AN AMERICAN DREAM SHOCK 2.

Scritto il alle 10:30 da icebergfinanza

Immagine

 

 

 

 

 

 

Abbiamo visto recentemente in AN AMERICAN DREAMSHOCK come il sogno americano fatica a decollare, come in realtà questa è semplicemente una jobless recovery , una ripresa senza lavoro,lavoro adatto solo a rinforzare le statistiche dei polli di Trilussa.

Via PRAGMATIC CAPITALISM in un istante cancelliamo molte delle leggende metropolitane che circolano sulla fantastica ripresa americana e sulle sue desolanti prospettive.

Tre semplici grafici per distruggere l’idiozia che basti far salire il mercato azionario per sostenere l’economia, far circolare ricchezza, uno dei cavalli di battaglia di un economista fallito come Bernanke, considerato a torto uno dei massimi esperti di Grande Depressione e crisi giapponese, uno che sapeva tutto e non si è accorto di nulla.

Attraverso una deprimente indagine della FED il 2013 Survey of Consumer Finances  nonostante un mercato azionario più che duplicato e alcuni dati tornati al livello del 2009 la realtà è questa ovvero redditi e ricchezza stagnanti da oltre 20 anni …

scf1

scf2

Se qualche anima ingenua crede ancora che Bernanke abbiamo creato la bolla azionaria per aiutare le famiglie dia un’occhiata qui sotto il possesso di azioni non è mai cambiato negli ultimi 3 lustri e durante la crisi non ha fatto altro che diminuire.

scf3Loro lo sapevano, l’hanno fatto solo per aiutare un sistema finanziario completamente fallito, banche a leva che avevano solo una possibilità la liquidità GRATUITA della loro banca centrale della quale sono i maggiori azionisti.

Per concludere un’indagine della Fed di New York spiega per quale motivo il recupero del mercato immobiliare è lento e deludente…

http://icebergfinanza.finanza.com/files/2014/09/housing11.jpg

Semplice… i potenziali acquirenti hanno troppo debito e redditi non sufficienti, la favola subprime è finita per sempre!

Il Tuo sostegno è fondamentale per il nostro lavoro…

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio … cliccando qui sopra o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.4/10 (16 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +9 (from 11 votes)
AN AMERICAN DREAM SHOCK 2., 9.4 out of 10 based on 16 ratings
28 commenti Commenta
phitio
Scritto il 11 settembre 2014 at 11:20

Andrea, i grafici non si vedono. Io li riesco a vedere qui

http://pragcap.com/why-it-still-doesnt-feel-like-a-recovery-for-most-people

phitio
Scritto il 11 settembre 2014 at 11:26

Wow, ora sono apparsi ;)

apprendista
Scritto il 11 settembre 2014 at 18:18

Ragazzi vediamo se ho capito bene: tutti parlano di rialzo dei tassi ma e’ una fregnaccia clamorosa altrimenti il sitema collassa (vedi usa mercato immobiliare,prestiti studenti,acquisto auto gia’ in condizioni gravose che un aumento fed funds distruggerebbe) l’euro arrivera’ alla parita col dollaro o vicino questo perche’ anche se l’economia usa e’ una farsa (quindi il $ dovrebbe deprezzarsi su euro) il destino europeo e’ segnato (austerity,austerity,austerity) ergo continuo ad acquistare tbond dece e trentennali (ultimi per cedola umana). Quale cazzata ho detto?
saluti

dorf001
Scritto il 11 settembre 2014 at 19:13

qui sopra si parla di redditi stagnanti neli USA e getta. allora c’è un articolino che cade giusto perfetto.

QUESTO E’ IL LIVELLO DI DEGENERAZIONE A CUI E’ ARRIVATA L’ECONOMIA E LA SOCIETA’ AMERICANA DI OGGI

L’articolo che proponiamo qui di seguito, ci racconta una delle tante situazioni di asservimento-coatto che si verificano ai giorni nostri, anche se in modo meno appariscente che ai tempi della schiavitù. Succede negli Stati Uniti d’America.

Avremmo potuto trattare lo stesso argomento scegliendo tra centinaia di altre situazioni penose che si verificano negli altri paesi “moderni e civili”, ma abbiamo preferito presentare uno spaccato di vita di uno dei paesi più “ricchi” del mondo, non solo perché le ingiustizie sociali sono evidenti ovunque, ma particolarmente perché, ormai gli uomini sono tutti dipendenti da un sistema (di informazione e di educazione) che orienta la loro mente, impone dei tabù e ne limita la fantasia.

