CHINA ALARM! LA DEFLAZIONE CONTINUA…WINTER IS COMING!

Scritto il alle 10:50 da icebergfinanza

Noi non avevamo alcun dubbio, ma se neanche gli stimoli fiscali e monetari del governo cinese, riescono a rilanciare l’economia, prepariamoci ad un lungo inverno!

Immagine

Immagine

PECHINO, 30 novembre (Reuters) – L’attività manifatturiera cinese si è contratta per il secondo mese consecutivo a novembre e a un ritmo più rapido, suggerendo che saranno necessari maggiori stimoli per sostenere la crescita economica e ripristinare la fiducia nella capacità delle autorità di sostenere adeguatamente l’industria.

Gli economisti hanno rivisto al rialzo le loro previsioni per la seconda economia mondiale dopo i dati del terzo trimestre migliori del previsto, ma nonostante una raffica di misure di sostegno politico, il sentiment negativo tra i dirigenti delle fabbriche sembra essersi radicato di fronte alla debolezza della domanda sia interna che interna. all’estero.

L’indice ufficiale dei responsabili degli acquisti (PMI) è sceso a 49,4 a novembre da 49,5 a ottobre, secondo i dati dell’Ufficio nazionale di statistica di giovedì, mancando le previsioni degli economisti di 49,7. Il punteggio di 50 punti delimita la contrazione dall’espansione.

“Il mercato interno non può compensare le perdite in Europa e negli Stati Uniti. I dati mostrano che le fabbriche producono meno e assumono meno persone”, ha affermato Dan Wang, capo economista della Hang Seng Bank China.

Ma davvero qualcuno si era illuso che i consumatori cinesi potessero sostituire il leggendario consumatore americano e quello europeo?

Ma alla fine sto “black friday” di mia nonna è andato davvero bene?

A me non sembra proprio, ma chissà, forse i clowns del circo Biden, ne sanno una più del diavolo!

E pensa che gli psicopatici di Wall Street, avevano messo a segno un rally azionario di oltre 1600 punti in un mesetto, sperando che il fesso consumatore fosse imbottito di azioni per correre a comprare e spandere durante il ponte del tacchino.

Spettacolo!

Due giorni prima, abbiamo visto il collasso delle vendite di nuove case con il contorno di revisioni plurime negative.

Ieri invece, il circo Biden ha corretto al rialzo il pil americano del terzo trimestre, portandolo addirittura al 5,2%.

Ma davvero chi passa dalle nostre parti è così fesso di credere a questi dati?

Ve ne abbiamo parlato più volte, ma l’enorme e incredibile discrepanza tra il GDP e il GDI americano resterà nella storia della manipolazione istituzionale.

A giugno avevamo scritto…

Infatti, se invece di usare il GDP come abbiamo visto, usiamo il GDI, ovvero il reddito interno lordo, cambia tutto.

Immagine

Ebbene si, il GDI è da tempo negativo, l’economia è in recessione ma non possono dirlo.

 

Come ci ricorda Snider, il GDI è molto più utile per anticipare e prevedere le recessioni.

Questo è successo nel 2008…

Ripeto oltre 20 anni che non di assisteva ad una revisione così marcata, quasi sfacciata, oltre 20 anni che il GDP diverge in maniera così sensibile dal GDI.

In pochi si fanno domande, perchè non sanno di cosa si parla, non conoscono le metodologie, a loro basta che i mercati salgano, non importa altro.

Ieri la BEA ha rivisto la sua seconda stima del PIL del terzo trimestre dal 4,9% al 5,2%. Il GDI è dell’1,5%

Se guardiamo al GDI l’economia americana è in recessione tecnica.

Immagine

Thanks to Bespoke

Ma tui pensa, stessa cosa successa nel 2008, e cosa è successo di bello nel 2008?

Crisi suprime, Lehman e altre cosuccie!

Poi Bush, che ritoccava anche lui i dati ha fatto la fine che ha fatto nelle elezioni del 2009.

Brutte le vendite al dettaglio in CIna e Germania.

Va in negativo il pil francese a -0,1% e scende l’inflazione.

Immagine

Sale la disoccupazione in Italia e in Germania.

Ma soprattutto la Germania ha un disperato bisogno del MES, la nostra ratifica, le loro banche sono i soliti buchi senza nulla intorno.

Ma soprattutto, ha bisogno di vendere la …Foresta Nera!

In attesa del prossimo manoscritto e OUTLOOK 2024 “Euro break-up” qui sotto alcune considerazioni…

MACHIAVELLI!

