un mondo dove chiunque si circonda di un’inguaribile ottimismo di circostanza una voce si alza fuori dal coro ed è quella di Robert Toll il Ceo della Toll Brother’s la maggiore ditta di costruzioni americana specialmente nel settore lusso che  in un’intervista recente ha usato le parole moribondo ed addormentato per descrivere la dinamica dello sviluppo immobiliare in alcune località del paese.

"La speranza che il mercato riparta la prossima settimana è giusto una congettura fantasiosa"

http://www.marketwatch.com/news/story/blunt-ceo-toll-has-home-building/story.aspx?guid=%7B15CE6284-32DC-4280-AB4F-BA551EDFAB63%7D

 

Le FORECLOSURE degli Stati Uniti sono aumentate del  90 per cento da un anno a questa parte, mentre più proprietari di abitazione sono in mora  sui loro pagamenti ipotecari mensili, a riferito  RealtyTrac Inc. (….)

http://www.bloomberg.com/apps/news?pid=20601087&sid=a2Dn8tNNtt7U&refer=home

Un gruppo di economisti commenta sul WSJ…..

la recessione dell’alloggiamento non sta stabilizzandosi; la sovrabbondanza delle sedi invendute la richiesta e  le preclusioni stanno aumentando; la domanda sarà ulteriormente danneggiata dai tassi in rialzo di ipoteca e dalla stretta nell’accreditamento del mercato del subprime; i prezzi domestici stanno cadendo e cadranno ancor più; gli effetti di questa recessione dell’alloggiamento sulla più vasta economia vengono dalla caduta nell’occupazione in alloggiamento e nei settori relativi (finanza di ipoteca, mobilia, beni durevoli del consumatore, ecc.) e dall’effetto negativo di ricchezza – e caduta relativa nel ritiro di equità di ipoteca – su consumo riservato e sulla spesa al minuto……

 

http://online.wsj.com/article/SB118136019056730007.html

 

LA  CONSAPEVOLEZZA DELLA FEDERAL RESERVE

"Naturalmente, la correzione nel settore dell’alloggiamento  continua ed il rallentamento nell’edilizia residenziale ora sembra probabilmente influire sullo sviluppo economico per un tempo più lungo di quanto previsto" 

http://www.federalreserve.gov/boarddocs/speeches/2007/20070605/default.htm

Per la prima volta da sei anni a questa parte la NAHB associazione dei costruttori americani annuncia che difficilmente potranno contribuire a tenere i livelli occupazionali sin qui registrati, la prima estate dopo…….

http://www.forbes.com/2007/06/04/congress-nahb-immigration-biz-beltway-cx_atg_0605homebuilders.html?partner=yahootix

ed infine il colpo di grazia che arriva dal livello dei tassi in deciso aumento……

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
6 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 14 giugno 2007 at 11:59

Sarebbe bello anche il commento sull’ ultimo beige book e sulla dinamica inflazione-tassi negli usa .

La mia domanda è : perchè i mercati continuano a salire ?
La curva tassi usa sta ridiventando normale , ma questa volta dov’ è la recessione ?

Cosa ti fa essere così sicuro che i mercati stiano andando su una strada sbagliata ?