In questo modo si è riusciti a farci sembrare “normale” che certi comportamenti sociali o lavorali non rispettino nessun diritto umano e vengano tollerati e sopportati, ancora oggi, con lo stesso spirito con cui veniva accettato un Castigo degli Dei.

Qui si parla di Fast-Food e di America ma, ripetiamo, è solo un esempio, come tanti altri. (Nota di CdC)

La piaga della povertà dei lavoratori dei fast-food negli Stati Uniti è il sintomo della vera composizione della società americana. Milioni di lavoratori di questo settore sono tanto sfruttati che si stima che più della metà riesca a malapena a sbarcare il lunario, solo grazie a qualche forma di elemosina del governo.

Ci sono perfino dei rapporti che parlano di gente che lavora nei fast-food e che, alla fine del suo turno, non ha un posto in cui tornare e si rifugia insieme ai senzatetto, perché non può permettersi di comprare o affittae nemmeno un buco di casa per la sua famiglia. ……..

…………La povera Maria era tanto stanca per questo continuo strapazzo che si è addormentata in macchina in un parcheggio, mentre aspettava di riprendere il suo turno. E’ morta per asfissia provocata dai gas di scarico della sua auto. Maria è solo una dei milioni di persone oppresse e oberate dal lavoro nel settore dei fast-food americani. …….

……trovano agenti di polizia armati di manganello che li arrestano a centinaia. Ma che cos’è questa società in cui viviamo? ………..

poi parla della APPLE e di come sfrutta la gente. dovete leggere!!!!

Ma stiamo parlando di una società moderna, o di un Gulag dove si lavora a cielo aperto-per-un-boccone-di-pane? ………..

L’industria del fast-food negli Stati Uniti vale circa 200 miliardi di dollari l’anno ed è in mano ad alcune delle aziende più redditizie del mondo. A costo di fare pubblicità gratuita, ecco i nomi della vergogna tra cui figurano McDonald, Burger King, Dunkin ‘Donuts, Pizza Hut, KFC, Subway e Domino. Tutta l’industria del fast-food è dominata da solo 10 imprese, che rastrellano un totale di 7,5 miliardi di dollari di profitti ogni anno.

Ma quei milioni di persone che lavorano e che portano a casa queste cifre astronomiche vengono pagate con stipendi da miseria. Uno studio condotto dalla Berkeley University of California segnala che quasi la metà di tutti i dipendenti del settore fast-food in America, devono ricorrere a qualche forma di aiuti pubblici per riuscire a integrare i loro scarni salari. …..

Ma non aspettatevi che il duopolio americano formato da democratici e repubblicani faccia qualche cosa contro questo racket aziendale. Entrambi i partici sono al servizio delle grandi imprese e dei ricchi che devono sempre diventare più ricchi a spese di qualsiasi lavoratore.

Quindi, ecco il punto: il capitalismo americano e la libera impresa non hanno niente in comune – almeno nel settore del fast-food. Questo capitalismo poggia sulle spalle di un contribuente già in difficoltà, mentre i dirigenti delle imprese continuano a farsi fuori milioni di dollari per aver inventato un business che è, a dir poco, un modello di schiavitù moderna. …

Oppure, le famiglie mentre masticano un hamburger – che anziché nutrirli li rende solo obesi – potrebbero vedere su uno schermo TV che il loro governo sta progettando di spendere altri milioni di dollari delle loro tasse per fare ancora più attacchi aerei contro Iraq e Siria, insieme agli altri paesi-membri-della-NATO, questa volta per ammazzare gli stessi miliziani che, tempo fa, aveva fatto addestrare a sue spese.

In effetti, c’è qualcosa di marcio nel capitalismo americano.

