DOLLARO: NUOVO RECORD!

Scritto il alle 08:20 da icebergfinanza

AMERICA: LA FIDUCIA VACILLA...IL DOLLARO VOLA! - icebergfinanza
Source: HEDGEYE

E’ appena uscito sul Financial Times, l’ennesimo funerale per il destino del dollaro, l’ennesima analisi che prefigura la sua fine come abbiamo riportato qualche giorno fa e il nostro prediletto, risponde con l’ennesimo record degli ultimi anni.

Il tutto mentre lo yen precipita ai minimi da 24 anni nei confronti della moneta verde, mentre siamo ai minimi da 20 anni nei confronti dell’euro.

Noi lo avevamo preannunciato nel nostro OUTLOOK 2022, unici in Italia, nessun altro aveva previsto questo risultato!

CROLLA L'EURO ... BREAK UP! - icebergfinanza

Giù di due gradi la temperatura delle abitazioni e degli uffici, termosifoni accesi 2 ore in meno, ma guai a toccare l’ora solare, ecco la geniale interpretazione del governo dei migliori, che ha un’unica priorità a leggere i giornali, come affrontare Centaurus.

Ringrazio Dio che alle prossime elezioni spariranno inutili e insulsi personaggi, che tanto dolore hanno inflitto a questo Paese.

Aumenta la tassa sugli extraprofitti, ma ancora nessuno sa se riusciranno a scrivere una norma in maniera decente, se riusciranno ad evitare mille ricorsi o scappatoie.

Eppure resto ancora allucinato di fronte alla quasi totale inazione di questo governo, al cicalio della politica, che chiacchiera nei salotti. Sono curioso di vedere in quanti andranno davvero a votare questa volta.

Ma torniamo in America, perchè ieri si è vista la solita frenesia speculativa sull’inflazione, con i bond a livello globale ancora in calo, anche se mille segnali suggeriscono che per il momento il picco sull’inflazione è stato raggiunto.

Non importa su cosa scommettono gli psicopatici che manovrano gli algoritmi, la realtà è che ieri i prezzi pagati nel settore manifatturiero americano sono crollati per l’ennesima volta in questi mesi, quinto mese consecutivo in calo.

Il resto sono chiacchiere da bar!

La produzione è appena al di sopra della contrazione e i prezzi stanno crollando, come le esportazioni, il dollaro forte inizia a produrre i suoi danni.

Bene invece l’occupazione ma sono curioso di vedere i dati di oggi, se rispecchieranno la realtà o serviranno solo a Biden per le elezioni di medio termine.

Uno fra i tanti altri segnali è il crollo del rame, il petrolio che scende pericolosamente vicino a un livello che implica un’accelerazione al ribasso una volta rotti alcuni importanti supporti.

Triplo minimo settimanale vicino al baratro, la solita manina pietosa che nella notte risolleva il morale ma non basterà!

Il dollaro è stato ben comprato con nuovi massimi, nel dollar index a 109,99,soprattutto nei confronti dell’euro dopo i deludenti dati in arrivo dall’Europa, in particolare in Germania. I prezzi del petrolio hanno esteso il crollo, in parte a causa del dollaro forte ma anche per le preoccupazioni sulla domanda dopo i dati deboli dall’Europa e dalla Cina, dove sono in corso nuove restrizioni per il covid.

Come riporta Zero Hedge, l’indice DXY Dollar ha raggiunto il suo massimo contro un piccolo paniere di controparti fiat dal giugno 2002…

Fonte: Bloomberg

Ma il più ampio indice Bloomberg Dollar ha ora superato i massimi dalla pandemia per raggiungere un nuovo record …

Fonte: Bloomberg

I loro analisti fanno notare che questa nuova impennata del dollaro, arriva nel mezzo della crisi nei mercati emergenti che devono far fronte a richieste di margini in dollari sul loro debito.

Il 3 gennaio abbiamo scritto questo post, ogni riga del nostro OUTLOOK 2022 puntava sul dollaro.

2022 ANNO DEL DOLLARO!

Oggi usciranno i dati sul mercato del lavoro USA, servirebbe un brutto dato per raffreddare i bollenti spiriti della Federal Reserve e per rilanciare i mercati, perchè …” BAD NEWS, GOOD NEWS “, e i mercati sono vicinissimi a supporti fondamentali per il mese di settembre.

