PETROLIO…FUOCO DI PAGLIA!

Scritto il alle 09:44 da icebergfinanza

Deepwater Horizon Final: in arrivo il film sul disastro ambientale della marea nera nel Golfo del Messico - greenMe

Iniziamo da una sintesi che ci spiega come oggi la fantasia, la speculazione superi la realtà…

E certo il petrolio sale, il rame scende da oltre un mese.

Ieri i dati API hanno mostrato per la seconda settimana consecutiva un aumento delle scorte molto sostenuto, sia di greggio che benzina e distillati. E così sarà anche domani con i dati dOE.

Crashing Copper Prices Spell Trouble For Oil | OilPrice.com

Al di là delle correlazioni, che spesso e volentieri sono saltate negli ultimi anni, quella tra la crescita cinese e il rame, sembra la più solida.

China Macro Highlights Downside Risk For Copper | Investing.com

 

Eppure oltre a ignorare i recenti default immobiliari cinesi, si ignora anche la semplice realtà, supponendo che cieli blu infiniti siano davanti a noi.

Mi ero ripromesso che non avrei più proposto l’indicatore della Fed di Atlanta perchè poco attendibile nella sua volatilità, ma il dato è clamoroso, passare da una crescita presunta del 6 per arrivare all’1 % circa, non è un bel viatico per l’economia USA.

Immagine

Ma quale carenza, non scherziamo, solo qualche volpone che utilizza l’onda lunga della pandemia per fare qualche soldino, i soliti psicopatici che non potendo più spingere sull’azionario, hanno deciso di far volare il petrolio, incendiare l’economia, riaprendo le solite scommesse perdenti sulla reflazione e sulla stagflazione.

C’è molta “ignoranza” sulla storia in giro, pochi hanno vissuto la stagflazione degli anni ottanta, io stesso ero un ragazzo, ma non c’è alcuna similitudine o correlazione con quell’epoca ZERO!

Certo stanno di nuovo spingendo sui rendimenti, ormai è un gioco, il dollaro a sua volta riflette questa tendenza, tornano in ague le scommesse contro l’euro, ma è una storia già vista e non finirà diversamente, la storia è maestra in questo, seguirà una nuova implosione deflattiva, i tassi torneranno sotto i minimi della pandemia.

I manoscritti da inizio anno sono più che sufficienti per comprendere come coglierla, l’ultima grande occasione, la più colossale della storia, perché oggi sono tutti sul lato sbagliato di una barca che sta di nuovo per affondare.

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a [email protected] è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

15 commenti Commenta
reragno
Scritto il 6 Ottobre 2021 at 10:57

Ciao Andrea, una considerazione. Il progetto della transazione verde sta avendo un impatto molto negativo sull’economia. In Germania escono spot pubblicitari in cui si invitano i cittadini a prepararsi ad un inverno senza luce e riscaldamento. Mi viene un dubbio: non è che stanno pompando in alto il prezzo del petrolio per scatenare una nuova crisi economica e quindi favorite questa transizione “ecologica” che ci porterebbe indietro di un paio di secoli?
E’ inutile negare che i vertici dell’elite mondiale ci vuole ridurre tutti a schiavi.

icebergfinanza
Scritto il 6 Ottobre 2021 at 11:08

Pompano solo perchè voglio utili e ancora utili, performance e solo performance, il resto è una storia lunga, esoterica.

aorlansky60
Scritto il 6 Ottobre 2021 at 11:22

a proposito di “gas carbone elettricità”, IcebergFinanza ha scritto :

Ma quale carenza idioti, quale carenza, solo speculazione!

Vero, solo speculazione. Nient’altro che speculazione.
In un mondo finanziario come quello attuale che ha visto azzerare i rendimenti (in conseguenza della prolungata politica monetaria operata dalle principali BC), la ricerca disperata di rendimenti “appena poco più alti dello zero” spinge le principali società specializzate nella gestione di enormi masse di liquidità, a guardarsi intorno a 360° e a prendere in considerazione qualsiasi settore od oggetto “meritevole” ai loro occhi… il settore della materie prime è infatti quello su cui hanno messo gli occhi dall’inizio del 2021… questa la vera spiegazione dei repentini significativi aumenti di prezzo avvenuti quest’anno sia delle materie prime energetiche sia di quelle legate al campo costruzioni, al di là di quello che ci racconta la “vulgata di sistema”…

aorlansky60
Scritto il 6 Ottobre 2021 at 11:51

@Reragno, circa il tema “transizione ecologica” :