Finian Cunningham (born 1963)

leggete bene tutto, qui : http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13899

questo è il mitico modello americano da esportare. con le bombe. quello che vuole con tanto amore monti, poi letta, e ora l’ebetino renzie.

siamo messi male, neh.

by DORF

dorf001
Scritto il 11 settembre 2014 at 19:23

ahh un’altra cosa. lo sapete che oggi è l’11 settembre? sapete la storia che sono caduti 3 grattacieli a new york. ehh si sono 3 quelli caduti. ma come? gli italiani no lo sanno. dormono. credono sempre alle puttanate della rai tv. e allora sarebbe ora che guardaste invece la verità. basta bugie. perchè su quelle bugie bush ha inventato la guerra al terrore. cioè guerre in giro x il mondo. è stato fatto/calcolato tutto a tavolino.

guardatevi questo film cosi’ capite cosa è successo veramente, qui : http://www.youtube.com/watch?v=slqh4ZzpAms

madmax
Scritto il 11 settembre 2014 at 19:25

dorf001@finanza,

@Dorf
Il segreto e’ far credere che il sogno americano funzioni, ovvero che tutti possono diventare ricchi, la la verità e che i ricchi restano tali, o aumentano le proprie risorse e gli altri sprofondano attaccati al sogno. La differenza tra il pessimismo in UE e l’effervescenza US e’ tutta qua, da una parte realisti pessimisti, dall’altra ottimisti ad oltranza.

madmax
Scritto il 11 settembre 2014 at 20:11

Capitano, me lo permetti un commento di politica estera?
Ricordando che la verità e figlia del tempo, intervista ad Assad sulla NBC News del 17 APRILE 2013:

President Bashar Assad accused the West on Wednesday of supporting al Qaeda militants in Syria’s civil war and warned they would turn against their backers and strike “in the heart of Europe and the United States.”

Con internet ogni 2 ore abbiamo tutte le notizie del mondo in tasca, ma alle volte un po’ di memoria storica non guasta…pure nella finanza :)

trandafil
Scritto il 12 settembre 2014 at 01:20

siamo alle solite !

fate le pulci agli USA senza conoscerli..

parlate un po’ della collassante Europa che perde letteralmente i pezzi, imprigionata in scellerati trattati pro-declino e con nuove Jugoslavie e Ucraine pronte ad esplodere !

ma no, parliamo di un paese lontano, tanto nessuno di voi c’è mai stato quindi, nessuno vi contraddice. I lavoratori sfruttati non esistono in Italia ? Le paghe come sono? milioni di italiani lavorano GRATIS e nessuno lo denuncia ! non esistono sussidi di disoccupazione, aiuti alle famiglie, i “nuovi arrivati” hanno più sostegni di chi qui ci vive da sempre !

siamo sudditi di uno stato morente incastrato in un’unione schizofrenica con altre nazioni guidate da folli !

ma tutti zitti mi raccomando: non fate sapere ai sudditi che il futuro è nero e nuove guerre arriveranno sotto casa, nella migliore tradizione europea, è così da secoli del resto..

bon voyage.. all’inferno !

quesalid
Scritto il 12 settembre 2014 at 08:39

trandafil@finanza,

My Decline’s Better Than Yours really means: My Hell’s Better Than Yours. Nevertheless, it’s a hell.

alessandroecristina
Scritto il 12 settembre 2014 at 10:49

trandafil@finanza:
siamo alle solite !

fate le pulci agli USA senza conoscerli..

parlate un po’ della collassante Europa che perde letteralmente i pezzi, imprigionata in scellerati trattati pro-declino e con nuove Jugoslavie e Ucraine pronte ad esplodere !

ma no, parliamo di un paese lontano, tanto nessuno di voi c’è mai stato quindi, nessuno vi contraddice. I lavoratori sfruttati non esistono in Italia ? Le paghe come sono? milioni di italiani lavorano GRATIS e nessuno lo denuncia ! non esistono sussidi di disoccupazione, aiuti alle famiglie, i “nuovi arrivati” hanno più sostegni di chi qui ci vive da sempre !

siamo sudditi di uno stato morente incastrato in un’unione schizofrenica con altre nazioni guidate da folli !

ma tutti zitti mi raccomando: non fate sapere ai sudditi che il futuro è nero e nuove guerre arriveranno sotto casa, nella migliore tradizione europea, è così da secoli del resto..

bon voyage.. all’inferno !