Ieri ennesimo centro della cinematica del nostro Puntosella, centrata sia la volatilità che il rimbalzo finale, con l’indice DAX ormai vicino ai minimi annuali.

Riusciranno i nostri ereoi a rianimare il cadavere? Scomettiamo su quale dato uscirà oggi in America?

Nel frattempo il nostro BTP a 10 anni torna al 4%!

Nel prossimo manoscritto in uscita la prossima settimana,  esploreremo cosa ci attende in questo autunno infuocato e che fine farà il dollaro, ma soprattutto l’euro e i nostri titoli di Stato!

E’ uscito il nuovo Machiavelli, intitolato “OLTRE LA PARITA’” per tutti coloro che hanno contribuito o vorranno contribuire al nostro viaggio.

I manoscritti da inizio anno sono stati una bussola perfetta dopo un periodo di crisi, ma come sempre la verità è figlia del tempo.

Ribadisco per l’ennesima volta che se ci sono problemi di ricezione, firewall, spam, comunicazione tra i diversi provider dovuti a invii multipli,  basta inviare una mail e il nostro STAFF che provvederà a risolvere il problema.

Grazie a chi vorrà contribuire liberamente al nostro viaggio!

SOSTIENI LIBERAMENTE IL NOSTRO VIAGGIO!

https://icebergfinanza.finanza.com/il-perche-di-un-contributo/

A questo indirizzo il nostro PUNTOSELLA aggiornerà nei commenti la sua personale rubrica mensile…

ANGOLO CINEMATICA PUNTOSELLA

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

 

Tags: ,   |
13 commenti Commenta
veleno50
Scritto il 2 Settembre 2022 at 13:23

Come si calcolano gli extraprofitti? Faccio un esempio io ho un contratto gas per tre anni in scadenza 2023 e pago 0,27 kW. L’azienda che eroga il servizio in questo momento, paga il gas molto più caro, quindi io ho un beneficio non indifferente fino al prossimo anno. Sono milioni le persone messe alla stesso modo. Non è impossibile realmente arrivare a calcoli esatti? Si comincia con gli extraprofitti, poi sui guadagni, poi ci ritrova con aziende come la tiim x telecom da 20 euro a 0,23 centesimi.

darkerside
Scritto il 3 Settembre 2022 at 09:19

Non penso sia un problema di calcoli ma politico. E la politica dice …..si chiude . veleno50,

aorlansky60
Scritto il 4 Settembre 2022 at 08:20

Non credo che la maggioranza dei cittadini Italiani abbiano ancora ‘realizzato’ COSA stà per accadere a livello ECONOMICO tra poco, in misura assai più CRITICA di quanto già emerso ad interessare ‘le proprie tasche’, ad iniziare dall’ Autunno in arrivo… Ma il guaio (e il dramma) è che la maggioranza dei personaggi politici italiani, tra l’altro candidati alle prossime elezioni, non sembrano avere un idea chiara in proposito, continuando a lanciare messaggi rassicuranti circa le “scorte di gas in progressivo aumento”, nonostante diversi segnali d’allarme arrivati già in estate (avrebbe dovuto far riflettere che Francia e Germania siano state costrette a NAZIONALIZZARE in gran fretta alcune loro utilities legate all’ENERGIA, EDF e UNIPER rispettivamente, per evitarne il fallimento, ma evidentemente deve trattarsi di un diverso modo di operare di questi due Paesi sul tema ‘EXTRA PROFITTI’ delle grandi società energetiche, che invece in italia è stato finora gestito in modo decisamente AMBIGUO…) così come sento tanta demagogia da parte loro sul tema ENERGIA, che proprio loro hanno lasciato colpevolmente andare al proprio destino da 30anni almeno, senza prendere alcuna decisione importante per cercare di svincolare l’Italia almeno in parte dalla DIPENDENZA estera… Ultimamente in Italia si sono tutti accorti che esiste un opzione ‘nucleare’, con molti di loro a sostenere ‘ritorniamo in gran fretta sul nucleare‘ come se fosse facile e veloce da realizzare… non sanno (o non hanno capito) che ci vogliono ANNI (molti anni) per realizzare e completare una CENTRALE di IIIza generazione (ultimo step utilmente realizzabile, in quanto quelle di IVta generazione sono ancora ferme allo stadio sperimentale) e che nel frattempo il problema ENERGETICO del ns Paese rimarrebbe irrisolto. E’ anche questa distorta (dis)informazione operata dalla nostra politica, che molto spesso stupisce ed infastidisce…

