C’E’ DEL MARCIO A FRANCOFORTE!

Scritto il alle 10:22 da icebergfinanza

La presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde

Something is rotten si legge sulla Treccani on line, C’è del marcio in Danimarca espressione tratta dall’Amleto shakespeariano, usata, per lo più scherzosamente, con allusione a situazioni illecite, poco limpide.

C’è del marcio a Francoforte, oggi la Germania, ops scusate la BCE ci dirà cosa ha deciso di fare da grande…

«Mercati troppo ottimisti non aiutano la lotta all’inflazione della Bce», ha detto la presidente Christine Lagarde. Non a torto: le quotazioni, e non certo da oggi, puntano a un taglio dei tassi molto vicino, forse ad aprile, mentre l’autorità monetaria di Francoforte non vuole fare l’errore di essere troppo precipitosa nel chiudere la fase di restrizione monetaria. Anche la riunione di gennaio avrà allora lo scopo di calmare aspettative premature.

Il problema non sono i mercati, il problema sono le banche centrali che alimentano con la liquidità gli psicopatici che governano i mercati.

MILANO, 24 gennaio (Reuters) – La Bce taglierà i tassi non prima di giugno/luglio e non più di tre volte quest’anno, rispetto alle attese del mercato di sei sforbiciate, secondo il chief Economist di Intesa Sanpaolo , Gregorio De Felice.

Alla Bce “dovranno essere sicuri che la battaglia contro l’inflazione sarà vinta. Forse con un altro presidente avremmo potuto avere ribassi più repentini, ma chi decide sarà il direttivo di Francoforte”

In America, nuovi record, scommesse a senso unico sull’intelligenza artificiale, come non esistesse altro al mondo.

Hqanno bisogno del partito comunista cinese per ritrovare stimoli…

PECHINO, 24 gennaio (Reuters) – La banca centrale cinese ridurrà la quantità delle riserve liquide che gli istituti commerciali sono tenute a detenere come riserva a partire dal 5 febbraio.

Lo ha detto il governatore Pan Gongsheng, annunciando la prima misura espansiva per l’anno in corso in un momento in cui i banchieri centrali aumentano gli sforzi per sostenere la fragile ripresa economica.

Intelligenza de che?

Finirà nella spazzatura, perchè come sempre quando l’uomo vuole costruire una torre di Babele, sappiamo come andrà a finire.

L’intelligenza artificiale, sostituirà l’uomo e lo getterà nella spazzatura.

Da tempo sappiamo che la signora Lagaffe non è la persona giusta per guidare una banca centrale è solo una controfigura, che i tedeschi usano per fare i loro affari.

No, non centrano nulla gli stipendi dei privilegiati che lavorano in quelle oscure torri.

Il problema è più complesso, la soluzione semplice. Lascia i tassi a livelli normali, intorno al 2 % e togli la liquidità agli psicopatici che ogni giorno giocano sulla pelle di miliardi di persone.

BaFin ha da tempo messo in guardia sui rischi del settore immobiliare, di solito molto solido, ma dai commenti del presidente Mark Branson è trapelato un tono più pessimistico, mentre il settore è scosso dall’aumento dei tassi d’interesse, dalle insolvenze e dal forte rallentamento delle transazioni

I tedeschi hanno disperatamente bisogno del Mes, di mettere le mani sui soldi degli altri Paesi per sistemare le loro voragini con le banche intorno.

Si come hanno fatto con la Grecia, usando i soldi degli italiani e altri Paesi per sistemare le loro fragili banche.

Economia in gran forma dalle parti di Berlino…

BERLINO, 24 gennaio (Reuters) – La debolezza economica della Germania è peggiorata questo mese, con una contrazione dell’attività sia manifatturiera che dei servizi.

L’indice HCOB German Flash Composite Purchasing Managers’ Index (Pmi), compilato da S&P Global, ha segnato il settimo calo consecutivo a 47,1 in gennaio rispetto al 47,4 di dicembre, al di sotto del 47,8 previsto dagli economisti.

Una lettura inferiore a 50 indica una contrazione dell’attività.

FRANCOFORTE, 24 gennaio (Reuters) – Una crisi economica in Cina farebbe perdere circa l’1,5% alla crescita economica tedesca e probabilmente danneggerebbe le banche della Germania, ma un vero e proprio distacco (“decoupling”) dalla seconda economia mondiale sarebbe molto peggiore, in base ai dati forniti dalla Bundesbank.