Ma di che parli? “Parlate di stato lontano”? Abbiamo 113 basi/siti USA sul nostro territorio,il nostro servizio segreto infiltrato pesantemente da quello USA ,Unione europea nata x volontàUSA e con tutto il resto che ne è conseguito e parli”fate le pulci”? Non ti mando affanculo xchè sono di buon umore…. ;-)))

alessandroecristina
Scritto il 12 settembre 2014 at 10:52

trandafil@finanza,

Bello x gli USA fare la guerra a casa d’altri e raccoglierne i frutti nella pacifica e “pacificata” ammeriga…la finisco qui altrimenti rischio di mandarti affanculo davvero!

veleno50
Scritto il 12 settembre 2014 at 11:02

trandafil@finanza,

La canea ha trovato un’altra pecorella,continua scrivere senza offendere nessuno perchè la storia ti da ragione.il centauro che ti vuole a mandare a fare in culo è innocuo stai tranquillo è sempre dietro l’uscio non esce di casa. un saaluto

giobbe8871
Scritto il 12 settembre 2014 at 12:14

dorf001@finanza,

ehi Dorf, ti posso assicurare che per la maggior parte di ristoratori, pizzaioli, cuochi e baristi ITALIANI la situazione economica è molto SIMILE a quella dei Americani lavoratori nei Fast Food.

L’industria del fast-food negli Stati Uniti è SIMILE a quella dei pizzaioli ITALIANI, dei kebabari, ormai da molti anni ( 10 anni )

giobbe8871
Scritto il 12 settembre 2014 at 12:19

è LA PRESSIONE FISCALE che fa rima con OPPRESSIONE FISCALE x tutto il comparto della Somministrazione di cibi e bevande.

dal 2010 poi il CROLLO della Domanda interna ha dato il colpo mortale

gnutim
Scritto il 12 settembre 2014 at 13:27

complimenti ai troll, riuscite a distogliere l’attenzione dai post di Andrea.

Ci siamo già dimenticati della storia recente? Dove sono nati ed esplosi i subprime? La leva demenziale è una invenzione di chi? Gli attacchi speculativi degli hedged fund da dove provengono? Dal Burundi?

L’America di Roosvelt aimè è ben lontana da quella attuale svenduta alla finanza, ma dove vivete? Su Saturno?

alessandroecristina
Scritto il 12 settembre 2014 at 13:38

gnutim@finanza,

ma che ci perdi pure tempo?Ma lascia dire, che son pure divertenti nei loro patetici tentativi di fare gli “informati ed informatori”…mwahahahhah

alessandroecristina
Scritto il 12 settembre 2014 at 13:53

Per chiudere …https://www.youtube.com/watch?v=CX8uJuQoNqY#t=159 e http://orizzonte48.blogspot.it/2014/09/la-macchina-del-livore-ormai.html .UN SAAAALUTO AI PECORONI….

stanziale
Scritto il 12 settembre 2014 at 14:18

gnutim@finanza,

Esprimo il mio parere personale. Non dargli questa soddisfazione, non credo che distolgono l’attenzione dai post di Andrea, che vengono ugualmente commentati….semplicemente fanno aumentare la tiratura del blog…..volendo hanno(anzi, ha) un risvolto divertente….cartellino rosso per ihavenodream, il giorno dopo ritorna trandafil che aveva scontato la squalifica….ma non e’ la stessa persona, no no….ripeto, trovo un aspetto divertente e non nocivo , tanto funziona “il protocollo sanzionatorio” (richiamo verbale-cartellino giallo-cartellino rosso- squalifica-successivo ritorno in campo ecc…)…e che voi fa’….ora che ci penso pero’, manca l’antidoping….

veleno50
Scritto il 12 settembre 2014 at 14:23

stanziale@finanza,

Ottimo stanziale disamina convincente ,solo il centauro non la capisce 3 commenti sul nulla.un saluto

stanziale
Scritto il 12 settembre 2014 at 14:32

veleno50@finanza,

Eh buon veleno, di la verita’ , ti sei offeso perche’ non ti ho citato …narcisista!

alessandroecristina
Scritto il 12 settembre 2014 at 14:40

in effetti devo dare ragione ,commento il NULLA…grazie del suggerimento …

alessandroecristina
Scritto il 12 settembre 2014 at 14:42

ahh occhio mai aprire i links e leggere…potrebbe esplodere il neurone..alpecorone(ho fatto la battuta..)

alessandroecristina
Scritto il 12 settembre 2014 at 14:46

trandafil@finanza,

ultima e mi ritiro..rispondere nel merito? Mai.. ma ovvio ,così si fa il trollolandia..