ilribassista
Scritto il 6 Settembre 2022 at 07:25

Con il gas che rimane a quei prezzi assurdi, purtroppo, la vera inflazione in Italia si vedrà nei prossimi mesi.
Poi magari diminuirà .. ma sarà troppo tardi.
Sono anni che dici che l’inflazione non esiste ma io la sento, da anni, sempre … Perché i prezzi salgono sempre ed il potere di acquisto diminuisce; è la storia che lo insegna. .. e dubito che questa volta finirà diversamente.
Se nel 2023 ci fosse una deflazione del 5% .. considerando un’inflazione attuale del 10% .. voglio proprio leggere, nel 2023, che avevi ragione.
Siamo in una situazione drammatica

icebergfinanza
Scritto il 6 Settembre 2022 at 08:08

Sono anni che scrivo che l’inflazione è con noi dalla notte dei tempi, solo che ve ne accorgete solo quando vi devasta il portafoglio. Nessuno si è lamentato con il passaggio all’euro, nessuno si è lamentato con l’avvento di Monti, nessuno quando esplodeva la benzina, quando nel 2008 e 2013 saliva tutto. Ma si sa a voi piace sempre guardare il dito e non la luna. La deflazione dei salari invece per voi è quella degli altri, perché magari a voi non tocca. Non solo, per voi la deflazione da debiti non sapete neanche cosa sia, perché in questi anni non avete avuto bisogno di fare un solo debito. Eppure nessuno si lamentava quando andava in banca e comprava la casa con mutuo al 0,75% o 1%. L’unica inflazione attuale è temporanea è quella energetica il resto è storia la presa per il culo c’è sempre stata su benzina ed alimentari. C’è troppa gente che frigna senza far nulla, quando milioni di persone ne avranno perso il posto di lavoro, allora e solo allora saprete cosa significa la vera inflazione!
ilribassista@finanza,

ddd71
Scritto il 6 Settembre 2022 at 09:31

purtroppo la grande forza del dollaro poco mitiga il grosso loss dei nostri tbond oggi al minimo degli ultimi anni,mai avrei pensato a tale perdita, persino l’oro che è un bene difensivo contro l’inflazione non si muove ..il guadagno sul metallo prezioso è grazie all’aumento dei dollaro.
Come dice il nostro capitano la storia insegna…a mio parere anche se fosse un’inflazione strutturale prima o poi scende.
Ho un dubbio … chi come me era esposto in t-bond e vista la debacle dei tesorucci nostrani e il timore di un mega rimbalzo del dollaro caro capitano non vale la pena fare uno swich parziale sui nostri tesorucci??

icebergfinanza
Scritto il 6 Settembre 2022 at 09:37

Una possibilità, ma come ben sai io credo che l’euro è carta straccia e tecnicamente non è finita qui!
ddd71,

ilribassista
Scritto il 6 Settembre 2022 at 22:50

icebergfinanza,

Veramente sono più di dieci anni che l’inflazione c’è ovunque .. tranne a casa tua.
Dimenticavo solo una cosa .. mi ero rivolto al depositario di tutte le verità.
La stessa persona che a settembre 2020 aveva previsto il tracollo delle borse, poi era stata la volta di settembre 2021 … Dai forse alla terza ci azzecchi ..
I titoli di stato americano stanno andando benissimo…
Ogni tanto un po’ di umiltà non guasterebbe.
Complimenti e tanti auguri

ilribassista
Scritto il 6 Settembre 2022 at 22:53

E sono dieci anni che scrivo che solo tu non vedi l’inflazione, l’unico al mondo che quando vede il 2 per cento di deflazione scrive ecco .. vi avevo avvisato … Peccato che se nei tre anni prima l’inflazione è salita del 5% , se poi scende del due .. ops .. è sempre salita .. la matematica è matematica.
Capisco perché ormai non c’è rimasto più nessuno a scrivere.