Scritto il 14 giugno 2007 at 16:00

La ringrazio per avermi dato la possibilità di rispondere ad una domanda precisa come la Sua!
Le rispondo inanzitutto che nessuno possiede la sfera per predirre il futuro, non sono ne ottimista, ne pessimista e credo di viaggiare nel mare del realismo!
Mi piace analizzare, staccarmi dalla corrente di pensiero che predice orizzonti limpidi ed irripetibili.
Le faccio io alcune domande che dovrebbero, forse fornile alcune risposte.
Quando la FED sosteneva a spada tratta che il mercato immobiliare si stava stabilizzando, di quali dati era in possesso visto che dopo a più ripresa ha ammonitgo i mercati che l’onda lunga della recessione immobiliare avrebbe dispiegato i suoi effetti per lungo tempo? Di quali dati era in possesso il BLS, ufficio del lavoro americano quando comunicava lo scorso anno che le nuove assunzioni erano 498.000 in un solo trimestre Q3 del 2006 e quest’anno sono stati rivisti a 19.000. Il mercato ha fatto una piega? Ha fatto una piega quando la redditività è stata rivista al ribasso, dopo essersi esaltato per i dati preliminari? Ieri le vendite al dettaglio sono salite del 1,3% ed allora perche nell’inchiesta della società Thomson. Wal Mart, Penny’s and Company si sono lamentate che l’aria stà cambiando e che le previsioni sono al ribasso?
Sono salite rispetto ad un Aprile disastroso o sono il segnale di una continua espansione dei consumi.
A proposito della FED recentemente hanno pubblicato i verbali secretati delle riunioni dopo l’undici settembre nei quali Alan Greenspan poco dopo l’attacco chiede ad un suo collaboratore se qualche fabbrica avesse chiuso e dopo la risposta negativa disse semplicemente: Non mi mentire l’ho letto sui giornali!
Potrei farle mille esempi che mi fanno dubitare di questo ciclo economico fondato sul debito, ma mi spieghi Lei perchè un’economia così virtuosa, con profitti ai massimi storici si permette una crescita recessiva dello 0,6% con tassi “accomodanti”. Il mercato immobiliare ha salvato l’economia americana negli ultimi anni, dirottando capitali in uscita dalle borse, fornendo manodopera e liquidità a gogo per le famiglie ed ora che è solo all’inizio di una recessione profonda, la sua caduta è marginale e non lascierà il segno, non si espanderà agli altri settori?
La favola del bicchiere mezzo vuoto e mezzo pieno!
Per quanto riguarda la domanda relativa alla salita dei mercati le rispondo con un’altra domanda!
Perchè i mercati salivano nel 99/2000 e salivano, salivano; perchè eravamo all’inizio di una nuova ondata di innovazione tecnologica, Internet, la civiltà della luce, le telecomunicazioni, l’UMTS etc. Dove sono le società internet oggi e quelle telefoniche!
Oggi secondo il mercato è tutto adeguatamente prezzato ma nel post di domani vedremo il perchè.
In quanto alla curva dei tassi o era sbagliata prima o è giusta oggi o era giusta ieri ed è sbagliata oggi!
Quando la spesa aumenta più del reddito si consuma allegramente, si investe di più, impazza la mergermania, ognuno si prende rischi che non sono consoni al proprio reddito o alle prospettive di reddito, tanto i tassi scendono, tanto i patrimoni immobiliari salgono sino a che interviene l’illuminazione sono le sembianze dell’inflazione!
Mi fermo perchè fonderei il computer ma la invito a darmi un rimando di quanto detto.
La saluto Andrea.

Scritto il 14 giugno 2007 at 16:39

sempre a proposito del Beige Book se segnalo due piccoli passi:

Consumer spending and retail sales were generally up in late April and May, with a number of Districts reporting that luxury items were selling better than lower-end merchandise.

In parole povere il lusso stà sostenendo i consumi !

e ancora……

Manufacturing

Most Districts reported that manufacturing activity was up in the most recent period. Growth rates varied by industry group, however, and some Districts experienced little or no overall growth.

….alcuni distretti hanno segnalato poco o nessuna ripresa del settore manifatturiero

e ancora……

There was widespread improvement in commercial real estate markets in recent months. More than half the Districts reported that leasing activity was picking up in most of their major markets and vacancy rates were falling.

Leasing, debito, debito, leasing!

Uno dei padri fondatori degli Stati Uniti B.Franklin soleva ricordare che i creditori hanno miglior memoria dei debitori!

A dimenticavo, sono proprio curioso di vedere dove andranno i mercati da luglio in poi.
La saluto Andrea

utente anonimo
Scritto il 15 giugno 2007 at 09:11

Rispondendo …alla sua risposta …

Nemmeno io ho la risposta al futuro , la penso come lei su molte cose .
Già in passato la curva dei tassi ha sbagliato “il timing” ma non la sua previsione .
E’ vero ci sono molte contraddizioni,soprattutto nelle parole della fed che parla di inflazione sotto controllo quando però il petrolio è appena salito a 67 $ .