penso sempre più seriamente che a Bruxelles ci siano dei pazzi a guidare l’UE, sotto la spinta emotiva delle varie “Greta Thundberg” di turno che non sanno nemmeno di cosa parlano (secondo loro basterebbe tappezzare il territorio di “pale eoliche” e “pannelli solari” per risolvere in breve tempo il problema, quando un autorevole scienziato -Carlo Rubbia, premio Nobel per la Fisica- non più tardi di 10anni fà sentenziò che per soddisfare la sete di energia della sola Italia secondo il modello di vita dei suoi 60 milioni di cittadini (SENZA INCLUDERE IL SETTORE INDUSTRIALE si badi bene) non basterebbe tappezzare di pannelli solari una superficie pari a quella dell’intera Regione Campania…);

l’annunciato piano di “emissioni zero” (da propellenti carbon fossili) entro il 2030 da parte dell’UE sarebbe anche lodevole, se non consideri che :

l’Europa con i sui 500 milioni di cittadini è responsabile del 10% di immissione di CO2 in atmosfera su scala globale;

i principali Stati responsabili su scala globale per immissione CO2 in atmosfera sono :

USA (350 milioni di esseri)
Cina (1,5 miliardi di esseri)
India (1,4 miliardi di esseri)

da notare che sulla presa di posizione annunciata recentemente dalla UE in tema (rinuncia a qualsiasi centrale a carbone per la produzione di energia),
gli USA hanno preso posizione “ambigua”, mentre sia Cina che India hanno risposto “picche” (la Cina ha recentemente annunciato lo sviluppo di ulteriori 40 mega centrali a carbone per nutrire la fame di energia del proprio settore interno, sia famiglie che industria);

la mia domanda (che rivolgo a quel “genio” della “von der leyen” e a tutti i ridicoli “lacchè” che le girano intorno) è la seguente :

che te ne fai di avere raggiunto il traguardo di “emissioni zero” di CO2 nel 2030, quando conti il 10% come fattore inquinante,
mentre a quella data il resto del mondo CHE CONTA IL 90% come fattore inquinante, procede allegramente ad immettere CO2 insistendo nel produrre energia con CENTRALI A CARBONE???

apprendista99
Scritto il 6 Ottobre 2021 at 21:24

Andrea é da anni che ci racconti che l’inflazione é un fuoco di paglia…nel frattempo i prezzi sono aumentati del 30% e più, come ognuno può constatare…errare humanum est, diabolicum perseverare

icebergfinanza
Scritto il 6 Ottobre 2021 at 23:25

Nel tuo cervello aumenta tutto, rilassati e dedicati ad altro, magari fai un salto a ringraziare l’euro e il tuo amico Prodi. Ricorda anche la mia pazienza ha un limite!

Buona serata,
apprendista99,

aiccor
Scritto il 7 Ottobre 2021 at 10:02

il “green” è uno slogan, non certo un obiettivo. Fa parte dell’agenda dei compagni di merende di Davos, come le teorie gender, la multiculturalità, i cambiamenti climatici, la lotta alle religioni e alla famiglia…..distruggerele certezze del passato, questo è l’obielttivo. Poi a Bruxelles non cercare capi, responsabili, statisti, ecc. li ci sono solo facchini, i garzoni di bottega, coloro che diranno che “tutto è giusto e perfetto” sono altrove!

aorlansky60
Scritto il 7 Ottobre 2021 at 10:32

…ogni tanto lo vedo nominato: Romano Prodi? …se penso che ancora molti italiani gli attribuiscono una certa autorevolezza politica (ancora prima di dire che costui è stato l’artefice, insieme a M.D’alema con tutta la sinistra italiana, dello smembramento della Industria Pubblica Italiana, privatizzata e svenduta vergognosamente a multinazionali ed interessi esteri negli anni 90, con diversi “tecnici” dietro le quinte a condurre le trattative tra i quali un certo M.Draghi, ma nessuno si ricorda della sua miserabile “seduta spiritica” da lui organizzata nell’Aprile 1978 per per svelare dov’era “quel” nascondiglio, quando tutte le istituzioni e le forze militari italiane erano alla ricerca del nascondiglio dove le BR tenevano segregato il povero e nobile ALDO MORO ???…),

dicevo se penso che ancora moltissimi italiani gli attribuiscono una certa autorevolezza politica, nonostante tutto ciò che è riuscito a combinare costui a danni dell’Italia e degli Italiani, beh quest’ultimi si meritano tutto quanto è effettivamente accaduto a loro danno nel proseguo del tempo, ad iniziare dalla costituzione dell’UE e dell’€uro… il fatto che insieme alla moltitudine di italiani che hanno bevuto “le balle” del reggiano da lui sparate a suo tempo, ci abbiano preso male anche la minoranza di italiani che già allora AVEVA CAPITO dove costui ci portava, non è altri che un triste ripetersi della storia, dove nella moltitudine gli stolti prevalgono sempre numericamente su saggi ed accorti…

