RUBLO… CAMERA A GAS!

Scritto il alle 08:03 da icebergfinanza

Se venissi attaccato di sorpresa e disarmato da un orso grizzly potrei sopravvivere? Se sí, come? - Quora

Ieri molte cose davvero interessanti sono accadute, non tanto tra i clows della politica italiana che hanno confermato la loro fiducia al governo del banchiere, la solita giravoltola da squallidi opportunisti, avvocato del diavolo in primis, ma soprattutto in quella famosa telefonata tra il banchiere e Putin…

Fantastico, il nostro banchiere fa la sua prima telefonata e subito viene preso in giro!

A guardare la risata del banchiere mentre risponde, verrebbe da dire, che ride bene chi ride per ultimo!

Subito tedeschi e francesi hanno fatto la voce grossa, i contratti si rispettano, siamo pronti a chiudere tutti i contratti, a noi il gas russo non ci interessa.

Il problema è che in pochi capiscono cosa è successo, la richiesta di aprire un conto in rubli presso la banca satellite di Gazprom è un capolavoro.

Non ha chiesto agli europei  di pagare in rubli, ma solo di aprire un conto nella loro banca, ci penseranno poi loro a convertirli in rubli, visto che hanno una banca centrale che li stampa.

Il rischio era un congelamento anche nei conti in euro o dollari per il pagamento del gas, altro rischio era sui conti Gazprombank, in futuro non si sa mai.

Alla fine, muti e rassegnati, gli europei, pagheranno in euro su un conto separato presso Gasprombank e gli euro verranno immediatamente convertiti in rubli.

Niente  di meglio per sostenere la propria valuta e impedire futuri sequestri o congelamenti. I soldi finiscono sul conto Gazprombank che li converte in rubli, trasferendoli sui conti degli acquirenti europei, ma il pagamento è considerato completo solo quando i rubli raggiungono il conto russo di Gazprom, eliminando il futuro rischio di congelamento.

In poche parole, scacco matto, sino a quando l’Europa sarà in grado di non avere più bisogno del petrolio e gas russo, inoltre l’arrocco, consente di proteggere definitivamente la banca di Gazprom.

Ora la mossa spetta all’Europa, sarà interessante osservare nei prossimi giorni le ripercussioni sull’euro, soprattutto in rapporto con il dollaro, visto che la moneta principale di scambio diventa il rublo e la sua conversione.

Ieri il presidente americano ha dichiarato che per sei mesi verranno usate le riserve petrolifere, rilasciando 1 milione di barili al giorno…

La cosa ridicola è che ha accusato le compagnie petrolifere per i prezzi, a questi scienziati del nulla non sfiora neanche per scherzo il sospetto che buona parte della colpa è della sua banca centrale che continua a foraggiare gli psicopatici che ogni giorno sui mercati finanziari giocano con i soldi. Probabilmente hanno investito anche loro nel posto giusto!

Nonostante le previsioni di un collasso dell’economia russa, il rublo ha recuperato tutte le perdite e soprattutto la Russia ha spostato le sue esportazioni su Cina e India…

Spero sia chiaro che la Russia sta aggirando tutte le sanzioni, con tanti saluti allo swift e ai circuiti di carte di credito occidentali. Il gas continua a fluire regolarmente in cambio di 1 miliardo al giorno. I capitali e gli asset sono stati bloccati o nazionalizzati, 80 % delle esportazioni sono comunque convertite in rubli.

Il dominio nelle materie prime, grano, terre rare, fertilizzanti resta e il resto sono leggende metropolitane, compresa anche la barzelletta che la Banca centrale russa ha rispolverato il Gold Standard!

Interessante nel frattempo lo sviluppo dell’economia USA con la discesa del dato finale al 6,9% con un problemuccio da nulla, ovvero circa 80% della crescita grazie al riempimento dei magazzini un fattore positivo che verrà meno nei prossimi mesi e trimestri, soprattutto perchè tanto entusiasmo non è stato supportato dai consumi.

Inoltre crolla il risparmio americano, si quello che doveva alimentare i nuovi ruggenti anni 20, crollato in un attimo ai livelli post pandemia.

Ma soprattutto, al netto dell’inflazione, il reddito disponibile reale è effettivamente diminuito per la decima volta in 11 mesi.

Non per ultima la notizia che i sussidi di disoccupazione stanno tornando ad aumentare e che il dato in uscita oggi sui nuovi posti di lavoro, lascia il tempo che trova ovvero la propaganda democratica è già al lavoro per truccare la realtà in vista delle elezioni di medio termine in America.