Penso che siamo d’ accordo tutti che non siamo nelle stesse condizioni del 2000 . Non c’ è un problema di sopravalutazione delle aziende o almeno non di quelle Americane (intendo sempre rispetto al 2000)

Ma finchè si parla in teoria le cose non presentono problemi ma quando devo scegliere gli investimenti da fare …. Beh qualche problema sorge ….
Se abitassi in america mi sarei posizionato già da tempo medio lungo sui bond , e ora come mi ritroverei ?
Per fortuna non abito in America , e il rischio del cambio mi ha sempre tenuto distante dai mercati usa , ora investo in liquidità qui in Europa per paura di un crollo che però non arriva mai !
E allora mi sorge spontaneo dire , ma sbaglio io ? o è il mercato (cioè milioni di investitori) a sbagliare ?

In questo clima di incertezza , preferisco sicuramente una strategia prudente , ma intanto la mia banchiera mi sfotte …”è stato un pollo a uscire dall’ azionario” …. (e fino ad ora forse ha ragione lei )

Per ora ho scelto di stare a guardare consapevole delle minacce , come la crisi subprime , l’ immobiliare , la bolla cinese , la fine del carry trade ecc.. , ma come tanti per ora sto continuando a sbagliare ….

Mi sono comunque dato un obiettivo se il 2007 finirà in maniera positiva (quindi Pil USA sopra le attese ) allora ammetterò che ho sbagliato e quindi la recessione sarà stata evitata !

Per ora seguo la scia del suo veliero perché come dice un proverbio inglese :
spera nel bene ma preparati al peggio

La ringrazio per la sua attenzione

utente anonimo
Scritto il 15 giugno 2007 at 09:15

PS: non potrò per impegni seguire prossimamente il suo blog quindi non leggerò una sua eventuale risposta , ma la risposta migliore sarà quella dataci dal tempo .
Cordiali saluti

Scritto il 15 giugno 2007 at 14:38

Quale furono i consigli della sua “banchiera” ai tempi della new economy non è dato a sapere, certo che non è un mistero, che chiunque è interessato a sapere quando è vicina la fine di un ciclo ovvero il momento in cui i guadagni possono essere esponenziali!
Io mi baso su dati oggettivi che rendo evidentemente soggettivi, ma più le cose sono artificiali, più evidentemente nascondono insidie e se qualcuno stà “manovrando” bene il timone non posso saperlo. Non segua il mio veliero, ma segua le sue sensazioni, le sue idee se sceglie una rotta come ha fatto Lei, poi non si guardi indietro, specialmente se non ha subito delle perdite, e se è approdato in un porto sicuro che rende nel breve pur sempre un 3,50% netto.
Il mercato magari starà vincendo una partita, ma alla fine è il campionato che conta.
Resto sempre dell’idea che le revisioni, l’oceano di revisioni a cui sono soggetti i dati nel suo complesso, sono un’anomalia che si ripresenterà al momento opportuno!
La saluto Andrea

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Oggi vi propongo un argomento per appassionati di analisi tecnica, statistiche, matematica, nume
Ftse Mib: l'indice italiano si riporta sulla resistenza statica chiave in area 22.357 punti. Questo
Meraviglioso, incredibile, il più grande accordo della storia è diventato all'improvviso un di
Volete sapere chi ha comprato azioni a Wall Street in questi ultimi anni? Di certo non i risparm
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Anche se arriva una tregua apparente sulla tematica "trade war" il mercato non si fida. Gli oper
Le truffe su internet sono dietro l'angolo per cercare di estorcere denaro o rubare i dati perso
Guest post: Trading Room #335. La settimana appena trascorsa si è conclusa meglio di quanto si po
Mercati: gli indici internazionali hanno reagito positivamente alla notizia della tregue tra USA e C
Sembra che gli Stati Uniti vogliano attenuare la loro guerra commerciale sui dazi con la Cina. A que