Per il momento ci fermiamo qui!

Non dimenticare che il Tuo supporto al nostro lavoro è fondamentale!

Direi che è tutto, c’è poco da aggiungere nel dettaglio troverete tutto nell’ultimo manoscritto in attesa di OUTLOOK 2024 “EURO BREAK-UP” appuntamento con la storia.

Nel fine settimana è uscito il nostro ultimo manoscritto, un altro sguardo approfondito sulla realtà con due importanti novità.

 PARTITA A SCACCHI CON LA MORTE

E’ tornato il nostro Machiavelli, con un’altra puntata spettacolare, ” PARTITA A SCACCHI CON LA MORTE ” da non perdere, dedicata solo a chi sostiene con costanza e convinzione il nostro viaggio!

Davvero hai intenzione di perdere un’occasione G E N E R A Z I O N A L E?

Noi come sempre, confidiamo nella verità figlia del tempo!

E’ tempo che dalle parole, si passi ai fatti, abbiamo bisogno del Tuo prezioso sostegno.

L’informazione indipendente ha bisogno anche del Tuo prezioso sostegno!

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

Abbiamo ricevuto molti attestati di stima per il nostro ultimo manoscritto, vi ringraziamo di cuore, le Vostre parole sono importanti!

Abbiamo bisogno del Vostro importante sostegno, abbiamo bisogno di Voi, non si resiste sul WEB, in mezzo a un mondo manipolato per 16 anni, se non si racconta la realtà, si cerca di trovare la verità.

Grazie di cuore per il Vostro sostegno!

I manoscritti da inizio anno sono stati una bussola perfetta dopo un periodo di crisi, ma come sempre la verità è figlia del tempo.

Ribadisco per l’ennesima volta che se ci sono problemi di ricezione, firewall, spam, comunicazione tra i diversi provider dovuti a invii multipli,  basta inviare una mail e il nostro STAFF  provvederà a risolvere il problema.

Grazie a chi vorrà contribuire liberamente al nostro viaggio!

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

 

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

3 commenti Commenta
ilbiffo
Scritto il 30 Novembre 2023 at 11:55

Il problema è che finora la FED ha trovato il modo di non far saltare nulla,come a marzo con le banche locali.I gringos possono garantire qualunque cosa,in questo sono dei fenomeni.

claudio70
Scritto il 30 Novembre 2023 at 21:19

ilbiffo,

Oddio, speriamo,ma con 700 mld di perdite sui titoli detenuti dalle banche usa il sistema e’ fallito per l’ ennesima volta,poi finché c’è fiducia….. comunque se i tassi scendessero molto sarebbe unica soluzione per ridurre perdite ed evitare catastrofe,mi aspetto quindi questo.

aorlansky60
Scritto il 1 Dicembre 2023 at 08:02

la FED ha trovato il modo di non far saltare nulla

SI; anche perchè non si tratta di “tricca barlicca” ma della “casa da gioco” più imponente al mondo: attualmente il Nasdaq capitalizza qualcosa come 20.000 miliardi di $ in tutte le soc. quotate; se non bastasse, il NYSE capitalizza altri 24.000 miliardi di $… e non ho nemmeno parlato del più GIGANTESCO mercato al mondo delle OBBLIGAZIONI SOVRANE, altro “terreno di pascolo” esclusivo degli USA… con un agglomerato di DENARO (e di POTERE) così GIGANTESCO, chi dirige il gioco sa bene che non può sbagliare alcuna mossa, barando anche, se necessario…

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
La Cina è un'immensa mina deflattiva esplosa nell'oceano globale, una spettacolare bolla immobi
Lo so, deve essere stato difficile per ben 13 anni aspettare l'inflazione, chiamare l'inflazione
Guest post: Trading Room #511. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura che continua ad essere r
Malgrado i dati macro non sicuramente eccezionali per i mercati, con un'inflazione che sale e cambia
Giornata perfetta ieri, con nuovi massimi sui mercati europei come aveva previsto su Twitter il
Oggi, terzo venerdì del mese, è giornata di scadenze tecniche. Scadranno le opzioni su azioni, le
Viviamo davvero in un mondo di matti, basta guardare alla reazione isterica dei profeti dell'inf
Mentre a Francoforte si discute sul sesso degli angeli, sull'inflazione che sta per sparire come
Guest post: Trading Room #510. Il grafico FTSEMIB weekly ha una struttura chiara ed evidente. La l
C'è davvero da mettersi le mani nei capelli a pensare che le sorti dell'America sono un mano a
CONTATORE