SENZA GAS… MUORI!

Scritto il alle 09:38 da icebergfinanza

Altro che sanzioni alla Russia! Le dichiarazioni di Putin hanno mandato ko la borsa di Francoforte e si attende la madre di tutti i rincari per gas e petrolio - Secolo Trentino

Nulla di particolarmente interessante in questi  giorni, in cui i mercato continuano a provare il rimbalzo insieme all’euro, probabilmente prendendo come scusa ridicola, l’Europa che si è arresa di fronte all’obbligo del conto in rubli per acquistare e pagare il gas e al divieto imposto dall’Ungheria sull’embargo del petrolio.

Ci fosse qui il nonno d’Italia, direbbe, se non apri il conto in rubli… muori!

La cosa interessante è che i burocrati che abbiamo a Bruxelles, ma soprattutto il banchiere che è a Roma, fanno fatica a capire che le sanzioni e un eventuale embargo, sono un regalo spettacolare alla Russia e a Putin, ma non possiamo pretendere che ci arrivino!

Più can che abbia non morde, più fanno la voce grossa in Europa, più inviano armi e più il prezzo del petrolio e del gas sale e resta in alto, favorendo un nuovo record storico di surplus per la Russia!

Chapeau, ignoranti!

I dati rilasciati oggi sul pil giapponese fanno tenerezza, si è contratto dell’1%su base annua.

Ieri quella macchietta di Powell ha fatto salire i rendimenti dei Titoli del Tesoro americano dichiarando che non esiterà a far salire i tassi oltre il livello neutrale per ridurre l’inflazione. Farà l’ennesima pessima figura, questi non hanno capito nulla.

Ma veniamo a noi, alle cose serie, nei prossimi giorni sapremo se l’economia americana si avvicina alla recessione, soprattutto osservando le dinamiche del mercato immobiliare con le vendite di abitazioni esistenti e il rilascio di permessi e avvii di nuove costruzioni.

Il crollo nel sentiment degli acquirenti di case è chiaro, quello dei costruttori, pura fantasia.

Thanks to ZeroHedge

Ieri sono usciti i dati sulle vendite al dettaglio peggiori delle previsioni.

La fiducia dei consumatori è ai minimi da 10 anni ma gli americani spendono e spandono, rigorosamente a debito.

Oppure, l’amministrazione Biden, in crollo nei sondaggi ha bisogno di dati buoni!

Le vendite al dettaglio principali sono aumentate dello 0,9%, sebbene siano rallentate rispetto al precedente 1,4% rivisto al rialzo, il dato escluse le automobili ha battuto le previsioni 0,6% (previsto 0,4%) ma è rallentato rispetto al precedente 2,1%.

Prendendo per buoni questi dati, è un segnale positivo per il PIL del secondo trimestre.

Immagine

Torno a ripetermi, o gli americani raccontano balle quando ci sono i sondaggi o qualcuno aggiusta i dati, il resto sono chiacchiere!

Non è possibile che l’inflazione sia salita solo dello 0,3% e le vendite del 0,9%

Noi continuiamo a fare analisi anche se non interessano più a nessuno e seguiamo l’econofisica, quella che il nostro Puntosella ci sta raccontando da tempo, il resto lo lasciamo al tempo, alla verità figlia del tempo.

A questo indirizzo il nostro PUNTOSELLA aggiornerà nei commenti la sua personale rubrica mensile…

ANGOLO CINEMATICA PUNTOSELLA

I manoscritti da inizio anno sono più che sufficienti per comprendere come coglierla, l’ultima grande occasione, la più colossale della storia, perché oggi sono tutti sul lato sbagliato di una barca che sta di nuovo per affondare.

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a [email protected] è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

2 commenti Commenta
aorlansky60
Scritto il 19 Maggio 2022 at 06:35

più fanno la voce grossa in Europa, più inviano armi all’Ukraina e più il prezzo del petrolio e del gas sale e resta in alto, favorendo un nuovo record storico di surplus per la Russia! Chapeau, ignoranti!”

Di fronte al tentativo dei mass-media occidentali di raccontare ai cittadini europei la favoletta che “la Russia stà per andare in default, Russia in imminente stato di default irreversivo” (è da Marzo che doveva già esserci, in default…sic…) fa da riscontro proprio quello che gli stessi media non possono dire, evidenziato dal Capitano, ovvero il fallimento delle misure di ritorsioni che l’UE ha varato versus la Russia, che alla fine favoriscono proprio la Russia e indeboliscono l’Europa, nella fattispecie i cittadini europei che saranno quelli destinati a pagare ‘il conto’ della guerra Russo-Ukraina, oltre agli stipendi di questi veri ‘geni’ patentati rincoglioniti (a cominciare da Ursula VdL per continuare con il ns pregiatissimo Comm. alle politiche Economiche UE P.Gentiloni) che si ritrovano a Bruxelles… beh non c’è che dire, c’è da essere fieri, in qualità di cittadini europei, nel sapere di essere governati e diretti da questa squadra di ‘geni’ assoluti, no?… quanto invidio i British (l’ho già detto ripetute volte) per aver preso la decisione di abbandonare questo carrozzone stile ‘armata brancaleone’ che in molti chiamano ‘unione europea’…

aorlansky60
Scritto il 19 Maggio 2022 at 06:56

E a proposito di ‘conto’ che i cittadini italiani saranno chiamati a pagare nel prossimo futuro, c’è una piega nel recentissimo documento di Economia Europea pubblicato da Bruxelles in grado di spiegare [ai più attenti] ciò che stà per avvenire: a fronte di un inflazione in deciso rialzo destinata a rimanere su alti livelli (7% o più) per tutto il 2022 secondo la previsione dei tecnici europei(sic), in parallelo ad una brusca riduzione dell’aumento di PIL del nostro Paese per il 2022 (da +4,3% + +2,9% ma più realisticamente potremmo ritrovarci sotto il +2%), stranamente il deficit previsto per l’Italia rimarrà ancorato [secondo le previsioni] al 5,6% come da documento precedente… cosa significa questo? Che il ns Governo (comandato a bacchetta dai ‘geni’ di Bruxelles) non intende assolutamente peggiorare il dato di DEFICIT acquisito al 2021, e per farlo sarà costretto a due misure drastiche: riduzione sostanziale degli investimenti pubblici e aumento della pressione fiscale sui cittadini. Chi dice che questo non è vero è un ciarlatano o un contastorie, oppure più verosimilmente un esponente del nostro attuale esecutivo di GOV. Avete voluto l’Europa unita? bene, ora dovete prendervi “tutto il pacchetto” viaggio.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Le notizie più importanti del fine settimana, oltre al suicidio politico del centrodestra al se
Mercati azionari che hanno chiuso in moderato ribasso permettendo agli operatori veloci riposizionam
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Il quadro del CFTC di Chicago ci riporta uno scenario dove le mani forti, dopo la fase di diffic
Guest post: Trading Room #445. Buono il rimbalzo ma purtroppo siamo rimasti sotto  livelli molto
Ftse Mib. Il ftse Mib interrompe la serie di 3 settimane negative consecutive grazie alla tenuta del
In questi giorni abbiamo avuto modo di tastare con mano cosa significa la parola “volatilità
Analisi Tecnica Deboli tentativi di ripartenza con la resistenza a 22120 a fare da padrona ... D
Settimana caratterizzata da un forte recupero dei prezzi che ha riportato gli indici azionari al di
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
CONTATORE