apprendista
Scritto il 12 settembre 2014 at 18:41

non ho parole………….stiamo per “morire” e continuiamo con i massimi sistemi, le beghe tra utenti e le vostre proposte piu’ o meno valide la cui valenza realizzativa e’ prossima allo zero……….. anzi molto sotto,certo anch’io continuo l’opera di diffusione della verita’ continuando a prendermi risate in faccia MA PORCA PUT……..UN C…O DI ATTEGGIAMENTO PIU’ COLLABORATIVO OPERATIVO TRA DI NOI che perlomeno potrebbe limitare i danni (nostri ,i restanti italioti piddini convinti spero abbiano quel che si meritano) no e!!!!! maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ,con tutto il Rispetto per esempio Dorf se elencare le porcate ti fa sentire meglio psicologicamente ben venga ma stai perdendo tempo Auriti non se lo caga nessuno e sempre cosi’ sara’ non vi capisco, non riesco proprio a capirvi!!! Portello almeno tu che mi sembravi piu’ pragmatico ( anche se in ogni sito che posti nessuno ti risponde quasi mai con quello che vorresti sapere) di qualcosa !!!!!!!!!!!!!!!!
Peccato io sia un semi barbone altrimenti aderirei alle opzioni di Barrai che magari non serviranno ad un cavolo ma almeno ci prova

PORTELLO
Scritto il 12 settembre 2014 at 19:37

Ahah Apprendista! Se devo dire la verita’ e’ da due giorni che ogni tanto mi collegavo per vedere se qualcuno ti aveva risposto…
Proprio in questi giorni ho visto alcuni operatori per una polizza e tutti dicono che le vacche grasse per i tassi son finite…pensa che un assicuratore tra i piu importanti da dei massimi di imporyo per le polizze…saranno strumenti sempre meno importanti per il lavoro delle assicurazioni perche nn riescon a fare ricavi…
Credo che forse questo sia un buon momento per compratai qualche treasuries…10 o 30 anni…a me nn dispiace nemmeno qualche bei in rand sudafricani…
Sta di fatto che vedo il rischio su qualsiasi prodotto…ognuno poi investe in quello che lo fa dormire meglio…
Una buona serata a tutti…
E’ tutto un grande troll…

glare
Scritto il 12 settembre 2014 at 23:42

apprendista@finanza,

Purtroppo non vi è alcuna soluzione…non si può cambiare la mentalità delle persone (soprattutto di coloro che hanno notevoli vantaggi da tale struttura), però hai perfettamente ragione almeno qui cerchiamo di essere tutti meno acidi e meno offensivi..anche perchè se le cose non cambiano, noi tutti diventeremo sempre più tesi.

Gli Usa sono messi molto meglio di noi Europei..è inutile prendersi in giro, sia per la loro valuta, sia per la coesione sociale che per la potenza militare…noi europei siamo purtroppo immersi nei debiti fino alla bocca..e la cosa peggiore è che il sistema è così interconesso che uno possiede parte del debito dell’altro in un sistema domino che diventa ingestibile al primo tentennamento.
Non voglio parlare poi del sistema bancario Europeo..che partendo dalla Royal, passando per DBk e arrivando a Paribas accumula dimensionii impensabili di m..da.

Non so se L’Italia cambierà mai..io credo che l’unica cosa che potrà davvero influire sul peggioramento della crisi e sul livello dei salari potrebbero essere l’abolizione del art18. e i minijob..
e questo perchè avrà un impatto ancora maggiore sulla deflazione..ma non solo sul sistema pensionistico..e sugli introiti da lavoro…
la cosa che preoccupa è che sembra impossibile impedire l’innarrestabile DIMINUZIONE DI POSTI DI LAVORO.

Una soluzione sarebbe costituire una Holding e poi stabilire insieme una strategia per non “morire”..

dorf001
Scritto il 13 settembre 2014 at 00:13

apprendista@finanza,

cosa c’hai apprendista? sei in ansia, depresso, incazzato? calmati. rischi di scoppiare. ti vien mal di fegato. io le mie cose le ho dette tante volte. ora son stufo di ripetere. non volete fare? pace amen. ok non ti và di parlare di america. ricorda cmq che sono i nostri padroni. noi poi italiani, godiamo a farci fottere.

allora ti và un articolo sull’italia? allora leggi ciò che dice il tuo barnard.