claudio70
Scritto il 7 Ottobre 2021 at 16:11

Vedo con sommo piacere che certi metodi non sono stati abbandonati ,anzi,quando tutto questo sarà finito in qualche modo mi toglierò la catena dell’ Himalaya che ho nella scarpa da anni

helmut
Scritto il 8 Ottobre 2021 at 09:05

Perfettamente d’accordo.
L’obiettivo è una moderna versione del feudalesimo. Sintetizzato in “Own nothing, be happy”.
Per questo bisogna debilitare le democrazie, annientare la classe medio borghese, abassare il Qi della popolazione con appropriati inserimenti, osteggiare la familia, …

aorlansky60
Scritto il 8 Ottobre 2021 at 10:58

@ helmut

… il concetto “Own nothing, be happy” mi ricorda il “metodo” Ceausescu che costui applicò in Romania per un ventennio… alla fine però, il popolo Rumeno (mica tanto felice di non avere nulla, mentre il despota aveva TUTTO) risolse il problema, nel modo noto… chissà se i nuovi despoti del 3zo millennio guardano ai fatti della Storia passata, magari per prenderne “lezione”…

marco1fin
Scritto il 8 Ottobre 2021 at 14:39

ma perche’ non ti occupi solo di economia e finanza tralasciando la politica e il covid ?…. che detto tra noi sono argomenti che non interessano

icebergfinanza
Scritto il 8 Ottobre 2021 at 15:09

…detto tra noi, sei ancora qui?

ildebrando
Scritto il 8 Ottobre 2021 at 17:21

Alludete all’altra truffa epocale che è la finanziarizzazione del clima che non ha nulla a che fare col meteo? Fatta con la stesso stile top level di andare a tassare la pioggia e provocando conseguenti rivolte sanguinose contadine?
Per dirimere la questione fino all’unico tubo del gas che arriva a casa vostra ove stanno in qualche decina sopra “quelli del fare” e che non sanno neanche cosa è un tubo, è meglio aspettare che faccia più fresco.

aorlansky60
Scritto il 8 Ottobre 2021 at 17:37

@ tutti “quelli” convinti che “finanza ed economia” non siano strettamente legati alla POLITICA,

da ag Ansa 08 Ott 2021 :

Scontro politico tra la Polonia e la Commissione UE sul rispetto dello Stato di Diritto che potrebbe segnare un passo verso la ‘Polexit’ dopo che la Corte Costituzionale di Varsavia ha decretato che alcuni articoli dei Trattati dell’Ue sono ‘incompatibili’ con la Costituzione dello Stato Polacco e che le istituzioni comunitarie ‘agiscono oltre l’ambito delle loro competenze’. Pronta la replica immediata della pres.d.Com.UE von der Leyen che ha dichiarato : “La legge UE ha il primato sulla legge nazionale.”

non so voi (inteso “chi” legge) ma a me queste parole della “tedesca” appaiono di una gravità inaudita oltre che di una presa di posizione unilaterale, fortemente autoritaria e decisamente discutibile; secondo costei, quindi, possiamo (dobbiamo?…) “rottamare” al più presto la Costituzione Italiana (questo vale naturalmente anche per quelle degli altri 26 Paesi aderenti all’UE) dato che ormai non serve più, visto che si deve “inchinare” alla “Legge UE”…

beh, piuttosto che perdere tempo con tante manfrine e sceneggiate che perdurano ormai da due decenni, potevate dircelo subito (a tutti noi 500 milioni di cittadini EU)…

Se solo 20anni fà mi avessero prospettato un Europa simile a quella odierna… più passa il tempo, più comprendo (e invidio) i British e la loro scelta (DEMOCRATICA) espressa nel 2016.

ps @ ursula von der leyen : quand’è che il parlamento di Bruxelles emanerà una legge persecutoria(…) e decisa, verso chiunque dei 27 Stati che non si inchinerà alla “Legge UE” ??…

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Siamo ad un passo dai massimi, ma questa volta, rispetto ad altri episodi visti di recente, lo s
Sono stati giorni intensi questi per me, non riesco a condividere sino in fondo cosa ha signific
Ripartiamo da qui, dal debito, l'unica certezza assoluta che abbiamo, il debito. In questi gi
Ftse Mib. Dopo il test della trend line rialzista, l’indice italiano ha preso la via dei rialzi e
Guest post: Trading Room #417. Momento di test con il nostro indice della Borsa Italiana che arriv
Opzioni e future 25 Ottobre. Chiusure di venerdì sui massimi per i mercati europei e sottotono p
Analisi Tecnica Andiamo in rottura della resistenza a 26400 e raelizziamo una shooting star di inve
HOUSEHOLD SAVINGS: i risparmi stanno ricominciando a scendere ...ma finiscono dove? Sui merca
Battleplan cicli dei MAX sul FTSE MIB Future settimana 25 - 29 Ottobre 2021
CONTATORE