icebergfinanza
Scritto il 6 Settembre 2022 at 23:16

Ciao caro, ma sei lo stesso che alterna lodi a frustrazioni, un giorno scrive una cosa e un’altro l’esatto contrario. Rilassati c’è visibilità per tutti. Stai sereno!

diegos
Scritto il 7 Settembre 2022 at 08:59

I mercati hanno una caratteristica immutabile nel tempo: fluttuano. Per chi non capisce questo il consiglio è di starsene tranquilli con i risparmi fermi su un c/c. Il cambio eur/usd non è esente da questa dinamica. Al momento opportuno gli USA decideranno di indebolire la loro moneta e nulla potrà evitare una nuova inversione del cambio. A quel punto se nel frattempo, se la dinamica dei tassi si rivelerà sfavorevole, chi è entrato nel tbond nei momenti di alte quotazioni si ritroverà col portafoglio devastato se non ha impostato a tempo debito uno stop come va sempre fatto su tutte le tipologie di investimento finanziario. Per chi si accontenterà di attendere il rimborso a 100 puntando a limitare il danno con le cedole, l’amarezza di avere il capitale bloccato e vedere magari nuovamente, a crisi attenuata, le borse mondiali con performance a tre cifre (potrebbe essere iniziata ora una nuova gamba ribassista interessante in prospettiva). Per chi invece ha avuto la pazienza di attendere, un recupero eventuale del cambio potrebbe aprire prospettive molto interessanti in forma di pac, un tbond con cedola 4.5% scadenza 2036 che si sta avvicinando a 110 può essere un ottimo inizio anche in ipotesi di arrivo a scadenza, ma sempre evitando entrate full e con mantenimento di risorse per gli altri mercati.

icebergfinanza
Scritto il 7 Settembre 2022 at 10:20

Eh certo quando gli americani decideranno… DOLLAR INDEX di lungo termine. Il cammino del dollaro è solo all’inizio!

aorlansky60
Scritto il 7 Settembre 2022 at 12:04

Io non sono molto preoccupato, sia perchè ho ‘diversificato’ da diverso tempo, quando la situazione era ancora tutto sommato ‘senza troppi sospetti’, sia perchè ce lo consiglia Ns Signore Gesù Cristo (la migliore GUIDA che ci possa e potrà mai esserci, al contrario del mondo ‘degli uomini’) :

inutile preoccuparsi per ciò che vestirete o per ciò che mangerete, lasciate ad ogni giorno la propria pena…

Ma a dire il vero, qualcosa c’è ed esiste a rendermi perplesso, nell’attuale mondo degli uomini, per la precisione in Europa visto che ci vivo: il fatto che, come ha fatto già notare Andrea Mazzalai, l’€uro è destinato a diventare ‘carta straccia’ assai più di quanto non lo sia già…

Non c’è nulla da fare, non si può andare contro la Storia… abbiamo contro imperi economici -USA, INDIA, CINA, RUSSIA- che fanno apparire piccola piccola la nostra ‘unione europea’…
se poi mi soffermo sulla genialità di coloro che in questo momento storico sono in cabina di regia a dettarci le regole, beh, si salvi chi può…
🙁

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Ftse Mib. L’indice italiano ha un’impostazione ribassista nel breve e medio termine dal punto di
Tutti i mercati stanno lavorando su aree di prezzo di particolare rilevanza monetaria, in quanto com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Tanto tuonò che piovve, alla fine a forza di buttare benzina sul fuoco, inglesi, americani sono
Analisi dei posizionamenti e del sentiment sul mercato dei derivati, future e opzioni, su S&P500
Ormai è cosa nota a tutti. La Fed ha alzato i tassi dello 0,75%, e adesso ci troviamo nella for
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Puntata speciale di Trading Floor con ospite Pietro Di Lorenzo, trader professionista e fondatore di
Questo grafico è il classico caso dove non sono necessarie ulteriori spiegazioni o parole a cor
Mercati in fibrillazione per la giornata di oggi dove il catalizzatore sarà la riunione del Fomc e
CONTATORE