Ma per fortuna se la Germania, piange, la Francia pure piange…

Davvero in gran forma l’Europa, soprattutto se crolla il settore dei servizi, che vale oltre il 70 % dell’intera economia…

LONDRA, 24 gennaio (Reuters) – La flessione dell’attività delle imprese della zona euro si è attenuata questo mese, ma un miglioramento delle prospettive del settore manifatturiero è stato in parte compensato da un calo più marcato nel settore dei servizi, dominante nel blocco.

Il Pmi composito preliminare Hcob, a cura di S&P Global, è salito a 47,9 questo mese da 47,6 di dicembre, appena al di sotto delle aspettative di un sondaggio Reuters che prevedeva 48,0, ma comunque attestandosi per l’ottavo mese al di sotto del livello di 50 che separa la crescita dalla contrazione.

Il Pmi per i servizi è sceso a un minimo di tre mesi di 48,4 da 48,8 di dicembre, mancando le aspettative di un sondaggio Reuters che prevedeva un aumento a 49,0.

Immagine

Oggi la signora Lagaffe ci dirà cosa pensano di bello dell’economia europea gli scienziati che lavorano presso la banca centrale, siamo disponibili a lasciarci stupire, visto che spesso e volentieri non ne indovinano una.

Poi aspetteremo la prossima settimana la Fed.

Nel frattempo però come abbiamo raccontato nel nostro OUTLOOK appena uscito, i nostri titoli di Stato, tornano ad offrirci una buona opportunità di acquisto per il breve termine, qualche mese, prima della volatilità che si scatenerà a ridosso delle elezioni europee.

E per finire, il teatrino americano che tiene conto della corsa elettorale.

Commentando i dati del settore Williamson, CBE presso S&P Global ha afferrmato…

“Un inizio d’anno incoraggiante è indicato per l’economia statunitense dai dati flash PMI, con le aziende che segnalano una marcata accelerazione della crescita insieme ad un forte raffreddamento delle pressioni inflazionistiche.

A noi, interessa il forte raffreddamento delle pressioni inflazionistiche, il resto lo lasciamo ai sognatori.

Poi certo, il mondo è pieno di vecchi volponi che vi spacciano per buone tutte le notizie che arrivano dall’America, sai Bellezza i mercati salgono è perchè l’economia migliora.

Chi ha orecchie per intendere, intenda, gli altro buon atterraggio morbido!

Non dimenticare che il Tuo supporto al nostro lavoro è fondamentale!

Se vuoi salire a bordo e contribuire al nostro viaggio, clicca qui sotto.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

Abbiamo appena Inviato come OMAGGIO a chi sostiene generosamente e con costanza il nostro lavoro OUTLOOK 2024 “Euro Crisi 2.0”  e EURO BREAK UP “Rischi e opportunità”

Abbiamo bisogno del Vostro importante sostegno, abbiamo bisogno di Voi, non si resiste sul web, con costanza, qualità e professionalità, in mezzo a un mondo manipolato per 18 anni, se non si racconta la realtà, si cerca di trovare la verità.

Grazie di cuore per il Vostro sostegno!

Ribadisco per l’ennesima volta che se ci sono problemi di ricezione, firewall, spam, comunicazione tra i diversi provider dovuti a invii multipli,  basta inviare una mail e il nostro STAFF  provvederà a risolvere il problema.

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com,  è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti.

ICEBERGFINANZA: Consulenza economico/finanziaria.

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

Nessun commento Commenta

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
La Cina è un'immensa mina deflattiva esplosa nell'oceano globale, una spettacolare bolla immobi
Lo so, deve essere stato difficile per ben 13 anni aspettare l'inflazione, chiamare l'inflazione
Guest post: Trading Room #511. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura che continua ad essere r
Malgrado i dati macro non sicuramente eccezionali per i mercati, con un'inflazione che sale e cambia
Giornata perfetta ieri, con nuovi massimi sui mercati europei come aveva previsto su Twitter il
Oggi, terzo venerdì del mese, è giornata di scadenze tecniche. Scadranno le opzioni su azioni, le
Viviamo davvero in un mondo di matti, basta guardare alla reazione isterica dei profeti dell'inf
Mentre a Francoforte si discute sul sesso degli angeli, sull'inflazione che sta per sparire come
Guest post: Trading Room #510. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura chiara ed evidente. La l
C'è davvero da mettersi le mani nei capelli a pensare che le sorti dell'America sono un mano a
CONTATORE