ABBIAMO VINTOOO! DRAGHI CROLLA E INVOCA KEYNES. YAHOOOOO!

Alla fine neppure lui ce l’ha fatta, neppure sto cadavere telecomandato dal Neofeudalesimo e cresciuto a scudisciate Neoliberiste, quelle di Hayek, Friedman, da cui escono anche gli Alesina, Serra, Taddei, Boldrin o Giavazzi (gli unici tordi rimasti al mondo della serie “l’euro ha fatto tutto giusto, guai mollarlo”, cui seguono sbadigli e sghignazzi di Goldman Sachs, JP Morgan, Krugman e altri principianti di questa sorta).

Ma Draghi ieri ha fatto outing, e si è strappato la camicia mostrando sul petto il tatuaggio di John Maynard Keynes. Ebbene sì!

Mario era all’Eurofi a Milano, e per fortuna che c’era un cronista del Wall Street Journal, perché se no tutto questo non l’avremmo mai saputo sui nostri quotidiani ( pardon, conato). E quindi Draghi, ormai fucilato alla schiena dalla Germania che l’ha bocciato a morte tre giorni fa, ormai sepolto da un’irrimediabile deflazione dell’Europa cui non ha mezzi per rimediare, ormai umiliato come l’uomo che ha presidiato la distruzione di una civiltà economica, ormai senza più mezzi per fare nulla, insomma, Mario Draghi ha abbracciato di colpo Keynes (e Mosler Economics che è Keynes adattato al terzo millennio) e a Milano ha detto:

A) I governi devono agire con forza per incoraggiare gli investimenti, includendo garanzie di Stato per le Piccole Medie Imprese.

B) E, quando i conti glielo permettono, i governi devono spendere soldi di Stato. (Giavazzi ricoverato per attacco fulmineo di anusite emorroidaria)

C) Solo se le politiche monetarie saranno affiancate da politiche strutturali e da politiche economiche di spesa di Stato, vedremo gli investimenti tornare in UE. La Banca Centrale non può fare tutto da sola. (Cosa vi avevamo detto noi della Mosler Economics per anni? Senza politiche economiche di spesa di Stato, la politica monetaria non può fare niente. Serra e Alesina colpiti da psoriasi fulminante, volano alle Canarie con Ryan Air)

Mario, quanto ci hai messo! Ma come ci insegna il Figliol Prodigo… welcome fra noi.

Paolo Barnard

vai qui : http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13903

ti invito a leggere i commenti alla fine.

P.S. tu vuoi aigre? ok fà facciamo come gli spagnoli. ieri a barcellona 1,5 milioni di persone in piazza. una vifra da paura. giovani e vecchi. vogliono l’indipendenza. il il governo di destra, altri buffoni, non vuole. li deve spenare fino alla morte x conto della germania.

va bene, ora basta.

by DORF

madmax
Scritto il 13 settembre 2014 at 16:04

@Trandafil, US
Conoscere non vuol dire sospendere il giudizio, amo il popolo americano, molto meno alcuni dei loro governi. Tu che ami gli US lo sai che il 43% dei giovani americani sotto i 23 anni ha almeno un precedente penale? Che i carcerati dal 1980 ad oggi sono aumentati del 400% solo per dire che non credo possano essere presi a modello per una società giusta. Però ti do ragione che hanno fatto anche tante cose positive.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Ftse Mib: l'indice italiano apre oggi in gap up affrontando la resistenza psicologica importantissim
La sensazione è che l'Europa questa volta, dopo aver puntato su Macron, si è scelta il perfett
o ripeto da quando ho iniziato a scrivere su questo blog, nel lontano 2006. A comandare in borsa all
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
PREVISIONE Come vediamo dal grafico mercoledì 17 gennaio dovremmo avere fatto il massi
Dopo una fase tentennante, il report del CFTC accetta la forza delle riforme di Donald Trump e lib
Inutile che vado a spiegarvi cosa è il Big Mac Index. Per avere ulteriori informazioni sul Big
L'azienda resa famosa dalle schedine del Totocalcio gioca la carta FinTech, per anticipare i cambiam
Ftse Mib: apre allineato alla chiusura di venerdì l'indice tricolore, dopo l'arresto della scorsa s