Tra  settimane ci saranno anche quelle in Francia, non mi aspetto alcun cambiamento, visto che Melanchon continuerà ad appoggiare il banchiere francese Macron, ma il crollo nei sondaggi recente è un bel campanello di allarme.

Interessante è però la battaglia tra Macron e LePen nella fascia di età tra i 25 e i 50 anni.

Sopra il dominio è per Macron, lo status quo degli anziani.

Interessante notare che il mondo si è accorto dell’inversione della curva americana, ieri i rendimenti a lungo termine hanno chiuso il trimestre e soprattutto il mensile sotto la famosa linea Maginot, un segnale importante. Il dollaro torna a rafforzarsi!

 

 

Per quanto riguarda la questione TWITTER è inutile che mi continuate a chiedere quanto tornerà disponibile, nessuna risposta, i social sono una loro creatura e la usano come meglio credono, imponendo le loro regole a senso unico e applicandole per chi non si adegua ma interpretandole per i loro amici, giornalisti o portatori del pensiero unico.

Ripeto, io non mi piegherò in alcuna maniera alle imposizioni, le loro minacce! Nel frattempo, questo è il nuovo CANALE TELEGRAM

La prossima settimana uscirà il nuovo manoscritto,  dal titolo ”Guerra e pace”.

A questo indirizzo il nostro PUNTOSELLA aggiornerà nei commenti la sua personale rubrica mensile…

ANGOLO CINEMATICA PUNTOSELLA

I manoscritti da inizio anno sono più che sufficienti per comprendere come coglierla, l’ultima grande occasione, la più colossale della storia, perché oggi sono tutti sul lato sbagliato di una barca che sta di nuovo per affondare.

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

2 commenti Commenta
nonmollo
Scritto il 1 Aprile 2022 at 18:53

Grazie per la tua risposta relativa al Rublo, però non mi è chiaro perché dici che non è stata peggata all oro, sembrerebbe di sì ma forse sono tecnicismi a me oscuri

aorlansky60
Scritto il 2 Aprile 2022 at 08:39

La strategia di Putin [in fatto di commercio di beni in suo possesso da esportare] è piuttosto interessante, sembra che egli voglia dire agli ‘occidentali’ [USA in testa] :

voi basate la vostra ricchezza economica su un foglio di CARTA VERDE che stampate in numero illimitato a vostro piacimento, noi invece basiamo la nostra ricchezza su BENI TANGIBILI come GAS PETROLIO e ORO -e molto altro ancora- che possediamo in grande quantità…

e la provocazione di voler essere pagato in Rubli in cambio di queste RICCHEZZE TANGIBILI (alcune delle quali -come idrocarburi- indispensabili per i Paesi occidentali specie per quelli Europei che non le posseggono) è quella di voler ‘ancorare’ il Rubli a GAS PETROLIO e ORO che la Russia possiede in grande quantità : non è un mistero infatti che la Russia (e la Cina) dal 2015 hanno iniziato un operazione di acquisto MASSICCIO di tutto l’ORO che riescono a reperire sul mercato, senza fermarsi da quell’anno… questo porta a pensare che dietro questa strategia intrapresa da Putin egli possa contare sull’appoggio di un alleato di prim’ordine (la Cina, con il suo progetto a lungo termine di ‘de-dollarizzazione’ mondiale) che al momento resta a guardare l’evolvere della situazione, nella crisi tra Russia e Stati occidentali…

Il ‘messaggio’ di Putin al mondo ‘occidentale’ è chiaro : “voi potete stampare tutta la carta moneta che volete, ma questa non fabbrica dal nulla GAS PETROLIO e ORO“…

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Nuova tassazione speciale Capital Gain per il 2023 Quanto sta capitando ha del paradossale ma sin
GENERALI – POSIZIONAMENTI MONETARI SCADENZA MARZO 2023 8 Dicembre A ridosso delle importanti s
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
C'è ben poco da raccontare in questi giorni, stiamo preparando l'OUTLOOK 2023 e il rapido aggio
Erano ormai anni che non si vedeva uno scenario simile coi tassi di interesse. Addirittura in al
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
ENI - POSIZIONAMENTI MONETARI SCADENZA MARZO 2023 6 Dicembre 2022 A ridosso delle importanti sca
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Il quadro del CFTC di Chicago ci fa vedere mani forti che continuano ad essere fiduciose, e smal
CONTATORE